Dolore al fegato

Solo uno specialista può determinare cosa significa il dolore nell'ipocondrio destro e se è il fegato a ferire. Spesso, i pazienti, assicurando che soffrono di malattie del fegato, non sanno nemmeno dove si trova, e durante l'esame rivelano malattie degli organi vicini. È utile per tutti imparare come fa male il fegato, poiché nel corpo umano il lavoro di questo organo può essere confrontato solo con il muscolo cardiaco nella sua indispensabilità e costanza.

Perché abbiamo bisogno di un fegato e dove si trova?

Nell'uomo, il fegato è un organo multifunzionale spaiato che appartiene al parenchima, il che significa l'assenza di una cavità all'interno, pieno riempimento di tessuti e cellule. Non per niente lo chiamano "fabbrica biochimica".

È qui che viene sintetizzata la massa di sostanze necessarie per il mantenimento della salute (proteine, vitamine, ormoni, coagulazione del sangue e agenti anti-coagulazione, protezione immunitaria). È un organo che fornisce energia per la vita delle cellule, un deposito di sangue. Allo stesso tempo, è impegnata nella lavorazione di scorie, liberando il corpo di sostanze tossiche e partecipando alla digestione.

La posizione può essere definita come l'angolo in alto a destra della cavità addominale. Fronte coperto di costole. Il punto più alto è al livello della quinta costola. Il margine inferiore di solito sporge leggermente dall'ipocondrio destro. Il lobo sinistro del fegato entra nella zona epigastrica e si trova sopra lo stomaco.

Sulla superficie posteriore ha pozzi, che entrano strettamente nel polo superiore del rene destro e nella testa del pancreas. Il bordo inferiore copre la cistifellea con condotti e la curva del duodeno.

Per scoprire esattamente dove fa male il fegato, è necessario scoprire da quale parte inizia il dolore, dove si sta diffondendo, il suo carattere, i sintomi di accompagnamento.

Il meccanismo del dolore

All'interno del fegato ci sono le cellule del fegato (epatociti), i vasi sanguigni, i dotti biliari. L'intera struttura è divisa in segmenti. Non hanno terminazioni nervose. Eppure, nella domanda se il fegato può ferire, i dottori sono sicuri che può farlo, ma il dolore non si forma nel parenchima dell'organo, ma nei recettori nervosi della capsula del glisson che lo circonda.

Per fare questo, il corpo deve aumentare di dimensioni (gonfiore, eccesso di sangue, infiammazione, neoplasma) e allungare la capsula. L'intensità del dolore dipende dalla forza di tensione. Il dolore al fegato può essere associato a una pressione esterna sulla capsula e sul peritoneo dai "vicini" ingrossati.

Un'altra opzione è la transizione della reazione infiammatoria ai fogli adiacenti di peritoneo (periepatite), che è molto ricco di terminazioni nervose. Le cause del dolore nel fegato possono essere associate alla patologia del corpo stesso o di altri, ci sono funzioni e organiche.

Cosa causa dolore al fegato?

Le cause del dolore nel fegato di natura funzionale, in contrasto con il biologico, vengono rimosse dopo la cessazione dell'effetto di irritante, riposo, normalizzazione della nutrizione o procedure calmanti. Questi includono:

  • intossicazione da alcol con una singola dose di bevande contenenti alcol;
  • sovraccarico fisico;
  • condizione stressante;
  • eccesso di cibo grasso, cibo a base di carne;
  • farmaci non controllati

Le cause organiche comprendono tutte le malattie del parenchima epatico. Interrompono la struttura degli epatociti, causano necrosi e sostituzione con tessuto connettivo non funzionante. Perché il fegato fa male una persona particolare può essere trovato solo dopo un esame approfondito. I dettagli delle caratteristiche distintive e del decorso della malattia saranno discussi di seguito.

Caratteristiche del dolore

Il dolore al fegato ha un "colore" diverso, i suoi pazienti descrivono con una sfumatura emotiva, che sottolinea la durata della sofferenza umana.

Dolori dolorosi e fastidiosi

Se il paziente indica che "si lamenta nell'ipocondrio a destra", dovrebbe essere chiaro che il processo ha una rotta cronica, spesso in esecuzione. I dolori funzionali non fanno male. Di solito allo stesso tempo sono preoccupato per la sensazione di pesantezza dopo aver mangiato ed esercitato o per nessun motivo.

Tirando i dolori sordo si estendono verso l'alto e nella parte posteriore (al collo, spalla, spalla). Rafforzato da disturbi, pendenze. Accompagnato da nausea, distensione addominale, eruttazione, sgabello instabile. La comparsa di ittero della sclera e della pelle suggerisce la transizione della malattia allo stadio acuto, possibilmente senza un'intensità del dolore sufficientemente pronunciata. I pazienti sviluppano debolezza, prurito della pelle.

Dolore sordo

Il dolore del carattere noioso è molto simile alla patologia del sistema epatobiliare. La capsula fibrosa è tesa su tutta la superficie, quindi il dolore non ha una localizzazione luminosa. Differenziare la malattia è possibile con l'aiuto del sondaggio.

Allo stesso tempo, dovrebbero essere considerati altri sintomi. Ad esempio, nelle neoplasie il dolore sordo accompagnato da perdita di peso, segni di insufficienza epatica, si esprime già nella fase avanzata della malattia.

Dolore intenso

Sull'alta intensità della sindrome del dolore si dice la definizione di "forte" e "dolore acuto". L'aumento del dolore dopo un periodo di "panging" è associato a un tumore in crescita, cisti e ascesso epatico. È necessario prestare attenzione alla natura della temperatura (aumento rapido con brividi e brusco calo nella formazione di ascessi), perdita di appetito, sgradevoli sgabelli, moderato ingiallimento della sclera.

L'epatite non causa forti dolori. È associato ad un attacco di calcoli biliari. Si alza improvvisamente, è localizzato nel mezzo dell'ipocondrio destro, accompagnato da vomito. Irradiare nella regione interscapolare, nella clavicola destra, nella spalla, nell'addome inferiore. Dura fino a un giorno, si attenua gradualmente.

Dolore lancinante

L'ondulazione ondulata corrisponde alla frequenza cardiaca. Questo può essere compreso mettendo una mano sull'ipocondrio e l'altra sull'impulso. Possibile con difetti cardiaci (insufficienza tricuspide o della valvola aortica). Con un aumento del fegato può essere visto sulla fluttuazione dei muscoli.

Una patologia rara - aneurisma dell'arteria epatica è anche accompagnata da dolore lancinante. Il ristagno di insufficienza circolatoria è causato da pericardite adesiva, stenosi mitralica.

Il trabocco del sangue nelle vene centrali porta ad un aumento della pressione nel sistema portale e alla carenza di ossigeno degli epatociti. Il fegato aumenta in modo significativo, vi è una necrosi al centro dei lobuli, una sostituzione con tessuto connettivo (cirrosi cardiaca). I pazienti si lamentano di grave gravità, nausea. Giallo combinato e cianosi della pelle.

