Pancreatite nei cani

Il trattamento efficace di qualsiasi malattia dipende dal riconoscimento precoce dei sintomi, dalla diagnosi competente e dalla successiva prevenzione. Più attentamente il proprietario tratta il suo animale domestico a quattro zampe, minore è la possibilità che si verifichino complicazioni della malattia. Una delle malattie più gravi è la pancreatite in un cane. Se il tempo non si prende cura della salute del cane, ci possono essere conseguenze pericolose che minacciano la sua vita.

Cause di pancreatite nei cani

La pancreatite si presenta sempre per una ragione, è la stessa, sia per i cani che per le persone - questi sono problemi nel lavoro del pancreas causato dalla sua infiammazione.

L'organo infiammato non può svolgere le sue funzioni completamente, quindi, c'è un'insufficienza pancreatica caratterizzata da una bassa produzione di enzimi. Gli enzimi svolgono una funzione vitale nel corpo, digeriscono tutto il cibo che entra nel tratto gastrointestinale.

Il meccanismo di digestione del cibo nei cani ha il seguente schema: primo, il cibo viene masticato, nella bocca gli enzimi salivari lo aiutano a scomporre in particelle più piccole, dopo di che entra nello stomaco. L'ultimo stadio è l'ingestione di cibo nel duodeno, dove gli enzimi agiscono su di esso, solo dopo che avviene l'assorbimento delle sostanze benefiche.

L'infiammazione del pancreas è possibile a causa di diversi motivi:

  • Molto spesso il motivo principale è l'alimentazione impropria del cane. Il corpo del cane viene preparato per digerire la carne cruda, a questo scopo vengono prodotti speciali enzimi in grado di digerire esattamente la carne cruda. I principali errori alimentari - alimentazione salsicce, cibi troppo cotti, dolci, cibi piccanti e salati, cibo in scatola. In questo contesto, si verifica un malfunzionamento del pancreas. Gli enzimi volti a digerire i prodotti crudi non hanno semplicemente nulla da digerire, sebbene continueranno a essere prodotti.
  • La pancreatite si verifica a causa di microbi dannosi che entrano nel corpo. È necessario monitorare il cibo che il cane mangia. I prodotti devono essere freschi, senza muffa. È vietato alimentare il cane da superfici sporche, ad esempio da terra. È necessario assicurarsi che l'animale domestico a quattro zampe non mangi il fango. I microrganismi che entrano nel cane con il cibo possono causare l'infiammazione del pancreas e la successiva malattia infettiva.
  • Vitamine e minerali "accordano" il corretto funzionamento del corpo dell'animale, è importante che la dieta quotidiana del cane sia ricca ed equilibrata.
  • Un numero di malattie "colpite" sul pancreas di un cane, queste includono ulcere, malattie del fegato e dei reni, problemi alla cistifellea, diabete.
  • Gli scienziati hanno convenuto che la pancreatite ha un background genetico. Questa malattia è particolarmente suscettibile agli Yorkshire terrier, ai boxer, ai Cocker Spaniel, ai barboncini nani e ad altri.

Sintomi di pancreatite nei cani

La pancreatite si presenta in due forme. Il decorso acuto della malattia si verifica inaspettatamente, caratterizzato da sintomi pronunciati, dolore severo. In questo caso, è difficile non notare che il cane sta soffrendo. Senza cure d'emergenza in caso di esacerbazione della pancreatite non è sufficiente.

I sintomi includono:

  • Rifiuto dell'animale da mangiare, in alcuni casi il cane può rifiutarsi di bere.
  • Il cane è tormentato da forti attacchi di vomito, possono aumentare se l'animale cerca di mangiare qualcosa.
  • Caratterizzato da violazioni della sedia, vale a dire la diarrea.
  • Sullo sfondo di diarrea e vomito, il cane perde peso drammaticamente.
  • C'è una disidratazione del corpo, puoi verificarlo esaminando la mucosa della bocca, sarà asciutto.
  • Il cane è prurito.
  • Caratterizzato da un aumento della temperatura corporea, particolarmente spesso è registrato nel caso in cui la pancreatite acuta si verifica a causa dell'attività di microrganismi e batteri nocivi.

La pancreatite cronica dura a lungo, i sintomi della malattia sono piuttosto sfocati, in alcuni casi sono completamente assenti. A causa di ciò, possono verificarsi complicazioni della malattia, perché per tutto questo tempo c'è una lenta distruzione del pancreas.

I sintomi includono:

  • Perdita di peso graduale senza motivo apparente, perché l'appetito del cane è buono, non ci sono problemi con le feci, il vomito non dà fastidio.
  • Il pelo del cane non sembra sano, perde la sua lucentezza, può iniziare a cadere.
  • Le feci dell'animale possono cambiare leggermente la sua struttura - diventare troppo denso o, al contrario, cremoso.
  • Periodicamente, il cane è preoccupato per il gonfiore, in alcuni casi, il proprietario può notarlo da solo mentre sonda la cavità addominale. Anche la parete anteriore dell'addome può essere tesa, dura.
  • Di tanto in tanto, l'umore e le condizioni generali del cane cambiano drammaticamente senza una ragione apparente. Il cane può sembrare infelice per periodi, rifiutarsi di camminare, dormire più del solito.

Uno qualsiasi di questi sintomi è un motivo per visitare la clinica veterinaria, dove verrà effettuata una valutazione primaria della condizione del cane e una diagnosi completa.

Identificazione e trattamento della pancreatite nei cani

Se si sospetta la pancreatite, il compito principale dell'ospite è contattare un veterinario. Prima della diagnosi, il cane è autorizzato a nutrirsi solo con una dieta medica speciale, il cane viene dato acqua potabile e porridge digerito sull'acqua senza additivi. Nel caso in cui l'animale soffra di attacchi di vomito e diarrea, anche a una tale dieta, il cibo è completamente escluso, solo l'acqua rimane nella dieta.

