La bile è un componente importante della digestione.

Per molti anni, lottando senza successo con gastrite e ulcere?

"Sarai stupito di quanto sia facile curare la gastrite e le ulcere semplicemente assumendolo ogni giorno.

La bile è un segreto sintetizzato dal fegato. Questo fluido è molto necessario per il corretto processo di digestione. L'eccesso o la mancanza di bile provoca lo sviluppo di gravi patologie.

Breve storia della bile

Una delle funzioni principali del fegato è la produzione di bile. Il giorno questo organo sintetizza circa 1-1,5 litri.

Cos'è la bile?

La bile è la secrezione epatica prodotta dagli epatociti (cellule epatiche). È caratterizzato da un gusto amaro e un odore specifico.

Secondo la localizzazione, la bile è classificata:

  • epatico, viene dal fegato;
  • vescicale, si accumula nella cistifellea.

Durante il trasferimento, questo segreto cambia la sua composizione, così come l'acidità.

Che aspetto ha la bile?

Arrivando attraverso i dotti del fegato, la bile ha un colore trasparente con una sfumatura giallastra. Dopo aver colpito la cistifellea, il segreto si concentra e si addensa. Ottiene un colore scuro, diventa angoscia.

La funzione principale di questo fluido è quella di garantire la degradazione del cibo, oltre che aiutare l'intestino.

Cosa fa parte della bile?

La composizione di questo segreto consiste di anioni organici, muco, varie vitamine e colesterolo.

Oltre alla composizione della bile, si nota la presenza dei seguenti componenti:

  • grandi quantità di ioni sodio e potassio;
  • proteine;
  • metalli;
  • immunoglobuline;
  • amminoacidi;
  • bilirubina;
  • xenobiotici lipofili.

Tuttavia, i componenti più importanti sono gli acidi biliari:

  1. Primaria: chenodeoxycholic e cholic.
  2. Secondario: allocholico e litocholico, ursodesossicolico e desossicolico.

Molto spesso vengono aggiunti ai medicinali usati per curare certe malattie.

Qual è l'importante funzione degli acidi biliari?

Gli acidi biliari svolgono le seguenti funzioni:

  • prendere parte al processo di scissione dei grassi;
  • distruggere gli agenti patogeni;
  • regolare il metabolismo dei sali d'acqua;
  • creare un ambiente acido nello stomaco.

Questi elementi si formano durante l'elaborazione del colesterolo da parte del fegato, che fa parte della secrezione epatica.

Com'è il processo di formazione della bile?

La bile prodotta dalle cellule del fegato viene raccolta nei dotti. Quindi passa attraverso il dotto comune nella cistifellea. Quest'ultimo è considerato una sorta di repository in cui viene raccolto il segreto del fegato. Quando inizia la digestione e il cibo arriva, una certa quantità di secrezione passa nel duodeno.

La formazione della bile è un processo costante e continuo.

Tuttavia, è influenzato dai seguenti fattori:

  • acidità dei contenuti gastrici;
  • la durata del pasto nell'organo digestivo principale;
  • sintesi di ormoni da parte delle cellule endocrine.

Nel momento in cui la digestione è assente, la secrezione epatica passa nella cistifellea, dove il processo di escrezione biliare inizia dopo un certo tempo.

Le principali funzioni della bile

Il ruolo della bile nel processo di digestione è quello di garantire la fermentazione delle sostanze e il loro successivo assorbimento dall'intestino.

Funzioni di secrezione enzimatica:

  • neutralizzazione della pepsina, che è il segreto dello stomaco;
  • produzione di micelle;
  • partecipazione alla produzione di muco;
  • assistere nell'assorbimento dei grassi;
  • attivazione di processi digestivi;
  • stimolazione della produzione di ormoni ed enzimi intestinali necessari per la digestione delle proteine;
  • ridotto rischio di attaccamento di proteine ​​e batteri.

La cistifellea svolge le seguenti funzioni nel corpo umano:

  1. Partecipa attivamente ai processi metabolici.
  2. Fornisce la giusta quantità di secrezioni epatiche al duodeno.
  3. Produce fluido sinoviale. Quest'ultimo è necessario per le capsule delle articolazioni.

La violazione della concentrazione e della composizione della bile provoca lo sviluppo di varie patologie, ad esempio la formazione di pietre. Tutto ciò influenzerà negativamente il processo digestivo.

La composizione della sostanza è solitamente disturbata dall'assunzione eccessiva di grassi, con disturbi neuroendocrini, danni al fegato tossici e obesità, a causa di uno stile di vita inattivo. Gli stati sopra citati contribuiscono alla sintesi potenziata o ridotta della bile.

La secrezione eccessiva è più comune del suo deficit.

Con digestione compromessa, non vi è alcuna ripartizione dei grassi e non vengono assorbiti dall'intestino. Questa condizione colpisce il lavoro degli organi digestivi e del cuore.

Quali medici contattare?

Al primo segno di compromissione della secrezione epatica, fare riferimento a un epatologo o gastroenterologo. Questi esperti sono impegnati nello studio del segreto e nel trattamento delle patologie.

Per determinare la causa dello squilibrio, il medico prescrive un esame. Secondo i risultati, individua individualmente un regime di trattamento. Un punto importante nella normalizzazione dei processi digestivi è la dieta umana. Una dieta equilibrata aiuterà a sviluppare un nutrizionista.

In alcune situazioni, la terapia farmacologica non è sufficiente e il medico prescrive un intervento chirurgico. Durante il trattamento, il paziente deve essere sotto la stretta supervisione dei medici.

Patologie associate alla bile

Il trasporto del segreto è fornito dallo strato muscolare della cistifellea e dei dotti. La violazione della funzione contrattile del muscolo provoca lo sviluppo di discinesia. Questa condizione è caratterizzata da dolore sul lato destro sotto le costole. La natura delle sensazioni dolorose dipende principalmente dalla gravità del decorso della malattia. Questa condizione non è considerata pericolosa, tuttavia ha conseguenze negative. La mancanza di terapia può portare alla formazione di calcoli nei condotti e nella vescica stessa.

Le pietre sono in grado di formare senza segni visibili per un lungo periodo. Quando le pietre penetrano nei dotti, la nausea si verifica con vomito, dolori dolori alle cuciture. Le grandi pietre sono in grado di bloccare il condotto. In tali situazioni, si verifica il deflusso di bile e colecistite acuta. Questa pericolosa malattia senza un trattamento tempestivo può portare alla morte del paziente. L'infiammazione della colecisti può procedere senza sintomi pronunciati e, in assenza di terapia, può diventare cronica.

Diagnosi di malattie

Per determinare la concentrazione della bile e identificare le patologie del suo sviluppo, è prescritta la consegna degli esami di laboratorio e strumentali. È importante iniziare il trattamento in tempo per le complicazioni.

Per determinare il calcolo degli ultrasuoni prescritti. Questo metodo diagnostico consente di rilevare pietre, anche di dimensioni molto piccole, per valutare la condizione degli organi interni.

