Sangue nelle feci con dysbacteriosis negli adulti

Le feci contenenti sangue sono un sintomo grave che può indicare un'ampia varietà di disturbi dell'apparato digerente. Questo sintomo indica anche lo sviluppo del processo patologico non solo nell'intestino o nello stomaco, ma anche nello strato mucoso e sottomucoso degli organi digestivi, nell'esofago o nella parete muscolare della bocca.

Se il paziente ha notato uno sgabello con sangue nel suo corpo, questo indica una violazione del lavoro e danni al tratto gastrointestinale a livello intestinale. Il sangue nascosto nelle feci appare quando il danno al tratto digestivo, situato sopra. Per la diagnosi, viene eseguita una speciale analisi di laboratorio delle feci per la presenza di sangue nascosto, poiché è impossibile notarlo a occhio nudo.

A seconda del colore del sangue, è possibile determinare quale organo digestivo è stato influenzato dal processo patologico.

Perché il sangue è visibile nelle feci?

Se il paziente ha notato del sangue nelle sue feci, dovrebbe immediatamente sottoporsi a un esame medico per escludere gravi malattie.

Ragadi anali

Il sangue luminoso nelle feci di un adulto appare in presenza di ragadi anali. Compaiono con stipsi persistente e tensione intensa durante i movimenti intestinali. Causano dolore e disagio durante i movimenti intestinali. Il sangue viene rilasciato un po 'e può apparire per diversi giorni. È possibile diagnosticare una ragade anale controllando l'ano e la palpazione del retto. Per il trattamento, utilizzare droghe e dieta, che aiuta a stabilire una normale feci, così come Anuzol prescritto e l'uso esterno di olio di olivello spinoso per sette giorni (vedere lassativi per costipazione).

emorroidi

Il sangue nelle feci è anche un segno distintivo delle emorroidi. Allo stesso tempo ha un colore più scuro e diverse volte al mese. Oltre al sangue, il paziente lamenta bruciore, prurito, dolore e una sensazione di pienezza nell'ano. Le emorroidi sono vene varicose del retto e si sviluppano a causa del fatto che le vene di questa sezione non hanno valvole, e con una maggiore pressione all'interno della regione addominale iniziano ad allungarsi, a danneggiarsi e portare a sanguinamento.

Per la diagnostica, il retto viene esaminato da un rettoscopio per il rilevamento di emorroidi interne (vedi emorroidi interne: sintomi, trattamento), e i nodi esterni possono anche essere visti durante un esame di routine dell'ano (vedi emorroidi esterne: sintomi, trattamento).

Le emorroidi sono trattate in vari modi, a seconda della fase di abbandono del processo patologico. Nella fase iniziale viene utilizzato un trattamento conservativo (vengono prescritte pillole venotoniche (Detralex) e farmaci venosclerosi, che aiutano a escludere le vene danneggiate dal sangue). In parallelo, utilizzare anestetici locali, antinfiammatori e lassativi. L'intervento chirurgico è necessario se il paziente ha avuto un sanguinamento prolungato dall'ano o le emorroidi sono in uno stadio avanzato.

La malattia di Crohn

La malattia di Crohn è una malattia grave che può essere ereditata. Può iniziare in qualsiasi parte dell'intestino e si basa sull'infiammazione immunitaria dell'apparato digerente (ad esempio, inizia dopo il morbillo, lo stress grave, le allergie gravi o il fumo cronico). Molto spesso, la malattia di Crohn colpisce il colon piccolo e trasversale.

La malattia è accompagnata da una feci liquide con muco, sangue e pus, il paziente lamenta forti dolori, febbre ed eruzioni cutanee. In alcuni casi, dolore alle articolazioni, ulcere sulla mucosa della bocca e diminuzione dell'acuità visiva.

La colite ulcerosa si verifica a seguito di infiammazione immunitaria, in cui appaiono ulcere sullo strato mucoso e sottomucoso del retto e del colon. Nelle feci si possono notare sangue, muco e pus, il paziente ha forti dolori addominali, diarrea, sintomi di intossicazione generale e febbre.

