Mooreserk Vertigo Tablets

Compresse di Maroserk - correttore di angioprotettore e microcircolazione. Betaistina - agisce principalmente sui recettori dell'istamina H1 e H3 dell'orecchio interno e dei nuclei vestibolari del sistema nervoso centrale. Attraverso un'azione agonistica diretta sui recettori H1 dei vasi dell'orecchio interno, nonché indirettamente attraverso l'impatto sui recettori H3, migliora la microcircolazione e la permeabilità capillare, normalizza la pressione endolinfina nel labirinto e nella coclea. Tuttavia, la betaistina aumenta il flusso sanguigno nelle arterie basilari.

La betaistina ha anche un effetto centrale pronunciato a causa dell'effetto sui recettori H3 dei nuclei del nervo vestibolare. Normalizza la conduzione nei neuroni dei nuclei vestibolari a livello del tronco cerebrale. La manifestazione clinica di queste proprietà è di ridurre la frequenza e l'intensità delle vertigini, ridurre l'acufene, migliorare l'udito in caso di diminuzione.

Indicazioni per l'uso

Indicazioni per l'uso del farmaco Moreseurk sono: vertigini vestibolari; sindromi caratterizzate da vertigini e mal di testa, tinnito, progressiva perdita dell'udito, nausea e vomito; Sindrome / sindrome di Meniere.

Metodo di applicazione

Compresse di Maroserk 16 mg: 1 / 2-1 compressa 3 volte al giorno.

Compresse di Moseserk da 24 mg: 1 compressa 2 volte al giorno.

Dentro, durante un pasto o dopo un pasto.

Il miglioramento è di solito notato nei primi giorni del trattamento. Un effetto terapeutico stabile si ottiene entro 2 settimane dal trattamento e aumenta quando si assume il farmaco per un mese o più. La dose e la durata del farmaco sono selezionate singolarmente in accordo con la risposta al trattamento.

Effetti collaterali

Sono possibili disturbi gastrointestinali (nausea, sensazione di pesantezza nell'epigastrio), che può essere prevenuta assumendo il farmaco dopo un pasto o abbassando la dose. In casi molto rari, sono state riportate reazioni di ipersensibilità dalla pelle, in particolare eruzioni cutanee, prurito e orticaria.

Controindicazioni

Controindicazioni all'uso del farmaco Moreseur sono: ipersensibilità a uno qualsiasi dei componenti del farmaco; feocromocitoma; ulcera peptica e ulcera duodenale nella fase acuta.

Durante la gravidanza e l'allattamento.

gravidanza

Non ci sono dati sull'uso di Moreserka in donne in gravidanza. Poiché gli studi di tossicità riproduttiva animale non sempre consentono di valutare il potenziale di effetti tossici su gravidanza, sviluppo embrionale / fetale, sviluppo parto e postnatale nell'uomo, la betaistina deve essere utilizzata solo quando vi è un'esigenza indispensabile e sotto la supervisione diretta di un medico.

La penetrazione della betaistina nel latte materno non è stata studiata. I benefici dell'uso del farmaco per la madre dovrebbero essere correlati ai benefici dell'allattamento al seno e al potenziale rischio per il bambino.

Interazione con altri farmaci

Non sono stati condotti studi in vivo sull'interazione di Moreserka con altri farmaci. Questi studi in vitro suggeriscono l'assenza di inibizione dell'attività degli enzimi del citocromo P450 in vivo.

I dati ottenuti in vitro indicano l'inibizione del metabolismo della betaistina da parte di farmaci che inibiscono l'attività di MAO, incluso il sottotipo B di MAO (ad esempio, selegilina). Gli inibitori della betaistina e MAO devono essere usati con cautela (incluso un sottotipo selettivo di MAO).

La betaistina dicloridrato è un analogo dell'istamina, l'uso simultaneo di antagonisti del recettore H1 dell'istamina può provocare un mutuo indebolimento dell'azione delle sostanze attive.

overdose

Ci sono diversi casi di overdose di Moreserk. Alcuni pazienti hanno avuto sintomi lievi e moderati (nausea, sonnolenza, dolore addominale) dopo l'assunzione del farmaco in una dose fino a 640 mg. Gravi complicanze (convulsioni, complicazioni cardiopolmonari) sono state osservate con l'uso intenzionale di betaistina in dosi elevate, specialmente in combinazione con overdose di altri farmaci.

Sono inoltre possibili sintomi caratteristici di manifestazioni di eccesso di istamina: rossore al viso, vertigini, aumento della frequenza cardiaca, ipotensione, spasmi bronchiali ed edema.

Trattamento. Non esiste un antidoto specifico. Oltre alle misure generali per la rimozione delle tossine (lavanda gastrica, assunzione di carbone attivo), si raccomanda anche un trattamento sintomatico.

Condizioni di conservazione

Moreserk deve essere conservato ad una temperatura non superiore a 25 ° C.

Modulo di rilascio

Compresse di Maroserk - 16 mg, 24 mg.

Confezione - 30 compresse.

struttura

Mooreserk contiene: betaistina cloridrato 16 o 24 mg.

Istruzioni per l'uso di Mooreserk

Nome commerciale del farmaco: Moreserk® (Moreserc)

Compresse 16 mg (# 30) e 24 mg (# 30, # 100). 10 compresse per blister. Su 3 (16 mg / 24 mg) o 10 (24 mg) bolle insieme con l'istruzione per applicazione in un pacco di cartone.

Forma di dosaggio:

Compresse 16 mg N30 (3x10), 24 mg N30 (3x10); N100 (10x10) (blister)

ingredienti:

Ingrediente attivo: betahistine dihydrochloride 16 mg, 24 mg. Eccipienti: cellulosa microcristallina, mannitolo, talco, idrossipropilcellulosa, biossido di silicio colloidale anidro, acido citrico anidro.

Proprietà farmacologiche:

La betaistina agisce principalmente sui recettori dell'istamina H1 e H3 dell'orecchio interno e dei nuclei vestibolari del sistema nervoso centrale. Attraverso effetti diretti agonistici sui recettori H1 dei vasi dell'orecchio interno, nonché indirettamente attraverso gli effetti sui recettori NZ, migliora la microcircolazione e la permeabilità capillare, normalizza la pressione endolinfa nel labirinto e nella coclea. Tuttavia, la betaistina aumenta il flusso sanguigno nell'arteria basilare. Ha un effetto centrale pronunciato, essendo un inibitore dei recettori NZ dei nuclei del nervo vestibolare. Normalizza la conduzione nei neuroni dei nuclei vestibolari a livello del tronco cerebrale. La manifestazione clinica di queste proprietà è di ridurre la frequenza e l'intensità delle vertigini, ridurre l'acufene, migliorare l'udito in caso di diminuzione.

farmacocinetica:

Quando somministrato per via orale, la betaistina è rapidamente e quasi completamente assorbita nel tratto gastrointestinale. Dopo assorbimento, il farmaco viene rapidamente e quasi completamente metabolizzato per formare un metabolita inattivo dell'acido 2-piridilacetico. Quando assume il farmaco in una dose di 8-48 mg, circa l'85% della dose iniziale viene rilevato nelle urine sotto forma di acido 2-piridilacetico. La rimozione della betaistina dai reni o attraverso l'intestino è insignificante. Il tasso di escrezione di betaistina rimane costante quando somministrato per via orale con 8-48 mg del farmaco, indicando la linearità della farmacocinetica della betaistina e suggerisce che la via metabolica coinvolta rimanga insaturo.

