Terapia per la gastrite durante la gravidanza

La gastrite durante la gravidanza agisce come una delle patologie extragenitali più comuni. Essendo, in sostanza, infiammazione, influisce negativamente non solo sul benessere di una donna incinta, ma anche sul feto.
Le statistiche dicono che la gastrite si verifica in più del 70% delle donne in gravidanza. E solo nell'1% si registra un episodio acuto di patologia, nel resto la malattia assume una forma cronica.

Sintomi e cause della malattia

La malattia ha un quadro clinico diversificato, anche nelle persone comuni, cosa possiamo dire delle donne "in posizione".

La gastrite durante la gravidanza potrebbe non manifestarsi ed essere asintomatica, il che complica in modo significativo la diagnosi tempestiva. Questa situazione è caratteristica della forma cronica della malattia. La fase acuta di solito si manifesta violentemente e non si presentano problemi nella sua diagnosi.

L'esacerbazione della gastrite durante la gravidanza è associata ad un aumento del carico sul corpo femminile, nonché a possibili disturbi nell'alimentazione della futura gestante, provocati dalla tossicosi. I medici distinguono molti tipi di patologia.

Il tipo B è più comune, causato dalla sovrapproduzione di batteri opportunistici di H. pylori nello stomaco.

È in grado di secernere enzimi che violano la piena attività delle pareti dello stomaco, il che porta alla comparsa di sintomi caratteristici. A volte la malattia è associata ad un eccesso di acido cloridrico o alla sua mancanza. Naturalmente, la strategia di trattamento sarà diversa.

Se si registra un eccesso di acido cloridrico, i sintomi della gastrite durante la gravidanza saranno i seguenti:

  • dolore (quando si specifica la posizione del paziente, indicano principalmente l'addome superiore, la regione epigastrica, lo spazio vicino all'ombelico, l'ipocondrio destro);
  • i dolori non si manifestano da soli, ma in risposta all'ingestione di un determinato alimento (dopo aver chiesto con attenzione al paziente, il medico sarà in grado di stabilire quale cibo provoca l'insorgenza dei sintomi);
  • in rari casi, c'è la diarrea accompagnata dal dolore;
  • bruciore di stomaco, eruttazione con odore e sapore aspro.

Le donne hanno bisogno di ricordare che il dolore non appare sempre dopo aver mangiato. Il disagio può allarmare le donne di notte o a stomaco vuoto.

I sintomi della gastrite con bassa acidità sono in qualche modo diversi:

  • periodi di nausea e vomito;
  • rutto, accompagnato dalla comparsa di spiacevole alito putrido dalla bocca;
  • flatulenza;
  • sensazione di pienezza nello stomaco;
  • attacchi di debolezza.

Metodi diagnostici

Nella diagnosi, oltre ai reclami contabili, un posto importante è occupato da metodi strumentali di ricerca e diagnostica di laboratorio. Per l'esame delle donne nel periodo di gravidanza, viene data preferenza all'endoscopia e all'analisi del succo gastrico.

L'assunzione di liquidi digestivi consente di valutare le sue caratteristiche, stabilire l'acidità e scegliere il regime di trattamento ottimale.

L'endoscopia fornisce informazioni su quanto gravemente la mucosa dello stomaco è danneggiata. Questo metodo per la diagnosi di gastrite in donne in gravidanza è usato raramente. L'indicazione principale per l'endoscopia è l'inefficacia della terapia standard.

Quanto è incinta la disintossicazione dalla gastrite?

Molte donne si interrogano su come trattare la gastrite durante la gravidanza, in modo da non danneggiare il bambino e piuttosto eliminare i sintomi spiacevoli. È necessario capire che la terapia in questa patologia è lunga e richiede un approccio sistematico.

Per far fronte al problema, si dovrebbe ascoltare il medico curante e seguire tutte le sue raccomandazioni su dieta e farmaci. La particolarità della malattia è che è facilmente esacerbata alla minima deviazione dal regime di trattamento scelto.

Suggerimenti per la nutrizione

Se la gastrite viene diagnosticata durante la gravidanza, si raccomanda di iniziare il trattamento con la più ovvia, cioè con una correzione completa della dieta della donna.

Dovremo cambiare le loro abitudini alimentari, abbandonando una serie di prodotti che irritano lo stomaco. Dalla dieta dovrebbe essere escluso:

  • acida;
  • sale;
  • arrosto;
  • acute;
  • affumicate;
  • piccante;
  • in scatola;
  • troppo caldo o troppo freddo.

Il menu del giorno è desiderabile per formare da prodotti bolliti, carne magra o pesce, gelatina, pasta, cereali, alcuni tipi di formaggi (a basso contenuto di grassi e mite). Le bevande sono consumate al meglio, ma non calde. Bere non dovrebbe essere eccessivamente acido, anche la caffeina dovrà essere eliminata.

Per migliorare il processo di digestione, si consiglia di assumere il cibo in piccole porzioni, ma spesso. In modo ottimale - mangiare 5-6 volte al giorno.

Terapia farmacologica

La questione di come trattare la gastrite durante la gravidanza con i farmaci è rilevante. A volte la correzione nutrizionale non è sufficiente e le donne devono ricorrere ai farmaci.

Sono usati i seguenti farmaci:

  • anti-infiammatori;
  • antiacido (neutralizzante acidità aumentata);
  • antispastici;
  • possedere un'azione avvolgente;
  • sintomatico (soppressione della nausea, regolazione della microflora, ecc.).

Ora i medici, curando la gastrite, stanno cercando di influenzare direttamente il patogeno più comune delle malattie gastriche - il batterio H.pylori, eliminando il suo effetto dannoso sul guscio dell'organo digestivo. Questa misura è chiamata eradicazione.

Durante la gravidanza, la sua attuazione è complicata o addirittura impossibile, dal momento che i farmaci usati per questo possono influenzare il feto. Questo spiega al massimo l'approccio sintomatico al trattamento della gastrite durante la gravidanza.

Alcune donne usano i rimedi popolari come terapia, ma anche prima di usarle si consiglia di consultare un medico. I brodi e le infusioni hanno una minore gamma di effetti collaterali, ma non sono sempre adatti alle donne in gravidanza e possono causare allergie.

Durante il periodo di trasporto di un bambino, è impossibile selezionare i farmaci da soli senza l'aiuto di un gastroenterologo, poiché non tutti i farmaci vengono utilizzati durante la gravidanza.

Una combinazione di più mezzi permessi può anche avere un effetto indesiderato. Solo uno specialista è in grado di valutare i rischi e la razionalità del trattamento farmacologico in una particolare situazione.