Le complicanze della colite ulcerosa possono essere il sanguinamento interno, l'ostruzione intestinale o la perforazione intestinale, nonché l'infiammazione acuta della zona addominale. Per la diagnosi mediante esami istologici ed endoscopici. Il trattamento è ridotto all'assunzione di glucocorticosteroidi, citostatici e sulfasalazine e, se lo sviluppo è complicato, può essere necessario un intervento chirurgico.

Disbiosi intestinale

La disbiosi intestinale accompagna spesso la somministrazione di antibiotici. Il più delle volte, la malattia ha il carattere di colite pseudomembranosa, che compare dopo un uso prolungato di aminoglicosidi, tetracicline e clindamicina. La diarrea mescolata con il sangue si verifica quando le lesioni intestinali sono causate da clostridi. Bactrim, metronidazolo e vancomicina sono prescritti per il trattamento del paziente.

Le malattie sessualmente trasmissibili possono causare danni alla mucosa del retto e causare sangue nelle feci. Tali infezioni comprendono gonorrea rettale, herpes, sifilide anorettale e granuloma venerea.

Colite ischemica

La colite ischemica è una carenza di ossigeno delle pareti del colon, causata dal danno aterosclerotico alle arterie (il più delle volte mesenterica). Questo sconvolge il lavoro e la fornitura di ossigeno sul lato sinistro dell'intestino crasso. Di conseguenza, il paziente lamenta dolore addominale acuto, con la diagnosi, è possibile rilevare l'erosione delle pareti intestinali, che funge da fonte di sanguinamento. Quando viene rilevata la colite ischemica, il paziente deve prima prendere la nitroglicerina per alleviare il dolore.

tumori

Le neoplasie maligne sono simili nei sintomi all'ostruzione intestinale. Può essere diagnosticato usando i raggi X del peritoneo. Un sintomo caratteristico è il sanguinamento intestinale, che si verifica a causa della distruzione dei vasi sanguigni nelle pareti intestinali. Nei casi gravi compare la perforazione intestinale, seguita dalla penetrazione di masse fecali nella regione addominale e dall'infiammazione. Con lo sviluppo di tale processo, al paziente viene raccomandato un intervento chirurgico immediato, in cui viene eseguita la resezione intestinale, il sanguinamento viene interrotto dalla chiusura vascolare o mediante elettrocoagulazione.

Infezioni intestinali

Le infezioni intestinali acute possono causare sangue nelle feci di un adulto. Possono causare danni al colon e all'intestino tenue. I sintomi caratteristici sono febbre grave, feci frequenti e fluide mescolate con sangue, muco e pus e l'aspetto e il colore delle feci possono determinare quale malattia ha causato i sintomi.

Le infezioni intestinali possono essere di natura diversa:

  • Parassitario (schistosoma, amebiasi)
  • Batterico (infezione da stafilococco, salmonellosi, dissenteria, febbre paratifoide, campilobatterio)
  • Virale (rotavirus e enterovirus)

Febbre emorragiche virali (ad esempio, febbre di Asia centrale, di Omsk o di Crimea), oltre a frequenti feci molli, accompagnate da un'eruzione emorragica sulla pelle e sanguinamento (intestinale compreso). Il citomegalovirus (danno del colon) causa anche febbre, dolore addominale e diarrea con il sangue.

Per diagnosticare le infezioni intestinali in forma acuta e cronica, vengono effettuati l'inoculo batteriologico, l'esame sierologico e microscopico del sangue. A seconda della natura dell'infezione, è prescritto un trattamento appropriato:

  • Trattamento batterico con furazolidone, cefalosporine e enterofuril (vedi probiotici - un elenco di farmaci, nonché il trattamento di intossicazione alimentare, sintomi di intossicazione alimentare)
  • L'infezione virale viene trattata con interferone e arbidolo
  • Per sbarazzarsi dei parassiti usato tinidazolo e metronidazolo.