Indicazioni per l'uso:

• Trattamento e prevenzione delle vertigini vestibolari di varia origine; • Sindromi, tra cui vertigini e mal di testa, tinnito, perdita dell'udito progressiva, nausea e vomito; • Malattia o sindrome di Meniere.

Metodo di utilizzo:

Dentro, mentre mangi. Compresse 16 mg: 1 / 2-1 compressa 3 volte al giorno. Compresse 24 mg: 1 compressa 2 volte al giorno. La dose deve essere scelta individualmente in base alla risposta al trattamento. Il miglioramento è a volte osservato solo dopo diverse settimane di trattamento. I migliori risultati si ottengono a volte dopo diversi mesi di trattamento. Esistono prove che prescrivere un trattamento all'inizio della malattia previene la sua progressione e / o perdita dell'udito nelle fasi successive. Non è richiesto un aggiustamento della dose nei pazienti anziani e nei pazienti con insufficienza renale e / o epatica.

Effetti collaterali:

Da parte del tratto gastrointestinale: disturbi moderati come vomito, dolore nel tratto gastrointestinale, gonfiore. Di norma, questi effetti di solito scompaiono dopo aver assunto il farmaco contemporaneamente al cibo o dopo aver ridotto la dose. Dalla pelle e dal grasso sottocutaneo: angioedema, orticaria, prurito e rash. Da parte del sistema immunitario: una reazione di ipersensibilità, inclusa una reazione anafilattica.

Controindicazioni:

• Ipersensibilità a uno qualsiasi dei componenti del farmaco • Età fino a 18 anni (a causa di dati insufficienti su efficacia e sicurezza) Precauzioni: Quando si trattano pazienti con anamnesi di ulcera gastrica e ulcera duodenale. I pazienti con feocromocitoma e asma bronchiale durante il periodo di trattamento devono essere regolarmente osservati da un medico.

Interazioni farmacologiche:

Se ha assunto altri medicinali al momento o nel passato recente, anche senza la prescrizione del medico, si prega di riferire al medico. Non sono stati condotti studi in vivo volti a studiare l'interazione con altri farmaci. Questi studi in vitro suggeriscono l'assenza di inibizione dell'attività degli isoenzimi del citocromo P450 in vivo.

Istruzioni speciali:

Influenza su capacità di guidare un'auto e altri meccanismi. Si ritiene che l'effetto della betaistina sulla capacità di guidare un'auto e altri meccanismi sia assente o insignificante, poiché negli studi clinici relativi all'uso della betaistina non sono stati riscontrati effetti che potenzialmente influenzano tale capacità. Uso durante la gravidanza e durante l'allattamento Gravidanza L'uso della betaistina durante la gravidanza è consentito se i benefici dell'uso per la madre superano il potenziale rischio per il feto. Allattamento Non assumere il farmaco durante l'allattamento. La questione della prescrizione del farmaco alla madre dovrebbe essere presa solo dopo aver confrontato i benefici dell'allattamento al seno con il potenziale rischio per il bambino. Il farmaco deve essere tenuto fuori dalla portata dei bambini e non deve essere usato dopo la data di scadenza Gravidanza L'uso della betaistina durante la gravidanza è consentito se il beneficio di utilizzarlo per la madre supera il potenziale rischio per il feto. Allattamento Non assumere il farmaco durante l'allattamento. La questione della prescrizione del farmaco alla madre dovrebbe essere presa solo dopo aver confrontato i benefici dell'allattamento al seno con il potenziale rischio per il bambino. Il farmaco deve essere tenuto fuori dalla portata dei bambini e non deve essere usato dopo la data di scadenza.

sovradosaggio:

Ci sono diversi casi di overdose di droga. Alcuni pazienti hanno avuto sintomi lievi e moderati (nausea, vomito, sonnolenza, dolore addominale). Complicazioni più gravi (convulsioni, complicazioni cardiopolmonari) sono state osservate quando si prendevano deliberatamente dosi più elevate di betaistina, specialmente in combinazione con overdose di altri farmaci. Si raccomanda un trattamento sintomatico.

Condizioni di stoccaggio:

Conservare a temperatura non superiore a 25 ° C in confezione originale ben chiusa.

Data di scadenza:

Condizioni di vacanza:

produttore:

Helba Pharmaceuticals Inc. Co., Turchia prodotto: Merkez Laboratory Pharmaceutical and Trade Co., Turchia

descrizioni:

Moreseerk® 16 mg / 24 mg: compresse bianche rotonde con rischio su un lato.

Mooresurk (24 mg) betaistina

istruzione

  • russo
  • kazako russo

Nome commerciale

Nome internazionale non proprietario

Forma di dosaggio

Compresse, 16 mg e 24 mg

struttura

Una compressa contiene

principio attivo - betaistina dicloridrato, 16 mg e 24 mg

eccipienti: cellulosa microcristallina, idrossipropilcellulosa, mannitolo, talco, acido citrico anidro, biossido di silicio colloidale anidro

descrizione

Compresse bianche, di forma rotonda, con un rischio su un lato (per il dosaggio di 16 mg e 24 mg)

Gruppo farmacoterapeutico

Preparati per il trattamento di malattie del sistema nervoso degli altri. Mezzi per eliminare le vertigini. betaistina

Codice ATX N07CA01

Proprietà farmacologiche

La betaistina è rapidamente e completamente assorbita dopo somministrazione orale. La massima concentrazione plasmatica viene raggiunta dopo 3 ore. Il legame alle proteine ​​è basso. Passa attraverso barriere istoematogene. L'emivita è di 3-4 ore, metabolizzata nel fegato fino all'acido 2-peridilacetico, che viene quasi completamente eliminato dal corpo con l'urina entro 24 ore.

Rimedio per vertigini. Analogo sintetico dell'istamina, mostra un effetto simile all'istamina. Il farmaco è un agonista parziale dell'istamina H1 e antagonista dei recettori dell'istamina H3 dell'orecchio interno e dei nuclei vestibolari del sistema nervoso centrale. Migliora la microcircolazione e la permeabilità dei capillari interni dell'orecchio, aumenta il flusso sanguigno nelle arterie basilari, normalizza la pressione endolinfa nel labirinto e nella coclea. Normalizza la trasmissione del trasmettitore nei neuroni dei nuclei mediani del nervo vestibolare sul ponte del tronco cerebrale.

Di conseguenza, il farmaco normalizza la funzione dell'apparato vestibolare, elimina i disturbi cocleari, il rumore e l'acufene, riduce la frequenza e l'intensità delle vertigini, migliora l'udito, previene lo sviluppo della sordità.

Come inibitore dei recettori H3 dei nuclei del nervo vestibolare, ha un marcato effetto vasodilatatore centrale.

