Com'è la febbre tifoide

autore: dott. Kryzhanovskaya V.P.

La febbre tifoide è una malattia infettiva pericolosa che viene trasmessa da una persona infetta (egli è un portatore di bacilli di Salmonella). Va ricordato che anche dopo il trattamento, questa persona può ancora rimanere una fonte di infezione. Sfortunatamente, può durare una vita.


I modi di trasmissione sono numerosi.

- La più alta probabilità di infezione nell'uomo attraverso il percorso familiare. ie Queste sono mani sporche, piatti, oggetti circostanti. Pertanto, un'attenzione particolare dovrebbe essere rivolta all'igiene del proprio corpo e alla stanza in cui ci si trova. Questo metodo è più comune tra i bambini, nei gruppi di bambini (asili, scuole, club), l'alfabetizzazione degli adulti che lavorano con i bambini è di grande importanza qui.

- L'acqua può causare infezioni, quindi voi e i vostri bambini avete bisogno di guardare che acqua bevete, è meglio bere acqua bollita e non nuotare in luoghi non familiari (perché questo posto potrebbe essere contaminato.) Non lo sapete. Spesso questo fattore non viene preso sul serio quando si trasmette la febbre tifoide, ma è uno dei fattori principali! E questo dovrebbe essere ricordato!

- Il cibo può anche causare o metodo di trasmissione, devono essere lavati a fondo e bollire più a lungo durante la cottura.

sintomi

Tuttavia, se ha contratto la febbre tifoide e ha i suoi sintomi (temperatura corporea elevata, possibile diarrea, mal di testa, debolezza generale, eruzioni cutanee sono possibili, la pelle diventa pallida o in alcuni casi, al contrario, diventa rossa, ecc.) il tuo ricovero viene effettuato immediatamente. All'ospedale sarete guariti, saranno prescritti tutti i preparativi necessari e saranno introdotti ai metodi sopra elencati per la trasmissione della febbre tifoide, in modo da non ripetere i vostri errori in futuro.

prevenzione

Per non contrarre la febbre tifoide, è necessario, ovviamente, conoscere i modi e i mezzi della sua trasmissione, di nuovo monitorare la pulizia, bere solo acqua filtrata (in nessun caso dall'acqua), tenere d'occhio i bambini, seguire i prodotti mangiare, lavarli e tenere traccia delle condizioni in cui sono memorizzati. Spetta anche a te prendere un vaccino contro la febbre tifoide. Ti benedica!

Come si può trasmettere la febbre tifoide

La febbre tifoide è considerata una grave malattia infettiva che colpisce l'intero corpo. L'agente eziologico è la salmonella tifoidea, che le tossine influenzano il corpo dall'interno. Una persona malata ha la febbre e le eruzioni su tutto il corpo. Per prevenire l'infezione, è necessario sapere come viene trasmessa la febbre tifoide. È possibile ottenere l'infezione da una persona malata che è considerata una portatrice di bacilli. Il paziente rilascia l'infezione insieme a urina e feci fin dall'inizio della malattia, che mostrerà sempre i test per la febbre tifoide. Va tenuto presente che anche dopo la cura definitiva della febbre tifoide, una persona può essere un vettore per un lungo periodo di tempo.

Modi di trasmissione della malattia

I principali modi di infezione da febbre tifoide sono tre e assomigliano a questo:

  1. Attraverso l'acqua in cui c'è un agente patogeno.
  2. Attraverso il cibo contaminato.
  3. Da una persona malata a una sana.

I bambini sono spesso infettati dalla malattia attraverso il contatto diretto con il bambino malato, così come attraverso oggetti e giocattoli domestici. Quindi un bambino infetto gioca con i giocattoli che poi i bambini sani assumono, mentre c'è una massiccia infezione con l'infezione.

L'infezione può verificarsi quando si utilizzano gli stessi piatti, asciugamani, pettini e biancheria da letto.

Attraverso gli amanti dell'acqua il più delle volte infetti nuotano in acque e tassi naturali. Non tutte le persone sanno che spesso le acque di scarico delle imprese e le fognature possono passare ai tassi. Tuttavia, la cosa più interessante è che un'infezione che si è accumulata attraverso l'acqua inquinata viene trattata molto più facilmente e più velocemente di quella che è penetrata nel corpo con il cibo e il contatto familiare.

Un'altra fonte di infezione da febbre tifoide è il latte crudo. I fan dei latticini da sotto la mucca dovrebbero ricordare che il latte e la ricotta possono essere consumati solo dopo il trattamento termico. È severamente vietato bere latte crudo o farlo dallo yogurt. Inoltre, il tifo può essere infettato utilizzando insalate con maionese, gelatina, paté, vinaigrette e altri piatti. Ciò si verifica in violazione della tecnologia di preparazione e condizioni di conservazione.

Ci sono rapporti frequenti nelle notizie che dopo aver celebrato un giubileo o un matrimonio in un ristorante economico, coloro che sono stati invitati come spiacevoli sorprese avranno la febbre tifoide e il ricovero a lungo termine nei muri dell'istituzione medica.

Qualsiasi modo di trasmettere la febbre tifoide non è pericoloso per i bambini al di sotto di un anno che sono allattati al seno. Con il latte materno, hanno una buona immunità a questa malattia.

Cause della febbre tifoide

La causa della febbre tifoide è un bacillo tifoide che penetra nel corpo dall'esterno e lo avvelena dall'interno. I microrganismi nocivi, una volta nell'intestino, iniziano a moltiplicarsi rapidamente e vengono secrete pericolose endotossine.

Gli agenti patogeni che causano l'infezione da febbre tifoide sono molto facili da rimuovere da diverse superfici. È sufficiente risciacquarli con acqua calda o qualsiasi disinfettante. Ma il trattamento di una persona viene effettuato con antibiotici penicillina e alcuni altri.

Prima di trattare una malattia con antibiotici, un paziente deve essere testato. Non tutte le persone sono antibiotici penicillina adatti.

Il meccanismo di infezione con la febbre tifoide

Il principale meccanismo di trasmissione dell'infezione è il tratto gastrointestinale. Essendo penetrato nell'intestino, il bacillo inizia a moltiplicarsi attivamente, poiché questo organo ha tutte le condizioni per un processo simile. Nel tempo, l'agente patogeno entra nel sangue e nei linfonodi, interrompendo completamente le loro funzioni. Già in questo momento, il paziente ha sintomi che sono completamente caratteristici della febbre tifoide.

Il bacillo tifoide colpisce non solo l'intestino, ma anche le cellule del fegato, la cistifellea e la milza. In tutti questi importanti organi si osservano granulomi del tifo.

In una persona malata, il processo digestivo è completamente disturbato, il sistema immunitario e tutto il corpo sono indeboliti. Se la diagnosi di febbre tifoide non è stata formulata in modo tempestivo e il trattamento non è stato effettuato, nell'intestino tenue compaiono ulcere profonde che interessano non solo la mucosa ma anche i muscoli circostanti.

Anche con lo sviluppo moderno della medicina, la febbre tifoide è considerata una malattia pericolosa che può essere fatale.

I sintomi della febbre tifoide

L'agente eziologico della febbre tifoide può essere nel corpo umano da un paio di giorni a diversi mesi. Inoltre, i segni della malattia appaiono in aumento. I principali sintomi della malattia sono i seguenti:

  • Già nei primi giorni della malattia, la temperatura corporea aumenta. Inoltre, gli indicatori possono raggiungere punti critici di 40 gradi.
  • Sin dall'inizio, compaiono i sintomi dell'intossicazione. Questi includono mal di testa, perdita di appetito, nausea, debolezza generale e perdita di peso.
  • Il paziente ha frequenti capogiri e problemi con il sonno normale.
  • Occasionalmente, i sintomi di intossicazione compaiono prima che la temperatura aumenti, cioè nel primo paio di giorni.

All'inizio dello sviluppo della malattia, si nota la cianosi della pelle, anche se con un decorso grave della malattia, la pelle, al contrario, si infiamma e diventa rossastra. Un segno importante è il gonfiore della lingua e la placca nella sua parte centrale. Un aumento delle dimensioni della lingua può essere visto dai segni dei denti, che spesso rimangono sui bordi.

Quando la febbre tifoide si osserva non è diarrea, ma costipazione. Inoltre, in alcuni pazienti, le feci sembrano piselli.