Sangue nelle feci di un bambino

La mescolanza di sangue nelle feci di un bambino può causare le stesse malattie degli adulti. Tuttavia, ci sono più cause tipiche di impurità sanguinose nella sedia per bambini. Ecco perché quando trovi i primi segnali di allarme, devi consultare immediatamente un medico.

Allergie alimentari

Le allergie alimentari nei bambini moderni sono molto comuni. Molto spesso, appare come una reazione al glutine, agli additivi alimentari, ai colori, agli aromi, agli agrumi e alle proteine ​​del latte vaccino (vedere i sintomi dell'allergia agli agrumi, i sintomi della celiachia, quando si può dare latte a un bambino). Le allergie alimentari possono manifestare non solo eruzioni cutanee, ma anche schiumosi schiumogeni frequenti mescolati con sangue (a volte assomigliano a strisce o chiazze), i bambini diventano irrequieti, piangono costantemente e lentamente aumentano di peso.

Disbiosi intestinale

Disbiosi intestinale, che è anche chiamata la sindrome da eccessiva contaminazione batterica dell'intestino. Questa malattia compare quando una dieta irrazionale di bambini sotto un anno di età, l'uso frequente e irragionevole di antibiotici, così come il funzionamento alterato del sistema immunitario. In questo caso, le feci del bambino diventano liquide, appaiono strisce sanguinolente che a volte si uniscono al muco. I sintomi che accompagnano sono diatesi, anoressia e gonfiore (vedi flatulenza: cause, trattamento).

Per la diagnostica, è necessario condurre le feci per eliminare la probabilità di sviluppare infezioni intestinali acute ed elmintiasi (vedere sintomi, segni di vermi negli esseri umani), poiché queste malattie sono anche accompagnate dalla comparsa di sangue nelle feci. Dopo che la diagnosi è stata stabilita, ai bambini viene prescritto un trattamento con batteriofagi e in età successiva viene prescritto l'enterofuril (vedere il trattamento della disbiosi intestinale). Dopo di ciò, viene condotto un esame di controllo delle feci e viene prescritto un corso di probiotici.

La disbacteriosi può portare alla formazione di crepe nell'ano, che portano anche a un leggero sanguinamento. In questo caso, oltre al trattamento sopra descritto, vengono prescritti i rimedi per la stitichezza e la dieta (vedi costipazione nei neonati - cosa fare).

Per questo motivo si raccomanda ai bambini sotto i due anni di assumere vitamina D per la prevenzione del rachitismo (poiché può causare costipazione) e dare al bambino abbastanza liquido. Nei bambini che si cibano di formule di latte artificiale, la velocità giornaliera del liquido dovrebbe corrispondere al volume di una poppata. Candele di lattulosio, olivello spinoso e alimenti dietetici sono usati come trattamento.

Ostruzione intestinale

L'ostruzione intestinale è considerata la causa più grave di sangue nelle feci di un bambino fino a due anni. Può svilupparsi a causa di disturbi congeniti dell'anatomia intestinale (rotazione incompleta del tubo intestinale). La malattia può causare un cambiamento di latte artificiale, cibi complementari precoci e squilibrati, sovralimentazione di un bambino e consumo di kefir nei primi tre mesi di vita di un bambino (vedere alimentazione di un bambino fino a un anno - come amministrare correttamente un integratore per un bambino). L'ostruzione intestinale è un processo in cui la parete di una sezione dell'intestino si fonde con l'altra, bloccando il lume e le feci non possono muoversi liberamente attraverso l'intestino.

La malattia si sviluppa come segue: il bambino inizia a urlare forte dopo aver mangiato, quindi sputa come una fontana (vedi le cause del frequente rigurgito nei bambini), le feci diventano frequenti e fluide e il sangue appare in esso. Durante il giorno, le feci si trasformano in un grumo rosso di muco. Se fino a questo punto non porti il ​​bambino all'ospedale, smetterà completamente di mangiare e bere, inizierà a crollare, lo shock e il bambino potrebbe morire.