Indicazioni per l'uso

- trattamento sintomatico di vertigini vestibolari di varia origine

- sindromi tra cui vertigini e mal di testa, tinnito, progressiva perdita dell'udito, nausea e vomito

- La malattia o la sindrome di Meniere

Dosaggio e somministrazione

Adulti (compresi gli anziani): assumere inizialmente 16 mg tre volte al giorno, preferibilmente durante i pasti. Le dosi di mantenimento sono generalmente nel range di 24-48 mg al giorno. Durante il trattamento, la dose viene regolata in base all'effetto terapeutico.

Compresse da 16 mg vengono prese 1 / 2-1 compressa 3 volte al giorno.

Compresse da 24 mg vengono prese 1 compressa 2 volte al giorno.

Bambini: non è raccomandato nominare persone al di sotto dei 18 anni di età, poiché i dati sulla sicurezza e l'efficacia non sono sufficienti.

Effetti collaterali

- reazioni di ipersensibilità (reazioni anafilattiche), comprese quelle della pelle (angioedema, rash, prurito, orticaria)

- vomito, dolore addominale, flatulenza (questi sintomi saranno meno pronunciati se assumete il farmaco durante un pasto o riducete la dose)

Controindicazioni

- ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti

- bambini e adolescenti sotto i 18 anni di età (sicurezza ed efficacia non stabilite)

- gravidanza e allattamento

Interazioni farmacologiche

I casi di interazione o incompatibilità con altri farmaci sono sconosciuti. Il metabolismo della betaistina è inibito dai farmaci che inibiscono la monoammina ossidasi (MAO), compreso il sottotipo B (ad esempio, selegilina). L'uso simultaneo di antagonisti H1 può causare un indebolimento reciproco degli effetti degli agenti attivi.

Istruzioni speciali

Si raccomanda cautela nei pazienti con ulcera gastrica e ulcera duodenale. L'intolleranza clinica nei pazienti con asma bronchiale è stata dimostrata in relativamente pochi pazienti. Questi pazienti devono essere attentamente monitorati dal medico curante durante il trattamento.

Non sono disponibili dati rilevanti sull'uso della betaistina in donne in gravidanza.

Gli studi sugli animali sono insufficienti rispetto agli effetti sulla gravidanza, sullo sviluppo dell'embrione / feto, sul parto e sullo sviluppo postnatale. Il potenziale rischio per l'uomo è sconosciuto. La betaistina non deve essere usata durante la gravidanza a meno che non sia chiaramente indicato.

Non è noto se la betaistina penetri nel latte materno umano. Mancano studi sugli animali sulla penetrazione della betaistina nel latte. L'importanza del farmaco per la madre deve essere valutata, confrontando i benefici dell'allattamento al seno e i potenziali rischi per il bambino.

Caratteristiche dell'influenza del farmaco sulla capacità di guidare e lavorare con macchinari potenzialmente pericolosi

La betaistina non ha effetto o ha scarso effetto sulla capacità di guidare e lavorare con meccanismi, perché negli studi clinici non è stato riscontrato che l'effetto, potenzialmente interessato da questa capacità, sia associato con la betaistina.

overdose

Sintomi: nausea, vomito, sonnolenza, dolore addominale, secchezza delle fauci, atassia, rossore al viso, vertigini, tachicardia, broncospasmo e gonfiore delle mucose. Dopo aver assunto dosi molto elevate, possono verificarsi delle convulsioni.

Trattamento: sintomatico. Non esiste un antidoto specifico.

Rilasciare forma e imballaggio

10 compresse sono confezionate in un contenitore di cellule senza contorno di

pellicola trasparente e foglio di alluminio.

Su 3 imballaggi planimetric insieme con l'istruzione per applicazione medica nelle lingue statali e russe mettono in un pacco di cartone (per un dosaggio di 16 mg).

Su 3 o 10 imballaggi planimetric insieme con l'istruzione per applicazione medica nelle lingue statali e russe mettono in un pacco di cartone (per un dosaggio di 24 mg).

Condizioni di conservazione

Conservare a temperatura non superiore a 25 ° C in confezione originale ben chiusa.

Tenere fuori dalla portata dei bambini!

Periodo di validità

Non utilizzare dopo la data di scadenza stampata sulla confezione.

Condizioni di vendita della farmacia

fabbricante

MERKEZ Laboratory Pharmaceutical and Trade Co.,

Syrry Chelik Boulevards Aicha Sokak № 6 Tashdelen - Chekmekoy Istanbul, Turchia

Titolare del certificato di registrazione

HELBA Pharmaceuticals Inc.Co.,

Yenibosna Merkez Mah.29 Ekim Street, Istanbul Vizyon Park A1 Plaza No: 17/1 Bahcelievler - Istanbul / Turchia.

Indirizzo dell'organizzazione che riceve richieste dai consumatori sulla qualità dei prodotti (beni) nella Repubblica del Kazakistan

Moreserk. Istruzioni per l'uso medico del medicinale (approvato con ordinanza del presidente del comitato per il controllo delle attività mediche e farmaceutiche del Ministero della salute e della Repubblica socialista del Kazakistan del 19 febbraio 2015 n. 133)

Comitato di controllo di medici e

attività farmaceutiche di MH e SR di RK

19 febbraio 2015 № 133

Istruzioni per uso medico

Nome internazionale non proprietario

Compresse, 16 mg e 24 mg

Una compressa contiene

principio attivo - betaistina dicloridrato, 16 mg e 24 mg

eccipienti: cellulosa microcristallina, idrossipropilcellulosa, mannitolo, talco, acido citrico anidro, biossido di silicio colloidale anidro

Compresse bianche, di forma rotonda, con un rischio su un lato (per il dosaggio di 16 mg e 24 mg)

Preparati per il trattamento di malattie del sistema nervoso degli altri. Mezzi per eliminare le vertigini. betaistina

Codice ATX N07CA01

La betaistina è rapidamente e completamente assorbita dopo somministrazione orale. La massima concentrazione plasmatica viene raggiunta dopo 3 ore. Il legame alle proteine ​​è basso. Passa attraverso barriere istoematogene. L'emivita è di 3-4 ore, metabolizzata nel fegato fino all'acido 2-peridilacetico, che viene quasi completamente eliminato dal corpo con l'urina entro 24 ore.

Rimedio per vertigini. Analogo sintetico dell'istamina, mostra un effetto simile all'istamina. Il farmaco è un agonista parziale dell'istamina H1 e antagonista dei recettori dell'istamina H3 dell'orecchio interno e dei nuclei vestibolari del sistema nervoso centrale. Migliora la microcircolazione e la permeabilità dei capillari interni dell'orecchio, aumenta il flusso sanguigno nelle arterie basilari, normalizza la pressione endolinfa nel labirinto e nella coclea. Normalizza la trasmissione del trasmettitore nei neuroni dei nuclei mediani del nervo vestibolare sul ponte del tronco cerebrale.

Di conseguenza, il farmaco normalizza la funzione dell'apparato vestibolare, elimina i disturbi cocleari, il rumore e l'acufene, riduce la frequenza e l'intensità delle vertigini, migliora l'udito, previene lo sviluppo della sordità.