Vettore patogeno

La modalità di trasmissione predominante è il portatore di bacilli umani. Un vettore è considerato come una persona la cui malattia non ha assolutamente alcuna manifestazione, ma rilascia l'agente patogeno nell'ambiente. Questa selezione può durare da un paio di settimane a 2-3 decenni. Ciò è dovuto a determinate ragioni oggettive.

Prima di tutto, questo è osservato nelle persone che hanno avuto recentemente una malattia infettiva. Durante il periodo di riabilitazione, il portatore del bacillo può essere sia a breve che a lungo termine. Ma la forma a breve termine è più spesso osservata dopo dissenteria e salmonellosi, nella febbre tifoide una persona rilascia a lungo il patogeno nell'ambiente naturale.

I medici secernono i vettori immunitari di questo microrganismo. Questi includono quelle persone che sono state vaccinate contro una malattia pericolosa.

A volte la febbre tifoide si verifica atipicamente, cioè non ci sono sintomi pronunciati che parlano di questa malattia. I pazienti con una forma simile per lungo tempo vengono trattati a casa senza chiedere aiuto medico. Di conseguenza, i membri della famiglia e le persone della cerchia ristretta sono infetti. L'infezione più comune si verifica attraverso il cibo, in particolare i latticini. Il bacillo tifoide non vive solo in questi prodotti da molto tempo, ma si riproduce anche attivamente.

Le persone sono abbastanza suscettibili alla febbre tifoide. Nelle aree in cui è stato segnalato un focolaio, fino a metà della popolazione totale può ammalarsi.

La febbre tifoide è ancora considerata una malattia pericolosa per la vita che colpisce non solo gli organi digestivi, ma anche il sistema nervoso. Ecco perché è così importante diagnosticare e trattare questa patologia nel tempo.

Typhoid (malattia): agenti patogeni, sintomi. Tifo epidemico

Il tifo è una malattia il cui nome, tradotto dal greco antico, significa "annebbiamento della coscienza". Lei è accompagnata da disturbi mentali che si verificano a causa di alta intossicazione e febbre. La prevenzione delle malattie è molto importante, indipendentemente dal grado di difficoltà. È più facile prevenire l'infezione che curare a lungo. E il tifo è una malattia pericolosa, quindi la sua prevenzione è ancora più importante. Spesso ci sono complicazioni che possono persino essere fatali.

La storia del tifo è piuttosto interessante e abbonda di numerose epidemie. Questa malattia è stata conosciuta per molto tempo, ma è "fiorita" nei secoli 18-19. La maggior parte delle epidemie si è verificata nei paesi europei e ha iniziato, di regola, nei quartieri poveri delle città, i cosiddetti quartieri poveri dove vivevano le persone più povere. Nel diciannovesimo secolo, i pazienti con tifo furono trattati in qualche modo, e in 18 persone si affidarono alla volontà di Dio. Venne un prete, lesse una preghiera e disse: "Se è destinato a sopravvivere, sarà guarito, no - è un rimborso per i suoi peccati".

In Russia, l'ultima terribile epidemia si è verificata all'inizio del 20 ° secolo. Poi ha sostenuto diversi milioni di vite. Successivamente, piccoli fuochi si accesero a volte, ma rapidamente passarono. Ogni secondo morì, più vicino alla metà del XX secolo, la situazione cominciò a migliorare in modo significativo a causa dell'aumento del livello della medicina.

Tipi di febbre tifoide

Ci sono i seguenti tipi di febbre tifoide: sypny, addominale e restituibile. Fino al 19 ° secolo, erano considerati un'unica malattia, che si manifesta in modi diversi. Ma già nel 1829, la febbre tifoide, i medici allora individuati in un gruppo separato, e nel 1843 hanno isolato e restituibile. Inizialmente, queste malattie sono state combinate a causa di un'eruzione "tifoide" che è comparsa su diverse parti del corpo. Ma presto divenne chiaro che erano diversi, e quindi tutti e tre erano divisi in certi tipi.

tifo

Questa è una malattia infettiva acuta causata da batteri rickettsia. I trasportatori del tifo sono i pidocchi. Questi insetti nei secoli passati erano molto spesso raggiunti dalla popolazione povera, per questo motivo la malattia era molto comune. Se una persona si ammalava nella stessa casa, i suoi parenti e vicini sono presto diventati infetti. I seguenti sintomi sono caratteristici di questo tipo di febbre tifoide: rash, febbre, attività alterata del sistema cardiovascolare e nervoso. Ne esistono due forme: tifo epidemico ed endemico.

La malattia è estremamente pericolosa, prima che ci fossero molti morti, la medicina moderna ha imparato ad affrontarlo. Il tifo si diffonde rapidamente, e solo in Russia dopo la rivoluzione, nel 1917-1921, morirono più di tre milioni di persone. Ma nel 1942 fu sviluppato un vaccino efficace. Di conseguenza, i medici epidemici hanno impedito.

Come viene trasmesso il tifo?

Come accennato in precedenza, i portatori di questa malattia sono i pidocchi, ma non tutti. I principali agenti patogeni sono i reparti. Cioè, quelli che vivono nelle pieghe dell'abbigliamento. I pidocchi che vivono nei capelli in testa, anche se in misura minore, possono anche fungere da distributori di questa malattia. Ma pubico - molto raro. La tifoidea è una malattia che, tra le epidemie, vive in uno stato latente (dormiente) in persone che sono portatrici croniche di rickettsia.

Come si verifica l'infezione?

Il morso del pidocchio non porta a infezioni. Si verifica al momento di graffiare la pelle, quando le secrezioni lasciate dai pidocchi vengono strofinate nel corpo. La tifoidea è una malattia con un periodo di incubazione fino a due settimane. I test di laboratorio diventano positivi solo 7 giorni dopo l'infezione.

La malattia inizia con brividi, febbre, forte mal di testa e dolore spinale. Pochi giorni dopo, un'asina maculata appare nell'addome. Al paziente la coscienza comincia ad appannarsi, la parola diventa incoerente e frettolosa. Alcune persone a volte cadono in coma. La temperatura è costantemente mantenuta a 40 gradi e diminuisce bruscamente dopo 14 giorni. Quando si verificano epidemie di tifoide, quasi il 50% dei pazienti muore.

Malattia di Brill

Questa è una ricaduta, è tollerata un po 'più facile, ma ha tutte le manifestazioni del tifo. L'agente eziologico è la rickettsia di Provachek, che è completamente simile nelle sue proprietà ai batteri del tifo epidemico. La malattia prende il nome dalla persona che l'ha descritta per la prima volta. Non è epidemico, ma è trasmesso attraverso i pidocchi.

Può riapparire dopo la prima malattia dopo decenni. I sintomi principali sono: forte mal di testa, iperestesia dei sentimenti, annebbiamento mentale. C'è un arrossamento del viso, ma più debole del tifo. In alcuni pazienti, i medici trovano anche l'enanthem di Rosenberg. Questa è un'eruzione molto abbondante, ma a volte la malattia procede senza di essa.

Tifo epidemiologico

Una malattia infettiva che causa la rickettsia Provachek. Questa è una classica antroponosi trasmissibile. L'infezione si verifica principalmente da una persona che ha il tifo. Il tifo epidemico è un tipo di sifha.

Per il trattamento di questa malattia vengono utilizzati antibiotici tetracicline, che dovrebbero essere bevuti fino a 5 volte al giorno. Se la forma della malattia è grave, viene prescritto il cloramfenicolo succinato, è preso 3 volte al giorno. L'agente eziologico del tifo epidemico sono i batteri che infettano i pidocchi del corpo. Attraverso di loro, si verifica l'infezione. I pidocchi si trovano su un'area più piccola del reparto e questo è il motivo della limitazione del fattore epidemico.

Sintomi e decorso della malattia

Come accennato in precedenza, l'agente eziologico del tifo epidemico è la rickettsia di Provachek. La malattia inizia molto acutamente. Alcuni giorni la temperatura sale a un punto critico. Il paziente è tormentato da forti mal di testa, insonnia e vomito incessante. Alcuni possono sperimentare disturbi mentali e neurologici quando la mente si oscura e anche l'euforia si verifica.