Nei bambini al di sotto di un anno, l'ostruzione intestinale può essere determinata mediante ultrasuoni o raggi x ed eliminata con un clisma convenzionale di bario. Nei bambini di età superiore ad un anno, viene eseguita un'operazione (laparotomia) per eliminare l'ostruzione intestinale.

Se i genitori notano sangue nelle feci del bambino, che è accompagnato da frequenti feci molli, febbre alta, vomito o rigurgito frequente, reazione rallentata o sovreccitazione nervosa, chiamare immediatamente un'ambulanza e porre il bambino nel reparto di malattie infettive dell'ospedale per la diagnosi e il trattamento.

Sangue nascosto nelle feci

Il sangue, penetrando nelle masse fecali dal tratto gastrointestinale superiore, cambia mentre vi muovete attraverso l'intestino. L'emoglobina viene convertita in solfato, che macchia le feci nere (si chiama melena). Il sangue nelle feci (latente) può causare le seguenti malattie:

  • Il sanguinamento delle ulcere gastriche o duodenali provoca non solo feci nere, ma anche altri segni di emorragia interna (nausea, brividi, bruciore di vomito e talvolta svenimento). Per il trattamento di questo difetto, viene utilizzato un intervento chirurgico in cui viene eseguita la resezione della parte danneggiata dello stomaco o la sutura dell'ulcera.
  • Il sanguinamento delle vene esofagee con dilatazione varicosa si sviluppa con ipertensione portale, che accompagna la cirrosi epatica. Il paziente si lamenta di feci nere, dolore allo sterno, che si aggrava dopo aver mangiato e vomito sanguinante. Si può anche osservare un'eccessiva sudorazione, tachicardia e una diminuzione della pressione. Per sbarazzarsi di tale sanguinamento, il paziente deve essere posto in ospedale e una sonda inserita nell'esofago con un palloncino che preme le vene dilatate.
  • La perforazione dell'ulcera nel duodeno è abbastanza spesso accompagnata da sanguinamento dall'ulcera situata di fronte (la cosiddetta "ulcera baciata"). Il paziente ha un forte dolore acuto nella parte destra e segni generali di sanguinamento pesante: sudorazione, debolezza, perdita di coscienza e palpitazioni cardiache. Il processo patologico può essere curato solo chirurgicamente (sutura dell'ulcera e resezione intestinale).
  • La sindrome di Mallory-Weiss è una crepa nell'esofago che sanguina costantemente. Appare con vomito prolungato e può penetrare nello strato sottomucoso. Molto spesso questo processo è osservato nelle persone con dipendenza da alcol o in pazienti con perforazione dell'ulcera della sezione di ingresso dello stomaco. Oltre alle feci nere, la sindrome è accompagnata da un forte dolore.

Oltre alle malattie sopra descritte, il sangue nelle feci in forma latente provoca il cancro allo stomaco (il paziente è rapidamente saturo, ha un'avversione per la carne, c'è anemia e debolezza generale), la disintegrazione di tumori esofagei, emorragia nasale, tubercolosi intestinale, malattia parodontale e stomatite.

Per la diagnosi di sangue occulto fecale vengono effettuati speciali test di laboratorio, poiché piccole emorragie (nella bocca, nell'esofago o nello stomaco) non comportano cambiamenti visivi nelle feci.

L'analisi delle feci per il sangue è chiamata la reazione di Gregersen. Tre giorni prima dell'esame, il paziente non può lavarsi i denti, mangiare carne e pesce e usare preparazioni di ferro per la massima accuratezza dell'analisi.

Un articolo sui motivi della comparsa di sangue nelle feci di un bambino o di un adulto può anche essere letto in ucraino: "Causa il sangue nell'infanzia di un bambino".