Dolori acuti

Un forte dolore al fegato non è un segno di danno al tessuto epatico. È inerente alla colecistite acuta. Il dolore si irradia a destra e verso l'alto, nel collo, nella mandibola, nella scapola. Si alza improvvisamente, accompagnato da brividi, febbre, vomito. L'attacco di colica biliare è provocato da sobbalzi, esercizio fisico, violazione della dieta.

Ulteriori sintomi di dolore

Se il fegato fa male, allora i sintomi che indicano il fallimento del parenchima, i disturbi digestivi, i processi metabolici si trovano necessariamente. Più spesso, il dolore si intensifica dopo aver mangiato cibi grassi, alcol, jogging, sforzo fisico.

Segni di dolore al fegato possono essere:

  • irritabilità, debolezza, apatia;
  • ruttare con un odore marcio;
  • prurito;
  • nausea;
  • ingiallimento della sclera e della pelle;
  • urina scura;
  • feci grigie;
  • mal di testa e dolori muscolari (nella schiena e nelle gambe);
  • "stelle" vascolari (telangiectasia) sul viso, sull'addome, sulle spalle, sul petto;
  • tendenza a sanguinare le gengive;
  • gli uomini si lamentano innanzitutto della debolezza sessuale e le donne - l'infertilità.

Il principale pericolo di malattia del fegato è sintomi lievi. I pazienti vanno al dottore nello stadio di cambiamenti irreversibili (degenerazione grassa, cirrosi). In corso cronico, il dolore può essere del tutto assente.

È necessario prendere in considerazione i sintomi associati alla patologia secondaria degli organi vicini e stabilire una diagnosi basata su di essi. Questo è fatto da medici qualificati. E i pazienti dovrebbero essere guidati quando il dolore nella zona del fegato richiede una rapida chiamata a un'ambulanza.

L'assistenza medica di emergenza è necessaria se:

  • alleviare il dolore i rimedi casalinghi falliscono;
  • apparve vomito di bile;
  • il dolore nell'ipocondrio a destra sta tagliando, improvvisamente è apparso;
  • ingiallimento evidente della sclera e della pelle;
  • temperatura notevolmente aumentata.

Come si manifestano le cause funzionali del dolore?

La compromissione della funzione è possibile con l'effetto aggravante dei fattori, una persona non può nemmeno immaginare che il fegato è dolente.

Intossicazione da alcol

Anche una singola assunzione di una quantità significativa di alcol provoca gravi intossicazioni. Quando i dolori nell'ipocondrio a destra la mattina dopo aver bevuto, il fegato svolge il compito di processare l'alcol etilico e soffre se stesso:

  • l'uso dell'enzima alcol deidrogenasi lo scinde in sostanze a bassa tossicità;
  • parte degli epatociti è esposta a effetti tossici e non è in grado di funzionare;
  • il carico aggiuntivo è causato da uno spuntino con abbondante cibo a base di carne grassa, piatti speziati;
  • prendere medicine per il mal di testa e alleviare i postumi di una sbornia è dannoso per il corpo.

L'effetto dell'aumento dello sforzo fisico

Spesso quando si cerca di allenarsi, correre, camminare a lungo, le persone si lamentano di "essere ammalati sotto le costole a destra". Questo diventa la ragione del rifiuto. La mancanza prolungata di attività fisica porta alla detenzione del corpo.

Quando si esegue nel fegato si accumula un aumento del volume di sangue venoso. Particolarmente colpite sono quelle persone che non sono abituate a respirare correttamente. Hanno un diaframma che non favorisce il pompaggio del sangue dal letto venoso. Un forte aumento delle dimensioni sovrascrive la capsula, quindi la persona avverte il dolore.

Per superare il sintomo e continuare l'allenamento, si consiglia di:

  • una breve pausa, poi il dolore scomparirà da solo;
  • considerare un aumento graduale della tecnica di carico e di respirazione;
  • Non mangiare 2 ore prima degli allenamenti.

Con un'overdose di droghe

I farmaci non controllati, in particolare gli antibiotici (dal gruppo di macrolidi, penicilline, cefalosporine), i sedativi e gli stimolanti del sistema nervoso, portano all'accumulo di sostanze tossiche nel fegato. I prodotti di decadimento sono escreti nella bile. Allo stesso tempo riescono a rompere la viscosità della bile nel lato più spesso, causando stagnazione e violazione del deflusso.

Gli effetti tossici possono causare intolleranza individuale, la presenza della malattia, che una persona non realizza. Ci sono dolore, gonfiore, ittero, prurito della pelle. In pratica, i sintomi possono essere considerati come un'epatite medica acuta. Una settimana è sufficiente per formarlo.

Per trattare questa condizione dovrebbe essere l'abolizione di tutte le droghe e l'uso di epatoprotettori. Un risultato positivo appare rapidamente. Il danno organico al fegato può essere infiammatorio e altro. Ci concentreremo su alcuni di loro.

Dolore da epatite (acuta e cronica)

L'infiammazione del fegato, che dura fino a sei mesi, è considerata epatite acuta. Le malattie infettive dei medici sono impegnate nell'identificazione e nel trattamento dell'epatite virale acuta. Epatite A - inizia come una malattia respiratoria con febbre, mal di testa, debolezza.

Il dolore doloroso al fegato si verifica dopo 3 settimane. Invece di loro, forse una sensazione di pesantezza, gonfiore. L'ittero compare il giorno 2-4. Sullo sfondo, le condizioni del paziente migliorano. Tutti i segni scompaiono gradualmente, la persona si riprende.

Epatite B: dura fino a due mesi. La sindrome del dolore aumenta gradualmente dal carattere lamentoso alla sorda sensazione di pesantezza. Inizia con un aumento della temperatura, debolezza generale, letargia. Caratterizzato da un aumento del fegato, segni di ittero.

Con l'epatite D, non ci sono sintomi tipici, accompagna l'epatite B ed è meglio tollerata. Epatite E - diversa, tranne che per i segni di intossicazione, forte dolore al fegato e sopra l'ombelico. A volte la malattia inizia con il dolore. Il medico delle malattie infettive prescrive il trattamento a seconda della forma.

L'epatite virale B e C sono noti per la loro transizione verso un decorso cronico. Ciò che può essere fatto per prevenire una trasformazione indesiderata non dipende sempre dalla volontà del paziente e dal medico. Il dolore nell'ipocondrio destro è permanente, in alcuni il guadagno è solo quando la dieta viene disturbata e vengono assunti cibi grassi.

La localizzazione è inaccurata: i pazienti notano dolore sia nell'epigastrio che nell'ombelico. Nausea e vomito, flatulenza, disagio, compaiono tutti i sintomi dell'epatite. La ragione è confermata da esami del sangue biochimici, test delle urine, identificazione dei marcatori, ecografia. Se necessario, condurre la tomografia computerizzata.

Cosa fare con il dolore nel fegato e come trattare le malattie può essere più dettagliato in questo articolo.

Cirrosi e dolore

La cirrosi epatica è una malattia che sconvolge la struttura e la funzione del parenchima epatico. La malattia ha una natura irreversibile: le aree del tessuto epatico sono sostituite da cicatrici. La progressione porta a insufficienza renale epatica.