Complicazioni e misure per prevenirli

La gastrite di per sé non rappresenta una minaccia per il feto e non viola in alcun modo il corso della gravidanza, ma può causare gravi inconvenienti per la donna, influenzando le condizioni generali del corpo.

Solo nei casi più gravi, quando la madre in attesa non è in grado di mangiare completamente a causa del dolore, c'è una minaccia per il normale sviluppo del bambino.

La progressione incontrollata della malattia può portare a una serie di complicazioni che si manifestano nel periodo di gestazione o dopo il parto.

La gastrite incontrollata durante la gravidanza porta alla comparsa di tali complicazioni:

  • ulcere gastriche e duodenali;
  • polipi (tumori nella mucosa gastrica, che possono essere feriti, causando dolore e sanguinamento occasionale);
  • tumori.

Le più pericolose sono le neoplasie benigne o maligne. Tutte le complicanze della gastrite sono direttamente correlate al processo infiammatorio, che coinvolge le pareti dello stomaco.

Per prevenire tali conseguenze, è necessario interrompere l'infiammazione in modo tempestivo, utilizzando i principi della nutrizione razionale e della terapia farmacologica.

Se questo è successo e il paziente aderisce alle raccomandazioni del medico, le complicazioni raramente si sviluppano.

Modi per prevenire la gastrite

Nella maggior parte dei casi, la gastrite è una malattia cronica. Il medico curante dovrebbe consigliare alla donna i migliori metodi di prevenzione al fine di evitare l'esacerbazione della malattia durante il parto.

La raccomandazione principale durante questo periodo è l'osservanza delle restrizioni dietetiche. Se scegli la dieta giusta e la segui, la probabilità di sviluppo e progressione della malattia è minima.

Anche se c'è un aumento dell'appetito, le donne incinte non possono essere stufe.

L'abitudine all'eccesso di cibo porta ad un'eccessiva sollecitazione dello stomaco, agendo come un ulteriore fattore che provoca lo sviluppo o l'esacerbazione della gastrite. Si consiglia di portare sempre con sé alcuni prodotti consentiti e, se necessario, utilizzarli in piccole porzioni.

Oltre al cibo dovrà portare alla normale modalità di bere. Durante la gravidanza, è meglio escludere completamente il caffè e il tè troppo forte.

La scelta dell'acqua minerale deve essere effettuata insieme al medico e dopo aver specificato il livello di acidità del succo gastrico, in modo da non provocare un deterioramento della condizione.

Si raccomanda di essere impegnati nel trattamento tempestivo di varie infezioni, come tonsillite, sinusite, carie, ecc. Questo aiuterà a prevenire la transizione del processo infettivo dalla lesione iniziale alla parete gastrica.

Alle donne a cui è stata diagnosticata la gastrite per un lungo periodo, anche prima di concepire un bambino, si consiglia di avvertire il medico che sta assistendo alla gravidanza.

Le informazioni aiuteranno lo specialista a prevedere il possibile decorso della malattia e ad adottare misure per prevenire la sua esacerbazione.

Se la gastrite durante la gravidanza si è sviluppata, impegnarsi nella sua terapia tempestiva, seguire attentamente il consiglio di un medico e prendere i farmaci necessari. Questo normalizza lo stato nel più breve tempo possibile e non consente complicazioni che influenzano le condizioni generali della madre e del bambino.

Autore: Arina Volkova, dottore,
specificamente per Mama66.ru

Trattamento della gastrite durante la gravidanza

La gastrite è una malattia dell'apparato digerente, caratterizzata da un'infiammazione acuta o cronica della mucosa gastrica, nonché una violazione delle proprietà rigenerative delle cellule epiteliali. La gastrite ha un decorso progressivo e nei casi gravi porta a grave distrofia e atrofia della membrana epiteliale e alla sostituzione del tessuto ghiandolare con fibre fibrose. Nelle donne in gravidanza, l'aggravamento della gastrite può essere associato a una diminuzione dell'immunoresistenza, delle abitudini alimentari e dei fattori di stress. Il trattamento della gastrite durante la gravidanza viene effettuato principalmente su base ambulatoriale sotto il controllo non solo di un gastroenterologo, ma anche di un ginecologo che sta osservando la gravidanza.

Trattamento della gastrite durante la gravidanza

Perché durante la gravidanza può apparire gastrite?

L'infiammazione dello stomaco è diagnosticata in circa il 10% delle donne in gravidanza. Il fattore principale che provoca lo sviluppo della reazione infiammatoria, gli esperti ritengono che una diminuzione dell'immunità, che si osserva in quasi il 90% delle donne in gravidanza. L'indebolimento delle funzioni protettive dell'organismo contribuisce a modificare i livelli ormonali (aumento della secrezione di progesterone e prolattina), portando all'interruzione della sintesi delle immunoglobuline e alla ritardata formazione della risposta immunitaria. L'immunità ridotta può essere un catalizzatore per la crescita dei batteri patogeni di Helicobacter pylori, che oggi sono considerati la principale causa di gastrite cronica in questa categoria di pazienti.

Cos'è la gastrite

Fai attenzione! Se, prima della gravidanza, una donna soffriva di gastrite infettiva, il rischio di esacerbazione della patologia innescata da un aumento dell'area di contaminazione mucosa con i batteri di Helicobacter pylori a causa di una diminuzione della protezione immunitaria sarà superiore al 50%.

Helicobacter pylori - un pericoloso nemico del tratto digestivo

Fattore alimentare

L'esacerbazione della gastrite cronica (così come il processo infiammatorio e distrofico primario nello stomaco) può anche svilupparsi sullo sfondo di un comportamento alimentare scorretto. I rischi massimi di gastrite sono presenti nel primo trimestre e sono associati a tossicosi, una condizione dolorosa caratteristica del primo periodo di gestazione (fino a 10-12 settimane) e associata alla formazione di un "centro di gravidanza" nel cervello, responsabile del comportamento e delle funzioni fisiologiche del corpo femminile in periodo di trasporto di un bambino.

Tossicosi durante la gravidanza

Nausea e vomito - i principali sintomi della tossicosi precoce - spesso portano al fatto che una donna perde completamente l'appetito e inizia a rifiutarsi di mangiare. Il succo gastrico, che viene prodotto nello stomaco per digerire il cibo, contiene componenti che possono influenzare negativamente lo stato delle mucose e anche causare la formazione di erosione e ulcerazioni locali. Questi includono:

  • pepsina (formata come risultato della scissione del pepsinogeno);
  • acido cloridrico;
  • enzimi proteolitici (principalmente - idrolasi di classe).