Come inibitore dei recettori H3 dei nuclei del nervo vestibolare, ha un marcato effetto vasodilatatore centrale.

Indicazioni per l'uso

- trattamento sintomatico di vertigini vestibolari di varia origine

- sindromi tra cui vertigini e mal di testa, tinnito, progressiva perdita dell'udito, nausea e vomito

- La malattia o la sindrome di Meniere

Dosaggio e somministrazione

Adulti (compresi gli anziani): assumere inizialmente 16 mg tre volte al giorno, preferibilmente durante i pasti. Le dosi di mantenimento sono generalmente nel range di 24-48 mg al giorno. Durante il trattamento, la dose viene regolata in base all'effetto terapeutico.

Maoresurk, compresse

Ordina in un clic

  • Classificazione ATX: Betaistina N07CA01
  • MNN o nome di gruppo: Betaistina
  • Gruppo farmacologico: -
  • Produttore: sconosciuto
  • Proprietario della licenza: sconosciuto
  • Paese: sconosciuto

Istruzioni per uso medico

medicinale

Moreserk

Nome commerciale

Nome internazionale non proprietario

Forma di dosaggio

Compresse, 16 mg e 24 mg

struttura

Una compressa contiene

principio attivo - betaistina dicloridrato, 16 mg e 24 mg

eccipienti: cellulosa microcristallina, idrossipropilcellulosa, mannitolo, talco, acido citrico anidro, biossido di silicio colloidale anidro

descrizione

Compresse bianche, di forma rotonda, con un rischio su un lato (per il dosaggio di 16 mg e 24 mg)

Gruppo farmacoterapeutico

Preparati per il trattamento di malattie del sistema nervoso degli altri. Mezzi per eliminare le vertigini. betaistina

Codice ATX N07CA01

Proprietà farmacologiche

La betaistina è rapidamente e completamente assorbita dopo somministrazione orale. La massima concentrazione plasmatica viene raggiunta dopo 3 ore. Il legame alle proteine ​​è basso. Passa attraverso barriere istoematogene. L'emivita è di 3-4 ore, metabolizzata nel fegato fino all'acido 2-peridilacetico, che viene quasi completamente eliminato dal corpo con l'urina entro 24 ore.

Rimedio per vertigini. Analogo sintetico dell'istamina, mostra un effetto simile all'istamina. Il farmaco è un agonista parziale dell'istamina N1- e antagonista di N3-recettori dell'istamina dell'orecchio interno e nuclei vestibolari del sistema nervoso centrale. Migliora la microcircolazione e la permeabilità dei capillari interni dell'orecchio, aumenta il flusso sanguigno nelle arterie basilari, normalizza la pressione endolinfa nel labirinto e nella coclea. Normalizza la trasmissione del trasmettitore nei neuroni dei nuclei mediani del nervo vestibolare sul ponte del tronco cerebrale.

Di conseguenza, il farmaco normalizza la funzione dell'apparato vestibolare, elimina i disturbi cocleari, il rumore e l'acufene, riduce la frequenza e l'intensità delle vertigini, migliora l'udito, previene lo sviluppo della sordità.

Essere un inibitore di H3-i recettori dei nuclei del nervo vestibolare, mostrano un marcato effetto vasodilatatore centrale.

Indicazioni per l'uso

- trattamento sintomatico di vertigini vestibolari di varia origine

- sindromi tra cui vertigini e mal di testa, tinnito, progressiva perdita dell'udito, nausea e vomito

- La malattia o la sindrome di Meniere

Dosaggio e somministrazione

Adulti (compresi gli anziani): assumere inizialmente 16 mg tre volte al giorno, preferibilmente durante i pasti. Le dosi di mantenimento sono generalmente nel range di 24-48 mg al giorno. Durante il trattamento, la dose viene regolata in base all'effetto terapeutico.

Compresse da 16 mg vengono prese 1 / 2-1 compressa 3 volte al giorno.

Compresse da 24 mg vengono prese 1 compressa 2 volte al giorno.

Bambini: non è raccomandato nominare persone al di sotto dei 18 anni di età, poiché i dati sulla sicurezza e l'efficacia non sono sufficienti.

Effetti collaterali

- reazioni di ipersensibilità (reazioni anafilattiche), comprese quelle della pelle (angioedema, rash, prurito, orticaria)

- vomito, dolore addominale, flatulenza (questi sintomi saranno meno pronunciati se assumete il farmaco durante un pasto o riducete la dose)

Controindicazioni

- ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti

- bambini e adolescenti sotto i 18 anni di età (sicurezza ed efficacia non stabilite)

- gravidanza e allattamento

Interazioni farmacologiche

I casi di interazione o incompatibilità con altri farmaci sono sconosciuti. Il metabolismo della betaistina è inibito dai farmaci che inibiscono la monoammina ossidasi (MAO), compreso il sottotipo B (ad esempio, selegilina). Uso simultaneo di H1 gli antagonisti possono causare un indebolimento reciproco degli effetti degli agenti attivi.

Istruzioni speciali

Si raccomanda cautela nei pazienti con ulcera gastrica e ulcera duodenale. L'intolleranza clinica nei pazienti con asma bronchiale è stata dimostrata in relativamente pochi pazienti. Questi pazienti devono essere attentamente monitorati dal medico curante durante il trattamento.

Non sono disponibili dati rilevanti sull'uso della betaistina in donne in gravidanza.

Gli studi sugli animali sono insufficienti rispetto agli effetti sulla gravidanza, sullo sviluppo dell'embrione / feto, sul parto e sullo sviluppo postnatale. Il potenziale rischio per l'uomo è sconosciuto. La betaistina non deve essere usata durante la gravidanza a meno che non sia chiaramente indicato.

Non è noto se la betaistina penetri nel latte materno umano. Mancano studi sugli animali sulla penetrazione della betaistina nel latte. L'importanza del farmaco per la madre deve essere valutata, confrontando i benefici dell'allattamento al seno e i potenziali rischi per il bambino.

Caratteristiche dell'influenza del farmaco sulla capacità di guidare e lavorare con macchinari potenzialmente pericolosi

La betaistina non ha effetto o ha scarso effetto sulla capacità di guidare e lavorare con meccanismi, perché negli studi clinici non è stato riscontrato che l'effetto, potenzialmente interessato da questa capacità, sia associato con la betaistina.

overdose

Sintomi: nausea, vomito, sonnolenza, dolore addominale, secchezza delle fauci, atassia, rossore al viso, vertigini, tachicardia, broncospasmo e gonfiore delle mucose. Dopo aver assunto dosi molto elevate, possono verificarsi delle convulsioni.

Trattamento: sintomatico. Non esiste un antidoto specifico.

Rilasciare forma e imballaggio

10 compresse sono confezionate in un contenitore di cellule senza contorno di

pellicola trasparente e foglio di alluminio.

Su 3 imballaggi planimetric insieme con l'istruzione per applicazione medica nelle lingue statali e russe mettono in un pacco di cartone (per un dosaggio di 16 mg).

Su 3 o 10 imballaggi planimetric insieme con l'istruzione per applicazione medica nelle lingue statali e russe mettono in un pacco di cartone (per un dosaggio di 24 mg).