Il dolore nel fegato è costante. Esistono diversi tipi di cirrosi:

  • alcolizzato - causato da alcolismo cronico;
  • virale - il risultato di epatite virale cronica;
  • farmaci - con gli effetti tossici delle droghe;
  • biliare primario - provoca una patologia di tipo ereditario;
  • congestizia - con insufficienza cardiaca.

Altri sintomi appaiono sullo sfondo del dolore: febbre moderata, grave debolezza, perdita di peso, crescita addominale (ascite) quando il fluido viene espulso dai vasi nella cavità addominale, giallo e prurito della pelle, espansione delle vene ombelicali superficiali, intossicazione cerebrale con cambiamenti mentali. La biopsia conferma la diagnosi, consente di impostare il grado di perdita della funzionalità epatica. Il trattamento richiede emodialisi, trapianto di organi.

Dolore con steatosi

La malattia è causata da disordini metabolici, a seguito dei quali gli epatociti sono pieni di inclusioni grasse e distruggono la normale struttura del tessuto. La steatosi è più comune negli alcolisti cronici, nelle persone obese, in violazione dei processi metabolici (diabete). Il dolore al fegato accompagna il processo di attivazione, ha un carattere noioso. Ben rimosso quando si normalizza la nutrizione, rinunciando all'alcol.

Neoplasia del fegato

Con la natura benigna del tumore (adenomi, iperplasia nodulare, emangiomi, cisti) iniziano a causare dolore in caso di crescita significativa, compressione del parenchima e allungamento della capsula dall'interno. Il tipo di dolore è fastidioso, costante. La nausea e il vomito sono possibili.

Il cancro del fegato è anche accompagnato da dolori doloranti per lungo tempo, ma allo stesso tempo il paziente ha la febbre, l'appetito, la debolezza aumenta, l'addome è costantemente gonfio. Il fegato è ingrossato, la palpazione aumenta il dolore.

Se il fegato fa male a una persona che ha subito un'operazione per vari tumori maligni, allora è probabile che si verifichi una metastasi. Tali dolori sono sempre causati dallo stadio terminale delle malattie oncologiche di altri organi (stomaco, intestino, ghiandola mammaria, esofago, polmoni, cervello, pancreas).

Più spesso, le metastasi epatiche causano tumori allo stomaco, al colon, ai polmoni e all'esofago. I dolori sono costanti, gravati da febbre, perdita di peso, debolezza, nausea, ascite. Non c'è dolore nella metastasi di un tumore maligno della ghiandola prostatica, della laringe, dell'ovaio, dell'utero, del rene e della vescica.

Dolore nella zona sotto il fegato

Le sensazioni nelle malattie degli organi epatici sono molto simili al dolore nel fegato. Questi includono:

  • un attacco di appendicite;
  • colica renale destra;
  • gravidanza ectopica e annessite nelle donne;
  • colecistite;
  • malattie intestinali (Crohn, colite ulcerosa, infestazione da vermi).

A volte è necessario differenziare il dolore con l'osteocondrosi. Una discussione separata sul dolore nel fegato può essere condotta con lesioni traumatiche dell'organo, malattie parassitarie, ascessi.

Ci sono molte malattie e feriti, che sono impegnati in vari specialisti. Per iniziare l'esame dovrebbe fare riferimento al terapeuta. Il serraggio minaccia la perdita della capacità di recupero.

Dolori al fegato: perché sorgono e cosa fare per eliminarli?

La malattia del fegato è chiamata la "seconda epidemia del nostro secolo". Varie patologie di questo organo prendono uno dei primi posti in termini di prevalenza, e il quinto posto è tra le cause più frequenti di morte. Ecco perché l'aspetto del dolore nel fegato dovrebbe prestare particolare attenzione a loro, perché questa ghiandola si fa sentire solo nei casi più gravi.

Perché il fegato "fa male"

Il fegato è la più grande ghiandola del corpo umano, che svolge più di 70 funzioni. Si trova nell'ipocondrio destro sotto il diaframma. L'unità strutturale e funzionale del fegato è il cosiddetto lobulo epatico - esaedro, attraverso il quale passa la vena centrale. Dal centro alla periferia, le placche epatiche, costituite da epatociti - cellule epatiche, divergono. Sangue e bile capillari passano attraverso ogni lobulo.

Il peso approssimativo del fegato è di 1,5 kg, dimensioni - 26-30 cm da destra a sinistra, dalla parte anteriore a quella posteriore - fino a 22 cm L'organo si trova in una capsula speciale, che è una membrana a due strati. Il primo strato è sieroso, il secondo è fibroso. La capsula fibrosa penetra nell'organo, formando uno scheletro, nelle cellule di cui ci sono i lobuli epatici.

Quando parliamo di "dolori" nel fegato, dovrebbe essere chiaro che questo stesso organo non può essere ammalato a causa dell'assenza di terminazioni nervose, i cosiddetti punti di dolore. Dolore o disagio si verifica con un aumento della ghiandola e stretching della capsula. Se il fegato è "dolente", significa che è significativamente ingrandito e dovresti consultare un medico il prima possibile. La maggior parte dei russi non è incline a prendere sul serio il "dolore" nel fegato, che è un grosso errore. Questo organo svolge un ruolo estremamente importante in molti processi metabolici nel corpo, e la morte delle cellule epatiche porta inevitabilmente a conseguenze e malattie molto gravi. Nonostante il fatto che il fegato abbia una capacità di rigenerazione molto elevata, il processo patologico cronico a un certo punto diventa irreversibile e quindi incurabile. Pertanto, la prevenzione delle malattie di questo corpo è estremamente importante.

Quindi, elenchiamo le principali funzioni del fegato:

  • Neutralizzazione e rimozione di sostanze tossiche formate nel corpo e intrappolate dall'esterno.
  • Sintesi di varie sostanze biologicamente attive.
  • Produzione di glucosio, la sintesi di alcuni ormoni ed enzimi.
  • L'accumulo e lo stoccaggio di "in riserva" di varie sostanze - glicogeno, vitamine, cationi metallici.
  • Sequestro del sangue: fino a 400 grammi di sangue "di riserva" possono essere contenuti nel fegato.
  • Partecipazione al metabolismo proteico e lipidico (grasso), sintesi di colesterolo, acidi biliari e pigmento biliare di bilirubina.

Il metabolismo lipidico è il processo di scissione, trasporto e scambio di lipidi costituiti da alcoli e acidi grassi. I lipidi complessi - fosfolipidi - sono composti da acidi grassi superiori e residui di acido fosforico. Il principio attivo dominante dei fosfolipidi - la fosfatidilcolina, è coinvolto nella protezione delle membrane cellulari.

Sintomi e cause della malattia del fegato

Quindi, se il tuo fegato è "dolente", dovresti prestare attenzione alla presenza di altri sintomi che indicano la patologia di questo organo. Nelle fasi iniziali della malattia, non si manifestano e possono essere completamente assenti per lungo tempo. In alcuni casi, ci sono segni non specifici inerenti a una varietà di processi patologici nel corpo. Ad esempio, il paziente può sperimentare una sensazione generale di debolezza, aumento della fatica. Ci sono disturbi del sonno, apatia e depressione, maggiore irritabilità. Ciò è dovuto ad un aumento del livello di intossicazione del corpo - il fegato cessa di svolgere pienamente la sua funzione di un "filtro universale", in conseguenza del quale tutti gli organi e il sistema nervoso soffrono senza eccezioni.