Pancreatite nei cani trattati con acqua e cereali

È vietato provare a curare il cane da sé, le medicine e i metodi popolari possono aggravare la situazione. Nel caso di un attacco acuto di pancreatite non è possibile ritardare il tempo, è necessario chiamare immediatamente il veterinario. La posta in gioco può essere la vita di un animale domestico, perché il corpo non può far fronte al carico, nel sangue viene lanciata un'enorme quantità di tossine che avvelenano gli organi vitali - il cuore, il fegato, i reni e altri.

Il veterinario utilizzerà i seguenti metodi diagnostici:

  • Intervista con il proprietario del cane sulla presenza di alcuni sintomi.
  • Ispezione del cane, sondaggio della cavità addominale.
  • Stati Uniti.
  • X-ray.
  • Urine generali e analisi del sangue.
  • Gastroscopia.
  • Biopsia.

L'elenco di test e studi può variare a seconda del decorso della malattia.

L'ulteriore trattamento dell'animale dipende dalla forma di pancreatite e dalla sua causa.

Se il cane soffre di vomito e diarrea, il medico, in primo luogo, prescriverà farmaci mirati a normalizzare le feci e ripristinare l'equilibrio salino. Con sintomi simili, i cani hanno spesso disidratazione.

Se il cane soffre di dolore, vengono prescritti antispastici e analgesici. Il veterinario può prescrivere iniezioni intramuscolari con il farmaco Butorfanolo o inserire la soluzione di No-shpy, Euphyllinum.

Un compito importante del medico è di ridurre la produzione di acido cloridrico nel pancreas in breve tempo: per questo è prescritto Famotidina o Omeprazolo.

Dopo che il medico avrà eseguito un trattamento di emergenza primario degli effetti della pancreatite, è necessario indirizzare tutte le forze per combattere le cause di infiammazione del pancreas. Ad esempio, se la causa risiede in un'infezione che è entrata nel corpo del cane, viene eseguita una terapia antibiotica. Nel caso in cui il diabete mellito è la causa, viene prescritto il trattamento con insulina.

In alcuni casi, è necessario un intervento chirurgico. Le operazioni sono di solito prescritte per la pancreatite cronica, quando sono già avvenuti cambiamenti irreversibili. Rimuovere chirurgicamente le cisti del pancreas, le ulcere, liberare i dotti.

Come prevenire lo sviluppo della malattia

Un'alimentazione corretta e corretta aiuterà a ridurre il rischio di pancreatite.

Se il cane consuma cibo naturale, allora è necessario che la carne cruda nella dieta sia sufficiente, quindi gli enzimi prodotti dal pancreas saranno "impegnati" con il loro lavoro.

In questo caso, al cane è vietato alimentare alimenti adatti alle persone. Tutti gli esperti veterinari dicono che il cibo salato, grasso, speziato, dolce non è adatto per l'alimentazione di amici a quattro zampe, perché il loro sistema digestivo è diverso, è diverso dall'uomo.

Nella dieta quotidiana del cane dovrebbero essere sufficienti sostanze nutritive, la quantità di proteine ​​dovrebbe essere almeno il 30% della dieta. Puoi comprare cibo secco, dove proteine, grassi e carboidrati sono in equilibrio, ci sono vitamine e minerali necessari.

È importante tenere traccia del proprio animale domestico, il cane non deve mangiare nessun altro cibo dalle mani degli altri, mangiare gli avanzi dai bidoni della spazzatura o dal pavimento. Un alimento del genere non ha garanzie di qualità, può essere stantio o contaminato.

Se il cane ha una predisposizione alla pancreatite, allora vale la pena consultare un veterinario che può prescrivere farmaci che prendono corsi come misura preventiva per la malattia. Il principio della loro azione si basa sul rafforzamento del lavoro del pancreas e sulla normalizzazione della produzione di enzimi.

Il proprietario deve trattare il cane con cura, dargli tempo sufficiente, visitare periodicamente il veterinario. In questo caso, sarà molto più facile vedere i primi sintomi della pancreatite, il che significa che la malattia causerà molto meno danno all'animale.

Pancreatite in un cane: segni, trattamento e alimentazione in forma acuta e altre forme della malattia

La salute del cane è la prima responsabilità di qualsiasi proprietario. Sfortunatamente, questi fedeli e fedeli amici dell'uomo sono inclini a varie malattie e una di esse, la pancreatite infida e pericolosa.

È una malattia caratterizzata da infiammazione del pancreas, che è responsabile per il funzionamento del sistema digestivo nel suo complesso.

Il pancreas è un organo molto importante, su di esso sono le funzioni endocrine ed esocrine del corpo e le battute con esso sono cattive.

I cani non sanno come parlare, quindi il proprietario deve sapere e determinare rapidamente i sintomi di questa malattia.

Cause di pancreatite nei cani

Molte persone chiedono quale potrebbe essere l'infiammazione del pancreas in un cane e questa domanda non può essere lasciata senza la dovuta attenzione.

malnutrizione

La causa principale della pancreatite nei cani è un'alimentazione scorretta. Per le razze di piccole dimensioni, un singolo disturbo alimentare è sufficiente per guadagnare una pancreatite per tutta la vita. I cani di razze più grandi stanno meglio con questa malattia, ma ci sono animali geneticamente predisposti alla pancreatite.

La nutrizione inadeguata è nel brusco cambiamento di alimentazione. Ad esempio, non il corretto trasferimento di un animale da un alimento secco a un alimento naturale e viceversa. Il problema più comune è l'alimentazione dei cani da un tavolo comune.