La pelle di una persona malata è iperemica, sin dai primi giorni il lavoro del cuore è disturbato. A causa del tifo, spesso inizia l'ipotensione, compaiono tachicardia, insuccessi del ritmo cardiaco. Quando visto ha rivelato un ingrossamento della milza e del fegato. A volte ci sono problemi con la minzione, il liquido va goccia a goccia, con forte dolore.

Il quinto giorno della malattia compare un'eruzione sul corpo, principalmente sui lati e sulle estremità. Con un decorso più grave della malattia, si possono osservare eruzioni cutanee sul viso e sul collo. A volte ci sono complicazioni sotto forma di meningite. Se il tifo epidemico inizia a guarire immediatamente, senza perdere tempo prezioso, passa completamente entro due settimane.

Come rilevare il tifo

È molto difficile diagnosticare correttamente nei primi giorni della malattia, poiché i sintomi sono simili ai segni di altre malattie. Per una corretta diagnosi, sono necessari i risultati dei test che aiutano a determinare la malattia. La febbre tifoide può inizialmente assomigliare alla sifilide, all'influenza, al morbillo, alla polmonite e a numerosi altri disturbi. Una persona viene controllata per la presenza di pidocchi, il contatto con i pazienti con la febbre tifoide, ecc. Metodi diversi sono talvolta utilizzati quando il medico separa i sintomi da malattie simili.

Dopo 5-6 giorni, la diagnosi può essere fatta con maggiore sicurezza, in base alla natura dell'eruzione e ai tempi del loro aspetto, arrossamento del viso, cambiamenti nel sistema nervoso e una serie di altri indicatori. Studiato attentamente da medici e esami del sangue.

Quindi vengono eseguiti test di laboratorio che rilevano i batteri tifoidi. Con l'aiuto di test sierologici nel sangue ha rivelato la presenza di parassiti e ha confermato la diagnosi esatta. Per tutto questo tempo, una terapia complessa è stata applicata a una persona, che aiuta ad alleviare i sintomi. I farmaci anti-tifoidi mirati sono prescritti solo dopo che i medici sono convinti che il paziente ha questa particolare malattia.

Epidemia di tifo, trattamento

I principali farmaci sono gli antibiotici tetracicline. Se una persona ha la sua intolleranza, allora il farmaco "Levomitsetin". Significa che la "tetraciclina" viene nominata più spesso. Viene assunto per via orale 4 volte al giorno. Se la malattia si verifica in forma grave, i primi due giorni di iniezione endovenosa o intramuscolare di cloramfenicolo vengono iniettati con sodio succinato 3 volte al giorno.

Quando la temperatura corporea diventa normale, il farmaco viene assunto nel solito dosaggio. Occasionalmente, può verificarsi una complicazione quando si utilizzano antibiotici. Si presenta come una stratificazione di una seconda malattia, ad esempio la polmonite. In questo caso, sono prescritti farmaci aggiuntivi.

La terapia etiotropica di solito dà un effetto molto veloce e, di conseguenza, non è richiesta la terapia vaccinale e l'ossigenoterapia a lungo termine. Da medicine patogenetiche ha usato vitamine. Praticamente prescrivere acido ascorbico e farmaci rinforzanti vascolari.

La tifoidea è una malattia che può causare gravi complicanze. Soprattutto spesso sono osservati nelle persone anziane che hanno abbassato l'immunità. Sono inoltre prescritti anticoagulanti. Impediscono lo sviluppo della sindrome tromboemorragica. L'eparina è considerata la più efficace di questi farmaci. I suoi anziani dovrebbero essere assunti non appena viene stabilita una diagnosi accurata. La durata dell'assunzione di tali farmaci varia da tre a cinque giorni.

Prevenire il tifo epidemico

Le cause della malattia si trovano nei pidocchi, quindi è necessario iniziare il combattimento con loro. Si consiglia di non consentire loro di apparire. Anche la diagnosi precoce è importante. È necessario isolare il paziente in tempo e, se possibile, ricoverarlo. Nell'ospedale, deve sottoporsi a un accurato trattamento sanitario. Disinfezione di vestiti

Nel corso della profilassi viene utilizzata l'immunizzazione inattivata da formalina contro il tifo, che contiene la rickettsia provacak morta. Ora, grazie al trattamento tempestivo e di alta qualità e alla prevenzione del tifo, non è richiesta la vaccinazione su larga scala. L'incidenza è diminuita significativamente.

Typhus endemico

Malattia infettiva acuta causata dalle rickettsie di Muzer. Il secondo tipo di sypny. I portatori del tifoide sono piccoli roditori (ratti, porcellini d'India, ecc.). Ecco perché ha alcuni altri nomi:

  • ratto;
  • classico;
  • schifoso;
  • prigione, o nave, febbre.

Molto comune tra i piccoli roditori selvatici. Sono il serbatoio naturale per il virus. Puoi essere infettato non solo dal contatto con loro, ma anche mangiando cibo con urina o feci di pulci di topo o di topo. E anche attraverso il graffio della pelle, quando i loro movimenti intestinali cadono in loro. La malattia può anche essere trasmessa attraverso morsi di zecca che si trovano sui roditori malati.

Febbre tifoidea

Infezione acuta antroponotica intestinale causata da batteri della Salmonella, che producono endotossina che è patogena solo per l'uomo. Le dispute non si formano. Per la malattia sono caratterizzati da: febbre con intossicazione generale del corpo, eruzione cutanea sulla pelle, danno al sistema linfatico e intestino tenue.

Dopo l'infezione, il numero massimo di batteri virali si forma nella terza settimana. I vettori di transito rilasciano il virus nell'ambiente per 14 giorni. Con un decorso acuto della malattia, questo processo può continuare per tre mesi. Nella forma cronica, il bacillo del tifo viene secreto per diversi anni.

La febbre tifoidea viene trasmessa per via oro-fecale. Principalmente attraverso l'acqua, ma c'è anche la possibilità di infezione nella vita di tutti i giorni e con l'assunzione di cibo. Le persone a questa malattia sono molto sensibili, ma se si ammalano, avranno una forte immunità. Pertanto, la vaccinazione contro la febbre tifoide viene effettuata in anticipo.

La malattia si manifesta principalmente in aree con acque inquinate e scarichi fognari. Gli adulti e gli adolescenti sono per lo più infettati dall'acqua e dai bambini piccoli - durante gli scoppi di latte. La malattia di solito si verifica in estate e in autunno.

Sintomi e decorso del tifo

È diviso in diversi periodi. Inizialmente, nella prima settimana, l'intossicazione si manifesta in modo incrementale. I sintomi della febbre tifoide durante questo periodo sono tali: la pelle diventa pallida, la debolezza appare, l'emicrania aumenta, c'è una perdita significativa o completa di appetito e inizia la bradicardia. La lingua mostra una patina pallida, costipazione o diarrea.

L'altezza della malattia si verifica il decimo giorno. La temperatura è alta e non diminuisce, l'intossicazione è pronunciata. C'è un rallentamento, irritabilità, c'è un'eruzione rosa pallido sotto forma di un rosone che sporge sopra la pelle. Appare sullo stomaco, sul petto, sul lato del corpo, sulle pieghe degli arti. Il cuore batte sordo, iniziano l'ipotensione e la bradicardia. Il rivestimento sulla lingua diventa marrone, lungo i bordi sono visibili impronte dei denti. Lo stomaco è gonfio, si verifica stitichezza. La milza e il fegato sono ingranditi, la coscienza è disturbata, il paziente inizia a vagare, appaiono le allucinazioni. Può verificarsi anche uno shock tossico se la condizione è molto grave.

Dopo che la malattia inizia a recedere, la temperatura diminuisce bruscamente. Appare l'appetito convalescente, il sonno è ristabilito, la debolezza scompare e il benessere generale migliora notevolmente.

Il periodo di recupero è una recidiva pericolosa che può verificarsi nel 10% dei pazienti. Precursori: la milza e il fegato non si normalizzano, l'appetito si indebolisce, i ritorni di debolezza e il malessere generale aumenta di nuovo. Le manifestazioni cliniche sono le stesse con il decorso della malattia di base, ma di durata più breve.

La febbre tifoide può essere lieve, moderata o grave. Ci sono anche due atipici - cancellati e abortiti. Ora si presentano più spesso, a causa dell'uso nel trattamento di antibiotici e dell'impiego di immunoprofilassi. La febbre dura circa una settimana, ma può durare per tre giorni. Spesso l'insorgenza della malattia è molto acuta e le reazioni sierologiche possono essere negative nel corso della malattia.