Inoltre, potrebbe esserci temperatura subfebrilare (37-38 gradi) con febbre intermittente, dolore articolare e muscolare, prurito della pelle, alterazioni del gusto, perdita di appetito, lieve nausea, scarsa tolleranza agli alimenti grassi, feci anormali, mal di testa e vertigini, sensazione pesantezza e disagio allo stomaco. Nelle fasi successive, ci può essere un dolore sordo e sordo nel fegato, ingiallimento della pelle e del bianco degli occhi (ittero), un cambiamento significativo nel peso corporeo (improvvisa perdita di peso o aumento di peso), un'eruzione cutanea. Elevati livelli di colesterolo e feci grasse possono indicare una violazione del metabolismo dei lipidi.

La condizione patologica estremamente grave del fegato è indicata da sintomi quali ingrossamento della milza, vene varicose dell'esofago e dello stomaco, ascite (accumulo di liquido nella cavità addominale), encefalopatia epatica, perdita di capelli.

Tra le cause più comuni di dolore al fegato sono le seguenti:

  • Intossicazione cronica causata dall'ingestione di alcool, droghe o avvelenamento da sostanze chimiche (di origine vegetale, animale o tecnologica).
  • Infezioni virali, batteriche e parassitarie.
  • Processi tumori.
  • Malattie dell'apparato digerente, malattie autoimmuni, patologie genetiche.

Secondo l'OMS, circa il 40% dei russi è a rischio di danni al fegato alcolico, il 27% ha una steatosi epatica non alcolica. Circa 5.000.000 dei nostri compatrioti sono ammalati di epatite cronica C. In diversi paesi, la cirrosi alcolica rappresenta dal 20 al 95% di tutte le malattie del fegato, infezioni virali (epatite) - 10-40%. Un totale di circa 170 milioni di persone nel mondo soffrono di epatite C, due volte di più - epatite B.

Cosa fare se il fegato "fa male"?

Se avverti dolore al fegato, dovresti contattare immediatamente un epatologo o un gastroenterologo. Dopo un esame fisico e un'anamnesi, uno specialista può indirizzarti a esami clinici, biochimici e sierologici di sangue, feci e urina, nonché ordinare un'ecografia del fegato e delle vie biliari. Sarà necessario escludere o confermare la presenza di epatite virale o meccanica, fegato grasso, altri disturbi funzionali del fegato e della cistifellea.

Il costante monitoraggio da parte di un gastroenterologo e di un epatologo è necessario per tutti coloro che consumano regolarmente alcol, sono obesi e hanno il diabete.

farmaci

Indipendentemente dalle cause del dolore al fegato, i medici prescrivono spesso l'uso di cosiddetti farmaci epatoprotettivi volti a ripristinare le funzioni del fegato e la protezione contro i danni agli epatociti - le cellule del fegato. Attualmente, circa 700 farmaci di questa categoria sono registrati in Russia. Tutti gli epatoprotettori consistono in varie combinazioni di principi attivi di 16 gruppi. Considera i principali principi attivi degli epatoprotettori:

  • I fosfolipidi sono gli elementi costitutivi delle membrane cellulari, sono coinvolti nella "dissoluzione" del colesterolo "nocivo", forniscono all'organismo acido fosforico. Pertanto, i preparati a base di fosfolipidi ripristinano la struttura delle cellule epatiche, prevengono la formazione di tessuto connettivo (fibrosi), aiutano a normalizzare gli scambi di proteine ​​e lipidi.
  • L'acido glicirrizinico è una sostanza naturale che fa parte della radice di liquirizia. Questo componente ha effetti antifibrotici, anti-infiammatori e antiossidanti. L'efficacia dell'acido glicirrizico è stata dimostrata in 54 studi clinici condotti in diverse categorie di pazienti, inclusi pazienti con epatopatia non alcolica e alcolica. Come risultato della ricerca, il profilo di sicurezza dell'acido glicirrizico è stato valutato come favorevole, il che ha permesso di includerlo nelle raccomandazioni dell'Associazione Asia-Pacifico per lo studio del fegato (APASL). I farmaci che combinano fosfolipidi e acido glicirrizico hanno un doppio effetto positivo sulla funzionalità epatica.
  • Gruppi separati di farmaci sono epatoprotettori a base di aminoacidi: metionina, ademetionina e ornitina, nonché vitamine del gruppo B, C, E e acido lipoico. L'acido lipoico o tioottico è una sostanza simile alla vitamina con proprietà antiossidanti vicine all'azione delle vitamine B. Questi tipi di epatoprotettori aiutano a ridurre la concentrazione di glucosio nel sangue, aumentano il glicogeno nel fegato, regolano il metabolismo dei lipidi e dei carboidrati, migliorano la funzionalità epatica, riducono l'effetto distruttivo tossine sugli epatociti.

dieta

Per il dolore al fegato di qualsiasi eziologia, viene prescritta la cosiddetta dieta n. 5 (o più severa, n. 5a), il cui scopo è quello di ridurre il carico su questo organo. Si raccomanda che i pasti regolari in piccole porzioni 5-6 volte al giorno, la dieta dovrebbe essere completa ed equilibrata. Il giorno hai bisogno di bere almeno 1,5 litri di acqua. Dovrebbero essere escluse bevande dolci gassate, tè e caffè forti. È necessario limitare l'uso di prodotti contenenti conservanti e altri additivi chimici dannosi. È necessario rifiutare fritto, salato, messo in salamoia, ha fumato. Il cibo dovrebbe essere bollito, cotto a vapore o nel forno. Grassi di origine animale (carne grassa e brodi di carne) e grassi (soprattutto margarina) dovrebbero essere esclusi dalla dieta. Prodotti lattiero-caseari grassi vietati (oltre il 6% di grassi), cioccolato, gelati, confetteria. Si sconsiglia inoltre di utilizzare i seguenti tipi di verdure: legumi, ravanelli, spinaci, ravanelli, acetosella, aglio, cipolle, così come frutta acida e bacche.

Medicina di erbe

La medicina tradizionale e la fitoterapia offrono molti strumenti per il cosiddetto "purificare" il fegato e ripristinare le sue funzioni. Tra i prodotti più famosi ci sono il cardo mariano, la cicoria, un'infusione di celidonia o calendula. Queste piante medicinali sono vendute in farmacia senza la prescrizione del medico. Tuttavia, questo non significa che siano assolutamente sicuri e avranno un effetto estremamente positivo sul corpo. Questi fondi possono essere utilizzati solo dopo aver consultato un medico, soprattutto in caso di gravi danni al fegato. La medicina a base di erbe si riferisce più alla prevenzione che al trattamento, e non sostituisce in alcun modo le misure mediche, e se usata in modo errato, può avere un effetto negativo non solo sul fegato, ma anche su altri organi.