Condizioni di conservazione

Conservare a temperatura non superiore a 25 ° C in confezione originale ben chiusa.

Tenere fuori dalla portata dei bambini!

Periodo di validità

Non utilizzare dopo la data di scadenza stampata sulla confezione.

Condizioni di vendita della farmacia

fabbricante

MERKEZ Laboratory Pharmaceutical and Trade Co.,

Syrry Chelik Boulevards Aicha Sokak № 6 Tashdelen - Chekmekoy Istanbul, Turchia

Titolare del certificato di registrazione

HELBA Pharmaceuticals Inc.Co.,

Yenibosna Merkez Mah.29 Ekim Street, Istanbul Vizyon Park A1 Plaza No: 17/1 Bahcelievler - Istanbul / Turchia.

Indirizzo dell'organizzazione che riceve richieste dai consumatori sulla qualità dei prodotti (beni) nella Repubblica del Kazakistan

Betaserc - istruzioni per l'uso, analoghi, recensioni e forme di rilascio (8 mg compresse, 16 mg, 24 mg) del farmaco per il trattamento della sindrome di Meniere e vertigini negli adulti, nei bambini e durante la gravidanza. struttura

In questo articolo, puoi leggere le istruzioni per l'uso del farmaco Betaserk. Recensioni presentate dei visitatori del sito - consumatori di questo medicinale, nonché le opinioni dei medici specialisti sull'uso di Betaserk nella loro pratica. Una grande richiesta per aggiungere il vostro feedback sul farmaco più attivamente: il medicinale ha aiutato o non ha aiutato a sbarazzarsi della malattia, quali complicazioni ed effetti collaterali sono stati osservati, che potrebbero non essere stati dichiarati dal produttore nell'annotazione. Analoghi di Betaserk in presenza di analoghi strutturali disponibili. Utilizzare per il trattamento della sindrome di Meniere, vertigini e tinnito negli adulti, nei bambini, così come durante la gravidanza e l'allattamento. La composizione del farmaco.

Betaserc è un analogo sintetico dell'istamina. Agonista del recettore H1 dell'istamina dei vasi dell'orecchio interno e antagonista del recettore H3 dell'istamina dei nuclei vestibolari del sistema nervoso centrale. Secondo studi preclinici, rilassando gli sfinteri precapillari dei vasi auricolari interni, la circolazione sanguigna nel ripiano vascolare dell'orecchio interno è migliorata.

Dozavisimo riduce la generazione di potenziali d'azione nei neuroni dei nuclei vestibolari laterali e mediali. Accelera il ripristino della funzione vestibolare dopo neurectomia vestibolare unilaterale, accelerando e facilitando la compensazione vestibolare centrale (dovuta all'antagonismo con i recettori H3 dell'istamina). Allevia i sintomi nella sindrome di Meniere e Vertigo.

struttura

Betaistina dicloridrato + eccipienti.

farmacocinetica

Quando l'ingestione Betaserk rapidamente e quasi completamente assorbito dal tratto gastrointestinale. Dopo assorbimento, il farmaco viene rapidamente e quasi completamente metabolizzato per formare un metabolita inattivo dell'acido 2-piridilacetico. Rimozione della betaistina dai reni o attraverso l'intestino leggermente. Quando assume il farmaco con il cibo, la concentrazione massima del farmaco nel sangue è inferiore a quella assunta a stomaco vuoto. Tuttavia, l'assorbimento totale della betaistina è lo stesso in entrambi i casi, il che indica che l'assunzione di cibo rallenta solo l'assorbimento della betaistina.

testimonianza

Sindrome di Meniere, caratterizzata dai seguenti sintomi principali:

  • capogiri (accompagnati da nausea, vomito);
  • perdita dell'udito (perdita dell'udito);
  • tinnito.

Trattamento sintomatico delle vertigini vestibolari (vertigini).

Forme di rilascio

Compresse da 8 mg, 16 mg e 24 mg.

Istruzioni per l'uso e il dosaggio

Il farmaco è prescritto per bocca durante i pasti. La dose deve essere scelta individualmente in base alla risposta al trattamento.

Per gli adulti, la dose è di 24-48 mg al giorno.

Betaserk 8 mg - 1-2 compresse 3 volte al giorno.

Betaserk 16 mg - 1 / 2-1 compresse 3 volte al giorno.

Betaserk 24 mg - 1 compressa 2 volte al giorno.

Una compressa da 16 mg e una compressa da 24 mg possono essere divise in 2 parti uguali. Per fare ciò, posiziona il tablet su una superficie rigida con il rischio di salire e premilo con il pollice.

Il miglioramento è talvolta osservato solo dopo diverse settimane di trattamento e un effetto terapeutico stabile dopo diversi mesi di trattamento. Esistono prove che la nomina del farmaco all'inizio della malattia previene la sua progressione e / o perdita dell'udito nelle fasi successive.

Nei pazienti anziani, così come nei pazienti con insufficienza renale e / o epatica, non è richiesto un aggiustamento della dose.

Effetti collaterali

  • nausea, vomito;
  • dispepsia;
  • dolore gastrointestinale;
  • gonfiore;
  • angioedema;
  • orticaria;
  • prurito;
  • rash cutaneo;
  • reazione anafilattica.

Controindicazioni

  • ipersensibilità al farmaco;
  • nei bambini e negli adolescenti di età inferiore ai 18 anni a causa della mancanza di dati sull'efficacia e sulla sicurezza.

Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento

I dati disponibili sull'uso di Betaserka nelle donne in gravidanza non sono sufficienti. Il potenziale rischio per l'uomo è sconosciuto. L'uso del farmaco Betaserk durante la gravidanza è possibile solo nel caso in cui i benefici previsti per la madre superano il potenziale rischio per il feto.

Non è noto se la betaistina sia escreta nel latte materno. Non prescrivere il farmaco durante l'allattamento. La questione della nomina della madre Betaserk farmaco dovrebbe essere presa solo dopo aver confrontato i benefici dell'allattamento al seno con il potenziale rischio per il bambino.

Istruzioni speciali

Le precauzioni devono essere prescritte farmaco in pazienti con ulcera gastrica o storia di ulcera duodenale. Durante il periodo di utilizzo del farmaco, i pazienti con feocromocitoma e asma bronchiale dovrebbero essere sotto controllo medico.

Influenza sulla capacità di guidare il trasporto motorio e meccanismi di controllo

Si ritiene che l'effetto della betaistina sulla capacità di guidare veicoli a motore e altri meccanismi sia assente o insignificante, dal momento che durante gli studi clinici relativi all'uso della betaistina, non sono stati rilevati effetti che potenzialmente influenzano questa capacità.

Interazione farmacologica

Non sono stati condotti studi in vivo volti a studiare l'interazione con altri farmaci.

Questi studi in vitro suggeriscono l'assenza di inibizione dell'attività degli isoenzimi del citocromo P450 in vivo.

Il paziente deve informare il medico circa l'assunzione di qualsiasi farmaco ora o nel recente passato.