Prevenzione della febbre tifoide

La prevenzione è considerata il modo principale per combattere questa malattia. Comporta una serie di misure, molte delle quali sono controllate dal sistema sanitario. Le cause delle malattie possono essere diverse e essere coperte da acqua sporca, prodotti contaminati, condizioni antigieniche. Pertanto, vengono effettuati severi controlli e controlli epidemiologici.

I medici osservano gruppi di persone che possono essere portatori di febbre tifoide. Tutte le persone su cui dipende la possibile diffusione della malattia sono controllate. Questi sono impiegati di istituzioni mediche, servizi pubblici, stazioni idriche e ristorazione pubblica.

La prevenzione delle malattie implica anche un successivo follow-up a lungo termine della persona guarita. Ai pazienti viene prescritto solo il campo su come i test hanno mostrato un risultato negativo cinque volte di seguito. Dopodiché, la persona guarita le rinvia regolarmente alla clinica del luogo di residenza per tre mesi. Dopo questo periodo, ha i test necessari per la febbre tifoide due volte l'anno.

Le persone che hanno avuto una malattia, anche dopo il recupero, dovrebbero monitorare costantemente la loro temperatura. E al minimo aumento, anche se è solo un raffreddore, contatta la clinica per verificare se la malattia è tornata. Poiché tali casi sono a volte.

Se una persona in buona salute è stata in contatto con un paziente, viene prescritta una supervisione medica di 21 giorni. In questo momento vengono esaminati sangue, feci e urina, viene prodotto un batteriofago tifoide, viene usata la vaccinazione. La bacchetta è molto resistente all'ambiente esterno, quindi, se non si seguono le regole di igiene, c'è un'alta probabilità di infezione.

Typhus - che cos'è?

Questa specie combina epidemie ed endemiche. Nella malattia, la febbre si alterna alla normale temperatura corporea. La febbre tifoide può essere trovata ovunque nel mondo, in quasi tutti i paesi. Non è solo in Australia, dal momento che questo continente è lontano dal resto. La più alta incidenza è stata osservata nei paesi africani e in India. I grandi focolai della malattia sono stati notati in Russia e nella penisola balcanica. L'agente eziologico della spirochete tifoide è Borrela. La febbre ricorrente trasmessa da zecche è una zoonosi trasmissibile. I suoi agenti patogeni sono molti batteri chiamati borrelia.

La febbre tifoide è trasportata da acari e roditori, che sono il serbatoio naturale della malattia. Le zecche infettate dal tifo mantengono il virus per tutta la vita. I batteri virali possono anche essere trasmessi transovarialmente, penetrando nelle uova degli artropodi.

L'infezione umana si verifica con punture di zecca. In questo luogo si forma una papula e dopo un po 'si sviluppa la malattia stessa. La popolazione di aree endemiche ha una bassa suscettibilità a questa malattia, ma per i visitatori è molto alta. Pertanto, i turisti sono sempre invitati a fare le opportune vaccinazioni preventive e ad essere estremamente attenti. Questo è particolarmente vero per quelle persone che desiderano visitare i paesi africani.

Nell'epidemia di febbre tifoidale ricorrente l'infezione si verifica quando si pettina un morso, quando le feci degli insetti vengono strofinate sulla pelle. Se i batteri rimangono all'esterno e non penetrano nel sangue, allora muoiono rapidamente (entro mezz'ora). Pertanto, se morso da una zecca, è assolutamente vietato pettinare il luogo colpito dagli insetti. È necessario sopportare, anche se è spiacevole. Epidemia ricorrente febbre tifoide è una malattia che colpisce solo gli esseri umani, non è terribile per gli animali.

E infine, ecco alcuni suggerimenti che aiuteranno ad evitare possibili infezioni. Assicurati di monitorare l'igiene personale e sottoporti regolarmente a esami medici. Non è consigliabile visitare luoghi in cui prosperano condizioni antigieniche e si possono trovare insetti pericolosi per l'uomo. Prima di andare all'estero è meglio scoprire se ci sono delle epidemie nel paese che vuoi visitare. Questo è particolarmente vero per Asia e Africa. Anche se non si osserva alcun pericolo, deve essere prestata la massima attenzione.

Sintomi di febbre tifoide

Una delle malattie infettive più pericolose è la febbre tifoide, i cui sintomi sono solitamente caratterizzati da confusione e allucinazioni, il che spiega il nome dato da Ippocrate - la parola greca typhos significa "nebbia". Prima dell'invenzione degli antibiotici, la malattia ha causato epidemie su larga scala, anche se ora c'è il rischio di contrarla.

Come viene trasmessa la febbre tifoide?

Questa infezione è antroponotica, cioè colpisce solo gli umani. L'agente eziologico della febbre tifoide è il batterio Salmonella typhi, che è un bacillo gram-negativo.

L'infezione viene trasmessa per via orale-fecale, ed è possibile prendere il tifo attraverso l'acqua, oggetti per la casa, cibo. I prerequisiti per la diffusione dei batteri sono l'irrigazione delle verdure con acqua contenente impurità; condizioni di emergenza delle comunicazioni fognarie e idriche. A volte i segni di febbre tifoide si fanno sentire dopo aver fatto il bagno in uno stagno inquinato o mangiando prodotti caseari avariati, in cui tutti i batteri si riproducono bene, e ancora di più la Salmonella typhi è un microbo piuttosto senza pretese.

Una persona malata non è quasi contagiosa nelle prime settimane (periodo di incubazione) e la massima infettività viene raggiunta alla terza settimana.

Vale la pena notare che il batterio non ha paura del freddo, ma muore ad alte temperature: 20-30 minuti di ebollizione permette di essere completamente distrutto.

Come si manifesta la febbre tifoide?

Durante il periodo di incubazione, che dura in media 2 settimane, una parte dei batteri che sono entrati nell'organismo muore, rilasciando la cosiddetta endotossina. Provoca intossicazione. Il paziente si lamenta di:

  • perdita di appetito;
  • mal di testa;
  • la debolezza;
  • tosse;
  • brividi;
  • dolore addominale;
  • costipazione.

Nella fase iniziale della malattia, che segue un periodo di incubazione di 4-7 giorni, questi sintomi della febbre tifoide diventano particolarmente pronunciati.

Un segno caratteristico dell'infezione è una placca bianca e marrone sulla lingua con impronte di denti su di essa.

Durante l'altezza della malattia (dura fino a 10 giorni), letargia, perdita di peso, addome allargato vengono aggiunti alle manifestazioni cliniche sopra descritte (la palpazione induce il paziente a provare dolore). C'è un'eruzione cutanea - nella febbre tifoide che si localizza nel torace e nell'addome, alle pieghe delle braccia. È una rosa rosa pallida che diventa invisibile quando viene premuto.

Quando si ascolta il cuore, vengono rilevati i toni di bradicardia e sordità; la pressione sanguigna è bassa, la milza e il fegato sono ingranditi. Nel bel mezzo della malattia appare il cosiddetto. Stato di tifoide - una persona allucinata, delirante, la sua mente confusa.

Nella fase di risoluzione della malattia, i sintomi di intossicazione scompaiono, la temperatura ritorna normale (bruscamente o gradualmente), il paziente inizia a sviluppare appetito, la debolezza diminuisce e il sonno è normalizzato.

Poi arriva il recupero - la fase di convalescenza, durante la quale nel 3 - 10% dei casi l'infezione può iniziare ad attaccare nuovamente il corpo. I primi sintomi di recidiva sono la temperatura subfebbrile, il malessere, la debolezza.

Va notato che a causa dell'uso diffuso di antibiotici, la malattia si manifesta sempre più in forma sfocata, in cui i sintomi descritti sono lievi.

Diagnosi e complicanze

La malattia non è curabile a casa e richiede il ricovero in ospedale. Complicazioni di febbre tifoide sono le seguenti:

  • la polmonite;
  • sanguinamento intestinale;
  • peritonite;
  • colecistite;
  • psicosi tifoide;
  • infezione del tratto urinario.

Se al paziente viene negato il trattamento, la probabilità di morte è elevata.

La diagnosi di febbre tifoide è un esame batteriologico di tutti i fluidi corporei. In genere, un esame del sangue per la febbre tifoide, così come l'urina, le feci, la bile, significa semina, i cui risultati diventano noti in 1-4 giorni.