Qualunque sia il peso e l'altezza del cane, è assolutamente impossibile per lei: dolce e farina, pelle calda e salata, maiale e carne di maiale, carni affumicate, salsicce e salsicce, cavoli, patate, legumi, spezie, semolino, ossa tubolari, pesce con le ossa.

Ricordate! Se un cane mangia questo o quel prodotto con piacere, questo non significa che sia utile ad esso. Il cane non lo sa, ma l'uomo deve saperlo!

eredità

Esiste un elenco di razze in cui la malattia pancreatica (pancreatite) viene trasmessa attraverso il pedigree. In questo caso, avrai bisogno di un controllo speciale sul tuo animale domestico a quattro zampe, da cucciolo.

L'elenco delle razze problema include:

  • pugili;
  • terrier giocattolo;
  • Flushing;
  • barboncino in miniatura;
  • schnauzer miniatura;
  • Collie;
  • cani da pastore;
  • bassotti.

Molto spesso vi è pancreatite a York, Chihuahua e altre razze di cani piccoli e nani.

auto-trattamento

Sfortunatamente, molti proprietari stanno cercando di trattare i loro animali domestici senza raccomandazioni veterinarie. Le medicine non correttamente selezionate o il loro eccesso nel corpo è la prossima causa di pancreatite in un animale.

Attenzione! È molto pericoloso trattare la pancreatite nei cani da soli.

I farmaci umani possono causare reazioni irreversibili negli animali e talvolta portare alla morte. Non cercare di urlare in problemi di salute con l'aiuto del consiglio di amici, è meglio cercare l'aiuto di un veterinario.

infezione

Succede che dopo aver sofferto di malattie infettive nel cane colpisce gli organi digestivi.

Le malattie più pericolose includono:

  • tempera;
  • enterite da parovirus;
  • leptospirosi;
  • adenoviroz;
  • demodicosi;

È possibile evitare queste malattie, se i cani sono vaccinati in modo tempestivo e il loro stile di vita è seguito, e il contatto con animali senzatetto è impedito.

Dovrebbe sapere L'attacco di pancreatite in un cucciolo è molto più difficile che in un cane adulto e le sue conseguenze sono più gravi, quindi i cuccioli sono nel gruppo di primo rischio.

Pancreatite e le sue fasi di sviluppo

La pancreatite è divisa per gravità in primo e secondo gruppo.

La pancreatite primaria si presenta, più spesso, in modo imprevisto e la sua causa può essere che il cane ha ricevuto un avvelenamento accidentale. I proprietari irresponsabili provocano spesso attacchi di pancreatite negli animali da eccessiva indulgenza e non aderiscono alla dieta. Il suo trattamento mira a ripristinare le funzioni del pancreas. Nella sua forma inutilizzata, può essere completamente curato.

La pancreatite secondaria è una forma più complessa della malattia. Si presenta come conseguenza di altre malattie.

Questi includono:

  • cirrosi epatica;
  • ulcera allo stomaco;
  • vermi;
  • demodicosi;
  • l'epatite;
  • patologia delle vie biliari;
  • malattie del cancro.

Questa forma di pancreatite non è praticamente reversibile e non si verifica il recupero del 100% dell'animale. Il compito dei veterinari e dei proprietari è quello di mantenere il funzionamento dell'organo malato e assicurare le sue funzioni ininterrotte per tutta la vita dell'animale.

Una malattia come la pancreatite può essere acuta o trasformarsi in una forma cronica. La pancreatite acuta è la più pericolosa e il suo attacco causa un forte dolore all'animale. Questa forma della malattia è chiamata "pancreatite necrotizzante".

È importante! La pancreatonecrosi è l'ultima e molto grave forma di pancreatite acuta. In questa fase, le cellule pancreatiche dell'animale muoiono, con necrosi pancreatica totale, si verifica la morte.

Studiare i segni e i sintomi della pancreatite in un cane

È molto importante monitorare costantemente il comportamento del tuo cane.

I seguenti sintomi di pancreatite aiuteranno a identificare l'insorgenza della malattia e quindi a fornire un'assistenza tempestiva al tuo amico a quattro zampe:

  1. Il cane si nasconde, il suo comportamento sembra agitato, preme la coda, l'aspetto dell'animale è depresso.
  2. C'è una diminuzione dell'appetito o un completo rifiuto del cibo.
  3. Il cane reagisce dolorosamente al contatto con lo stomaco, specialmente nell'ombelico.
  4. La respirazione marcata e le palpitazioni cardiache sono evidenti.
  5. Traccia periodici crampi allo stomaco.
  6. C'è gonfiore della cavità addominale.
  7. La comparsa di diarrea, frequente desiderio di vomitare.
  8. Andare in bagno negli animali è difficile, le feci diventano densi di secrezioni mucose e la minzione assume un carattere attivo.
  9. prurito della pelle.
  10. Perdita di peso

La pancreatite cronica in un cane è la più pericolosa. La malattia è nascosta ed è difficile per un aspirante allevatore di cani trovarla. In assenza di attacchi acuti, il cane perde gradualmente l'appetito, si trova sempre di più, e dopo aver mangiato vomito accade. Tutti questi sintomi dicono al proprietario che il cane ha bisogno di cure veterinarie urgenti.

Attenzione! Non perdere il tempo di salvare l'animale! Dopo tutto, mentre i proprietari cercano di coccolare e coccolare il loro amico dalla coda, il suo pancreas viene lentamente distrutto e il cane sta lentamente morendo!

Pancreatite acuta - pronto soccorso

Se il cane ha avuto un attacco di pancreatite e ci sono tutti i sintomi espressi, il proprietario è obbligato a dargli il primo soccorso.