Se il cibo non entra nello stomaco, il succo gastrico si conserva nella cavità dell'organo e distrugge la membrana epiteliale, portando a un'infiammazione acuta delle sue pareti.

È importante! Provocare la gastrite durante la gravidanza può non solo il rifiuto del cibo associato alla tossicosi, ma anche i disturbi alimentari, per esempio, mangiare troppo o mangiare grandi quantità di cibo prima di andare a dormire. Cioccolato, cibi grassi, soda, salsiccia (soprattutto affumicato e affumicato), spezie - tutti questi prodotti possono anche portare a infiammazione dello stomaco e esacerbazione di gastrite cronica.

Alimenti che provocano la gastrite

Fattore di stress

La labilità emotiva (disturbo psico-emotivo ormone-dipendente caratterizzato da frequenti sbalzi d'umore) è uno dei principali segni della gravidanza. Se una donna è sotto stress, soffre di depressione, disturbi nevrotici, il rischio di gastrite e altre malattie dell'apparato digerente aumenta più volte. Per evitare questo, è necessario essere più spesso per strada, è sufficiente muoversi (in assenza di controindicazioni), evitare disturbi emotivi e utilizzare metodi di rilassamento domestico, come audioterapia o bagni di sale per i piedi.

Fai attenzione! Massaggi, aromaterapia, bagni con oli essenziali per alleviare lo stress durante la gravidanza sono consentiti solo dopo aver consultato un medico.

Come si manifesta la gastrite durante la gravidanza?

Con alterazioni strutturali persistenti nella mucosa gastrica, caratteristiche della gastrite cronica, di solito i segni sono assenti. I sintomi espressi compaiono nel periodo di esacerbazione e la loro intensità dipende dalla localizzazione del processo infiammatorio, dall'area dei cambiamenti distrofici, dal grado di atrofia della membrana epiteliale. I segni più tipici di gastrite durante la gravidanza sono manifestazioni di dispepsia funzionale, che includono:

  • assenza prolungata di defecazione (più di 48 ore);

Come si manifesta la gastrite durante la gravidanza

Sintomi della gastrite durante la gravidanza

Le donne con gastrite cronica hanno una maggiore debolezza, letargia, sonnolenza e affaticamento. La violazione dell'assorbimento di vitamine e minerali porta allo sviluppo di complicazioni da altri organi (aritmia cardiaca, instabilità della pressione sanguigna, ridotta acuità visiva e udito, ecc.) E la comparsa di sintomi di beri-beri (secchezza delle labbra e della pelle, fragilità dei capelli, eruzioni cutanee). Spesso, la gastrite nelle donne in gravidanza sviluppa la stomatite, che si manifesta bruciando in bocca e la formazione di piaghe dolorose.

È importante! Se la gastrite non viene trattata durante la gravidanza, le conseguenze possono essere malattie congenite e difetti del feto. Ciò è dovuto al fatto che una donna riceve la maggior parte dei nutrienti necessari per la crescita intrauterina e lo sviluppo del bambino con il cibo, dopo di che vengono assorbiti nel flusso sanguigno generale e vengono inviati attraverso la placenta al feto. Se la digestione è compromessa, c'è una carenza di vitamine, che può causare difetti cardiaci congeniti, anemia e altre malattie nel neonato, diagnosticata nel periodo neonatale.

Gastrite e gravidanza

Quali test possono essere prescritti per le donne incinte?

La diagnosi di gastrite durante la gravidanza è complicata dall'inaccessibilità di manipolazioni diagnostiche efficaci e informative, che sono utilizzate per identificare patologie del tratto gastrointestinale nella pratica gastroenterologica standard. Qualsiasi esame associato a qualsiasi rischio per il corso della gravidanza o dello sviluppo fetale è prescritto a una donna incinta solo dopo aver consultato un ginecologo e aver ottenuto una conclusione sulla possibilità e sulla fattibilità dell'uso di specifici metodi diagnostici. In genere, una diagnosi completa include i seguenti tipi di studi:

  • emocromo dettagliato e analisi delle urine;
  • esame ecografico della cavità addominale;
  • test respiratori (misurare la concentrazione di ammoniaca nell'aria espirata dopo aver ingerito la soluzione isotopica di urea).

Ad una donna può anche essere assegnata una pH-metria giornaliera, che consente di misurare l'acidità del tratto gastrointestinale e valutarne i cambiamenti a seconda dell'assunzione di cibo e degli effetti di altri fattori esterni ed interni.

pH-metria dell'esofago e dello stomaco

Posso fare una gastroscopia durante la gravidanza?

La gastroscopia è il metodo più accurato, efficace e informativo per la diagnosi di gastrite, in cui le mucose dello stomaco e del duodeno vengono esaminate con un endoscopio. I segni clinici di gastrite cronica durante questo esame sono:

  • gonfiore locale o generalizzato della mucosa;
  • iperemia (arrossamento);
  • erosione ovale o circolare con bordi gonfiati e iperemici;
  • aumento della secrezione di muco;
  • aumento del grado di vulnerabilità.

Gastroscopia durante la gravidanza

La gastroscopia per le donne in gravidanza deve essere effettuata solo se c'è un'indicazione rigorosa, poiché in alcuni casi può portare a complicazioni, come infezioni, danni alla mucosa o perforazione delle pareti del tubo digerente (estremamente raro). La procedura può anche provocare un aumento del tono dell'utero e un aumento dei sintomi di tossicosi, pertanto, le donne con un alto rischio di queste patologie di solito non hanno una gastroscopia.

Lo schema della gastroscopia

Quali farmaci possono essere assunti durante la gravidanza?

La scelta dei farmaci approvati per l'uso durante la gravidanza è piuttosto ampia, ma il medico deve prescrivere farmaci, tenendo conto dei possibili rischi per la madre e il feto. Se la causa del processo infiammatorio nello stomaco è un'infezione confermata da Helicobacter pylori, la terapia inizia con l'uso di antibiotici e agenti antimicrobici. Di solito, queste sono combinazioni di due farmaci che devono essere assunti contemporaneamente a farmaci e integratori che hanno proprietà prebiotiche al fine di ridurre gli effetti collaterali del trattamento antibiotico.

Tabella. Agenti antibatterici e antimicrobici per il trattamento della gastrite associata a Helicobacter pylori in donne in gravidanza.