Cos'è la febbre tifoide?

Le infezioni intestinali occupano una delle posizioni di primo piano tra tutti i tipi di malattie, anche nei paesi altamente sviluppati. Ciò è dovuto alla rapida prevalenza e alla facilità di trasmissione, che rende possibile allo stesso tempo "falciare" non solo le famiglie, ma anche interi insediamenti e città. Una delle malattie infettive più pericolose è la febbre tifoide. Nei secoli XIX e XX, ha svolto il ruolo di una vera epidemia che ha causato milioni di vite in tutto il mondo.

I moderni sviluppi medici, in particolare gli antibiotici, hanno contribuito a superare questo disastro, ma finora sono stati registrati focolai in vari paesi. Ciò è dovuto all'emergere di nuove forme atipiche dell'agente patogeno, che provoca la comparsa di un quadro clinico cancellato e difficoltà nella diagnosi. Sempre più persone acquisiscono lo status di portatori di batteri, infettando così chi li circonda, anche inconsapevoli della propria infezione. Pertanto, è necessario conoscere le caratteristiche del decorso di questa malattia, i metodi di infezione e i metodi di trattamento.

Febbre tifoidea: cos'è?

La patologia descritta è un'infezione intestinale acuta sistemica a lungo termine, che è ciclica con il coinvolgimento dei linfonodi e della mucosa intestinale con la formazione di ulcere specifiche, lo sviluppo dell'indicizzazione generale.

Ogni anno vengono diagnosticati circa 20 milioni di casi di morbilità sul pianeta. Secondo statistiche e studi, in assenza di un trattamento tempestivo per l'aiuto e avviato la terapia antibiotica, il tasso di mortalità aumenta al 12%. La suscettibilità delle persone a questa malattia è estremamente alta, specialmente tra i giovani (15-45 anni).

L'agente causativo della febbre tifoide: patogenesi e modi della sua trasmissione

Poiché la patologia è un'infezione, il suo agente causale è un batterio gram-positivo Salmonella Typhi, appartenente al genere Salmonella. La sua caratteristica distintiva è la presenza di flagelli, che gli conferiscono una notevole mobilità e un'elevata resistenza a fattori ambientali avversi. È in grado di preservare la sua attività vitale nel suolo e nell'acqua per 5 mesi, in feci fino a 3 settimane, in cibo da 2 a 3 settimane, rimanendo comunque pericoloso per l'uomo.

I suoi habitat preferiti e l'allevamento attivo tra i cibi sono carne, latte, ricotta e carne macinata. È più resistente agli effetti del freddo e del congelamento, ma muore a temperature elevate, bollente ed esposizione a disinfettanti.

La febbre tifoide è caratterizzata da insorgenza acuta, febbre grave e sindrome da intossicazione. Ciò è dovuto alla forte tossicità dei batteri che, invadendo il corpo, producono immediatamente sostanze tossiche. Hanno un effetto tossico sul corpo e portano all'interruzione del normale funzionamento di molti organi.

La malattia, che è causata da un batterio del genere Salmonella, ha un'alta suscettibilità del corpo umano al patogeno. Affinché una persona sana diventi un portatore di batteri e un paziente infetto, è sufficiente una piccola quantità di essi. Allo stesso tempo, dopo una terapia di successo, una persona forma un'immunità stabile alla reinfezione.

Ci sono tre modi principali o meccanismi di trasmissione della febbre tifoide, che si verificano in via fecale-orale:

  1. Contatto-famiglia - viene effettuato attraverso il contatto con articoli casalinghi che sono seminati con microflora patogena (piatti, articoli per la casa, spazzolino da denti) o per il mancato rispetto delle regole di igiene personale (mani non lavate, ecc.).
  2. Cibo - è la ricezione di prodotti alimentari contaminati che entrano nel tratto gastrointestinale e causano lo sviluppo della malattia. Questo può accadere quando si mangia verdura o frutta cosparsa di acqua di scarico o di acqua arricchita di fertilizzanti. È importante ricordare che alle salmonelle piace stabilirsi con prodotti lattiero-caseari (yogurt, kefir, ecc.), Carne e persino aspic.
  3. Acqua - viene effettuata a causa del consumo di acqua proveniente da corpi idrici inquinati o da imprese tecniche. Questa è la modalità predominante di trasmissione dell'infezione da febbre tifoide, soprattutto nella stagione estiva (nuoto in acque libere, bere da sorgenti).

Spesso ci sono epidemie intere, che si basano sul consumo da parte dell'azienda di persone provenienti da un'unica fonte idrica (un pozzo o un pozzo). In questo caso, il problema può essere eliminato solo dopo il rilevamento di una messa a fuoco infettiva e la sua eliminazione.

Vale la pena notare che la penetrazione della salmonella nel corpo non sempre causa l'altezza della patologia. Ciò è dovuto al sistema di difesa del corpo, vale a dire, acido cloridrico gastrico e linfonodi intestinali, che rappresentano una barriera insormontabile all'agente infettivo. Ma in caso di diminuzione di questa protezione (malattia, immunodeficienza) o di una quantità massiccia di microrganismi, non sarà possibile evitare la loro riproduzione e distribuzione.

Sintomi e cause della febbre tifoide

L'emergere del quadro clinico è associato a due principali fattori patogenetici:

  1. Inseminazione microbica di organi che provoca la formazione di focolai infiammatori specifici, chiamati granulomi.
  2. Isolamento da parte del batterio del più potente endosside tifoidico derivante dalla distruzione di Salmonella sotto l'azione del sistema immunitario del corpo umano. Una simile risposta immunitaria può causare danni irreparabili alla salute, poiché minaccia lo sviluppo di shock settico a causa del massiccio apporto di sostanze tossiche.

Fasi dello sviluppo della malattia

La combinazione di questi fattori ha un effetto negativo su tutti gli organi, con una lesione primaria del sistema nervoso centrale e del tratto gastrointestinale. L'ulteriore corso della malattia si verifica in 6 fasi:

Periodo di incubazione del tifo tifoide

Richiede dai 10 ai 14 giorni, ma può durare dai 3 ai 25 giorni. Questo stadio è liscio e asintomatico o ha un inizio acuto e luminoso. C'è un graduale aumento della temperatura, che raggiunge un massimo di 3-6 giorni. Quindi si uniscono febbre e segni di intossicazione (letargia, mal di testa, perdita di appetito, disturbi del sonno). Una caratteristica caratteristica di questo periodo è la pelle secca e pallida.

primario

Dura circa una settimana C'è una diffusione attiva dell'infezione attraverso il flusso sanguigno e la resistenza all'immunità. Questo porta al rilascio di molte tossine, aggravando l'intossicazione esistente. I sintomi descritti sopra sono associati a dolore addominale e brontolio durante la palpazione, alternando diarrea con stitichezza e persino sanguinamento intestinale.

Nella febbre tifoide, il sintomo di Padalki si verifica - un accorciamento del suono della percussione nella regione iliaca a destra o sinistra, a causa di un aumento infiammatorio dei linfonodi. Il sistema cardiovascolare è anche coinvolto nel processo patologico: bradicardia e ipertensione arteriosa compaiono. Con l'auscultazione, si sentono rantoli e tosse asciutte. Quando si esamina la bocca, si può notare un significativo ispessimento della lingua e la sua copertura con una patina grigio-bianca sulla superficie.

L'altezza della malattia

Dura da 3 a 14 giorni C'è un aggravamento dei sintomi esistenti con significative violazioni del sistema nervoso centrale (perdita nello spazio, deliri, allucinazioni, letargia). Viene mantenuta una temperatura elevata, raggiungendo 39-40 gradi. Un sintomo caratteristico della febbre tifoide è un'eruzione cutanea, il cui carattere nella foto si distingue per l'aspetto esantemico della rosa-rosa-rosso, con l'apparenza di piccoli brufoli. Il loro diametro non supera i 3 millimetri e la localizzazione predominante è il tronco (addome, schiena, petto, arti superiori).

La particolarità dell'eruzione è la sua scomparsa quando si preme sulla pelle e l'aspetto dopo il rilassamento della pelle, che indica la presenza di infiammazione. I brufoli hanno una piccola altezza, ma sono chiaramente visibili sul corpo. Sono presenti sul corpo per 3-5 giorni, dopodiché scompaiono, lasciando al loro posto aree pigmentate evidenti.