Stile di vita

Quando il dolore al fegato è un prerequisito è un cambiamento di stile di vita. In particolare, è necessario rinunciare a qualsiasi cattiva abitudine: fumo, assunzione di alcol, fast food, cibi pronti. In presenza di fattori ambientali avversi, frequenti attività ricreative all'aperto, trattamento di sanatorio, rifiuto di lavorare in industrie pericolose, si raccomanda una moderata attività fisica. Particolarmente importante è l'osservanza della corretta routine quotidiana: il sonno profondo è la migliore medicina. Le lezioni di auto-allenamento e meditazione non saranno superflue, dal momento che stress e sovraccarichi emotivi rappresentano una seria minaccia per il fegato.

Come si può vedere dalla nostra recensione, la base della moderna terapia farmacologica si basa spesso su sostanze di origine naturale: vitamine, amminoacidi, glicirrizina e acido lipoico, ecc. Tuttavia, possono essere utilizzati se offerti dalla medicina convenzionale, che si basa sempre su metodi basati sull'evidenza e non offre farmaci non testati come agenti terapeutici. Lo stesso si può dire delle diete: c'è solo una serie di leggi sulla corretta alimentazione - questa è una dieta n. 5 scientificamente concepita, progettata per le persone con funzionalità epatica compromessa. Non è possibile usare altre diete nuove di zecca, come il consiglio della "nonna", preso alla cieca da Internet!

Come "rafforzare" il fegato?

Come già accennato, ci sono un sacco di hepaprotectors per la prevenzione e il trattamento delle malattie del fegato, ma va ricordato che alcuni di loro hanno subito un ciclo completo di studi clinici. Alcuni farmaci vengono venduti anche ad un prezzo irragionevolmente alto. Dagli ultimi sviluppi degli scienziati russi è possibile distinguere un complesso unico di fosfolipidi e acido glicirrizico. Questa combinazione è stata testata su pazienti con epatopatia alcolica, steatosi epatica non alcolica e malattia epatica indotta da farmaci. In tutti gli studi condotti sono stati ottenuti risultati positivi: è stata dimostrata l'azione antinfiammatoria e antifibrotica dell'acido glicirrizico. La combinazione di queste sostanze è inclusa negli standard per il trattamento delle malattie del fegato, approvate dal Ministero della Salute della Federazione Russa, nonché nell'elenco dei farmaci essenziali ed essenziali (farmaci essenziali ed essenziali).

  • Il farmaco combinato a base di fosfolipidi e acido glicirrizico è il primo in termini di prescrizione da parte dei terapisti dei farmaci ATX - classe A05B "Preparati per il trattamento delle malattie del fegato" (secondo uno studio di Synoveit Comcon LLC a novembre 2014).
  • L'efficacia clinica e il profilo di sicurezza favorevole dell'acido glicirrizico sono stati ripetutamente confermati (54 studi clinici), questa sostanza ha una vasta gamma di indicazioni per l'uso.

La combinazione di acido glicirrizico e fosfatidilcolina (il componente principale dei fosfolipidi essenziali) esercita un effetto protettivo e rigenerante sulle cellule del fegato - gli epatociti, rafforzando le loro pareti e rendendo elastiche le membrane intercellulari.

Il fegato è un organo molto resistente e collassa lentamente. Pertanto, dovrebbe essere inteso che qualsiasi terapia farmacologica per le malattie del fegato, volte a ripristinare le funzioni di questa ghiandola, non è una questione momentanea, richiede un corso di più mesi combinato con una dieta rigorosa e cambiamenti di stile di vita.

Fegato: malattie in cui si trova l'organo, come fa male, sintomi e trattamento

Il fegato è una ghiandola vitale nella secrezione esterna di vertebrati e umani. In questo articolo parleremo in dettaglio su dove si trova il fegato umano e come fa male.

Fegato, cos'è questo organo?

Il fegato è la più grande ghiandola digestiva negli animali e negli esseri umani, che produce la bile.

Il fegato svolge una funzione di riciclaggio e pulizia. Visualizza sostanze tossiche. Il ferro è coinvolto nel metabolismo delle vitamine e nella formazione del sangue. Le patologie di questo organo possono portare alla compromissione delle funzioni vitali. Il normale funzionamento di questo corpo dipende direttamente dallo stile di vita quotidiano di una persona.

Quasi tutti sanno in quale zona dell'addome si trova questa ghiandola. Sul lato destro, sotto le costole (vedi foto sopra). Oltre alla ghiandola, si trovano anche altri organi, vale a dire i sistemi digestivo e respiratorio. Come scoprire cosa si preoccupa specificamente della ghiandola?

Punto importante! La ghiandola stessa nell'ipocondrio destro non fa male, è disturbata dalla sua membrana o dagli organi, che sono sotto pressione di un'aumentata ghiandola della secrezione.

Malattia epatica: cause del dolore

ascesso

Una formazione con accumuli purulenti appare nei tessuti della ghiandola. Sembra a causa di colecistite e colelitiasi. Trovare l'educazione può essere determinato dal dolore in una particolare area. È necessario contattare urgentemente un medico, perché se la formazione si rompe, ci saranno gravi conseguenze.

epatite

L'epatite è un processo infiammatorio. È virale, tossico o autoimmune. È possibile determinare l'aumento delle dimensioni del fegato. A causa di cambiamenti nella struttura del fegato, si sviluppa la cirrosi.

cirrosi

Questa malattia rischia di essere fatale. Il ferro aumenta a causa della crescita del tessuto connettivo nella sua struttura. E inoltre, la ghiandola della secrezione esterna cessa di funzionare. Per lungo tempo la cirrosi è asintomatica. Ma all'inizio dello sviluppo della malattia possono esserci lievi cambiamenti nella condizione umana: affaticamento, letargia, irritabilità.

Insufficienza epatica

Con questa patologia, l'organo è quasi incapace di svolgere il suo ruolo. Questo è irto di conseguenze per la vita di tutto l'organismo.

Oltre a queste malattie, ci sono altre cause di dolore al fegato:

  • la gravidanza;
  • farmaci ormonali;
  • steroidi;
  • mangiare cibi grassi e fritti;
  • uso quotidiano di alcol.

Parliamo di alcol separatamente.

Alcol e fegato (cirrosi alcolica del fegato, epatite alcolica)

Tutti sanno che l'alcol distrugge le cellule del fegato, la cirrosi alcolica e l'epatite alcolica si sviluppano. Poiché gli uomini sono esposti a cattive abitudini più spesso delle donne, il rischio di gravi malattie causate dall'alcol è più alto. Tuttavia, l'alcolismo nel sesso debole si sviluppa molte volte più velocemente che negli uomini. Di conseguenza, le malattie della ghiandola e di altri organi nelle donne si sviluppano più intensamente che negli uomini. Vale la pena sottolineare che l'alcolismo femminile è incurabile.

Con il consumo sistematico di bevande contenenti alcol, le cellule della ghiandola muoiono e vengono sostituite dal tessuto connettivo. Si sviluppa un processo infiammatorio in cui l'organo si espande e mette sotto pressione gli organi vicini, il che causa dolore. Affinché il fegato si riprenda, ci vorrà molto tempo e, soprattutto, dimenticherà l'alcol per sempre.

Come scoprire cosa specificamente preoccupa il fegato?