Inoltre, la diagnostica a ultrasuoni aiuta a determinare il volume di liquido accumulato durante l'infiammazione. Dopo la terapia, il medico prescrive una re-ecografia per valutare l'efficacia del trattamento.

Nei casi in cui non è possibile condurre una diagnosi ecografica, il medico prescrive la colecistocholangiografia.

Questo metodo è controindicato:

  1. Pazienti con intolleranza allo iodio.
  2. Con ittero derivante dalla deposizione di bilirubina.

Oltre ai metodi sopra descritti, vengono utilizzati i seguenti studi per identificare patologie della sintesi della bile:

  • radiografia a contrasto;
  • tomografia computerizzata;
  • colangiografia percutanea transepatica;
  • colangiopancreatografia retrograda endoscopica.

Il medico decide quali metodi diagnostici sono necessari per fare una diagnosi accurata individualmente.

Sulla base dei risultati, il medico determina il regime di trattamento.

La bile è una sostanza importante coinvolta nel processo digestivo. Con una compromissione della composizione delle patologie segrete, gravi possono essere formate nel funzionamento degli organi del tratto gastrointestinale, che richiedono cure urgenti.

Il ruolo della bile nella digestione e nel corpo umano

Qual è il ruolo della bile prodotta dal fegato, imparerai da questo articolo.

Cos'è la bile?

La bile è un segreto prodotto dall'attività degli epatociti. Si è formato costantemente. La bile può entrare negli organi digestivi e accumularsi nella cistifellea. Esistono 2 tipi di secrezioni: la bile epatica e della cistifellea.

Che ruolo gioca la bile nella digestione?

Il valore della bile nel processo di digestione può essere valutato dalle funzioni enzimatiche che svolge. Prima di tutto, è considerato il principale segreto digestivo. La bile prepara i grassi per la loro ulteriore digestione e assorbimento. Allora, qual è il ruolo della bile nel processo di digestione del grasso? Il segreto, mescolato con grassi dietetici, "processi" con enzimi pancreatici. Abbattono molecole troppo grandi in piccoli elementi, trasformando il grasso in emulsione. In questo stato, può essere assorbito dall'intestino e assorbito ulteriormente - nella linfa e nel sangue. La bile aiuta anche ad assorbire le vitamine liposolubili, il colesterolo, i sali di calcio e gli amminoacidi.

Ecco un altro ruolo nella digestione della bile - regolamentazione. Serve come stimolatore della secrezione biliare, della formazione della bile, della secrezione e dell'attività motoria dell'intestino tenue. Inoltre, stimola il processo di rinnovamento delle cellule della mucosa nell'intestino tenue.

Il segreto è in grado di neutralizzare l'effetto del succo gastrico, riducendo l'acidità non solo del contenuto dello stomaco, ma anche degli enzimi del succo gastrico. Questa è una funzione molto importante, perché l'eccessiva attività del succo gastrico acido senza inattivazione da parte della bile può danneggiare la mucosa intestinale, contribuire allo sviluppo di processi erosivi e infiammatori.

Oltre a tutto quanto sopra, la bile ha anche proprietà batteriostatiche. Inattivano tutti gli agenti patogeni che entrano nell'intestino con il cibo e impediscono lo sviluppo di processi infiammatori nel fegato, nell'intestino e nelle vie biliari.

Insieme a questo segreto, il lume dell'intestino riceve sostanze elaborate dal fegato, pronto per la rimozione dal corpo - farmaci, prodotti metabolici, tossine, ormoni e così via.

Possiamo concludere che la bile:

aiuta la digestione dei grassi e il loro assorbimento nell'intestino;

rimuove i prodotti di scarto dal sangue.

Speriamo che tu abbia imparato da questo articolo qual è il ruolo della bile nel corpo umano.

Qual è il ruolo della bile nella digestione e qual è la sua composizione?

La bile è un fluido che viene secreto dalle cellule del fegato, attraversa le vie escretrice della bile ed entra nel tratto digestivo. La bile è direttamente coinvolta in quasi tutti i processi di digestione. È costituito da bilirubina, fosfolipidi, immunoglobuline, metalli, xenobiotici, acidi biliari. Il ruolo della bile nella digestione è tutto diverso, ma la funzione principale è quella di facilitare la transizione del processo digestivo nell'intestino dallo stomaco.

Se la sua composizione è disturbata a causa di alcuni fattori interni o esterni, questo può causare lo sviluppo di varie patologie dell'apparato digerente e degli organi interni.

Funzioni principali

Il suo ruolo principale nel corpo umano è quello di eseguire funzioni enzimatiche. Questo fluido secreto dalle cellule epatiche è necessario per i seguenti processi:

  • Neutralizzazione della pepsina, che è contenuta nel succo gastrico.
  • Stimolazione della sintesi dell'ormone intestinale.
  • Promuovere la sintesi del muco.
  • Assistenza nella formazione di micelle.
  • Stimolazione del funzionamento di vari enzimi coinvolti nella digestione delle proteine.
  • Prevenire l'adesione di proteine ​​e microrganismi nocivi.
  • Aiuto nel processo di emulsificazione dei grassi.
  • Effetto antisettico sull'intestino.
  • Aiuto nella formazione delle feci.

Parlando delle principali funzioni della bile, per non parlare della cistifellea, che svolge anche un ruolo cruciale nel lavoro del sistema digestivo:

  • Fornisce il duodeno con il volume necessario di bile.
  • Assistenza nella realizzazione di processi metabolici.
  • La formazione di liquido sinoviale si trova nelle capsule articolari.

Parlando esattamente di che ruolo gioca la bile nella digestione, gli acidi biliari, che sono responsabili dell'emulsificazione dei grassi, prendono parte alla formazione delle micelle, hanno un effetto attivante sulla motilità dell'intestino tenue e stimolano la produzione di muco e ormoni gastrointestinali (secretina, colecistochinina).

Vale anche la pena notare che la bilirubina, il colesterolo e altre sostanze non possono essere filtrate dai reni, quindi vengono espulse dal corpo umano attraverso la bile. Il fluido bile attiva anche il kinazogen, traducendolo in una forma enteropeptidase. Enteropeptidase è responsabile per l'attivazione di tripsinogeno, formando tripsina da esso. In altre parole, la bile è attivamente coinvolta nel processo di attivazione degli enzimi che vengono utilizzati dall'organismo per digerire le sostanze proteiche.

Se, per determinate ragioni, la composizione di questo fluido viene disturbata, quindi con un alto grado di probabilità, si verificheranno cambiamenti patologici che influenzeranno negativamente la digestione e il funzionamento degli organi interni. Ad esempio, se le funzioni della bile nella digestione sono state violate, allora c'è la possibilità di formazione di calcoli nella cistifellea e nei suoi dotti.