Sollievo dal sintomo

La temperatura diminuisce, il mal di testa e il dolore addominale scompaiono, l'appetito aumenta, il sonno si normalizza e la lingua si inumidisce. Gli effetti residui del sistema nervoso centrale saranno irritabilità, instabilità emotiva, letargia e esaurimento.

recupero

Gli indicatori di temperatura sono normalizzati e viene ripristinato il normale funzionamento degli organi interni. Ma in circa il 3% dei pazienti, la fonte di infezione da tifo continua a circolare nel corpo, rendendola un portatore cronico.

ricaduta

Può verificarsi 2-3 settimane dopo il recupero. Il suo corso è molto più facile. È accompagnato da febbre di basso grado, debolezza, aumento delle dimensioni del fegato e della milza. La sua insorgenza è associata a una violazione del regime quotidiano, all'assunzione di errori nella dieta, a uno stress prolungato o alla sospensione non autorizzata di antibiotici. A volte il quadro clinico può essere assente, e solo l'eosinofilia nel sangue e un aumento degli organi possono confermare la recidiva.

Complicazioni di febbre tifoide

La malattia può essere complicata da condizioni come:

  • Emorragia intestinale che porta all'anemia.
  • Perforazione della parete intestinale con l'ulteriore comparsa di peritonite.
  • Shock settico-infettivo dovuto alla circolazione di un'enorme quantità di endotossine.
  • Infiammazione di organi (miocardite, tromboflebite, cistite, colecistite, parotite, otite media, ecc.).
  • Polmonite.
    La meningite è una delle complicazioni più terribili, poiché ha un alto rischio di mortalità e disabilità.
  • Infertilità maschile
  • Piaghe da decubito (con una lunga permanenza del paziente a letto senza sforzo fisico minimo).

Diagnosi di febbre tifoide

Per confermare la diagnosi, viene condotto un esame clinico generale e sono prescritti un numero di metodi di laboratorio e di esame strumentale. Al momento dello studio, è importante prendere in considerazione lo stadio della malattia, dal momento che il periodo di incubazione non può essere affatto diagnosticato. Nella moderna pratica medica, vengono utilizzati due metodi diagnostici principali:

  1. Sierologico - l'uso del siero di una persona infetta per la reazione di agglutinazione. In questo modo, è possibile rilevare la presenza di anticorpi IgM.
  2. Batteriologico - come materiale biologico per l'esame microscopico agisce su feci e urina, e durante la convalescenza - contenuti duodenali.

Un esame del sangue per la febbre tifoide anche nelle prime fasi può mostrare la presenza della malattia, perché seminandolo su un mezzo nutritivo, un microrganismo può essere isolato da esso. Allo stesso tempo, il risultato esatto sarà noto in 4-5 giorni dopo la semina.

trattamento

Il principale principio terapeutico in questa situazione è un rigoroso riposo a letto per 7-10 giorni e un approccio integrato. La terapia include:

  • Antibiotici - ciprofloxacina e ceftriaxone sono i farmaci di scelta.
  • Disintossicazione: il glucosio viene iniettato per via endovenosa, la soluzione di Ringer o altre formulazioni di sali.
  • Dieta - dalla dieta esclusi alimenti che causano fermentazione e irritazione della mucosa.
  • Immunostimolanti - mostrati con un lungo decorso o esacerbazione dell'infezione.
  • Vitamine e antiossidanti.
  • Adaptogens: sono nominati nelle fasi finali, quindi contribuiscono ad aumentare la resistenza del corpo.

Inoltre, a seconda della presenza di complicazioni, gli agenti emostatici (se viene rilevato sanguinamento interno), possono essere prescritti angioprotettori e supposte rettali. Con lo sviluppo della prostatite o dell'infertilità maschile, viene prescritto un farmaco efficace - Prostatilen AC. Ha un'azione complessa - ti permette di ripristinare la funzione sessuale maschile e normalizzare il lavoro degli organi pelvici.

Prevenzione della febbre tifoide

Le principali misure preventive includono:

  • Mantenimento dell'igiene personale, lavaggio delle mani e cibo in acqua pulita, conformità agli standard sanitari stabiliti.
  • Ridurre al minimo i contatti con persone sospettate di essere infette oa rischio (medici, lavoratori dell'industria alimentare, ecc.).
  • Se si sospetta un'infezione (uso di acqua o cibo di scarsa qualità, ecc.), Visitare immediatamente un istituto medico, condurre un esame ed essere monitorati per 21 giorni.
  • Controllo della freschezza del cibo e del consumo di acqua, nonché un trattamento termico sufficiente dei piatti di carne.

Sapendo qual è la malattia, come si sviluppa, procede e come viene trasmessa la febbre tifoide, è possibile proteggere non solo la propria vita, ma anche le persone che vi circondano. Nonostante la disponibilità di efficaci metodi di recupero, questa patologia rappresenta un grave pericolo per la salute e richiede un approccio responsabile al trattamento e alla prevenzione.

Febbre tifoide: come trasmettere, sintomi, prevenzione

Ogni anno, fino a 16 milioni di pazienti con questa malattia sono registrati nel mondo, di cui 600.000 muoiono.

Come viene trasmessa la febbre tifoide? L'agente patogeno entra nell'ambiente con le feci e l'urina. In assenza di acqua centralizzata o in caso di incidente, si potrebbe verificare una contaminazione dell'acqua. Ecco perché in nessun caso dovresti bere acqua cruda dagli stagni, e la frutta e la verdura dovrebbero essere lavati solo con acqua clorata o bollita. Un'altra fonte di contaminazione è il latte e i latticini infetti dal patogeno, quindi se li acquisti non dal mercato e non da un negozio, ma da privati, devi trattarli termicamente. I batteri tifoidi tollerano le basse temperature (possono persino moltiplicarsi nel latte, nella cagliata, nella carne macinata), ma muoiono rapidamente quando sono bolliti o in qualsiasi trattamento termico.

I pazienti con febbre tifoide spesso diventano portatori di batteri cronici. Ciò significa che anche dopo il recupero, l'agente causale della febbre tifoide Salmonella typhi rimane nel corpo e tale persona può infettare altri se non segue strettamente le regole dell'igiene personale.

I conflitti militari, i disastri ambientali e naturali contribuiscono all'incidenza della febbre tifoide. Il picco di solito si verifica in estate e in autunno, ma in qualsiasi momento dell'anno sono possibili focolai sporadici, quando l'infezione viene trasmessa dai vettori di batteri attraverso mani contaminate, stoviglie e biancheria.

Entrando nel sangue, le tossine Salmonella typhi causano grave intossicazione, il cosiddetto "stato tifoide". I sintomi della febbre tifoide sono: febbre, pallore, mal di testa, insonnia, flatulenza. Possibile perdita di coscienza, allucinazioni, delusioni.

Recentemente sono emersi nuovi ceppi del patogeno che non sono suscettibili al trattamento antibiotico, il che crea ulteriori problemi.

La febbre tifoide è pericolosa a causa di complicazioni: miocardite, polmonite, emorragia intestinale, peritonite. Quando si uniscono a un'infezione secondaria, si possono sviluppare otite, parotite, pielite e dysbacteriosis.

Il modo più affidabile per prevenire la febbre tifoide è la vaccinazione.

Puoi raccomandare la vaccinazione a coloro che sono in viaggio per servire, lavorare o riposare in paesi sfavorevoli per l'incidenza di infezioni intestinali acute, nonché a tutti coloro che per la natura delle loro attività sono a rischio di infezione.

materiale preparato da Nadezhda Frolova

Cause e trattamento della febbre tifoide

La febbre tifoide è una malattia infettiva acuta, con una lesione primaria del sistema linfatico intestinale. Questa condizione patologica è accompagnata da una crescente intossicazione. Questa malattia è caratterizzata da un decorso grave ed è spesso complicata da danni ai vasi sanguigni, al fegato e alla milza. Scoppi di epidemie di tifo sono spesso osservati sullo sfondo di vari disastri, accompagnati da un calo degli indicatori socio-economici.

Caratteristiche della malattia

Questa patologia è una malattia antroponotica, cioè l'agente patogeno viene trasmesso solo da persona a persona. Le persone con una forma acuta di questa infezione intestinale, con un quadro clinico severo, e quei pazienti nei quali la malattia è latente, cioè senza significative manifestazioni sintomatiche, sono anche epidemiologicamente pericolosi.