Il primo passo è stabilire la natura del dolore:

  • Dolore sordo - parla delle seguenti malattie: epatite B, C e A. Sia la presenza di batteri e un ascesso, accompagnata da una sensazione di distensione.
  • Dolore dolorante - colecistite. Anche epatite A, B o C. Inoltre, è un segno di epatomegalia o ascesso epatico sviluppato.
  • Il dolore pulsante è una ciste o parassita nel corpo umano.

I sintomi della malattia del fegato

Per dimostrare il fatto che la patologia si verifica specificamente nel fegato, i segnali di accompagnamento aiuteranno:

  • stanchezza;
  • la debolezza;
  • mancanza di appetito;
  • nausea;
  • eruttazione costante;
  • addome allargato sul lato destro;
  • forte perdita di peso;
  • giallo della pelle
  • urina e calle di un colore cambiato;
  • prurito e pelle secca;
  • gonfiore.

La patologia del fegato è visibile esternamente. La qualità dei capelli, delle unghie e dell'epitelio si sta deteriorando a causa del fatto che il ferro non fa fronte alla completa pulizia delle tossine e delle scorie corporee che si accumulano. L'epitelio sul viso viene asciugato e annerito, si formano eruzioni cutanee, i capelli cadono, le unghie si rompono e si esfolia.

La cosa più importante che devi sapere: se compaiono questi sintomi, dovresti contattare immediatamente un medico, l'autotrattamento in questa situazione è severamente proibito.

Complicazioni della malattia del fegato

I pazienti con disturbi al fegato hanno il rischio di cataratta e glaucoma e la loro vista si deteriora. Dal momento che la ghiandola non affronta il suo ruolo, il colesterolo inizia ad accumularsi, il che porta allo sviluppo di malattie cardiovascolari. Aumenta la pressione sanguigna, che porta allo sviluppo di infarto miocardico e ictus.

Tutto ciò può essere evitato osservando le misure per prevenire le malattie del fegato.

diagnostica

Utilizzando test di laboratorio di procedure diagnostiche, uno specialista qualificato può identificare la patologia epatica nelle prime fasi dello sviluppo dei disturbi. Il sistema di trattamento sarà determinato in base a ciò che ha causato il dolore dopo le misure diagnostiche.

Tipi di procedure diagnostiche prescritte dal medico per i pazienti con dolore al fegato:

  • Laparoscopia;
  • biopsia;
  • SPL;
  • risonanza magnetica;
  • Scansione TC;
  • Analisi del sangue generale e biochimica;
  • Test per l'epatite virale e il cancro;
  • Ricerca genetica;
  • Test immunologici

Il trattamento è selezionato individualmente, sulla base dei risultati di queste analisi.

trattamento

Il trattamento della maggior parte dei disturbi è fatto in ospedale. E molte malattie possono essere trattate in modo semplice. Se si tratta di epatite alcolica, allora dovresti dimenticare l'alcol e scegliere una dieta. Nell'avvelenamento tossico, i veleni vengono rimossi dal sangue mediante la disintossicazione. Altre malattie possono essere curate con l'assunzione di farmaci antibatterici e antivirali. L'intervento del chirurgo è necessario in presenza di cisti e formazioni tumorali.

E se il dolore nella ghiandola è dovuto a lesioni o sforzi fisici, allora dovresti semplicemente rilassarti. Il trattamento stesso non è richiesto.

Antidolorifici (pronto soccorso per il dolore al fegato)

I seguenti preparati speciali sono usati per alleviare lo spasmo e il dolore severo nel fegato:

Puoi prendere le pillole, ma il farmaco per via intramuscolare è desiderabile, perché in questa forma il farmaco può alleviare la sofferenza in un tempo più breve rispetto alle pillole. Ma è necessario dimenticare che No-shpa non è usato per insufficienza epatica.

Le sue iniezioni sono anche usate per sopprimere il dolore. Lo scopo diretto del farmaco è di rilassare la muscolatura liscia del sistema digestivo e urogenitale. Ma, ancora, l'uso di questo farmaco nell'insufficienza epatica è proibito.

Inserisci questo farmaco in vari modi.

Lui stesso analgin non può essere, perché potrebbe ingannare il medico perché placherà il dolore o cambierà i segni della patologia. Inoltre, Analgin carica anche la ghiandola della secrezione esterna.

Tuttavia, il medico può prescrivere iniezioni di questo farmaco se lo ritiene necessario.

Come pulire i rimedi popolari del fegato

Anche se è stato affermato che è impossibile auto-curarsi per il dolore al fegato, vale la pena menzionare un paio di punti di medicina alternativa. Puoi provare i preparati a base di erbe epatiche, sono venduti in farmacia e non è richiesta la prescrizione del medico.

Con tutto questo, l'abuso della medicina tradizionale non ne vale la pena. Poiché i processi infiammatori possono portare alla cirrosi epatica.

Dieta per malattie del fegato

Per cominciare, è necessario eliminare le cattive abitudini (fumo e alcol).

Prodotti il ​​cui uso dovrebbe essere ridotto al minimo:

  • Bevande alcoliche Le eccezioni possono essere droghe (tinture, decotti, ecc.);
  • Burro. Non vale la pena di eliminare dalla dieta, perché su alcuni organi l'olio ha un effetto benefico;
  • Fast food Rigorosamente proibito. La composizione dei prodotti fast food include una grande varietà di componenti pericolosi;
  • Il lardo di maiale, l'anatra e la carne d'oca sono raccomandati per essere consumati in piccole porzioni;
  • Kiwi. Dovresti anche ridurre il consumo di questo frutto;
  • Dolci e pasticcini al forno;
  • Spezie piccanti e carni affumicate.

Per la prevenzione delle malattie del fegato a casa, non è possibile modificare drasticamente la dieta, perché può influire negativamente sul fegato. Tutti i cambiamenti nella dieta dovrebbero essere fatti gradualmente.

Non devi bere più di tre litri di liquidi al giorno. Si consiglia di mangiare cibo bollito e al vapore. E si raccomanda anche di mangiare cibo fino alle 20:00.

Per il fegato non si è preoccupato di includere nella dieta un certo numero di prodotti:

  • Pane e pasticceria grossolana;
  • Zuppe di verdure in brodo non grasso;
  • Frutta e verdura fresca;
  • Latticini con 0% di grassi;
  • Pesce bollito e stufato;
  • Succhi di frutta freschi, non tè e caffè forti.

Una corretta alimentazione è la chiave per un fegato sano.

In conclusione

Se una persona conduce uno stile di vita sbagliato, usa il fast food, l'alcol, fuma tabacco, prende cibo pesante, ecc., Poi tira il fegato alla prova. Il fegato inizia a morire. Qualsiasi malattia è più facile da prevenire che curare. Pertanto, guarda ciò che mangi e non essere tentato dalle cattive abitudini. Per una persona il cui corpo ha caratteristiche protettive elevate, le malattie attaccano molto meno frequentemente rispetto ai deboli e stanchi.

Come determinare che fa male al fegato?

Non è un segreto che nell'ipocondrio destro non solo il fegato, ma anche altri organi, sia del sistema digestivo che respiratorio, possano essere disturbati. Ma come capire che è il fegato che fa male al momento? Dopotutto, determinare la malattia del fegato in tempo significa salvare l'intero corpo.