Analoghi del farmaco Betaserc

Analoghi strutturali della sostanza attiva:

  • Asniton;
  • Betaver;
  • betaistina;
  • Betaistina cloridrato;
  • Betaistina dicloridrato;
  • Betatsentrin;
  • Vazoserk;
  • Vestibo;
  • Vestikap;
  • Denoyz;
  • microgranuli;
  • Tagista.

Betaserk 24 mg - istruzioni per l'uso, prezzo, recensioni, analoghi

Ciao a tutti! Continueremo la revisione dei farmaci, iniziata qui con gli analoghi di zovirax, continuata con un articolo su enterofuril "qui", poi gli analoghi di synopret lì e ulteriormente nella sezione "Introduzione alla vita sana". Oggi il nostro argomento è: "Betaserk 24 mg - istruzioni per l'uso, prezzo, recensioni, analoghi". Su questo argomento, ho già scritto "qui" Questa è una continuazione.

Malattie dell'orecchio interno, come la neurite del nervo uditivo o labirintite, che causano perdita dell'udito e vertigini. Possono verificarsi non solo in età avanzata, ma anche nei giovani dopo l'infiammazione dell'orecchio medio o prendendo farmaci ototokischnyh.

È impossibile ripristinare il lavoro dell'apparato neurosensoriale con una lesione cronica grave. Questi problemi vengono trattati solo nel periodo acuto: se la malattia viene trascurata, al fine di arrestare almeno il processo di degenerazione delle cellule nervose e impedire che progredisca, vengono utilizzati farmaci che rafforzano il trofismo dell'orecchio interno.

Uno di questi farmaci è Betaserc 24 mg, istruzioni per l'uso, prezzo, recensioni, analoghi dei quali saranno discussi in questo articolo.

1. Betaserk 24 mg - istruzioni per l'uso, prezzo, recensioni, analoghi

1.1 Cause e sintomi di malattie dell'orecchio interno

La parte periferica degli analizzatori uditivi e vestibolari umani inizia nel labirinto e si arriccia. Ci sono cellule sensoriali che percepiscono vibrazioni sonore e inclinazioni della testa, e quindi sono responsabili dell'udito e dell'equilibrio. Le malattie dell'orecchio interno sono sia infiammatorie che degenerative.

Il primo si verifica a causa della penetrazione di microbi dall'orecchio medio durante infezioni virali o batteriche. Il secondo può essere causato da disturbi nel trofismo o morte delle cellule nervose a causa di malattie vascolari, traumi cronici del suono, o l'uso di farmaci ototossici.

I sintomi di una lesione nell'orecchio interno sono principalmente la perdita dell'udito, così come il rumore e l'acufene, vertigini, nausea o perdita di equilibrio. Ma vale la pena considerare che se il paziente ha le vertigini e l'udito è normale, di solito le vertigini non hanno nulla in comune con l'orecchio interno.

1.2 Principi di trattamento delle malattie dell'orecchio interno

È importante per i pazienti capire che se le cellule sensoriali sono morte irrimediabilmente, il trattamento non sarà di grande aiuto. Pertanto, dovrebbe essere avviato il prima possibile: quando si incontrano i primi sintomi di udito ed equilibrio. Nei processi infiammatori vengono prescritti antibiotici per il trattamento, ma non solo ototossici, così come agenti antinfiammatori che alleviano il gonfiore (diuretici, corticosteroidi, soluzioni ipertoniche, antistaminici).

Per migliorare il trofismo cellulare, sono raccomandati multivitaminici, terapia di disintossicazione e farmaci che migliorano i processi metabolici nel cervello e il suo apporto di sangue (nootropico).

1.3 Betaserc 24 mg - istruzioni

Appartiene al gruppo di antistaminici, che è un analogo sintetico del mediatore rilasciato durante le allergie. Provoca contrazioni muscolari lisce, vasi sanguigni dilatati, abbassamento della pressione sanguigna, prurito della pelle, broncospasmo, starnuti e irritazione delle mucose.

I recettori che l'istamina si lega sono nel sistema nervoso centrale e periferico, che causa mal di testa ed emicranie e vertigini.

Betaserc si lega ai recettori dell'istamina, incluso nell'orecchio interno, e quindi può migliorare la permeabilità dei suoi capillari e il trofismo cellulare. A causa dell'aumentata microcircolazione nel bacino dell'arteria basilare, la pressione della linfa nel labirinto e nel ricciolo è normalizzata. È anche in grado di migliorare la conduttanza degli impulsi lungo i neuroni del cervello. Blocca i recettori nei nuclei dell'analizzatore vestibolare.

A causa dell'uso di Betaserka, il rumore e l'acufene si riducono, le convulsioni da capogiro si verificano raramente e l'udito è significativamente migliorato, specialmente nei primi periodi della malattia. Betaserc viene rapidamente assorbito e completamente espulso dal corpo dai reni entro 24 ore, non si accumula in esso, e quindi è adatto per le persone anziane.

1.4 Termini d'uso Betaserka 24 mg

Questo medicinale è prescritto a pazienti con una rottura degli analizzatori del ricciolo e del labirinto, aiuta tali pazienti a far fronte a periodi di vertigini, che sono combinati con nausea, vomito, rumore nelle orecchie e una diminuzione dell'udito.

È indicato per edema dell'orecchio interno, sindrome o malattia di Meniere, vertigini vestibolari e posizionali e progressione della sordità neurosensoriale.

Betaserk 24 mg è stato prescritto per il trattamento complesso dell'encefalopatia eruttata dopo l'infortunio, così come nell'aterosclerosi dei vasi cerebrali e dell'insufficienza vertebro-basilare.

Controindicazioni al suo utilizzo saranno l'asma bronchiale, così come l'ulcera peptica o l'ulcera duodenale durante l'esacerbazione. Non dovrebbe essere usato per le allergie al principio attivo principale del farmaco o dei suoi componenti aggiuntivi.

È controindicato per le donne incinte nel primo trimestre, e nel secondo e terzo viene talvolta usato, ma solo secondo le indicazioni e sotto la supervisione di un medico. Il farmaco non è raccomandato durante l'allattamento, così come i bambini sotto i diciotto anni, scorreva in quanto non vi è alcuna prova della sua efficacia a questa età.

Va tenuto presente che betaserk non può essere bevuto con altri antistaminici, perché riducono l'efficacia del primo.

Durante la ricezione di questo strumento, inoltre, non può bere alcolici.

1.5 effetti collaterali

I pazienti notano che l'uso di questo farmaco può causare pesantezza allo stomaco, nausea, vomito e diarrea, che riducono la dose e devono usare il medicinale solo dopo un pasto. Le reazioni allergiche sotto forma di eruzioni cutanee sono meno comuni.

Con l'uso prolungato, possono comparire vertigini, aumento della frequenza cardiaca, arrossamento della pelle, broncospasmo e calo della pressione sanguigna. Questi sintomi scompaiono dopo l'interruzione del trattamento e la terapia sintomatica.

1.6 forma di rilascio, prezzo e dose

Le aziende farmaceutiche offrono il farmaco in compresse di 8,16 e 24 mg, in una confezione di loro possono essere 20, 30 o 60 pezzi. Il costo medio di una compressa di blister di betaserk 24 mg - circa 240 rubli, 16 mg - 220, e il prezzo per 8 mg - 140 rubli.