Gastrite durante la gravidanza

Infiammazione della membrana mucosa interna della parete dello stomaco, che in primo luogo provoca una violazione del processo di digestione del cibo, che peggiora le condizioni generali del corpo e porta alla fatica e alla riduzione delle prestazioni, chiamata gastrite. Il problema del trattamento della gastrite preoccupa molte persone, dal momento che è una delle malattie più comuni - circa la metà della popolazione mondiale soffre di gastrite.

Esistono due tipi di gastrite: acuta, che si presenta per la prima volta e scorre rapidamente; cronica - ricorre, si verificano con frequenti ricadute. La gastrite cronica non può essere curata. Se una persona ha ricevuto una diagnosi del genere, deve accettare il fatto che vivrà con questa malattia.

Il primo tipo di gastrite è un'infiammazione acuta della mucosa dello stomaco e del duodeno. Ci sono molte cause di gastrite acuta. Tra di loro sono chimici, termici, meccanici e batterici. La gastrite acuta si sviluppa secondo questo schema: le cellule superficiali e le ghiandole della mucosa gastrica sono danneggiate, e in questo modo si sviluppano cambiamenti infiammatori. Un tale processo infiammatorio può interessare solo l'epitelio superficiale della mucosa o dello stomaco, o diffondersi a tutto lo spessore e persino penetrare nello strato muscolare della parete dello stomaco. La gastrite si verifica a causa di malattie del pancreas, della colecisti, del fegato, a causa di errori nutrizionali, dopo l'uso di alcuni farmaci, con infezioni alimentari tossiche, allergie alimentari (bacche, funghi, ecc.), Ustioni, disturbi metabolici elementari. I sintomi della gastrite acuta compaiono nell'uomo di solito 4-8 ore dopo l'esposizione ad una delle cause sopra citate. Una persona avverte pesantezza e pienezza allo stomaco, nausea, debolezza, vertigini, diarrea, vomito. La pelle diventa pallida, sulla lingua c'è una fioritura bianco-grigiastro, c'è una bocca asciutta e forte o, al contrario, salivazione.

Il decorso della gastrite cronica è diverso da quello acuto. La causa di questa malattia sono i cambiamenti infiammatori nella mucosa gastrica e la ridotta produzione di acido cloridrico in esso (malattie del fegato e della colecisti, pancreas). I pazienti hanno dolori sgradevoli, disturbi gastrici e intestinali dopo aver mangiato o carico nervoso, irritabilità, bassa pressione sanguigna, affaticamento e debolezza generale. Come hanno dimostrato numerose indagini di massa, più della metà della popolazione adulta di paesi sviluppati (!) Del mondo soffre di gastrite cronica; tra le malattie dell'apparato digerente, è superiore al 30%.

La maggior parte delle donne soffre di gastrite cronica, il peggioramento della malattia durante la gravidanza. Queste donne di solito sviluppano una tossicosi precoce, accompagnata da vomito. La tossicosi può richiedere fino a 14-17 settimane ed è piuttosto difficile da procedere. Ma la gastrite cronica non è una controindicazione per la gravidanza. Nonostante il disagio spiacevole e la scarsa salute avvertita dalle donne in gravidanza dall'esacerbazione della loro malattia, non influisce sul feto. Eppure deve essere trattato.

Sintomi di gastrite cronica

Nella gastrite cronica nelle donne in gravidanza, non si osservano sintomi specifici, perché la malattia è diversa nelle diverse persone. I segni della malattia nella maggior parte dei casi sono dolore nella regione epigastrica, nausea, eruttazione, vomito e disturbo delle feci. In gastrite cronica con insufficienza secretoria (bassi livelli di acido cloridrico nel succo gastrico), dispepsia gastrica e intestinale (disturbi) si verificano più frequentemente. Nella gastrite con secrezione conservata o aumentata di succo gastrico (spesso si verifica in giovane età), il dolore nell'addome superiore predomina, che può essere ripetuto. Nel caso dell'ultima gastrite, i pazienti hanno lamentato dolore nella regione epigastrica, nell'ipocondrio destro o intorno all'ombelico. Molto spesso, il dolore si verifica dopo aver mangiato, vale a dire dopo aver preso un certo tipo di cibo. Meno spesso, i dolori appaiono indipendentemente dal cibo, a stomaco vuoto o di notte. Il dolore è a volte grave, a volte moderato. In caso di gastrite con aumento della secrezione di produzione, il dolore è di solito grave, mentre meno è ridotto. Se non vuoi che il dolore si intensifichi, non ottenere abbastanza per andare alla lama - più le pareti dello stomaco sono allungate, più forte è il dolore.

Cause della malattia

I fattori predisponenti della gastrite cronica sono:

  • stress causato da problemi al lavoro o in famiglia e che porta alla rottura del ritmo naturale della vita (mancanza di sonno adeguato a causa del lavoro notturno);

Durante la gravidanza, la gastrite e il suo trattamento

La gastrite è una malattia legata al processo infiammatorio in aree vulnerabili del muro gastrico che può portare a indigestione.

La gastrite può manifestarsi anche durante la gravidanza e ridurre significativamente le prestazioni umane.

La gastrite in donne in gravidanza deve essere trattata senza indugio.

Il paziente deve essere sotto stretto controllo medico per il motivo che è la più comune malattia del tratto digestivo, portando a una serie di gravi complicazioni.

Gli esperti medici hanno recentemente condotto una serie di studi che hanno dimostrato che oltre il 50% di tutte le persone nel mondo soffre di gastrite.

La capacità di determinare i fattori, le cause e i sintomi di questa malattia è particolarmente importante al fine di eseguire il trattamento corretto per le donne in gravidanza nel gruppo a rischio.

Fattori e sintomi causali

La suddetta malattia in una donna incinta è in forma acuta o cronica. La gastrite acuta durante la gravidanza appare improvvisamente e procede molto rapidamente nella maggior parte delle situazioni.

Tale gastrite è caratterizzata dalla presenza di processi infiammatori nelle pareti dello stomaco e dell'intestino tenue.

Con questa forma della malattia c'è un processo di traumatizzazione delle ghiandole e dello strato mucoso superficiale nella cavità dello stomaco. Di conseguenza, può svilupparsi un'infiammazione.

Può influenzare non solo gli strati interni dell'epitelio, ma anche penetrare nella membrana muscolare dello stomaco.

Altri tipi di condizioni patologiche negli organi dell'apparato digerente - malattie del fegato, problemi della cistifellea e condizioni patologiche associate al pancreas - spesso contribuiscono a questo tipo di gastrite.

In rari casi, la gastrite acuta nel sesso debole può svilupparsi dopo aver consumato determinati farmaci, avvelenamento con cibi avariati, reazioni allergiche e rilevamento di danni alla parete dello stomaco con cibi grossolani.