Innanzitutto, non farti prendere dal panico. Il cane si rifiuta di mangiare? Non cercare di dare da mangiare all'animale. La fame è la prima regola negli attacchi di pancreatite e il cane, nel subconscio, ne è a conoscenza.

Creare un animale pieno di pace, non disturbarlo inutilmente e fornire il massimo dell'amore. Durante gli attacchi, l'animale sperimenta una forte paura e l'odore delle mani dell'amato proprietario per lui la prima medicina.

Aiuto! L'attacco di esacerbazione del pancreas è causato da forti dolori. Un modo possibile per alleviare la condizione del cane durante un attacco è l'iniezione di No-Shpa sotto forma di iniezioni sottocutanee o in forma di pillola.

Certo, prima devi avere una consulenza da un veterinario, ti dirà quanti cubetti dovresti inserire nell'animale, a seconda del peso. Il proprietario, a casa, non sarà in grado di fornire nessun altro aiuto per i crampi allo stomaco.

In ogni caso, dovrai chiamare il medico a casa o andare in clinica veterinaria, quindi tieni sempre a portata di mano il numero del medico di turno.

Diagnosi e trattamento della pancreatite nei cani

Dopo il primo soccorso, una diagnosi completa e un esame di laboratorio dell'animale nella clinica veterinaria. Gli esami del sangue vengono prelevati dal cane (per analisi biochimiche e cliniche) e test delle urine. Nominato dal passaggio di ultrasuoni e raggi X della cavità addominale.

Una base importante per determinare la pancreatite di un cane è un livello sottovalutato di emoglobina e globuli rossi nel sangue di un animale e un aumento del livello dei globuli bianchi, un chiaro indicatore dei processi di infiammazione nel corpo.

Sulla base degli esami effettuati e dei test ottenuti, il medico prescrive il trattamento. In caso di crisi di pancreatite, vengono prescritti contagocce complessi. In casi estremi, l'animale deve essere ricoverato in ospedale.

L'enzima Pancreatina è usato con successo nella pratica del trattamento della pancreatite canina, è composto da enzimi che sono attivamente coinvolti nella digestione di proteine, grassi e carboidrati.

All'animale vengono assegnati antidolorifici ad ampio spettro, antispastici e antiemetici. Se necessario, gli antibiotici sono prescritti per il trattamento della pancreatite. Certo, devi seguire la dieta.

Nutrire un cane con pancreatite

Come nutrire un cane con pancreatite, informi il veterinario, sulla base delle caratteristiche individuali della razza e della gravità della malattia.
Il più delle volte si consiglia di trasferire un animale malato dall'alimentazione secca a quella naturale.

Il primo giorno si può tenere l'animale con una dieta da fame, questo permetterà al corpo di riposare dai processi digestivi e sintonizzarsi per il recupero.

La dieta ricca di fibre, che è prescritta per la gastrite e la pancreatite, ha funzionato bene. La sua essenza è nel mantenere un equilibrio di nutrizione, la massima riduzione di grassi e carboidrati e un aumento del contenuto di proteine ​​e cibi ricchi di fibre.

Nel processo di recupero è utile per i cani dare carne magra bollita (petto di pollo, tacchino, coniglio, carne rossa) ricotta non grassa e kefir, verdure bollite (carote, zucca, zucchine, broccoli), porridge di cereali (grano saraceno, riso).

I prodotti devono essere ben cotti o cotti al vapore, tritati in un tritacarne (frullatore). Il cibo dovrebbe essere caldo e preparato al momento.

Devi nutrirti in piccole porzioni, più volte al giorno. Un'alimentazione troppo frequente e abbondante può innescare una recidiva di un attacco del pancreas. È necessario monitorare le feci e urinare l'animale e accompagnare l'alimentazione con i farmaci.

È importante! Mangiare un cane con pancreatite è molto importante! La dieta è un metodo necessario e senza di essa non ci sarà alcun recupero!

Cibo secco per malattie del pancreas nei cani

Alla domanda se è possibile usare il cibo secco per pancreatite in un cane, la risposta di veterinari - è possibile. Tuttavia, la parola non può significare che al cane è permesso di mangiare cibo secco a buon mercato, di dubbia provenienza.

Per gli animali suscettibili alle malattie del pancreas, ci sono alimenti dietetici speciali. Ha un basso contenuto di grassi e fibre, oltre a proteine ​​facilmente digeribili. Contiene necessariamente omegaacidi insaturi, che aiutano a ridurre l'infiammazione dell'organo malato. La probabilità di una ricaduta con l'uso di tale cibo è quasi assente.

Il mangime Royal Canin ha dimostrato di essere il migliore. Specialisti e nutrizionisti della compagnia "Royal Canin" prendono in considerazione tutti i possibili problemi delle sfumature della salute dei cani e lo fanno con professionalità e amore particolari.

Per i cani con malattia pancreatica, è stata sviluppata una linea di alimentazione speciale. I veterinari raccomandano il mangime "Royal Canin Didestive low fat" (il primo mese dopo un attacco di pancreatite) e "Royal Canin Vet size nutrition" (il secondo e successivi mesi di alimentazione).

prevenzione

Al fine di prevenire la pancreatite nei cani, il punto più importante è la dieta corretta del suo cibo. Se l'animale ha una predisposizione alla malattia pancreatica, allora i proprietari dovranno mantenere un tavolo dietetico speciale per lui per tutta la vita.

Tutti gli allevatori di cani che non hanno ancora incontrato la pancreatite patologica, non sarà superfluo sapere che la prevenzione della malattia è di grande importanza.

Ricorda che è sempre meglio prevenire una malattia che curarla.