La violazione della composizione può verificarsi per vari motivi. Il più delle volte ciò è dovuto ad assunzione eccessiva di grassi, stile di vita inattivo, avvelenamento del fegato con un gran numero di tossine, con disturbi neuroendocrini, con una grande quantità di peso in eccesso (obesità). In questo contesto, i disturbi disfunzionali nella cistifellea e nei suoi dotti, l'insufficienza di attività di questo organo, l'iperfunzione possono iniziare a svilupparsi.

La composizione della bile e la formazione della bile

Il fluido biliare ha una composizione piuttosto diversa. Contiene vitamine, proteine, aminoacidi, ma la sostanza principale è costituita dagli acidi biliari (la maggior parte dei quali sono acidi chenodesoxycholic e cholic). La composizione in una quantità relativamente piccola di acidi biliari secondari, che sono derivati ​​dell'acido cholanoico.

La presenza di ioni di potassio e sodio è anche nota nella composizione del liquido, quindi la bile ha una reazione alcalina abbastanza forte.

La raccolta del liquido biliare si verifica nei dotti epatici. Quindi, seguendo il dotto comune, la bile inizia a fluire nel duodeno e nella cistifellea, che svolge in una certa misura la funzione di un contenitore per l'accumulo di liquidi. Il liquido si accumula nella cistifellea, ma se necessario viene consumato per fornire la quantità necessaria di normale funzionamento del duodeno.

La formazione del fluido biliare è un processo continuo e continuo, che può essere influenzato da stimoli condizionati e incondizionati. Immediatamente dopo un pasto si osserva un aumento del livello di produzione. La durata del cibo mangiato nello stomaco, il grado di acidità dei contenuti e il livello di produzione di ormoni da parte delle cellule endocrine influenzano anche il processo di formazione della bile. Le cellule endocrine svolgono un ruolo estremamente importante nel processo di formazione della bile - stimolano questo processo e lo supportano.

Se in un particolare momento non si verificano processi digestivi nel corpo umano, la bile passa attraverso i dotti nella cistifellea. La capacità della cistifellea in un adulto è di circa 55-65 ml. Ma a causa del fatto che la bile ha la capacità di addensarsi, il corpo può accumulare la quantità di fluido prodotto dal fegato in circa 10-15 ore. Se durante questo periodo il liquido biliare non è richiesto, allora viene espulso dal corpo. La durata totale di questo processo è di circa 5-6 ore.

La composizione di bile può cambiare sotto l'influenza di vari fattori (di regola, patogeni). Cambiamenti nella composizione del liquido biliare possono benissimo portare alla comparsa di pietre, che sono trattenute nei dotti biliari. Inoltre, questo tipo di patologia ha un grave impatto sui processi di digestione, interrompendoli.

Squilibrata e inadatta per la digestione, la composizione della bile può essere prodotta dal fegato quando una persona mangia una quantità eccessiva di grasso animale, con vari disturbi di natura neuroendocrina e con lesioni infettive patologiche del fegato.

Funzioni della bile nel corpo umano

La funzione della bile nel corpo umano non può essere sottovalutata. Il pieno funzionamento di tutti gli organi dell'apparato digerente è impossibile senza la sua partecipazione. Anche piccole deviazioni dalla norma del processo di produzione, composizione, concentrazione o acidità, comportano cambiamenti nel corpo e nelle condizioni generali della persona.

Cos'è?

Bile è un liquido colloidale di media viscosità di colore giallo chiaro con una leggera sfumatura verdognola, che si trasforma in un colore marrone, con un odore forte e un sapore amaro. Lei, da un lato, è un segreto, cioè una sostanza prodotta dalla ghiandola e dall'altra - escreta - il prodotto finale secreto dall'organismo.

Prodotto da cellule epatocitarie nel fegato. In primo luogo, riempie i dotti biliari, dopo - la vescica e il duodeno. Durante il giorno, il fegato produce fino a 1500 ml di questa sostanza. La secrezione biliare è un processo continuo.

L'intero volume di secrezione secreta si accumula nella cistifellea. Agisce come un negozio che fornisce all'intestino la quantità necessaria di bile per digerire il cibo. L'escrezione biliare si verifica solo al momento dell'alimentazione e inizia in 5-12 minuti. dopo che è iniziato.

A seconda del luogo di localizzazione della bile, la funzione eseguita nel corpo umano, ci sono 2 tipi di esso - il fegato e la cistifellea. L'epatico è un segreto "giovane", la maggior parte dei quali cade dal fegato nel duodeno e il rimanente nella cistifellea.

Il fluido accumulato in questo organo si chiama frizzante. È maturo ed è caratterizzato da acidità, densità e colore.

Il corpo produce 10-13 ml di bile per 1 kg di peso umano. In un adulto, con un peso normale, si producono fino a 1300 ml di secrezione al giorno. Questo processo è continuo, la sua intensità oscilla per tutto il giorno.

Acidità della bile

L'acidità (pH) della bile dipende dal suo tipo. Pertanto, l'acidità della secrezione epatica è di 7.2-8.1, con una densità relativa di 1.007-1.015.

Questo indice nella bile cistica è più basso - 6.2-7.1 a una densità di 1.024-1.047. Questa differenza di pH è dovuta alla ridotta quantità di bicarbonati in essa contenuti.

Che ruolo fa

Le funzioni della bile nel corpo umano sono correlate al lavoro degli organi del sistema gastrointestinale. Il suo ruolo è nella fermentazione dei composti e il loro assorbimento nell'intestino durante la digestione.

È coinvolta nelle seguenti reazioni enzimatiche:

  • disperdere il grasso;
  • la formazione di ormoni nell'intestino;
  • la produzione di muco e micelle;
  • soppressione della pepsina;
  • attivazione di motilità e tono dell'intestino tenue;
  • prevenire l'adesione di proteine ​​ai batteri.

Affrontare le funzioni del corpo che svolge, va anche notato:

  1. Partecipazione ai processi metabolici.
  2. Effetto antisettico sull'intestino e disinfezione della massa fecale.
  3. È necessario per l'assorbimento di acidi grassi insolubili in acqua, aminoacidi e vitamine.
  4. La fornitura di bile intestinale.
  5. Partecipazione alla sintesi del liquido sinoviale.

Di conseguenza, proprio a causa di questo segreto, il processo di digestione, che ha avuto inizio nello stomaco, prosegue e termina con successo nell'intestino.

Composizione componente

In primo luogo tra i componenti in percentuale è l'acqua (circa il 96%). Al secondo posto - acidi: colico e chenodeossicolico. Ci sono anche altri ingredienti organici in esso, questi sono:

  • acidi: litochico, allochico, desossicolico;
  • vitamine: A, gruppo B e C;
  • pigmenti;
  • il colesterolo;
  • fosfolipidi;
  • immunoglobuline forme A e M;
  • bilirubina;
  • metalli;
  • xenobiotici;
  • lecitina.