I portatori sani di batteri sono i più pericolosi, perché diffondono l'infezione senza nemmeno saperlo. Spesso la forma nascosta viene rilevata per caso durante l'esame nella diagnosi di altre malattie, o quando si passa l'ispezione per sansnizhki.

Le persone che sono portatrici del patogeno, possono persino diventare la causa delle epidemie locali, specialmente se lavorano con il cibo. La maggior parte dei casi di patologia sono diagnosticati nei paesi in via di sviluppo, dove, a causa della povertà, molte persone non aderiscono alle regole di igiene personale.

L'agente eziologico della febbre tifoide è la Salmonella typhi, un batterio appartenente al genere Salmonella. Più spesso la febbre tifoide viene diagnosticata negli adolescenti e negli adulti dai 15 ai 45 anni. Nonostante il fatto che in precedenza il tasso di mortalità da questa patologia fosse estremamente elevato, ora il numero di morti non supera l'1% di tutti i casi. Il risultato sfavorevole nella maggior parte dei casi è il risultato dello sviluppo di complicazioni. I pazienti che hanno subito questa patologia, sviluppano una forte immunità che protegge una persona per 2-5 anni.

Cause dello sviluppo

La febbre tifoide nei bambini e negli adulti si sviluppa a seguito della penetrazione del patogeno Salmonella typhi nel corpo. Le modalità di trasmissione sono già ben comprese. Questo microbo è in grado di provocare l'incidenza solo negli esseri umani. Il serbatoio dell'infezione è infetto da persone che soffrono di questa condizione patologica o sono portatori.

Caratteristiche dell'agente patogeno

Salmonella typhi è un aerobico gram-positivo. Questo organismo è un bacillo mobile che ha da 10 a 12 flagelli. Questo microrganismo non è in grado di formare capsule o spore. Allo stesso tempo, al fine di acquisire resistenza all'ambiente del corpo, il patogeno può fluire nelle forme delle cellule L. Questo è uno stato senza cella temporaneo. In questa forma, questa bacchetta diventa resistente a molti farmaci.

Salmonella typhi ha antigeni O e H nella sua struttura. Allo stesso tempo, è stato rilevato un antigene di virulenza specifico nella salmonella di questa specie, vale a dire che la probabilità di una trasformazione mutazionale dell'organismo è elevata.

Salmonella typhi ha una bassa resistenza alle soluzioni contenenti cloro e all'alcol. Allo stesso tempo, questi batteri possono persistere a lungo e moltiplicarsi nel loro ambiente naturale e in determinati alimenti. Questi membri del genere Salmonella tollerano bene le basse temperature.

L'ebollizione porta alla rapida morte di questi microrganismi. Quando ingeriti, questi microrganismi infettano l'intestino e le cellule del sistema linfatico, iniziando a moltiplicarsi rapidamente. Il periodo di incubazione per lo sviluppo del tipo addominale va dai 10 ai 14 giorni.

Come viene trasmesso?

Esistono diversi modi per trasmettere l'agente eziologico di questa malattia infettiva. Molto spesso, i batteri vengono trasmessi attraverso una via di contatto familiare, cioè attraverso il contatto diretto con una persona infetta. Inoltre, la patologia può verificarsi quando si condividono articoli per la casa e prodotti per l'igiene, che sono influenzati da fluidi corporei e feci infette da microflora patogena. Nei gruppi di bambini, la diffusione di Salmonella avviene spesso attraverso giocattoli contaminati.

Le epidemie del tifo focale si verificano spesso quando le persone usano acqua contaminata da fonti che non subiscono un trattamento chimico speciale. Queste fonti includono non solo fiumi e laghi, ma anche pozzi e pozzi. In questo caso, il danno alle persone che hanno consumato acqua da fonti contaminate, così come i loro parenti che hanno contattato da vicino i malati, viene spesso rilevato.

Inoltre, la trasmissione di Salmonella può avvenire attraverso prodotti contaminati. Particolarmente pericolosi sono i piatti che non sono stati sottoposti a trattamento termico. La diffusione dell'infezione spesso si verifica da persone che sono portatrici dell'infezione, che lavorano nel settore della ristorazione pubblica. Vi sono casi di trasmissione intrauterina di infezione da parte di donne portatrici di bambini. Questo tipo di trasmissione della salmonella è estremamente raro.

I sintomi della malattia

I segni clinici della malattia non compaiono immediatamente dopo l'infezione. L'aumento dei sintomi della malattia è dovuto al meccanismo di sviluppo di questa condizione patologica. La bocca per l'infezione è quasi sempre il cancello d'ingresso. La maggior parte dei batteri della salmonella che sono entrati nel corpo muoiono durante il passaggio dello stomaco. Una volta nell'intestino superiore, il batterio viene introdotto nelle sue cellule e quindi penetra nelle strutture del sistema linfatico.

Penetrando nei linfonodi, la salmonella inizia a moltiplicarsi rapidamente, il che porta alla comparsa di un processo infiammatorio locale. In questo periodo, non ci sono ancora sintomi gravi. In futuro, i batteri penetrano nella circolazione sistemica. Producono sostanze tossiche.

Inoltre, le sostanze nocive vengono escrete in grandi quantità quando i microrganismi patogeni muoiono. Ciò porta alla comparsa di sintomi caratteristici. Pertanto, le manifestazioni cliniche della malattia dipendono dallo stadio di abbandono del processo. La patogenesi della febbre tifoide comprende 4 fasi del processo.

Segni nella fase iniziale

Già in questa fase, una persona può essere pericolosa per gli altri, poiché il batterio inizia a essere rilasciato nell'ambiente. La fase iniziale di sviluppo può procedere da 1 settimana a diversi mesi. Le manifestazioni cliniche della malattia in questo momento sono spesso sfocate. I pazienti possono avere lamentele di debolezza generale.

Inoltre, durante questo periodo di sviluppo della malattia, possono verificarsi brividi, perdita di appetito e mal di testa. A poco a poco la temperatura corporea aumenta. Durante la settimana può salire a 40 ° C. A poco a poco, tutte le manifestazioni di intossicazione aumentano. I pazienti hanno feci alterate. La maggior parte dei pazienti ha una perdita di sonno e una debolezza generale.

Già nella fase iniziale dello sviluppo della patologia, possono apparire segni di inibizione. In circa il 30% dei pazienti, nella fase iniziale della patologia, i segni di bronchite, espressi da rantoli secchi, sono in aumento. La lingua è spesso presente in pazienti con fioritura bianca.

La maggior parte dei pazienti mostra segni di infiammazione e gonfiore delle tonsille e della laringe. Durante questo periodo, ci sono alcuni segni addominali di tifo. Aumenta la circonferenza addominale. Anche il paziente può sentire rumori nell'intestino. La palpazione rivela tenerezza nella milza e nel fegato.

Segni nel calore

Quando la malattia passa nella fase di altezza, cessa di avere un flusso ondulatorio, durante il quale sono stati osservati periodi "leggeri". Tutti i sintomi precedentemente presenti sono esacerbati. La temperatura dopo aver raggiunto il massimo persiste a lungo. Una grande quantità di tossine si accumula nel sangue, che influisce negativamente sul funzionamento del sistema nervoso centrale. Questo porta a insonnia, intenso mal di testa e inibizione generale.

In questo caso, il paziente sembra debole e stordito. Possibile perdita di coscienza e coma. Nel mezzo della fase di calore del tifo, appare un rash caratteristico, cioè esantema. Nella maggior parte dei casi, l'eruzione cutanea appare sullo stomaco, sulla schiena e sul torace. Ogni elemento dell'eruzione cutanea è presente sulla pelle per non più di 4 giorni. In questo momento, i segni di danni intestinali stanno aumentando.

Linfonodi gravemente infiammati. Nascono foci di lesioni ulcerative della mucosa intestinale e l'area della necrosi, cioè la morte dei tessuti. C'è un forte brontolio. La pelle dei piedi e dei palmi diventa giallognola. I pazienti hanno una diminuzione dell'escrezione giornaliera delle urine. Questo periodo della malattia può durare da 10 a 14 giorni.