Misure per prevenire la pancreatite nei cani:

  • non nutrire l'animale dal tavolo comune;
  • quando si sceglie un alimento naturale, sono adatti solo prodotti di alta qualità e preparati al momento;
  • scegliere cibo secco premium e di lusso;
  • non mescolare cibo secco e cibo naturale;
  • Non trascurare il consiglio dei veterinari;
  • Insegna al cane di non prendere il cibo dalle mani degli altri e di non raccoglierlo da terra;
  • camminare l'animale al guinzaglio;
  • limitare il contatto con animali randagi;
  • condurre tempestivamente la vaccinazione dell'animale;
  • uso regolare di farmaci antielmintici;
  • non automedicare

La pancreatite appartiene alla categoria delle malattie complesse e ha gravi conseguenze e complicanze. Solo un trattamento coerente e competente, una corretta alimentazione e un monitoraggio costante degli animali, da parte del proprietario, possono fare miracoli.

Il rispetto di tutti i requisiti e le regole prolungherà la vita del cane il più a lungo possibile. Prenditi cura del tuo cane e ricorda che siamo responsabili per coloro che hanno domato.

Leggi, in caso di dubbio, se puoi dare un cane Pancreatin

Per preservare la salute di un animale domestico è l'obiettivo principale di qualsiasi ospite. Accade che a causa di scelte alimentari scorrette nei cani, il sistema digestivo sia disturbato, il che può portare a gravi malattie.

Per prevenire le conseguenze, il noto farmaco, Pancreatina, viene in soccorso.

Ricordiamo che il principale principio attivo "Pancreatina" è una polvere di enzimi pancreatici prelevati dal bestiame. Indispensabile per la scomposizione di grassi, carboidrati, proteine ​​nell'intestino tenue.

con l'eccesso di cibo

L'eccesso di cibo per un cane non rappresenta un grave pericolo, esattamente come per gli umani. I principali segni di eccesso di cibo sono sempre evidenti: un addome leggermente allargato, respiro pesante, piagnucolare e cercare di sdraiarsi comodamente.

In questo caso, non sarebbe superfluo dare al cane "Pancreatina", ma solo osservando un certo dosaggio. La dose approssimativa di "Pancreatina" per cani di media taglia: una o due compresse da 250 mg ciascuna, per individui di grandi dimensioni, tre o quattro compresse.

Di norma, i sintomi dell'iperalimentazione scompaiono dopo poche ore e la digestione dell'animale viene nuovamente normalizzata.

di diarrea

Di per sé, la diarrea per un cane non è terribile, come lo è l'eccesso di cibo. Nella maggior parte dei casi, deriva da prodotti alimentari scadenti.

Se un amico a quattro zampe ha "solo diarrea" e non si preoccupa di nulla, non è vietato dare "Pancreatina" insieme al cibo per il rapido recupero dell'animale. Per un cane grande diamo l'intero tablet "Pancreatin 8000". Se è prescritto un ciclo di trattamento, è necessario prendere cinque giorni - due volte al giorno, poi altri cinque giorni - una volta al giorno.

Quando vomito

Il vomito nei cani può essere di due tipi: fisiologico o patologico. Se il vomito è causato dall'eccesso di cibo o dal consumo di gemme gustative irritanti, non dovresti preoccuparti, questo è un vivido esempio di fenomeno fisiologico.

Se il vomito non è accompagnato da altri segni, allora il massimo che può essere aiutato da un animale domestico è dare carbone attivo. Se, oltre al vomito, ci sono diarrea, perdita di appetito, debolezza, un insolito colore di vomito (giallo o rosso), questo può indicare la presenza di avvelenamento nel cane, malattie gastrointestinali, allergie o vermi.

In questo caso, l'auto-trattamento in ogni caso non può essere assunto, soprattutto in considerazione del cane "Pancreatina". Tutti gli enzimi che fanno parte di questo farmaco vengono rilasciati solo nell'intestino tenue dei mammiferi, dove esercitano il loro effetto terapeutico. Quindi "Pancreatina" semplicemente non può aiutare.

Se brontola nello stomaco

"Pancreatina" non tratta esattamente il brontolio nello stomaco, infatti, come qualsiasi altra droga. Il brontolio è un evento naturale con la fame o la digestione nei cani. Se il brontolio non è accompagnato da altri segni sospetti, puoi rilassarti e non tentare di salvare l'animale.

Istruzioni per l'uso

dosaggio

Una singola dose di farmaco per chilogrammo di peso del cane è di 20-50 mg. Il veterinario dovrebbe selezionare il dosaggio e la durata di questo aiuto alla digestione per ciascun animale individualmente.

Come dare le pillole?

Le compresse possono essere somministrate agli animali prima, durante e immediatamente dopo un pasto sotto forma di compresse o polvere (schiacciare la compressa stessa).

cuccioli

I cuccioli, a differenza degli amici adulti a quattro zampe, sono più suscettibili alle malattie, comprese le malattie del tratto gastrointestinale. Pertanto, la scelta della dieta del bambino deve essere trattata con estrema cautela e serietà.

Ma se il cucciolo non è ancora evitato diarrea o vomito, non è vietato dargli "Pancreatina", ma assicurati di pre-calcolare il dosaggio esatto. Tuttavia, i medici raccomandano ancora di dare la preferenza durante il trattamento dei cuccioli a droghe più benigne e innocue. Ad esempio, carbone attivo.

Incinta e in allattamento

Anche i cani in gravidanza e in allattamento devono essere trattati con trepidazione. Pertanto, in caso di sintomi come diarrea o vomito, i veterinari consigliano di dare "Smektu", "Vetom 1.1." O "Procolin" alle future mamme.

Questi farmaci possono essere somministrati agli animali domestici in gravidanza o in allattamento e ai cuccioli appena nati, poiché questi medicinali non hanno controindicazioni.