La maggior parte dei componenti nominati si trova nella bile cistica. Nella bile dopo la sua permanenza nella vescica, ci sono impurità, sospensioni e muco, che sono necessari per la lavorazione del cibo.

La composizione della bile e il rapporto tra i suoi componenti cambiano con il consumo eccessivo di carboidrati e grassi, patologie neuroendocrine, obesità, stile di vita passivo.

Quali patologie sono associate alla produzione di bile

Prima che il segreto del fegato penetri nell'intestino, passa attraverso il dotto comune e per un po 'si accumula nella vescica per un ulteriore avanzamento. Le violazioni di questo processo semplificato avvengono in qualsiasi fase del movimento.

La consegna della bile fornisce uno strato di muscoli rivestiti di condotti e vescica. Se la loro funzionalità contrattile è debellata, non ci sono problemi con il movimento e il riempimento con la secrezione intestinale. Con disfunzioni muscolari o problemi con la mobilità della bile stessa, si sviluppa la discinesia. Sintomi - dolore fastidioso sul lato destro a livello delle costole, gonfiore e amarezza in bocca.

Ci sono un gruppo di malattie che si verificano quando ci sono problemi con l'escrezione biliare o la formazione di bile:

  1. La formazione di pietre (calcoli biliari). Appaiono con la bile litogenica e quando c'è una carenza dei suoi enzimi. Le caratteristiche litogeniche si manifestano in una dieta scorretta, nel consumo di grandi quantità di grassi, in processi metabolici ed endocrini compromessi, nel disturbo ipodinamico. Quando le pietre sviluppano la colecistite (infiammazione nella vescica), e c'è un blocco dei dotti.
  2. Steatorrea. Si sviluppa con una forte mancanza di bile o la sua completa assenza. Sullo sfondo della malattia, la conversione di grassi e proteine ​​si interrompe e vengono escreti nella forma originale con le feci.
  3. Gastrite da reflusso GERD. Gli stati sono caratterizzati nel ritorno che lancia nell'esofago o nella secrezione dello stomaco. Quando reflusso, lui, che colpisce lo strato superiore della membrana mucosa di questi organi, provoca la sua necrosi o cambiamenti necrotici. In GERD (malattia da reflusso gastroesofageo), la mucosa dell'esofago è interessata a causa di un aumento della sua acidità.

Quando ci sono problemi con la formazione della bile, tutto il corpo soffre, e specialmente gli organi adiacenti al fegato e alla cistifellea: milza, pancreas, intestino, cuore.

Quale medico contattare

In caso di primi sintomi di eccesso di offerta o mancanza di secrezione, è necessario un intervento medico immediato. La determinazione della qualità delle funzioni della cistifellea, lo studio della bile e l'eliminazione dei suoi disturbi, provocati da cambiamenti patologici, sono effettuati da un epatologo e da un gastroenterologo.

Quando la causa della malattia è una deviazione dal tasso di formazione della bile nel fegato molto prima che il fluido entri nel sistema digestivo, è necessaria la consultazione con un epatologo. Se vengono rilevati disturbi durante la digestione, lo stomaco, il tratto intestinale e l'intestino sono interessati, un gastroenterologo esegue la terapia.

Ma per far fronte ai processi patologici, anche un nutrizionista è coinvolto nel trattamento. Regola la dieta del paziente, dà consigli sul suo stile di vita.

Metodi diagnostici

Per determinare la composizione e la concentrazione della bile, determinare le violazioni della sua sintesi, gli esami sono condotti e vengono effettuati test di laboratorio. Ma prima di questo, il medico conduce un esame fisico del paziente, la palpazione del peritoneo, ne esamina la storia e le lamentele al momento del trattamento.

L'aspetto delle pietre è determinato dall'ecografia. Questo metodo diagnostico rileva le pietre il cui diametro non supera nemmeno 1 mm. L'ecografia, oltre alla cistifellea, esamina gli organi del peritoneo con la definizione della qualità delle loro funzioni.

Per l'ecografia ha dato il risultato corretto, è necessario prepararsi per questo. La preparazione per gli ultrasuoni inizia una settimana prima della data programmata.

Condizioni da rispettare:

  1. Non ci sono gas nell'intestino.
  2. L'ultimo pasto è entro e non oltre 6-8 ore prima dell'inizio del sondaggio.
  3. Per una settimana rinunciare all'alcol, limitare il consumo di alimenti grassi e alimenti che causano gas.
  4. 3 giorni prima dell'esame, prendere gli enzimi prescritti dal medico e preparazioni carminative.
  5. Alla vigilia svuoti le viscere o fai un clistere.

Quando per qualche motivo è impossibile fare un'ecografia (ecografia), viene eseguita la colecistocolangiografia per via endovenosa, orale o invasiva.

Ma questo metodo è controindicato in:

  • intolleranza individuale allo iodio e ai suoi composti;
  • ittero.

I metodi di esame del fegato, dei dotti e della cistifellea, quando si studiano la struttura e le funzioni degli organi, la qualità della formazione del colera, includono:

  • radiografia a contrasto;
  • colangiopancreatografia endoscopica retrograda;
  • esofagogastroduodenoscopia;
  • ecografia addominale;
  • CT (tomografia computerizzata);
  • test dell'idrogeno;
  • ecografia dinamica

Quali esami sono necessari, il medico determina individualmente per ciascun paziente. Decifrando i risultati dei sondaggi, consente ai medici di trattare la disfunzione della cistifellea e del fegato.

Valore della bile

Quando una quantità insufficiente di bile entra nell'intestino, si sviluppa l'ipocolia. Se lei non agisce affatto - alocholia. Con tali deviazioni di acido, vitamine insolubili, i grassi non vengono assorbiti dagli organi, da qui - tutte queste sostanze vengono espulse nella massa fecale, ei residui lipidici nell'intestino incollano il cibo e impediscono agli enzimi di dividerlo.

In questo caso, l'intestino si ostruisce, l'obesità, lo sviluppo regolare della costipazione, l'intossicazione generale è possibile e le vitamine non trasformate escono con le feci. L'organo interrompe anche la microflora, il meteorismo e il processo di putrefazione.

La carenza di bile provoca lo sviluppo di microbi. È possibile che questo organo sia infetto da virus e batteri patogeni.

Affinché la composizione componente del segreto fosse conforme alla norma, il fegato e la cistifellea funzionavano correttamente, le funzioni degli organi vicini non erano compromesse, le seguenti raccomandazioni dovrebbero essere seguite:

  1. Condurre uno stile di vita attivo
  2. Mangia giusto ed equilibrato. Nella dieta quotidiana dovrebbero essere frutta, cereali, verdure.

Quando una quantità sufficiente di bile viene prodotta nel corpo, tutti gli organi funzionano correttamente e correttamente. Una persona ha un'alta immunità, un normale processo metabolico, tutti i sistemi nella quantità richiesta ricevono vitamine importanti per loro.

Qual è il ruolo della bile nella digestione e qual è la sua composizione?