Può il fegato ferire? È importante ricordare che il fegato non può ferire indipendentemente, perché in esso, così come, a proposito, nel cervello, non ci sono recettori del dolore. Fa male solo il guscio dell'organo o degli organi situati nelle vicinanze, su cui il fegato ingrossato mette pressione.

Tuttavia, qualsiasi dolore nell'area teorica di un organo (se il fegato o un altro organo addominale fa male), anche se non è abbastanza preoccupante, dovrebbe essere un motivo significativo per andare da un medico, perché solo un medico può determinare la malattia e assegnare una diagnosi appropriata. condizione trattata

Dov'è il giusto ipocondrio e cosa può ferire in quest'area?

L'ipocondrio destro è l'area sotto le costole con, che è logico, il lato destro. È consigliabile parlare di dolore nell'ipocondrio destro e nel fegato quando il dolore si avverte proprio sotto le costole e, possibilmente, nella parte destra, e il dolore non deve apparire chiaramente sotto l'ombelico.

Il fegato è per lo più nell'ipocondrio destro. Il lato sinistro più piccolo si trova più vicino al lato sinistro dell'addome. Il punto superiore del fegato si trova sulla linea della sesta costola e il limite inferiore dell'organo passa lungo la linea del decimo. In uno stato doloroso e ingrandito, il fegato si estende oltre il bordo inferiore delle costole e fa male.

Oltre al fegato, nell'ipocondrio destro si trovano:

  • duodeno;
  • intestino tenue;
  • questa zona è anche la posizione della cistifellea.

Inoltre, il dolore nella parte destra può essere contrassegnato da infiammazione del rene o del pancreas destro, lesioni di qualsiasi organo, lesioni batteriche o virali dell'apparato respiratorio o digestivo.

Come capire che fa male al fegato?

Parlando di malattie del fegato, le sensazioni suggeriscono che si trattava del fegato che aveva subito qualsiasi malattia. Ad esempio, un improvviso, intenso dolore nel giusto ipocondrio di natura spastica può indicare colica epatica.

Confermare che il dolore percepito proviene proprio dal fegato, possono i seguenti sintomi che si manifestano contemporaneamente:

  • stanchezza;
  • debolezza costante;
  • scarso appetito;
  • nausea che si verifica indipendentemente dai pasti;
  • eruttazione frequente;
  • un aumento del lato destro dell'addome, allungando la pelle in quest'area;
  • perdita di peso dovuta al rifiuto del cibo;
  • una caratteristica "campana" nelle malattie del fegato, della cistifellea e dei dotti biliari - ittero (i cui segni pronunciati sono l'ingiallimento della pelle, il giallo della sclera degli occhi);
  • decolorazione di urina e feci;
  • prurito e pelle secca;
  • placca a lingua gialla;
  • gonfiore di arti e faccia.

Malattia del fegato "dolorosa"

Parlando di diagnosi più accurate, secondo le sensazioni dolorose, è possibile in qualche misura prevedere la malattia. Anche se non vale assolutamente la pena di indovinare la diagnosi da soli, in caso di dolore da testare è meglio consultare immediatamente un medico e dare la diagnosi alle sue mani esperte.

Ascesso epatico

Un ascesso è la formazione nei tessuti del fegato con infiltrazione purulenta, che viene successivamente formata da colecistite o colelitiasi. La posizione dell'ascesso formato determina i sintomi e la localizzazione del dolore. Questa condizione richiede un trattamento urgente, da allora l'educazione rivoluzionaria ha gravi conseguenze.

Con un ascesso, il dolore provato è nella natura di sensazioni dolorose e noiose.

epatite

L'epatite virale, tossica o autoimmune è un processo infiammatorio nel fegato. Con questa malattia, il fegato cresce e cambia la sua struttura, dando origine a una condizione pericolosa per la vita - la cirrosi.

"Il fegato fa male" con l'epatite che si sta allargando, facendo male, o tirando, specialmente le sensazioni durante lo sforzo fisico.

Cirrosi epatica

La cirrosi è una malattia epatica cronica e mortale caratterizzata dalla crescita del tessuto connettivo nella struttura dell'organo e dal suo rifiuto del suo scopo naturale. Per lungo tempo può procedere senza sintomi visibili e dolore, ma già nella fase iniziale possono esserci segni minori, ma caratteristici: affaticamento rapido, irritabilità irragionevole, emotività eccessiva.

Insufficienza epatica

È una condizione pericolosa per un'ulteriore vita, in cui il fegato è quasi incapace di realizzare il suo scopo naturale. La sindrome si sviluppa a causa di:

  • l'epatite;
  • ostruzione delle vie biliari;
  • avvelenamento;
  • cirrosi epatica;
  • danno d'organo parassitico;
  • shock da lesioni o ustioni.

Provoca un attacco di insufficienza epatica, non tanto di ciascuna di queste malattie, quanto la mancanza di ossigeno insita in ciascuna di queste malattie. Il dolore è acuto e intenso.

"Il fegato fa male" con insufficienza epatica, aumentando in fasi della malattia:

  • nella prima fase, si avverte disagio nell'ipocondrio destro;
  • nel secondo stadio, i segni di dolore aumentano, si uniscono per diatesi, ittero ed edema;
  • Il terzo stadio è caratterizzato da forti dolori, convulsioni e persino perdita di conoscenza.

Altri stati

Il dolore al fegato può anche provocare:

  • la gravidanza, quando un bambino in crescita ogni momento sposta sempre di più gli organi materni;
  • pillole ormonali;
  • droghe steroidee;
  • il cibo nocivo e raro con una predominanza di cibi grassi e fritti nel menu;
  • alcool regolarmente consumato.

Cosa deve essere fatto?

Se almeno uno dei sintomi elencati risulta familiare, è importante visitare un medico il prima possibile. La cura tempestiva e adeguata del fegato è garanzia di un'ulteriore vita piena.

Pronto soccorso per il dolore

Prima di andare dal medico, quando è necessario alleviare una condizione dolorosa, è possibile utilizzare farmaci speciali che alleviano lo spasmo e una pronunciata sensazione di dolore. Tali mezzi possono essere No-Spa o Papaverine.

No-Spa

La somministrazione intramuscolare del farmaco è preferibile, le iniezioni in breve tempo alleviano lo spasmo e alleviano la condizione. Tuttavia, è necessario tener conto del fatto che No-Shpa non è usato in caso di insufficienza epatica.

Il dosaggio degli adulti varia da 40 a 240 mg al giorno, mentre le iniezioni vengono somministrate da una a tre volte al giorno. Il dosaggio singolo efficace per le coliche va da 40 a 80 mg.

papaverina

Iniezioni di papaverina sono anche prescritti per sopprimere il dolore spastico. Lo scopo diretto del farmaco è di rilassare la muscolatura liscia del sistema digestivo e urogenitale. Oltre alla situazione con No-Spa, l'uso di Papaverine per insufficienza epatica è controindicato.

La papaverina può essere somministrata per via sottocutanea, intramuscolare e endovenosa.