Prendili subito dopo un pasto e lavati con acqua pulita. Di solito al paziente si consigliano 1-2 compresse al giorno, 8 mg o una dose di 16 mg tre volte al giorno, e se è 24 mg, quindi una due volte al giorno.Il trattamento delle malattie dell'orecchio interno richiede solitamente molto tempo e richiede da settimane a mesi.

1.7 Recensioni di Betaserk

Tutti i pazienti che l'hanno preso, hanno notato il rapido effetto del farmaco nella lotta contro le vertigini, così come con l'acufene, soprattutto rispetto alla sua analoga betaistina. Alcuni pazienti lamentano bassa pressione sanguigna e mal di testa. Quasi tutti i pazienti osservano che il farmaco ha un prezzo molto alto, in contrasto con i farmaci domestici con effetti simili.

1.8 Analogs Betaserka

1.8.1 Betaistina

Questi includono tutti i farmaci contenenti betaistina, comprese le compresse con lo stesso nome. Questi rimedi hanno indicazioni e controindicazioni simili. Gli effetti collaterali saranno gli stessi. La betaistina non interferisce con la capacità di guidare o eseguire lavori correlati alla concentrazione.

Inoltre affronta bene mal di testa e vertigini, che compare nelle donne all'inizio della menopausa. È vero, i pazienti osservano che il risultato dell'uso di betagestin sarà solo dopo due settimane di trattamento e non è sempre stabile, anche se con l'uso prolungato diminuisce il capogiro. Ma il prezzo del farmaco è molto inferiore a quello di betaserk ed è adatto per un uso a lungo termine e regolare.

1.8.2 Vestibo

Un altro analogo di betaserk è vestibo, la betaistina è anche il principio attivo di questo farmaco. I pazienti notano il buon effetto terapeutico di questo medicinale, che però scompare rapidamente, si deve solo terminare la sua applicazione. Anche questo analogo di beteserk non è economico: il prezzo medio non è di circa 140 rubli su dieci compresse.

Per il trattamento delle malattie dell'orecchio interno vengono utilizzati anche altri gruppi di farmaci, ad esempio, nel periodo acuto, ai pazienti vengono prescritti farmaci antibatterici e ormonali corticosteroidi per ridurre i sintomi dell'infiammazione, nonché soluzioni ipertoniche di glucosio o magnesio solfato per ridurre l'edema del nervo uditivo e prevenirne la compressione in un canale osseo stretto.

1.8.3 Cavinton e Vinpocetine

Un altro gruppo di farmaci che riduce le vertigini nei pazienti e migliora anche l'udito è il mezzo che influisce sulla microcircolazione dei vasi cerebrali, espandendo i capillari. I rappresentanti di questo gruppo che sono popolari con i medici sono Cavinton e Vinpocetine.

Essi rilassano la muscolatura liscia della parete vascolare, promuovono la sua espansione, riducono la pressione sanguigna, contribuiscono ad aumentare l'apporto di ossigeno e glucosio alle cellule nervose.

Cavinton e Vinpocetine non possono essere utilizzati per aritmie, gravidanza e allattamento, intolleranza al principio attivo o al lattosio e per ictus emorragico.

1.8.4 Piracetam, cinnarizina, fezam e cerebrolysin

Nootropes può anche essere considerato come analogo di Betaserk - farmaci che aumentano il metabolismo nelle cellule nervose e conducono impulsi lungo di loro, e rafforzano anche la parete vascolare. Questi includono piracetam, cinnarizina, fezam e cerebrolesin.

Il miglioramento dal loro uso non si verifica immediatamente, ma solo con un uso prolungato e regolare in combinazione con altri farmaci, inclusi anticoagulanti (trental, pentossifillina).

Betaserc ® (Betaserc ®)

Principio attivo:

contenuto

Gruppi farmacologici

Classificazione Nosologica (ICD-10)

Immagini 3D

Composizione e forma di rilascio

in un blister 5 pezzi; in un pacco di cartone 6 bolle.

Azione farmacologica

farmacodinamica

Betaserk ® (betaistina) agisce principalmente sull'istamina N1 e H3-recettori dell'orecchio interno e nuclei vestibolari del sistema nervoso centrale. Con effetto agonistico diretto su H1-recettori dei vasi dell'orecchio interno, nonché indirettamente attraverso l'effetto su H3-i recettori migliorano la microcircolazione e la permeabilità capillare, normalizzano la pressione endolinfa nel labirinto e nella coclea. Tuttavia, la betaistina aumenta il flusso sanguigno nelle arterie basilari. Betaserk ® ha anche un effetto centrale pronunciato a causa del suo effetto su H3-recettori dei nuclei del nervo vestibolare. Normalizza la conduzione nei neuroni dei nuclei vestibolari a livello del tronco cerebrale. La manifestazione clinica di queste proprietà è di ridurre la frequenza e l'intensità delle vertigini, ridurre l'acufene, migliorare l'udito in caso di diminuzione.

Indicazioni droga Betaserk ®

sindromi caratterizzate da vertigini e mal di testa, tinnito, progressiva perdita dell'udito, nausea e vomito;

Controindicazioni

ipersensibilità a uno qualsiasi dei componenti del farmaco;

ulcera peptica e ulcera duodenale nella fase acuta.

Effetti collaterali

Sono possibili disturbi gastrointestinali (nausea, sensazione di pesantezza nell'epigastrio), che può essere prevenuta assumendo il farmaco dopo un pasto o abbassando la dose. In casi molto rari, sono state riportate reazioni di ipersensibilità dalla pelle, in particolare eruzioni cutanee, prurito e orticaria.

interazione

I casi di interazione o incompatibilità con altri farmaci sono sconosciuti.

Dosaggio e somministrazione

Dentro, su 8-16 mg 3 volte al giorno. Il miglioramento è di solito notato nei primi giorni del trattamento. Un effetto terapeutico stabile si ottiene entro 2 settimane dal trattamento e aumenta quando si assume il farmaco per un mese o più.

La dose e la durata del farmaco sono selezionate singolarmente in accordo con la risposta al trattamento.

Precauzioni di sicurezza

Si deve usare cautela nel trattamento di pazienti con ulcera peptica del tratto gastrointestinale nella storia. I pazienti con feocromocitoma e asma devono essere monitorati regolarmente durante il periodo di trattamento. Non prescrivere Betaserk ® durante la gravidanza e l'allattamento.

Influenza su capacità di guidare un'auto e altri meccanismi

Le osservazioni hanno dimostrato che Betaserk ® non influisce sulla capacità di guidare un'auto o di lavorare su macchine e con meccanismi.

Condizioni di stoccaggio del farmaco Betaserk ®

Tenere lontano dalla portata dei bambini.

La durata di conservazione del farmaco Betaserk ®

8 mg compresse - 5 anni.

8 mg compresse - 3 anni.

16 mg compresse - 5 anni.

16 mg compresse - 3 anni.

Non utilizzare dopo la data di scadenza stampata sulla confezione.