La bile è un fluido che viene secreto dalle cellule del fegato, attraversa le vie escretrice della bile ed entra nel tratto digestivo. La bile è direttamente coinvolta in quasi tutti i processi di digestione. È costituito da bilirubina, fosfolipidi, immunoglobuline, metalli, xenobiotici, acidi biliari. Il ruolo della bile nella digestione è tutto diverso, ma la funzione principale è quella di facilitare la transizione del processo digestivo nell'intestino dallo stomaco.

Se la sua composizione è disturbata a causa di alcuni fattori interni o esterni, questo può causare lo sviluppo di varie patologie dell'apparato digerente e degli organi interni.

Funzioni principali

Il suo ruolo principale nel corpo umano è quello di eseguire funzioni enzimatiche. Questo fluido secreto dalle cellule epatiche è necessario per i seguenti processi:

  • Neutralizzazione della pepsina, che è contenuta nel succo gastrico.
  • Stimolazione della sintesi dell'ormone intestinale.
  • Promuovere la sintesi del muco.
  • Assistenza nella formazione di micelle.
  • Stimolazione del funzionamento di vari enzimi coinvolti nella digestione delle proteine.
  • Prevenire l'adesione di proteine ​​e microrganismi nocivi.
  • Aiuto nel processo di emulsificazione dei grassi.
  • Effetto antisettico sull'intestino.
  • Aiuto nella formazione delle feci.

Parlando delle principali funzioni della bile, per non parlare della cistifellea, che svolge anche un ruolo cruciale nel lavoro del sistema digestivo:

  • Fornisce il duodeno con il volume necessario di bile.
  • Assistenza nella realizzazione di processi metabolici.
  • La formazione di liquido sinoviale si trova nelle capsule articolari.

Parlando esattamente di che ruolo gioca la bile nella digestione, gli acidi biliari, che sono responsabili dell'emulsificazione dei grassi, prendono parte alla formazione delle micelle, hanno un effetto attivante sulla motilità dell'intestino tenue e stimolano la produzione di muco e ormoni gastrointestinali (secretina, colecistochinina).

Vale anche la pena notare che la bilirubina, il colesterolo e altre sostanze non possono essere filtrate dai reni, quindi vengono espulse dal corpo umano attraverso la bile. Il fluido bile attiva anche il kinazogen, traducendolo in una forma enteropeptidase. Enteropeptidase è responsabile per l'attivazione di tripsinogeno, formando tripsina da esso. In altre parole, la bile è attivamente coinvolta nel processo di attivazione degli enzimi che vengono utilizzati dall'organismo per digerire le sostanze proteiche.

Se, per determinate ragioni, la composizione di questo fluido viene disturbata, quindi con un alto grado di probabilità, si verificheranno cambiamenti patologici che influenzeranno negativamente la digestione e il funzionamento degli organi interni. Ad esempio, se le funzioni della bile nella digestione sono state violate, allora c'è la possibilità di formazione di calcoli nella cistifellea e nei suoi dotti.

La violazione della composizione può verificarsi per vari motivi. Il più delle volte ciò è dovuto ad assunzione eccessiva di grassi, stile di vita inattivo, avvelenamento del fegato con un gran numero di tossine, con disturbi neuroendocrini, con una grande quantità di peso in eccesso (obesità). In questo contesto, i disturbi disfunzionali nella cistifellea e nei suoi dotti, l'insufficienza di attività di questo organo, l'iperfunzione possono iniziare a svilupparsi.

La composizione della bile e la formazione della bile

Il fluido biliare ha una composizione piuttosto diversa. Contiene vitamine, proteine, aminoacidi, ma la sostanza principale è costituita dagli acidi biliari (la maggior parte dei quali sono acidi chenodesoxycholic e cholic). La composizione in una quantità relativamente piccola di acidi biliari secondari, che sono derivati ​​dell'acido cholanoico.

La presenza di ioni di potassio e sodio è anche nota nella composizione del liquido, quindi la bile ha una reazione alcalina abbastanza forte.

La raccolta del liquido biliare si verifica nei dotti epatici. Quindi, seguendo il dotto comune, la bile inizia a fluire nel duodeno e nella cistifellea, che svolge in una certa misura la funzione di un contenitore per l'accumulo di liquidi. Il liquido si accumula nella cistifellea, ma se necessario viene consumato per fornire la quantità necessaria di normale funzionamento del duodeno.

La formazione del fluido biliare è un processo continuo e continuo, che può essere influenzato da stimoli condizionati e incondizionati. Immediatamente dopo un pasto si osserva un aumento del livello di produzione. La durata del cibo mangiato nello stomaco, il grado di acidità dei contenuti e il livello di produzione di ormoni da parte delle cellule endocrine influenzano anche il processo di formazione della bile. Le cellule endocrine svolgono un ruolo estremamente importante nel processo di formazione della bile - stimolano questo processo e lo supportano.

Se in un particolare momento non si verificano processi digestivi nel corpo umano, la bile passa attraverso i dotti nella cistifellea. La capacità della cistifellea in un adulto è di circa 55-65 ml. Ma a causa del fatto che la bile ha la capacità di addensarsi, il corpo può accumulare la quantità di fluido prodotto dal fegato in circa 10-15 ore. Se durante questo periodo il liquido biliare non è richiesto, allora viene espulso dal corpo. La durata totale di questo processo è di circa 5-6 ore.

La composizione di bile può cambiare sotto l'influenza di vari fattori (di regola, patogeni). Cambiamenti nella composizione del liquido biliare possono benissimo portare alla comparsa di pietre, che sono trattenute nei dotti biliari. Inoltre, questo tipo di patologia ha un grave impatto sui processi di digestione, interrompendoli.

Squilibrata e inadatta per la digestione, la composizione della bile può essere prodotta dal fegato quando una persona mangia una quantità eccessiva di grasso animale, con vari disturbi di natura neuroendocrina e con lesioni infettive patologiche del fegato.

Che ruolo gioca la bile nella digestione?

26 giugno. Nuove opzioni per il precedente esame di matematica: qui.

5 giugno Le nostre app mobili possono funzionare offline.
Android iOS

- Insegnante Dumbadze V. A.
dalla scuola 162 del distretto Kirovsky di San Pietroburgo.

Il nostro gruppo VKontakte
Applicazioni mobili:

Scegli tre risposte corrette da sei e annota nella tabella i numeri sotto i quali sono indicate.

Quali funzioni nel corpo umano compie la bile?

1) disinfetta le sostanze tossiche

2) attiva gli enzimi del succo pancreatico

3) schiaccia i grassi in piccole gocce, aumentando l'area di contatto con gli enzimi

4) contiene enzimi che abbattono grassi, carboidrati e proteine

5) stimola la peristalsi intestinale

6) fornisce assorbimento d'acqua

2) attiva gli enzimi del succo pancreatico

3) schiaccia i grassi in piccole gocce, aumentando l'area di contatto con gli enzimi

5) stimola la peristalsi intestinale

La bile è un liquido giallo, brunastro o verde con un pronunciato sapore amaro e un odore caratteristico. È secreto dalle cellule del fegato, si accumula nella cavità della cistifellea. Il processo di secrezione è effettuato da epatociti, che sono le cellule del fegato.