  • Per la somministrazione sottocutanea, di regola, si raccomanda 0,5-2, un massimo di 5 ml del farmaco, non superiore alla dose giornaliera di 15 ml;
  • Il dosaggio intramuscolare per un adulto è anche da 0,5 a 2 ml, il massimo è 5 ml, il dosaggio giornaliero estremo è di 15 ml;
  • Per via endovenosa, la papaverina viene iniettata in soluzione salina, il più alto volume giornaliero del farmaco iniettato è di 6 ml.

analgene

Non è consigliato assumere analgin da solo; questo può offuscare le sensazioni, cambiare i segni della malattia, che, di fatto, indurre in errore il medico, oltre a creare ulteriore pressione sul fegato.

È meglio interrompere le iniezioni di Analgin, se il medico lo ritiene necessario, può prescrivere 1 o 2 ml di farmaco.

Se il dolore è intenso e difficile da sopportare, è necessario chiamare un'ambulanza e anche non rifiutare il trasporto all'ospedale.

Quali esami può prescrivere un medico?

Il medico per specificare la diagnosi prescrive:

  • esami del sangue, in particolare "test del fegato";
  • analisi delle urine;
  • analisi fecale per ricerca su opisthorchis;
  • esame ecografico della cavità addominale, compreso un esame dettagliato del fegato, dei dotti biliari e della vescica;
  • La risonanza magnetica o TC può anche essere prescritta;
  • e facendo una biopsia dal fegato (o dalla bile rilevando).

Trattamento previsto

Il trattamento verrà somministrato direttamente da una malattia epatica diagnosticata. Entrambi i metodi medici e chirurgici sono selezionati per il trattamento delle malattie. La dieta è obbligatoria per tutte le malattie, la cui compliance migliora le condizioni del fegato e aumenta l'efficacia del trattamento prescritto dal medico.

Trattamento del fegato

La terapia epatica è una procedura complessa per il ripristino degli epatociti e l'interruzione delle trasformazioni dolorose.

Nel trattamento di un ascesso, vengono utilizzati due tipi di approccio: conservativo e chirurgico. Il trattamento conservativo consiste di:

  • prendendo antibiotici, inoltre, il vantaggio è dato a cefalosporine, macrolidi e aminoglicosidi;
  • drenaggio - puntura della pelle con un ago speciale e sua introduzione sotto il controllo degli ultrasuoni nella cavità dell'ascesso, pompando il suo contenuto con successivo lavaggio dell'area drenata con soluzioni antibiotiche;
  • trattamento sintomatico della malattia;
  • se la causa della malattia è parassiti amebici, il medico prescriverà farmaci speciali per combatterli.

L'operazione è prescritta in caso di ascessi multipli o in presenza di controindicazioni al drenaggio. Passa sotto anestesia generale.

Nell'epatite virale A, è comune trattare una persona con un complesso composto da:

  • epatoprotettori;
  • coleretico, aumentando la produzione e il flusso della bile;
  • farmaco anti-intossicazione;
  • oltre a ricevere enterosorbenti;
  • enzimi digestivi;
  • glucocorticoidi;
  • e complesso vitaminico-minerale, adatto a questa malattia del fegato.

L'efficace trattamento dell'epatite B virale consiste nell'adenovir, nella lamivudina e nella droga coleretica.

L'epatite C viene trattata con la combinazione Peginterferone-Telaprevir-Ribavirina, che è usuale per questa malattia del fegato.

Vale anche la pena considerare che esiste un vaccino contro l'epatite A e B, la cui formulazione garantisce la protezione di una persona contro l'infezione da virus.

La cirrosi epatica viene trattata in base al tipo e alla causa stabilita della malattia. Probabilmente, il trattamento sarà assegnato a:

  • nitrati, nitroglicerina, in particolare;
  • agenti epatoprotettivi per proteggere e ripristinare l'organo;
  • beta-bloccanti (propanololo);
  • e preparati colagoghi con la presenza di acido ursodesossicolico per liquefare la bile.

Una condizione complessa di una persona con insufficienza epatica è facilitata solo in ospedale, il medico prescrive il trattamento dell'organo, esaminando lo stadio della malattia, la sua gravità e le caratteristiche individuali del paziente.

dieta

L'alimentazione dietetica per le malattie del fegato si basa sulle regole della tabella di dieta numero 5. Questo schema di alimentazione non accetta:

  • pane fresco, sia bianco che nero;
  • eventuali cibi grassi e fritti e piatti di pesce e carne;
  • sotto il divieto, tra l'altro, anche qualsiasi tipo di pesce grasso e carne;
  • le frattaglie non sono consentite;
  • piatti con un'abbondanza di spezie, nonché piatti e prodotti salati, speziati, amari e salati, salse, condimenti;
  • maionese;
  • grassi animali puri, come ad esempio il grasso;
  • cibo in scatola;
  • carne affumicata e salsicce;
  • funghi;
  • brodi di carne e pesce;
  • minestre fredde: zuppa di barbabietola rossa, okroshka;
  • borscht con acetosa;
  • uova fritte e bollite;
  • latte grosso e prodotti a base di latte;
  • ravanello, acetosa, ravanello, aglio, cipolla, rafano, spinaci;
  • dessert al cioccolato e crema;
  • frittelle;
  • torte fritte;
  • dessert freddi: gelatina gelatina, gelato;
  • bevande fortemente gassate, tè forti, caffè;
  • qualsiasi alcool

La preferenza nella dieta di una persona malata è data a cereali, filetti di varietà di carne e pesce a basso contenuto di grassi, minestre di verdure, latticini a basso contenuto di grassi, oli vegetali. Le uova sono prese solo proteine ​​per cucinare una frittata su una coppia, serve anche come materiale di fissaggio nella preparazione di cotolette di vapore, aneto e soufflé. Come dessert, si raccomandano frutta e bacche dolci, purè di patate e mousse. Il melone è escluso da questa serie, da allora il suo corpo è abbastanza difficile da affrontare con una digestione compromessa. È consentito bere tè di bassa qualità con latte scremato, brodo di rosa canina, frutta stufata non acida, succhi di frutta e tè alle erbe. Per dessert, puoi mangiare marshmallows, pastilla, biscotti d'avena e biscotti galetnye. Tutti i piatti di carne sono cucinati in umido, bolliti in acqua o al vapore, è possibile cuocere le verdure e la carne in forno.

Molti modi provato, ma nulla aiuta? E sei pronto a sfruttare ogni opportunità che ti porti benessere! Hai mai pensato alla chirurgia e all'uso di droghe tossiche che pubblicizzano? È comprensibile, perché sei già stato torturato con sintomi quali:

  • dolore e pesantezza nella parte destra;
  • nausea e vomito;
  • pelle giallastra o grigiastro;
  • sfumatura giallastra degli occhi;
  • colore delle urine scure e diarrea.

E questo non è un elenco completo dei possibili sintomi della malattia del fegato... Inoltre, non importa quanto "terrificante" la malattia ti sembra di ritardare il suo trattamento in alcun modo.

Pertanto, ti consigliamo di leggere la storia di Olga Krichevskaya su come ripristinare il fegato senza procedure costose e nelle linee più brevi possibili.