Mooreserc 24 mg. No. 30

Istruzioni per l'uso medico del farmaco
Moreserk

Nome commerciale

Nome internazionale non proprietario

Forma di dosaggio

Compresse, 16 mg e 24 mg

struttura

Una compressa contiene

principio attivo - betaistina dicloridrato, 16 mg e 24 mg

eccipienti: cellulosa microcristallina, idrossipropilcellulosa, mannitolo, talco, acido citrico anidro, biossido di silicio colloidale anidro

descrizione

Compresse bianche, di forma rotonda, con un rischio su un lato (per il dosaggio di 16 mg e 24 mg)

Gruppo farmacoterapeutico

Preparati per il trattamento di malattie del sistema nervoso degli altri. Mezzi per eliminare le vertigini. betaistina

Codice ATX N07CA01

Proprietà farmacologiche

La betaistina è rapidamente e completamente assorbita dopo somministrazione orale. La massima concentrazione plasmatica viene raggiunta dopo 3 ore. Il legame alle proteine ​​è basso. Passa attraverso barriere istoematogene. L'emivita è di 3-4 ore, metabolizzata nel fegato fino all'acido 2-peridilacetico, che viene quasi completamente eliminato dal corpo con l'urina entro 24 ore.

Rimedio per vertigini. Analogo sintetico dell'istamina, mostra un effetto simile all'istamina. Il farmaco è un agonista parziale dell'istamina N1- e antagonista di N3-recettori dell'istamina dell'orecchio interno e nuclei vestibolari del sistema nervoso centrale. Migliora la microcircolazione e la permeabilità dei capillari interni dell'orecchio, aumenta il flusso sanguigno nelle arterie basilari, normalizza la pressione endolinfa nel labirinto e nella coclea. Normalizza la trasmissione del trasmettitore nei neuroni dei nuclei mediani del nervo vestibolare sul ponte del tronco cerebrale.

Di conseguenza, il farmaco normalizza la funzione dell'apparato vestibolare, elimina i disturbi cocleari, il rumore e l'acufene, riduce la frequenza e l'intensità delle vertigini, migliora l'udito, previene lo sviluppo della sordità.

Essere un inibitore di H3-i recettori dei nuclei del nervo vestibolare, mostrano un marcato effetto vasodilatatore centrale.

Indicazioni per l'uso

- trattamento sintomatico di vertigini vestibolari di varia origine

- sindromi tra cui vertigini e mal di testa, tinnito, perdita dell'udito progressiva, nausea e vomito

- La malattia o la sindrome di Meniere

Dosaggio e somministrazione

Adulti (compresi gli anziani): assumere inizialmente 16 mg tre volte al giorno, preferibilmente durante i pasti. Le dosi di mantenimento sono generalmente nel range di 24-48 mg al giorno. Durante il trattamento, la dose viene regolata in base all'effetto terapeutico.

Compresse da 16 mg vengono prese 1 / 2-1 compressa 3 volte al giorno.

Compresse da 24 mg vengono prese 1 compressa 2 volte al giorno.

Bambini: non è raccomandato nominare persone al di sotto dei 18 anni di età, poiché i dati sulla sicurezza e l'efficacia non sono sufficienti.

Effetti collaterali

- reazioni di ipersensibilità (reazioni anafilattiche), comprese quelle cutanee (angioedema, rash, prurito, orticaria)

- vomito, dolore addominale, flatulenza (questi sintomi saranno meno pronunciati se assumete il farmaco durante un pasto o riducete la dose)

Controindicazioni

- ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti

- bambini e età da adolescente fino a 18 anni (la sicurezza e l'efficienza non sono istituite)

- gravidanza e allattamento

Interazioni farmacologiche

I casi di interazione o incompatibilità con altri farmaci sono sconosciuti. Il metabolismo della betaistina è inibito dai farmaci che inibiscono la monoammina ossidasi (MAO), compreso il sottotipo B (ad esempio, selegilina). Uso simultaneo di H1 gli antagonisti possono causare un indebolimento reciproco degli effetti degli agenti attivi.

Istruzioni speciali

Si raccomanda cautela nei pazienti con ulcera gastrica e ulcera duodenale. L'intolleranza clinica nei pazienti con asma bronchiale è stata dimostrata in relativamente pochi pazienti. Questi pazienti devono essere attentamente monitorati dal medico curante durante il trattamento.

Non sono disponibili dati rilevanti sull'uso della betaistina in donne in gravidanza.

Gli studi sugli animali sono insufficienti rispetto agli effetti sulla gravidanza, sullo sviluppo dell'embrione / feto, sul parto e sullo sviluppo postnatale. Il potenziale rischio per l'uomo è sconosciuto. La betaistina non deve essere usata durante la gravidanza a meno che non sia chiaramente indicato.

Non è noto se la betaistina penetri nel latte materno umano. Mancano studi sugli animali sulla penetrazione della betaistina nel latte. L'importanza del farmaco per la madre deve essere valutata, confrontando i benefici dell'allattamento al seno e i potenziali rischi per il bambino.

Caratteristiche dell'influenza del farmaco sulla capacità di guidare e lavorare con macchinari potenzialmente pericolosi

La betaistina non ha effetto o ha scarso effetto sulla capacità di guidare e lavorare con meccanismi, perché negli studi clinici non è stato riscontrato che l'effetto, potenzialmente interessato da questa capacità, sia associato con la betaistina.

overdose

Sintomi: nausea, vomito, sonnolenza, dolore addominale, secchezza delle fauci, atassia, rossore al viso, vertigini, tachicardia, broncospasmo e gonfiore delle mucose. Dopo aver assunto dosi molto elevate, possono verificarsi delle convulsioni.

Trattamento: sintomatico. Non esiste un antidoto specifico.

Rilasciare forma e imballaggio

10 compresse sono confezionate in un contenitore di cellule senza contorno di

pellicola trasparente e foglio di alluminio.

Su 3 imballaggi planimetric insieme con l'istruzione per applicazione medica nelle lingue statali e russe mettono in un pacco di cartone (per un dosaggio di 16 mg).

Su 3 o 10 imballaggi planimetric insieme con l'istruzione per applicazione medica nelle lingue statali e russe mettono in un pacco di cartone (per un dosaggio di 24 mg).

Condizioni di conservazione

Conservare a temperatura non superiore a 25 ° C in confezione originale ben chiusa.

Tenere fuori dalla portata dei bambini!

Periodo di validità

Non utilizzare dopo la data di scadenza stampata sulla confezione.

Condizioni di vendita della farmacia

fabbricante

MERKEZ Laboratory Pharmaceutical and Trade Co.,

Syrry Chelik Boulevards Aicha Sokak № 6 Tashdelen - Chekmekoy Istanbul, Turchia

Titolare del certificato di registrazione

HELBA Pharmaceuticals Inc.Co.,

Yenibosna Merkez Mah.29 Ekim Street, Istanbul Vizyon Park A1 Plaza No: 17/1 Bahcelievler - Istanbul / Turchia.

Indirizzo dell'organizzazione che riceve richieste dai consumatori sulla qualità dei prodotti (beni) nella Repubblica del Kazakistan