- Insieme al succo gastrico, la bile neutralizza l'acido chimo (nodulo di cibo) proveniente dallo stomaco. Nel processo di neutralizzazione, avviene una reazione tra carbonati e HCl con il rilascio di anidride carbonica. Di conseguenza, il chimo è allentato, il che facilita il processo di digestione.

- I grassi emulsionano, mentre li dividono in piccole particelle. La bile è coinvolta nella digestione dei grassi. A causa dell'azione degli acidi biliari in combinazione con acidi grassi e monoacilgliceroli, si verifica l'emulsificazione dei grassi (miscelazione con acqua), dopo di che possono essere influenzati dalla lipasi.

- La bile può ridurre la tensione superficiale, impedendo il drenaggio delle gocce di grasso.

- Il segreto influisce sulla formazione di singole particelle (micelle), adattate per l'assorbimento.

- Una delle funzioni della bile è l'assorbimento delle vitamine liposolubili (A, D, K, E).

- Gli enzimi che compongono la secrezione attivano la peristalsi intestinale.

- La bile ferma gli effetti del succo gastrico nell'intestino tenue, inattivando la pepsina.

- Normalizza la microflora intestinale, fornendo effetti battericidi e batteriostatici. Avverte i processi putrefattivi.

- Assume funzione escretoria per le sostanze che non sono in grado di filtrare rene (colesterolo, bilirubina, glutatione, steroidi, metalli, alcuni farmaci) ekskretiruya loro escreto con le feci. Allo stesso tempo, il colesterolo viene escreto dal corpo solo con la bile. Al giorno può escrezione 1-2 g.

Un'altra funzione importante è la presenza di globuli rossi distrutti.

Funzioni del fegato e sua partecipazione alla digestione

Funzioni del fegato e sua partecipazione al corpo umano

Assegni le funzioni non digestive e digestive del fegato.

Funzioni non digerenti:

  • sintesi di fibrinogeno, albumina, immunoglobuline e altre proteine ​​del sangue;
  • sintesi e deposizione del glicogeno;
  • la formazione di lipoproteine ​​per il trasporto di grasso;
  • deposizione di vitamine e microelementi;
  • disintossicazione di prodotti metabolici, farmaci e altre sostanze;
  • metabolismo ormonale: la sintesi di somagomedina, trombopoietina, 25 (OH) D3 et al;
  • distruzione di ormoni tiroidei contenenti iodio, aldosterone, ecc.;
  • deposizione di sangue;
  • lo scambio di pigmenti (bilirubina - un prodotto della degradazione dell'emoglobina nella distruzione dei globuli rossi).

Le funzioni digestive del fegato sono fornite dalla bile, che si forma nel fegato.

Il ruolo del fegato nella digestione:

  • Disintossicazione (scissione di composti fisiologicamente attivi, produzione di acido urico, urea da composti più tossici), fagocitosi delle cellule di Kupffer
  • Regolazione del metabolismo dei carboidrati (conversione del glucosio in glicogeno, glicogenogenesi)
  • Regolazione del metabolismo lipidico (sintesi di trigliceridi e colesterolo, escrezione di colesterolo in bile, formazione di corpi chetonici da acidi grassi)
  • Sintesi proteica (albumina, proteine ​​di trasporto del plasma, fibrinogeno, protrombina, ecc.)
  • Formazione di bile

Educazione, composizione e funzione della bile

La bile è una secrezione fluida prodotta dalle cellule del sistema epatobiliare. Contiene acqua, acidi biliari, pigmenti biliari, colesterolo, sali inorganici, nonché enzimi (fosfatasi), ormoni (tiroxina). La bile contiene anche alcuni prodotti metabolici, veleni, sostanze medicinali che sono entrate nel corpo, ecc. Il volume della sua secrezione giornaliera è di 0,5-1,8 litri.

La formazione della bile si verifica continuamente. Le sostanze nella sua composizione provengono dal sangue mediante trasporto attivo e passivo (acqua, colesterolo, fosfolipidi, elettroliti, bilirubina), sono sintetizzate e secrete dagli epatociti (acidi biliari). L'acqua e una serie di altre sostanze entrano nella bile attraverso meccanismi di riassorbimento dai capillari biliari, dai dotti e dalla vescica.

Le principali funzioni della bile:

  • Emulsionante grasso
  • Attivazione degli enzimi lipolitici
  • Dissoluzione dei prodotti di idrolisi del grasso
  • Assorbimento di prodotti di lipolisi e vitamine liposolubili
  • Stimolazione del motore e funzione secretoria dell'intestino tenue
  • Regolazione della secrezione pancreatica
  • Neutralizzazione del chimo acido, inattivazione della pepsina
  • Funzione protettiva
  • Creare condizioni ottimali per il fissaggio degli enzimi sugli enterociti
  • Stimolazione della proliferazione degli enterociti
  • Normalizzazione della flora intestinale (inibisce i processi putrefattivi)
  • Escrezione (bilirubina, porfirina, colesterolo, xenobiotici)
  • Garantire l'immunità (secrezione di immunoglobulina A)

La bile è un liquido dorato, un plasma ematico isotonico, con un pH di 7,3-8,0. I suoi componenti principali sono acqua, acidi biliari (coleolico, chenodeossicolico), pigmenti biliari (bilirubina, biliverdina), colesterolo, fosfolipidi (lecitina), elettroliti (Na +, K +, Ca 2+, CI-, HCO3-), acidi grassi, vitamine (A, B, C) e in piccole quantità altre sostanze.

Tabella. I componenti principali della bile

indicatori

caratteristica

Peso specifico, g / ml

1.026-1.048 (1.008-1.015 epatica)

6.0-7.0 (7.3-8.0 epatico)

92.0 (97.5 epatico)

NSO3 -, Ca 2+, Mg 2+, Zn 2+, CI -

0,5-1,8 l di bile si formano al giorno. Al di fuori dell'assunzione di cibo, la bile entra nella colecisti perché lo sfintere di Oddi è chiuso. Nella cistifellea, riassorbimento attivo di acqua, ioni di Na +, CI-, HCO3-. La concentrazione di componenti organici aumenta in modo significativo, mentre il pH scende a 6,5. Di conseguenza, la cistifellea con un volume di 50-80 ml contiene la bile, che si forma entro 12 ore. A questo proposito, si distinguono la bile epatica e biliare.