Il farmaco è sicuro?

Non sono stati identificati casi di deterioramento della salute del cane di Pancreatina. Il rischio è davvero molto piccolo, dal momento che la pancreatina è un farmaco piuttosto lieve e, soprattutto, un effetto limitato.

Cosa sostituire?

Sostituire "Pancreatina", come detto sopra, può essere fatto con farmaci più benigni: "Smekta", "Vetom 1.1." O "Procolin".

Inoltre, in caso di diarrea o vomito, il cane può essere somministrato nel kit di pronto soccorso: "Loperamide", "Enterosgel" o "Enterofuril". In caso di malattie gastrointestinali, il veterinario prescriverà un numero di farmaci specializzati di esposizione ristretta.

conclusione

Per preservare la salute del tuo amato animale domestico non è davvero un compito facile. Tuttavia, un farmaco come "Pancreatina" può essere di grande aiuto per qualsiasi proprietario nella lotta contro le reazioni spiacevoli del cane a cibo di scarsa qualità o malattie del pancreas.

Pancreatina per cani

+7 (812) 517-42-26
al distretto di yborg

+7 (812) 300-22-12
quartiere balneare

Informazioni utili

Pancreatite - Malattia infiammatoria-distrofica del tessuto ghiandolare del pancreas con compromissione della pervietà dei suoi dotti.
La pancreatite è acuta e cronica, primaria e secondaria.

L'eziologia.

La pancreatite primaria si verifica a causa di intossicazione e avvelenamento del corpo. La pancreatite secondaria è una conseguenza della patologia delle vie biliari, della patologia del fegato, dello stomaco e dell'intestino. Questa patologia si verifica spesso nelle malattie infettive e invasive dei cani.

L'emergere di pancreatite contribuisce a:
• eccessiva secrezione del pancreas provocata da cibi grassi;
• obesità, mancanza di mobilità;
• blocco e gonfiore dei dotti escretori del pancreas;
• disturbi traumatici, operativi, spinali e altri disturbi circolatori che hanno strette connessioni anatomiche e funzionali con il pancreas;
• processi immunologici;
• trattamento farmacologico (glucocorticoidi, sulfonamidi, diuretici tiazidici, furosemide, tetramicina);
• tossine (organofosfati);
• eccesso di calcio;
• trasfusioni di sangue ripetute (shock trasfusionale);

Negli schnauzer in miniatura, esiste una predisposizione ereditaria (di razza) chiaramente alla pancreatite.

Sintomi tipici

I sintomi variano a seconda della situazione e della gravità dei cambiamenti nel pancreas, che sono lievi (pancreatite gonfia) o grave e pericolosa per la vita (pancreatite emorragica).
Cambiamenti osservati nelle condizioni generali del corpo, depressione, alternati a periodi di ansia. Aumento della temperatura corporea, in casi acuti fino a 40 - 41 * C. l'anoressia improvvisa, vomito, diarrea, ostruzione intestinale, dolore alla palpazione della parete addominale, un leggero gonfiore dell'addome, disidratazione rapidamente progressiva, scolorimento delle mucose, fino a cianosi, oliguria, depressione circolatoria, shock ipovolemico, raramente tetania (ipocalcemia).

La diagnosi

La diagnosi, come con qualsiasi malattia, è fatta in modo completo, tenendo conto di segni clinici, esami di laboratorio, radiografici e / o ecografici.

1. Studi di laboratorio.

Si raccomanda di inviare sangue al laboratorio per analisi cliniche e biochimiche, urine e feci per la ricerca clinica.

Nell'analisi del sangue si osserverà un aumento della VES, una leucocitosi con uno spostamento a sinistra nella forma acuta e un'esacerbazione della pancreatite cronica. Il livello di lipasi sierica è 3 o più volte superiore alla norma (250 UI / l) e l'ipermilasemia, che raggiunge un massimo dopo 12 ore. Il livello di amilasi in 2-3 volte la norma (3000 - 5000 UI / l) indica la presenza di pancreatite. Un aumento della lipasi sierica è più specifico di un aumento dell'amilasi. Oltre alla pancreatite, un aumento del livello di lipasi può causare perforazione e infarto intestinale, un aumento del livello di amilasi - anche insufficienza renale. Il contenuto di lipasi e amilasi nel siero dopo 5 - 6 giorni scende a valori normali. Livelli normali di lipasi e amilasi non escludono la presenza di pancreatite.

Secondo Prokopenkova I, l'ipercolesterolemia, l'ipotrigliceridemia e l'iperlimia sono diffuse, spesso estremamente pronunciate anche in condizioni di molte ore di inedia. Nella maggior parte dei pazienti, l'attività dell'alanina aminotransferasi è solitamente più elevata dell'aspartato aminotransferasi e il livello di entrambi gli enzimi può raggiungere 600 ME / L e più in alto. Spesso si osserva un aumento della fosfatasi alcalina.

Nelle urine con pancreatite, l'attività di amilasi aumenterà bruscamente, si noterà la glicosuria. Le masse fecali diventano oleose o troppo dense con una grande quantità di amido. Se le feci sono liquide, allora è "schiumato", con un forte odore acre.

Attualmente, il "gold standard" nella diagnosi di pancreatite è un esame microscopico di campioni di ghiandole prelevati durante la biopsia dell'organo (diagnosi istologica).

Fotografano sul piano sagittale, da un lato, per stabilire le cause dell'addome "acuto". D'altra parte, consentono di riconoscere i cambiamenti morfologici che si verificano nell'epigastria sotto l'azione della pancreatite emorragica. cambiamenti radiografici non sono specifici per la pancreatite, e per peritonite locale: guarnizione e la sfocatura dei dettagli nella parte superiore destra, occlusione intestinale persistente con l'accumulo di gas, parete duodenale ispessimento o polarizzazione vuoto loop di intestino tenue e crasso, e talvolta i polmoni oscuramento (grasso saponificato) nell'area dell'omento omento e del mesentere.