Il periodo di perdita dei sintomi principali

Questo stadio di sviluppo della malattia nella maggior parte dei casi dura non più di 7 giorni. La temperatura diminuisce gradualmente. C'è una differenza nella gamma fino a 2,5 ° C la sera e al mattino. Gradualmente sonno normale. A causa della diminuzione del livello di tossine nel sangue, quindi, vi è una graduale attenuazione del dolore alla testa e all'addome. In futuro, la funzione renale viene gradualmente ripristinata e l'appetito migliora.

Periodo di recupero

Il periodo di recupero è il più lungo. Il recupero può richiedere circa 30-45 giorni. In questo momento, il paziente rimane in generale debolezza. Allo stesso tempo, questo periodo richiede un controllo speciale. Circa 3 settimane dopo la scomparsa dei sintomi, ci possono essere segni di una recidiva della malattia. L'attacco ripetuto della malattia si verifica in una forma meno pronunciata.

complicazioni

Lo sviluppo di una malattia infettiva è una pericolosa possibilità di insorgenza di gravi complicanze specifiche. Questa condizione patologica può essere accompagnata da un'intensa lesione infiammatoria delle membrane del cervello, dei tessuti epatici, dei reni, della milza e di altri organi. Ciò potrebbe causare un'interruzione irreversibile del lavoro o compromettere la funzionalità degli organi interessati. Contro la febbre tifoide spesso sorgono complicazioni come:

Una complicanza relativamente rara, ma estremamente grave di questa condizione patologica è il sanguinamento intra-addominale. Molto spesso questa complicanza si verifica alla terza settimana del decorso della malattia. Può essere sia locale che diffuso. Tale violazione si verifica a causa di una diminuzione della coagulazione del sangue e un aumento della permeabilità vascolare. Sullo sfondo di questa violazione può apparire uno stato di shock.

La peritonite perforata è una delle più pericolose complicazioni possibili della febbre tifoide. Questa violazione si verifica quando, a seguito del diradamento dei tessuti della parete intestinale sullo sfondo del processo infiammatorio, si verifica uno sfondamento e il contenuto entra nella cavità addominale. Una rottura può verificarsi durante qualsiasi movimento improvviso, un aumento di flatulenza e aumento della peristalsi. Spesso ci sono molte lacune nelle pareti intestinali. Molto spesso, questa complicanza si sviluppa durante la seconda settimana di febbre tifoide.

Un'altra complicazione estremamente pericolosa della malattia è lo shock tossico contagioso. Questo disturbo si verifica quando il numero di batteri vivi e morti che provocano le tossine diventa fondamentale. Questa violazione è accompagnata da un forte calo della pressione sanguigna, aumento della sudorazione, ecc.

Ci può essere una diminuzione dell'escrezione di urina. In assenza di misure di disintossicazione e terapia sintomatica diretta di questa patologia, una complicanza che si sviluppa sullo sfondo della febbre tifoide può causare un esito fatale. Il più delle volte si verificano complicazioni nei pazienti anziani, così come nelle persone con ridotta immunità.

diagnostica

Quando compaiono i primi segni della malattia, è necessario consultare un medico che possa redigere correttamente un piano per l'esame e l'identificazione di questa patologia. In primo luogo, lo specialista raccoglie l'anamnesi ed esegue un esame esterno del paziente. Nell'identificare la febbre tifoide, così come molte altre malattie infettive, la diagnosi microbiologica è di grande importanza. La microbiologia è estremamente indicativa di questa condizione patologica. L'analisi della febbre tifoide mostra la presenza di questa malattia nei primi giorni dopo l'infezione e l'intero periodo di conservazione della febbre.

Prima di tutto, quando si sospetta una malattia, viene eseguita la semina batteriologica. Per questo studio, dalla vena cubitale si raccolgono da 5 a 15 ml di sangue. Coltivazioni crescenti prodotte sulla cultura della bile. Inoltre, le feci e l'urina possono essere seminati. Spesso eseguita la reazione di PHA o Widal usando l'antigene del tifo. Gli studi sierologici sono indicativi, perché con questa patologia hanno un risultato positivo.

Per determinare lo stato del corpo è assegnato a condurre un'analisi generale e biochimica del sangue. Se si sospettano complicanze polmonari, viene eseguita una radiografia. Spesso, questa malattia è assegnata ad una ecografia o alla TAC degli organi addominali. Ulteriori studi possono essere avviati per identificare eventuali anomalie nel paziente.

Metodi di trattamento

Nel trattamento della febbre tifoide, il paziente deve attenersi a tutte le raccomandazioni cliniche del medico. Ciò ridurrà il rischio di complicazioni potenzialmente letali. Prima di tutto, al paziente viene prescritto un rigoroso riposo a letto. È particolarmente importante osservare l'intero periodo del picco dei sintomi. Inoltre, durante la terapia è importante osservare una dieta speciale per risparmiare.

I pazienti durante l'intero periodo acuto del decorso della malattia dovrebbero essere preferiti alle zuppe mucose e ai piatti facilmente digeribili sotto forma di terreno. È necessario escludere tutti i prodotti che possono causare processi di fermentazione. Assicurati di bere il più fluido possibile per accelerare l'eliminazione delle tossine dal corpo.

Il trattamento di questa malattia richiede l'uso di antibiotici. I farmaci raccomandati in questa condizione patologica includono la levomicetina succinato. Se questo farmaco non dà un effetto positivo, si può consigliare l'uso di farmaci correlati ai fluorochinoloni e alle ampicilline. Applicare antibiotici è necessario per un periodo di 10 a 14 giorni prima della normalizzazione della temperatura corporea. Con un aumentato rischio di complicanze, la durata della terapia antibiotica può essere estesa a 2 mesi.

Per ridurre la gravità delle manifestazioni di intossicazione, vengono spesso prescritte soluzioni colloidali. Inoltre, è possibile utilizzare una soluzione di glucosio e Ringer. I pazienti possono essere assegnati a preparati enzimatici che aiutano a migliorare i processi di digestione. Spesso, i complessi vitaminici sono prescritti per i pazienti per mantenere il corpo. I probiotici, i sorbenti e gli immunostimolanti sono spesso usati nel trattamento della febbre tifoide.

Inoltre, le medicine vengono selezionate per eliminare le manifestazioni sintomatiche della malattia. Non solo potenti farmaci antipiretici possono essere utilizzati per normalizzare la temperatura, ma anche metodi fisici, tra cui impacchi freddi, coperte rinfrescanti, ecc. In caso di malattia grave, vengono prescritti preparati ormonali. Quando compaiono segni di sanguinamento intestinale, vengono prescritti agenti emostatici.

Prognosi e prevenzione

Con la rilevazione tempestiva della febbre tifoide e l'inizio del trattamento, la patologia ha un esito favorevole. La prognosi di segni dello sviluppo di complicazioni peggiora. È possibile adottare misure per prevenire lo sviluppo della malattia. Il miglior metodo di prevenzione di questa condizione patologica è la vaccinazione. Nelle persone vaccinate, anche se infette, la malattia si manifesta con sintomi lievi. È particolarmente importante vaccinare le persone che stanno pianificando un viaggio in zone in cui la malattia è comune.

Per impedire la diffusione di Salmonella alle persone impegnate nella produzione di prodotti per la casa, tra cui latte, fiocchi di latte, uova, ecc., Per la loro successiva vendita è necessario consegnare regolarmente i prodotti al laboratorio per controllarne la qualità. I prodotti che sono stati prodotti nelle fattorie domestiche richiedono un attento trattamento termico.

Inoltre, per ridurre il rischio di infezione, è necessario far bollire bene l'acqua, se è stata raccolta da fonti che non hanno subito trattamenti chimici. È necessario abbandonare il bagno nei bacini dove l'acqua può essere contaminata da microflora patogena. Assicurarsi di prendere precauzioni quando si tratta di persone che soffrono di questa malattia.

Inoltre, per prevenire la diffusione dell'infezione richiede un monitoraggio speciale delle norme sanitarie delle strutture di ristorazione. Coloro che, nel loro lavoro, possono incontrare pazienti con febbre tifoide o possibili portatori di questa malattia infettiva, dovrebbero sottoporsi a regolari esami preventivi. Per ridurre il rischio di infezione e il decorso avverso della febbre tifoidea, si raccomanda di seguire uno stile di vita sano, incluso mangiare bene, rifiutare alcol e tabacco, esercitare regolarmente, ecc.