Tabella. Caratteristiche comparative della bile nel fegato e nella cistifellea

indicatore

fegato

cistifellea

Osmolarità. mol / kg N2O

Sali biliari, mmol / l

Funzioni biliari

Le principali funzioni della bile sono:

  • emulsificazione di grassi idrofobici di triacilgliceroli alimentari con formazione di particelle micellari. Ciò aumenta notevolmente la superficie dei grassi, la loro disponibilità per l'interazione con la lipasi pancreatica, che aumenta drasticamente l'efficienza dell'idrolisi dei legami esteri;
  • la formazione di micelle costituite da acidi biliari, i prodotti dell'idrolisi dei grassi (monogliceridi e acidi grassi), il colesterolo, che facilitano l'assorbimento dei grassi e le vitamine liposolubili nell'intestino;
  • escrezione di colesterolo, da cui si formano gli acidi biliari, e suoi derivati ​​nella composizione di bile, pigmenti biliari, altre sostanze tossiche che non possono essere eliminate dai reni;
  • partecipare insieme al succo pancreatico bicarbonato nell'abbassare l'acidità del chimo, proveniente dallo stomaco nel duodeno, e garantire il pH ottimale per l'azione degli enzimi del succo pancreatico e del succo intestinale.

La bile promuove la fissazione degli enzimi sulla superficie degli enterociti e migliora così la digestione della membrana. Migliora le funzioni secretorie e motorie dell'intestino, ha un effetto batteriostatico, impedendo in tal modo lo sviluppo di processi putrefattivi nell'intestino crasso.

Gli acidi biliari primari (colico, chenodeossicolico) sintetizzati nelle epatoniti sono inclusi nel ciclo della circolazione epato-intestinale. Come parte della bile, entrano nell'ileo, vengono assorbiti nel flusso sanguigno e ritornano attraverso la vena porta al fegato, dove sono di nuovo inclusi nella composizione della bile. Fino al 20% degli acidi biliari primari sotto l'azione di batteri intestinali anaerobici si trasformano in secondari (desossicolici e litocholici) ed escreti dal corpo attraverso il tratto gastrointestinale. La sintesi del colesterolo di nuovi acidi biliari anziché escreta porta ad una diminuzione del suo contenuto nel sangue.

Regolazione della formazione della bile e dell'escrezione biliare

Il processo di formazione della bile nel fegato (coleresi) si verifica costantemente. Quando mangia la bile entra nei dotti biliari nel dotto epatico, da dove passa attraverso il dotto biliare comune nel duodeno. Nel periodo inter-digestivo, entra nella cistifellea attraverso il dotto cistico, dove viene immagazzinato fino al pasto successivo (Figura 1). La bile gastrica, a differenza della bile epatica, è più concentrata e ha una reazione debolmente acida a causa del riassorbimento di ioni di acqua e bicarbonato da parte dell'epitelio della parete della cistifellea dell'epitelio.

Continuando a scorrere nel fegato, il colera può cambiare la sua intensità sotto l'influenza di fattori nervosi e umorali. L'eccitazione dei nervi vaghi stimola la coleresi e l'eccitazione dei nervi simpatici inibisce questo processo. Quando si mangia il riflesso della formazione della bile aumenta dopo 3-12 minuti. L'intensità della formazione della bile dipende dalla dieta. Forti stimolanti di colerasi - coleretici - sono tuorli d'uovo, carne, pane, latte. Tali sostanze umorali come gli acidi biliari, la secretina, in misura minore - la gastrina, il glucagone attivano la formazione della bile.

Fig. 1. Schema della struttura delle vie biliari

L'escrezione biliare (colecinesi) viene eseguita periodicamente ed è associata all'assunzione di cibo. L'entrata della bile nel duodeno si verifica quando lo sfintere di Oddi è rilassato e allo stesso tempo i muscoli della colecisti e dei dotti biliari si contraggono, il che aumenta la pressione nel tratto biliare. La secrezione della bile inizia da 7 a 10 minuti dopo un pasto e dura dalle 7 alle 10 ore.L'eccitazione dei nervi vaghi stimola la cecinesia nelle fasi iniziali della digestione. Quando il cibo entra nel duodeno, l'ormone colecistochinina, che viene prodotto nella membrana mucosa del duodeno sotto l'influenza dei prodotti di idrolisi dei grassi, svolge il ruolo più importante nell'attivazione del processo biliare. È stato dimostrato che le contrazioni attive della cistifellea iniziano 2 minuti dopo l'arrivo degli alimenti grassi nel duodeno e dopo 15-90 minuti la colecisti viene completamente svuotata. La maggiore quantità di bile viene escreta consumando tuorli, latte, carne.

Fig. Regolazione della formazione della bile

Fig. Regolazione dell'escrezione biliare

Il flusso della bile nel duodeno di solito avviene in modo sincrono con il rilascio di succo pancreatico a causa del fatto che i dotti biliari e pancreatici comuni hanno uno sfintere comune - lo sfintere di Oddi (Figura 11.3).

Il metodo principale per studiare la composizione e le proprietà della bile è l'intubazione duodenale, che viene effettuata a stomaco vuoto. La prima parte del contenuto duodenale (porzione A) ha un colore giallo dorato, una consistenza viscosa, leggermente opalescente. Questa porzione è una miscela di bile dal dotto biliare comune, succhi pancreatici e intestinali e non ha valore diagnostico. Viene raccolto entro 10-20 minuti. Quindi, uno stimolatore della contrazione della cistifellea (soluzione di solfato di magnesio al 25%, soluzioni di glucosio, sorbitolo, xilitolo, olio vegetale, tuorlo d'uovo) o l'ormone colecistochinina viene iniettato attraverso la sonda. Presto inizia lo svuotamento della cistifellea, che porta alla secrezione di una densa bile scura, di colore giallo-bruno o oliva (porzione B). La porzione B è 30-60 ml ed entra nel duodeno entro 20-30 minuti. Dopo che una porzione B fuoriesce, una bile giallo-dorata viene rilasciata dalla sonda - una porzione C che esce dai dotti biliari epatici.

Funzioni digestive e non digestive del fegato

Le funzioni del fegato sono le seguenti.

La funzione digestiva è quella di sviluppare i componenti principali della bile, che contiene sostanze necessarie per la digestione. Oltre alla formazione della bile, il fegato svolge molte altre importanti funzioni per il corpo.

La funzione escretoria del fegato è associata all'escrezione biliare. La bilirubina dei pigmenti biliari e il colesterolo in eccesso sono escreti nella composizione della bile dal corpo.

Il fegato svolge un ruolo di primo piano nel metabolismo dei carboidrati, delle proteine ​​e dei lipidi. La partecipazione al metabolismo dei carboidrati è associata alla funzione glucostatica del fegato (mantenendo un livello normale di glucosio nel sangue). Nel fegato, il glicogeno viene sintetizzato dal glucosio con un aumento della sua concentrazione nel sangue. D'altra parte, con una diminuzione del glucosio nel sangue nel fegato, vengono effettuate reazioni volte a rilasciare glucosio nel sangue (decomposizione del glicogeno o glicogenolisi) e la sintesi del glucosio da residui di aminoacidi (gluconeogenesi).