La gastrite cronica durante la gravidanza è una malattia caratterizzata dalla presenza di un periodo di esacerbazione e un periodo di remissione.

I sintomi non sono così acuti, tuttavia, qualsiasi interruzione della normale dieta, il consumo di alcuni farmaci e la presenza di picchi nervosi possono solo contribuire alla ricorrenza della malattia.

Quali altri fattori possono anche portare alla gastrite nelle donne durante la gravidanza?

Spesso i fattori causali che provocano la gastrite durante la gravidanza sono considerati i processi di esacerbazione di qualsiasi infiammazione cronica che si è verificata nello stomaco di una donna incinta.

L'aggravamento delle statistiche si verifica almeno nel 70% delle situazioni.

Vale la pena notare che la gastrite ha due tipi: A e B. Il primo causa processi atrofici durante la sconfitta della membrana mucosa nello stomaco, provocata da cellule del tipo autoimmune.

Lo sviluppo del secondo tipo di malattia è spiegato dalla penetrazione di un agente batterico chiamato Helicobacter pylori nel corpo.

Le donne spesso vengono infettate dal tipo di batteri sopra menzionato quando hanno contatti con altre persone infette. Pertanto, possono essere infetti già al momento del concepimento.

Tuttavia, se la gastrite prima della gravidanza può essere asintomatica o avere un numero minimo di manifestazioni, le interruzioni ormonali possono aggravare notevolmente le condizioni del paziente.

Per trattare tale gastrite, è necessario scegliere consapevolmente i metodi di terapia e farmaci, perché gli antibiotici standard sono spesso controindicati nelle pazienti in gravidanza.

I periodi di esacerbazione della forma cronica di gastrite durante la gravidanza hanno una stretta relazione con una serie di ragioni:

  • mangiare piatti contenenti carboidrati raffinati;
  • la presenza di una dieta irregolare e squilibrata;
  • consumo di cibi ricchi di grassi e sostanze artificiali;
  • tensione nervosa e stress;
  • consumo eccessivo di cibo.

La gastrite durante la gravidanza nella maggior parte delle situazioni si sviluppa sullo sfondo del disturbo esistente ed è accompagnata dalla voglia di vomitare e da una sensazione di disagio nell'area dello stomaco.

Il vomito durante la gravidanza (come una delle manifestazioni di tossicosi) nel processo di gastrite richiede almeno una settimana.

Neoplasie maligne nella cavità addominale, che appaiono a causa della pressione fetale, così come i cambiamenti ormonali contribuiscono allo sviluppo della malattia durante la gravidanza.

Il livello di acidità della gastrite durante la gravidanza varia con donne diverse, spesso è alto.

I sintomi possono assomigliare alla condizione del bruciore di stomaco, con la diarrea che viene spesso osservata, la manifestazione principale è il dolore allo stomaco e frequenti eruttazioni con un odore sgradevole, una sensazione di pesantezza e stitichezza.

In contrasto con la gastrite ordinaria in una situazione di gravidanza, è necessario un trattamento più completo del tipo complesso.

La forma cronica di gastrite non mostra manifestazioni specifiche all'inizio della gravidanza, poiché i sintomi della malattia possono variare nei diversi pazienti.

I sintomi di questo tipo di gastrite in molte situazioni consistono in:

  • sentimenti di dolore nella regione epigastrica;
  • stato di nausea;
  • frequenti eruttazioni;
  • desiderio di tirare fuori;
  • Disturbi gastrointestinali.

Se c'è una gastrite cronica con insufficiente secrezione di acido, lo stato di dispepsia (disturbo) del tratto digestivo può essere osservato molto più spesso.

La gastrite erosiva durante la gravidanza può essere accompagnata dallo sviluppo di piccole erosioni (difetti locali) sulla parete gastrica.

Lo stato di salute delle donne in questo tipo di malattia è piuttosto pesante. Il sangue può apparire nel contenuto dello stomaco. C

Le sensazioni del dolore sono considerate i primi segni caratteristici di una malattia come la gastrite erosiva.

Nella gastrite con secrezione normale o elevata di succo gastrico, che si verifica spesso in giovane età, può prevalere il dolore che si verifica periodicamente nella cavità addominale superiore.

In presenza di gastrite ad elevata acidità, si notano lamentele dei pazienti circa l'aspetto del dolore nella regione epigastrica, nella regione dell'ipocondrio destro o dell'ombelico.

Spesso, il dolore si verifica dopo un pasto, vale a dire dopo aver consumato un particolare tipo di cibo.

Raramente, il dolore durante la gastrite durante la gravidanza si verifica indipendentemente da un pasto, a stomaco vuoto o di notte. I dolori sono a volte molto forti ea volte moderati.

Nella gastrite con un alto livello di secrezione acida, i sintomi del dolore sono generalmente gravi e deboli.

Se una donna vuole alleviare le sue condizioni, non dovrebbe mangiare troppo, perché più il muro dello stomaco è allungato, più forte sarà il dolore.

Durante la gravidanza, ci sono anche altri fattori che provocano lo sviluppo della suddetta malattia. La maggior parte delle donne sperimenta sintomi di tossiemia nel primo trimestre.

Lo stato di nausea e il vomito regolare fanno sì che le donne incinte si rifiutino di mangiare, pertanto l'assunzione di cibo avviene in modo irregolare.

Effettuando tentativi di eliminare sintomi spiacevoli, le future madri consumano tipi di cibo dannosi (cibi acidi o salati) e questo può contribuire all'esacerbazione della malattia.

L'alimentazione dietetica in questo momento gioca un ruolo cruciale. Durante la gravidanza, l'esacerbazione della gastrite e dei sintomi gravi nelle fasi iniziali possono essere prevenute aderendo a una dieta dietetica.

Trattamento e nutrizione

Il trattamento primario per i pazienti non gravidici è l'eliminazione (eliminazione) di Helicobacter pylori e una diminuzione del livello di acidità. A questo scopo sono prescritti farmaci antibiotici e antisecretori.

Il trattamento della gastrite in donne in gravidanza con questi gruppi di farmaci è controindicato, pertanto i farmaci elencati di seguito rimangono.

I farmaci antiacidi sono farmaci che agiscono solo nello stomaco, senza assorbimento sistemico. Gli antiacidi si legano e neutralizzano l'acido cloridrico nella cavità dello stomaco.

Esistono sospensioni antiacidi a base di magnesio e alluminio (Maalox, Almagel, gel alluminofosfato, che vengono trattate applicandole alle aree interessate per non più di 3 giorni.