3. Esame ecografico.

L'esame ecografico è sempre più utilizzato nella pratica veterinaria per confermare la diagnosi di "pancreatite", in quanto consente di esaminare a fondo l'intero corpo. La diminuzione più comune di eco-densità, paragonabile a edema. Altri dati includono: un aumento della densità eco associata a fibrosi e, meno comunemente, a strutture piene di liquido (cisti). Una normale immagine ad ultrasuoni del pancreas rende meno probabile la diagnosi di pancreatite, ma non la esclude.

Trattamenti esistenti

L'obiettivo del trattamento è eliminare la secrezione esocrina, mantenere l'omeostasi e inibire la distruzione dei tessuti.
Per raggiungere questo obiettivo, Nimand H.G. raccomanda l'astinenza temporanea dal cibo e l'assunzione di liquidi per 3-6 giorni. Nella successiva alimentazione iniziare con riso cotto con ricotta a basso contenuto di grassi, carne magra, uova o prodotti dietetici speciali. Il recupero della quantità di liquido deve essere effettuato tenendo conto della sua perdita (ematocrito, turgore cutaneo). 50 - 90 ml di soluzione fisiologica di cloruro di sodio vengono aggiunti con l'aggiunta di glucosio o soluzione di Ringer. La somministrazione parenterale di antibiotici ha dimostrato di proteggere contro una popolazione di clostridium nel pancreas a causa di una significativa ischemia tissutale. Per alleviare il dolore, si consiglia di usare metanisolo o glucagone 1 mg, se necessario, può essere ripetuto.

Secondo Yashin A.V. e Gilmanova S.T. Nel trattamento è necessario usare una dieta affamata per 24 ore e un complesso di medicine, come:
• Intramicina IM, 0,1 ml / kg, 1 volta al giorno, 7 giorni;
• metronidazolo in / in flebo 15 mg / kg, se necessario, ogni 8 ore
• Aminovit / m, a 0,1 ml / kg, 1 volta al giorno, 7 giorni;
• Panzinorm-forte 0,5-1tab, 3 volte al giorno. 30 giorni;
• analgin, cerrucal,
• beefitrilac per via orale, da 1 a 2 dosi dopo un ciclo di antibiotici 10 giorni.

Si raccomanda di prescrivere l'alimentazione medica di Hill * s per i cani affetti da patologie pancreatiche (Canin i / d, d / d)
Starchenkov S.V. et al. nel loro libro raccomandano l'alimentazione dietetica con una piccola quantità di carboidrati. La dieta deve essere arricchita con vitamine e oligoelementi. È prescritto il seguente farmaco: Gordox da 1000 a 20 000 U / giorno in / in. In caso di pancreatite eziologia infettiva, vengono prescritti antibiotici ad ampio spettro - cefalosporine, chinoloni, streptomicina, cloramfenicolo, ecc., In dosi terapeutiche. Analgesici e antispastici per ridurre il dolore e l'ansia. Consiglia cani e gatti set pancreatina 0,1 - 1 g di 2 - 3 volte al giorno per 2 - 3 settimane e panzinorm forte interiormente con alimentazione 1 compressa 0,5 -1 3 volte al giorno per 10 - 30 giorni.

Vengono anche prescritti altri preparati enzimatici (festivo, enzimatico, digestivo, mezim-forte, lisi, trienzima). In parallelo con i farmaci prescritti preparati vitaminici. Una pianta medicinale efficace per la pancreatite è il multifilamento di Tavolga e dopo un ciclo di 10-14 giorni viene prescritta la tintura di fiori e foglie di Hypericum perforatum.

Nell'articolo "pancreatite acuta" Prokopenkova I. raccomanda una dieta a digiuno per 24-72 ore. Successivamente, dare liquido e cibo in piccole quantità ogni 3 o 4 ore. Nel periodo di diete da fame, l'animale deve essere iniettato con fluidi sostitutivi, che dovrebbero contenere cloruro di potassio (20-30 mmol / l) in assenza di iperkaliemia. Scopo degli antibiotici ad ampio spettro. La somministrazione per via endovenosa di cefalosporina o ampicillina è accettabile. Gli aminoglicosidi dovrebbero essere evitati a causa della possibilità di mettere a rischio i reni. Il vomito si indebolisce astenendosi dal cibo e dall'acqua. La terapia antiemetica è indicata per vomito indomabile (fenotiazina, clorpromazina 0,5 mg / kg, metoclopramide - parenterale 0,3 - 0,5 mg / kg o cisapride). Butorfenolo o mefedrina sono prescritti come anestetico. È consentito l'uso di analgin, baralgin, spazgana e altri antispastici. Un buon effetto analgesico è dato dalla somministrazione endovenosa di una soluzione allo 0,25% di novocaina.

In tutti i pazienti, si raccomanda di proteggere la mucosa gastrica, che è influenzata da un eccesso di acido cloridrico e reflusso biliare. Per fare questo, cimetidina (w / w 5,0 mg / kg) o ranitidina (w / w 2,0 mg / kg), almagel - all'interno. Nella fase iniziale della malattia, viene prescritto cibo secco o in scatola con basso contenuto di grassi. Dopo 10 - 15 giorni, l'animale viene trasferito a un mangime con contenuto proteico ridotto e quindi a un mangime ipoallergenico.