La partecipazione del fegato al metabolismo proteico è associata alla scissione di aminoacidi, alla sintesi di proteine ​​del sangue (albumina, globuline, fibrinogeno), fattori di coagulazione e sistemi ematici anticoagulanti.

La partecipazione del fegato al metabolismo lipidico è associata alla formazione e alla decomposizione delle lipoproteine ​​e dei loro componenti (colesterolo, fosfolipidi).

Il fegato svolge la funzione di deposito. È un deposito per glicogeno, fosfolipidi, alcune vitamine (A, D, K, PP), ferro e altri oligoelementi. Una quantità significativa di sangue si deposita anche nel fegato.

Nel fegato, l'inattivazione di molti ormoni e sostanze biologicamente attive si verifica: steroidi (glucocorticoidi e ormoni sessuali), insulina, glucagone, catecolamine, serotonina, istamina.

Il fegato svolge anche una funzione disintossicante o disintossicante, vale a dire partecipa alla distruzione di vari prodotti del metabolismo e di sostanze estranee che entrano nel corpo. La neutralizzazione di sostanze tossiche viene effettuata negli epatociti usando enzimi microsomiali e di solito avviene in due fasi. In primo luogo, la sostanza subisce ossidazione, riduzione o idrolisi e quindi il metabolita si lega all'acido glucuronico o solforico, alla glicina e alla glutammina. Come risultato di tali trasformazioni chimiche, la sostanza idrofoba diventa idrofila ed è espulsa dal corpo come parte delle urine e delle secrezioni delle ghiandole del tubo digerente. Il principale rappresentante degli enzimi degli epatociti microsomiali è il citocromo P450, che catalizza l'idrossilazione di sostanze tossiche. Nella neutralizzazione delle endotossine batteriche un ruolo importante appartiene alle cellule di Kupffer del fegato.

Una parte integrante della funzione di disintossicazione del fegato è la neutralizzazione delle sostanze tossiche assorbite nell'intestino. Questo ruolo del fegato è spesso chiamato barriera. I veleni formati nell'intestino (indolo, skatole, cresol) vengono assorbiti nel sangue che, prima di entrare nel flusso sanguigno generale (vena cava inferiore), entra nella vena porta del fegato. Nel fegato, le sostanze tossiche vengono catturate e neutralizzate. Il significato per l'organo di detossificazione dei veleni formati nell'intestino può essere giudicato dai risultati di un esperimento chiamato fistola Ekka-Pavlov: la vena porta è stata separata dal fegato e suturata alla vena cava inferiore. L'animale in queste condizioni in 2-3 giorni è morto a causa di intossicazioni da veleni formati nell'intestino.

Bile e il suo ruolo nella digestione intestinale

La bile è un prodotto dell'attività delle cellule del fegato - epatociti.

Tabella. Formazione di bile

cellule

percentuale di

funzioni

Secrezione biliare (filtrazione trans e intercellulare)

Cellule epiteliali dei dotti biliari

Riassorbimento di elettroliti, secrezione di HCO3 -, H2O

Durante il giorno, secreto 0,5-1,5 litri di bile. È un liquido giallo-verdastro leggermente alcalino. La composizione della bile include acqua, sostanze inorganiche (Na +, K +, Ca 2+, CI -, HCO3 - ), un numero di sostanze organiche che ne determinano l'originalità qualitativa. Questi sono acidi biliari sintetizzati dal fegato da colesterolo (colico e chenodeossicolico), bilirubina, un pigmento biliare, che si forma durante la distruzione dell'emoglobina dell'eritrocito, del colesterolo, della lecitina fosfolipidica, degli acidi grassi. La bile è sia un segreto che un escremento, poiché contiene sostanze intese per l'escrezione dal corpo (colesterolo, bilirubina).

Le principali funzioni della bile sono le seguenti.

  • Neutralizza l'acido chimo che entra nel duodeno dallo stomaco, che garantisce la sostituzione della digestione gastrica con l'intestino.
  • Crea un pH ottimale per gli enzimi pancreatici e il succo intestinale.
  • Attiva la lipasi pancreatica.
  • Emulsiona i grassi, che facilita la loro scissione dalla lipasi pancreatica.
  • Promuove l'assorbimento dei prodotti di idrolisi dei grassi.
  • Stimola la motilità intestinale.
  • Ha un'azione batteriostatica.
  • Esegue la funzione escretoria.

Un'importante funzione della bile - la capacità di emulsionare i grassi - è associata alla presenza di acidi biliari in esso. Gli acidi biliari nella loro struttura sono parti idrofobiche (nucleo steroideo) e idrofiliche (catena laterale con gruppo COOH) e sono composti anfoteri. In soluzione acquosa, si trovano intorno alle goccioline di grasso, riducono la loro tensione superficiale e si trasformano in pellicole grasse sottili, quasi monomolecolari, vale a dire emulsionare i grassi. L'emulsionamento aumenta la superficie della goccia di grasso e facilita la scomposizione del grasso da parte della lipasi del succo pancreatico.

L'idrolisi dei grassi nel lume del duodeno e il trasporto di prodotti di idrolisi alle cellule della piccola mucosa intestinale viene effettuata in strutture speciali - micelle, formate con la partecipazione di acidi biliari. Di solito una micella ha una forma sferica. Il suo nucleo è formato da fosfolipidi idrofobi, colesterolo, trigliceridi, prodotti di idrolisi dei grassi, e il guscio è costituito da acidi biliari, che sono orientati in modo tale che le loro parti idrofile sono in contatto con la soluzione acquosa, e quelle idrofobiche sono dirette all'interno della micella. Grazie alle micelle, è facilitato l'assorbimento di ns dei soli prodotti dell'idrolisi dei grassi e delle vitamine liposolubili A, D, E, K.

La maggior parte degli acidi biliari (80-90%) che entrano nel lume intestinale con la bile nell'ileo subiscono l'aspirazione posteriore nel sangue della vena porta, ritornano nel fegato ed entrano nella composizione di nuove porzioni biliari. Durante il giorno, tale ricircolazione enteroepatica degli acidi biliari di solito avviene 6-10 volte. Una piccola quantità di acidi biliari (0,2-0,6 g / die) viene eliminata dal corpo con le feci. Nel fegato, i nuovi acidi biliari vengono sintetizzati dal colesterolo anziché escreti. Più acidi biliari vengono riassorbiti nell'intestino, meno nuovi acidi biliari si formano nel fegato. Allo stesso tempo, un aumento dell'escrezione degli acidi biliari stimola la loro sintesi da parte degli epatociti. Questo è il motivo per cui la ricezione di alimenti vegetali a fibra grossolana contenenti fibre, che lega gli acidi biliari e impedisce loro di essere riassorbiti, porta ad un aumento della sintesi degli acidi biliari da parte del fegato ed è accompagnata da una diminuzione dei livelli di colesterolo nel sangue.