Tuttavia, a causa della penetrazione di alluminio nel sangue, i farmaci di questo tipo possono causare stitichezza durante la gastrite.

Esistono anche farmaci più sicuri a base di idrotalcite (alluminio e magnesio in una molecola grande), nonché Rennie a base di calcio e magnesio.

Uno strumento chiamato Gaviscon riduce il livello di acidità, non viene assorbito e protegge la mucosa gastrica, che è estremamente necessaria durante la gravidanza.

Latte e latticini hanno lo stesso effetto e, insieme al miele, possono curare la gastrite in modo abbastanza sicuro.

Non può essere usato per ridurre l'acidità della soda, perché agisce solo in tempo, causando gas e gonfiore, oltre a un cambiamento nel pH del sangue.

Le erbe che hanno un pH elevato richiesto per il trattamento della gastrite includono: erba di San Giovanni, menta, camomilla, avena e semi di lino, calamo e radici di valeriana, achillea, motherwort, celidonia.

Allevia il dolore, lenisce e avvolge lo stomaco. 2-3 cucchiai della raccolta di queste erbe si consiglia di versare 0,5 litri di acqua bollente e lasciare per 25 minuti, quindi filtrare e bere mezzo bicchiere di brodo dopo aver mangiato.

Le erbe a bassa acidità sono composte da: polynya, achillea, foglie di piantaggine, spezie (timo, menta piperita, cumino, origano, finocchio), prezzemolo, pastinaca, trifolia e erba di San Giovanni. Stimolano il processo di secrezione e digestione.

Se una donna non vuole spendere energie per la ricerca e la preparazione di decotti a base di erbe, Iberogast si basa su piante medicinali per trattare la gastrite e ripristinare la motilità intestinale.

Viene assunto solo dopo aver consultato il medico.

Si può dire con certezza che il trattamento della gastrite nelle donne in una posizione ha un certo numero di caratteristiche.

Farmaci, di solito prescritti per alleviare lo stato durante la malattia, sono controindicati nel portare un bambino.

Ad esempio, De-Nol in combinazione con farmaci come Furazolidone e Oxacillin non vengono utilizzati durante la gravidanza. Con grave infiammazione, Gastrofarm è permesso.

I farmaci in forma di pillola, che includono farmaci come la Drotaverina e la Papaverina, sono considerati sicuri da usare per la gastrite durante la gravidanza.

Allevia i crampi alle donne in una posizione che soffre di gastrite e altri problemi gastrointestinali.

Con un pH basso, l'effetto migliore che il trattamento fornisce sarà dopo l'uso di Panzinorm, Acidin-pepsina (contenente pepsina).

Quando si verifica un'interruzione del processo digestivo prima di mangiare, i medici raccomandano l'assunzione di farmaci come Pancreatina, Creonte, Mezim, Pangrol, Gastro-Norm) e medicinali senza l'aggiunta di bile come Festal, Digestal, Normanton, Enzistal.

Il trattamento della gastrite nelle donne in gravidanza 2 trimestre può essere eseguito prendendo Metoclopramide (Reglan), che è prescritto dal medico curante per un breve periodo di tempo, quando si osserva vomito incontrollato durante la gastrite.

Molto importante nel corso della gravidanza durante la gastrite è il trattamento con una dieta speciale, mangiando cibo in piccole porzioni.

Le donne incinte non hanno bisogno di sperimentare la fame o l'eccesso di cibo, bere bevande gassate e bevande contenenti caffeina, aggiungere spezie al cibo, mangiare cibi grassi e fritti (stimolando la secrezione di acido).

È possibile utilizzare latticini a basso contenuto di grassi, zuppe e brodi di carne (con porridge di riso), al vapore, nonché carne bianca bollita e pesce, cereali, frutta fresca.

Uno studio ha dimostrato che durante la gravidanza le donne hanno una maggiore suscettibilità all'infezione da Helicobacter pylori rispetto ad altre donne, quindi dovrebbero adottare misure aggiuntive per prevenire l'infezione.

L'Helicobacter pylori, così come altri batteri, funghi e parassiti, sono noti per provocare la gastrite, causando irritazione e infiammazione della mucosa gastrica.

Per prevenire la contaminazione di cibo e gastrite, è necessario monitorare l'osservanza delle regole di cottura, raffreddamento e lavaggio dei prodotti che una donna incinta consuma.

È possibile conservare il cibo in frigorifero a una temperatura inferiore a 40 gradi e nel congelatore - inferiore a 0 gradi. Prodotti da cucina preferibilmente con il raggiungimento della temperatura interna di oltre 160 gradi.

È inoltre necessario lavare accuratamente tutti gli alimenti non cotti prima dell'uso.

È importante sapere che molti cibi che una donna amava prima di rimanere incinta può causare un'epidemia di sintomi durante la gravidanza.

Sfortunatamente, molti di questi prodotti fastidiosi sono anche tali che dovrebbero essere rimossi dal menu quando si trasporta un bambino.

Includono:

  • spezie e spezie;
  • tutti i piatti fritti e grassi;
  • la maggior parte dei prodotti contenenti una maggiore quantità di grasso nella sua composizione.

Limitare questi alimenti aiuterà a prevenire l'indigestione e la gastrite durante tutto il processo della gravidanza.

Alcuni prodotti in genere non causano una reazione immediata, ma possono aggravare il dolore a lungo termine.

Per evitare problemi a lungo termine, è possibile ridurre il consumo di carne rossa e altri alimenti, come pane bianco e zucchero.

Puoi anche sostituire carne di manzo e maiale con carne magra e scegliere il pane integrale.

Gli alimenti e le bevande a base di caffè sono un altro fattore che causa la gastrite.

Anche una tazza di caffè può aumentare il livello di acido nello stomaco, il che porta all'infiammazione della parete dello stomaco. Per evitare questo problema, dovresti provare le tisane al posto del caffè e delle bevande gassate.

La dieta svolge un ruolo cruciale nell'attuazione del trattamento della malattia nel periodo di trasporto di un bambino.

Per tutte le donne in gravidanza con gastrite, i medici specialisti raccomandano fortemente di preparare frazioni, piccole porzioni di cibo.

Nei primi giorni dopo l'esacerbazione della gastrite durante la gravidanza, di solito si segue una dieta durante la quale ogni piatto dovrebbe essere servito in una forma purea.

La dieta deve essere prescritta esclusivamente da un gastroenterologo professionista o un nutrizionista, a partire dai segni esistenti e dalle manifestazioni sintomatiche della suddetta malattia del sistema gastrointestinale.

Gastrite cronica e gravidanza

La gastrite cronica non è una controindicazione per la gravidanza.

La gastrite cronica è una malattia causata da alterazioni infiammatorie della mucosa gastrica e alterata produzione di acido cloridrico. Insieme alle sensazioni spiacevoli e dolorose, ai disturbi gastrici e intestinali causati dall'assunzione di cibo o dai carichi nervosi, i pazienti spesso soffrono di irritabilità, aumento dell'affaticamento, debolezza generale e abbassamento della pressione sanguigna. Secondo i risultati di numerose indagini di massa, oltre il 50% della popolazione adulta dei paesi sviluppati del mondo soffre di gastrite cronica; nella struttura delle malattie dell'apparato digerente, è del 35%.

Le principali forme di gastrite sono attualmente la gastrite cronica A (che rappresenta il 15-18% dei casi) e la gastrite cronica B, causata da uno speciale microbo - Helicobacter pylori (70% di tutte le gastriti croniche). Le restanti forme di gastrite sono molto meno comuni.

Sintomi di gastrite cronica

La gastrite cronica non ha sintomi specifici, il quadro clinico della malattia è molto vario. Nella maggior parte dei casi, i sintomi della malattia sono dolore nella regione epigastrica e dispepsia - nausea, vomito, eruttazione, feci alterate. Nella gastrite cronica con insufficienza secretoria (bassi livelli di acido cloridrico nel succo gastrico), sono più comuni la dispepsia gastrica (eruttazione, nausea, vomito) e la dispepsia intestinale (flatulenza, ruggine nell'addome, alterazione delle feci). Quando la gastrite con secrezione conservata o aumentata di succo gastrico (forme che sono più comuni in giovane età) predomina il dolore. Molto spesso ci sono dolori ricorrenti nella parte superiore dell'addome. La maggior parte dei pazienti lamenta dolore nella regione epigastrica, intorno all'ombelico o nell'ipocondrio destro. Il dolore si verifica dopo aver mangiato, spesso associato a un certo tipo di cibo, meno spesso appare a stomaco vuoto, di notte o indipendentemente dal cibo. Il dolore può essere moderato, a volte grave. Con l'aumento della produzione di acido cloridrico da parte dello stomaco, il dolore è solitamente grave, con una riduzione, il dolore è debole. Il dolore diventa più forte quando si estendono le pareti dello stomaco con cibo abbondante.

La gastrite cronica A procede inizialmente con la normale secrezione dello stomaco (secrezione di succo gastrico), e in questa fase i pazienti non mostrano disturbi e non è richiesto alcun trattamento. La necessità di un trattamento sorge quando il processo infiammatorio nella mucosa dello stomaco si approfondisce e di conseguenza riduce la secrezione di succo gastrico.

Con lo sviluppo della gastrite cronica nella secrezione di succo gastrico nelle parti inferiori dello stomaco è aumentato o normale, ma con gastrite cronica diffusa nella funzione secretoria dello stomaco è bruscamente ridotta alla sua grave insufficienza.

Negli ultimi anni, l'infezione è stata importante nello sviluppo della gastrite cronica di tipo B e dell'ulcera gastrica (formazione di ulcere nello stomaco). Microrganismi speciali (chiamati Helicobacter pylori) si trovano solo nello stomaco e non si trovano nell'esofago, nel duodeno e nel retto. È stata stabilita un'alta frequenza (100%) del loro rilevamento durante l'esacerbazione della gastrite cronica e dell'ulcera peptica. Questi microbi rilasciano sostanze che, in determinate condizioni, possono causare danni alla mucosa gastrica, interrompendo la produzione di succhi digestivi.

Cause di gastrite

I fattori predisponenti della gastrite cronica sono:

  • stress che porta alla rottura del ritmo biologico naturale della vita (lavoro notturno, assenza di sonno notturno completo), problemi sul lavoro, in famiglia, ecc.;
  • condizioni nutrizionali (nutrizione irregolare, sbilanciata "in movimento", "snack", cibo "segale secca");
  • ricezione di cibo di scarsa qualità, forti bevande alcoliche in grandi quantità o loro sostituti;
  • il fumo;
  • l'abuso di piatti, che comprendono cereali raffinati, oli raffinati, la presenza di conservanti, emulsionanti nei prodotti e ormoni e antibiotici nei cibi animali;
  • infezione da batteri Helicobacter pylori.

Il 75% delle donne che soffrono di gastrite cronica, la malattia viene esacerbata durante la gravidanza. Di norma, le donne con gastrite cronica sviluppano tossicosi precoce - vomito di donne in gravidanza e spesso dura fino a 14-17 settimane e possono essere difficili.

La gastrite cronica non è una controindicazione per la gravidanza. Nonostante il fatto che durante il periodo di esacerbazione della malattia, una donna manifesti disagio e un significativo peggioramento del suo stato di salute, non influisce direttamente sul decorso della gravidanza e del feto.

Diagnosi di gastrite durante la gravidanza

Per chiarire la diagnosi di gastrite cronica, oltre a studiare i reclami del paziente e la storia dello sviluppo della malattia, lo studio del succo gastrico, l'esame endoscopico sono importanti.

Il sensing gastrico (campionamento del succo gastrico), oltre a misurare l'acidità del succo gastrico mediante uno speciale apparecchio che viene abbassato nello stomaco (pH-metry), permesso durante la gravidanza, aiuta a determinare il livello di acidità del succo gastrico, che aiuta a stabilire la natura della gastrite (aumentata o diminuita) acidità), prescrivere il trattamento corretto. Il valore diagnostico del metodo endoscopico (introduzione di uno speciale apparecchio ottico nello stomaco con il quale è possibile ispezionare le pareti dello stomaco) è indubbio, in particolare, può essere usato per determinare la presenza di erosioni (lacrime) sulla mucosa gastrica, ma è piuttosto gravoso per una donna incinta utilizzato per la diagnosi di indicazioni speciali per il fallimento del trattamento.

Trattamento della gastrite cronica

Con l'esacerbazione della malattia, a una donna viene prescritto il riposo a letto. Necessario e dieta. La nutrizione per la gastrite è raccomandata frazionata (5-6 volte al giorno). Per prima cosa scrivo in forma semi-liquida, senza tostare, limitare il sale e i carboidrati (zucchero, marmellata, confetteria), che hanno brodi d'azione sokogonnym. Si consigliano latte, zuppe di muco o latte di cereali, uova alla coque, polpette di carne o di pesce, canederli, burro, fiocchi di latte, kefir, stufato di verdure, frutta e verdura fresca. Man mano che lo stato migliora, la dieta viene ampliata, tra cui pesce e carne bolliti, patate bollite, pasta, prosciutto magro, salsiccia di dottore, cereali, panna acida e formaggio. Anche andando a una dieta normale, i pazienti sono incoraggiati a escludere dalla dieta carni affumicate, condimenti piccanti, cibi fritti, che, tuttavia, dovrebbero essere evitati in tutte le donne in gravidanza.

Le donne in gravidanza con acidità normale o alta di succo gastrico sono raccomandate (in assenza di edema) l'uso di acque minerali: Borjomi, Smirnovskaya, Slavyanovskaya, Jermuk 150-300 ml 3 volte al giorno 1.5-2 ore dopo assunzione di cibo, in quanto riduce il tempo di azione dell'acido cloridrico sulla mucosa dello stomaco. Nella gastrite cronica con bassa acidità si utilizza acqua del tipo "Mirgorodskaya", "Essentuki" n. 4, 17 o "Arzni" (ricordiamo, l'acidità è determinata mediante sondaggio e pH-metria).

Il trattamento farmacologico delle donne in gravidanza che soffrono di gastrite cronica ha le sue caratteristiche. L'eliminazione dell'infezione da Helicobacter pylori durante la gravidanza non viene eseguita, perché l'uso di farmaci usati a questo scopo non è auspicabile: il De-Nol e la Tetraciclina, l'Oxacillina e il Furazolidone (usati al posto della Tetraciclina) non sono efficaci senza De-Nol. Con una accentuata esacerbazione della gastrite cronica, è possibile utilizzare l'effetto antinfiammatorio di Gastrofarm (2 compresse 3 volte al giorno 30 minuti prima dei pasti). Maalox, che ha un antiacido (che riduce l'acidità del succo gastrico) e l'effetto analgesico, viene somministrato in compresse o sospensioni 1 ora dopo un pasto. Gelusillac ha un'azione che assorbe l'acido cloridrico, previene la sua eccessiva formazione; è prescritto 3-5 volte al giorno, una in polvere da una a due ore dopo aver mangiato e, se necessario, durante la notte. I farmaci antispasmodici (Papaverina cloridrato, No-Spa) eliminano il dolore. Reglan (sinonimi: Metoclopramide, Reelan) regola la funzione motoria dello stomaco, elimina la nausea e il vomito.

Per il trattamento della gastrite cronica con secrezione gastrica normale o aumentata, vengono utilizzate anche infusioni di piante medicinali con effetti antinfiammatori, analgesici, avvolgenti: camomilla, erba di San Giovanni, menta, semi di lino, avena, achillea, erba argentata, alpinista, rizoma aviario, celidonia, sedativi ( Radice di valeriana, erba del motherwort). L'infuso viene preparato come segue: 2-3 cucchiai della raccolta di erbe versare 500 ml di acqua bollente, insistere in un luogo caldo per 30 minuti, quindi filtrare. Puoi aggiungere il miele a piacere. Bevi l'infuso sotto forma di calore e 1/2 tazza 5-6 volte al giorno dopo i pasti.

In caso di grave insufficienza secretoria (abbassamento del livello di acido cloridrico nel succo gastrico), un'attenzione particolare è rivolta alla terapia sostitutiva: reintegrazione della carenza di acido cloridrico e pepsina dell'enzima digestivo. A questo scopo, prendi il succo gastrico (1 cucchiaio da minestra a 1/2 tazza di acqua), Acidin-Pepsin, Pepsidil, Abomin, Panzinorm in dosi prescritte da un medico. I complessi multivitaminici utili per una donna incinta e da altri punti di vista, così come Riboxin (0,02 g 3-4 volte al giorno per 3-4 settimane) e olio di olivello spinoso sono stimolati dalla secrezione gastrica (1 cucchiaino da tè 3 volte al giorno per cibo 3-4 settimane). Lo stesso scopo è servito dal trattamento con ossigeno - ossigenazione iperbarica. Maalox può essere utilizzato anche per la gastrite con bassa acidità di succo gastrico, in questo caso è meglio prescriverlo come sospensione (1 cucchiaio o 1 bustina di sospensione 1 ora dopo un pasto). Pazienti con gastrite con ridotta funzione secretoria sono anche raccomandate erbe medicinali che sopprimono il processo infiammatorio nella mucosa gastrica e stimolano la sua funzione secretoria: foglie di piantaggine, assenzio, timo, finocchio, cumino, origano, pastinaca, prezzemolo, menta, erba di Hypericum, trifolia, achillea e altri: di queste erbe si preparano le infusioni allo stesso modo di cui sopra.

Nei pazienti con gastrite cronica, l'attività del pancreas e la digestione intestinale sono spesso disturbate. Per la correzione di questi disturbi, Pancreatina prescritta da un medico, 0,5-1 g prima dei pasti 3-4 volte al giorno, Festal 1-2 compresse durante i pasti sono utili. Enteroseptol, Mexaz, Mexform utilizzati in passato non sono attualmente consigliati, perché possono causare gravi effetti collaterali: neurite periferica, disfunzione epatica, funzionalità renale, reazioni allergiche. Come con la gastrite cronica B, i disturbi della funzione motoria dello stomaco sono corretti da Cerucul e per il dolore vengono prescritti gli spasmolitici: Papaverina, No-Spa.

Per le erosioni della membrana mucosa dello stomaco e del duodeno, tali preparazioni come Almagel e Fosfalugel sono solitamente utilizzate in 1-2 cucchiaini di dosaggio 3 volte al giorno 30-40 minuti prima dei pasti. Il loro uso è dovuto al fatto che l'erosione della membrana mucosa dello stomaco e del duodeno deriva dall'azione aggressiva dell'acido cloridrico e della pepsina sulla membrana mucosa, indebolendone i meccanismi protettivi. Questi farmaci avvolgono la mucosa gastrica, proteggendola. Quando si utilizzano questi farmaci, il dolore viene solitamente rimosso il 3-4 ° giorno.

È importante notare che la gastrite cronica non influisce sui tempi e sui metodi di consegna, nonché sviluppo fetale.

Le misure per prevenire la gastrite cronica dovrebbero prima di tutto includere la dieta. È necessario prendere il cibo in piccole porzioni, 4-5 volte al giorno, masticando bene. Non dovrebbe mangiare troppo. È necessario escludere dalla dieta alimenti che causano irritazione della mucosa gastrica: brodi forti, carni affumicate, cibi in scatola, condimenti, spezie, tè forte, caffè, bevande gassate. Se possibile, è necessario eliminare l'effetto dei fattori di stress, smettere di fumare, non abusare di alcol.