Nel libro "Terapia intensiva" per il trattamento della pancreatite si raccomanda di usare antagozon, Gordoks, trazilol.
Trattamento di base conservativo di pazienti con segni clinici di pancreatite:
1. soppressione del vomito (dimetpromidom, raglan o cercucal);
2. blocco delle reazioni colinergiche (atropina, metacina, gastroceptina);
3. somministrazione sistematica di farmaci antistaminici (difenidramina, suprastin, tavegil);
4. analgesia sistematica, l'uso di vari blocchi della zona pancreato-doudenal con anestetici locali, blocco epidurale;
5. uso di novocaina sotto forma di novocaina - una miscela di glucosio o blocchi periodici (sacrale, retroperitoneale secondo Margulis), che consente, insieme al raggiungimento del sollievo dal dolore, di ricevere una leggera immunosoppressione.

In caso di pancreatite progressiva o prolungata, è richiesta la correzione per infusione dei disturbi dell'omeostasi circolare, dell'equilibrio elettrolitico (ipocalcemia), ipoalbuminemia, l'uso tempestivo di mezzi ampiamente disponibili e metodi di disintossicazione.

Misure preventive.

Le misure preventive consistono in un'alimentazione regolare ed equilibrata di animali domestici, prevenendone l'infezione con malattie infettive e invasive. È necessario eliminare prontamente e correttamente la duodenite, la gastrite, la gastroenterite, l'epatite e molte altre malattie non trasmissibili che possono causare l'infiammazione del pancreas.

Se non si seguono le regole sull'alimentazione alimentare o per altri motivi (ascessi, tumori, ecc.), La pancreatite può ripresentarsi.

Trattamento della pancreatite nei cani a casa

Una malattia come la pancreatite nei cani può essere una seccatura non solo per l'animale stesso, ma anche per i suoi proprietari. Sfortunatamente, tali casi non sono infrequenti, e quindi è necessario sapere che cosa provoca l'insorgere di questa malattia, i suoi sintomi e come affrontare un tale problema.

Pancreatite nei cani: cause, sintomi, trattamento

La pancreatite, indipendentemente dal fatto che sia diagnosticata in un animale o in una persona, è una malattia piuttosto grave.

La sua essenza risiede nell'infiammazione del tessuto pancreatico. Di conseguenza, la secrezione di enzimi necessari per la digestione completa del cibo è disturbata.

Se la malattia non viene curata, i tessuti dell'organo iniziano a morire, la pervietà duttale viene disturbata e gli animali domestici semplicemente muoiono perché il loro corpo perde la capacità di far fronte al carico posto su di esso nella sezione gastrointestinale.

Ecco perché è così importante identificare i sintomi nel tempo e prescrivere il corretto trattamento della pancreatite nei cani.

Esistono due tipi di patologia: acuta e cronica. La pancreatite acuta si verifica spontaneamente nei cani ed è una conseguenza dell'impatto negativo sul corpo dall'esterno. Ciò può essere dovuto all'alimentazione, specialmente se si osserva una dieta speciale, un'infezione, ecc. La forma cronica si sviluppa a causa dell'assenza di trattamento immediato.

In generale, la pancreatite si manifesta più spesso cronicamente, anche se inizialmente non era sospettata. Anche in rari casi, si verifica una forma reattiva, che è la più pericolosa, poiché procede molto rapidamente, inaspettatamente e praticamente non risponde al trattamento se non viene rilevato tempestivamente.

Vale anche la pena ricordare le fasi di questa malattia. Patologia primaria si verifica quando l'avvelenamento o l'uso di tipi inadatti di prodotti per l'alimentazione dell'animale. Ma il secondario è più probabile una conseguenza ed è più spesso associato a malattie infettive del tratto digestivo. In ogni caso, il trattamento deve essere effettuato il più rapidamente possibile e in accordo con la diagnosi stabilita dal veterinario.

Al fine di prevenire lo sviluppo di complicanze o prevenire in generale l'insorgenza di infiammazione del pancreas, è importante sapere quale sia la causa che provoca tali processi negli animali domestici. Questa domanda dovrebbe essere considerata nel contesto delle forme della malattia.

motivi

Quindi i motivi per il tipo primario sono:

  • intossicazione alimentare;
  • supplementi nutrizionali in eccesso nella dieta;
  • intossicazione tossica;
  • l'uso di mangimi scadenti o di cattiva qualità;
  • ingestione di sostanze chimiche dannose.

La pancreatite secondaria nei cani si sviluppa a causa di malattie di questo tipo:

  • fallimento del corpo nel suo complesso;
  • complicazione postoperatoria;
  • malattia del fegato;
  • leptospirosi;
  • patologie del pancreas stesso, sia congenite che acquisite;
  • malattie delle vie biliari;
  • demodicosi;
  • estese invasioni elmintiche;
  • enterite da parvovirus;
  • tempera, ecc.

Se un animale ha malattie simili o sospetti di almeno uno di essi, si deve tenere presente che è a rischio.

Comprende anche cani di età superiore a 8 anni, poiché i loro corpi si indeboliscono gradualmente e anche piccole violazioni nella dieta possono portare a conseguenze negative.

Inoltre, negli individui più anziani, il trattamento è difficile, il che spesso porta allo sviluppo della forma cronica della malattia.

La pancreatite nei cani si manifesta attraverso alcuni sintomi. Alcuni di essi sono simili a semplici intossicazioni o indigestioni, pertanto, per chiarire la situazione, è necessario contattare il veterinario per i test appropriati.

sintomi

Sintomi negli animali domestici:

  • comportamento apatico, pigro, ansia;
  • diminuzione dell'appetito;
  • vomito;
  • grave diarrea;
  • compattazione di masse fecali o acquisizione di una consistenza grassa;
  • dolore quando si sente l'area dell'ombelico;
  • febbre;
  • minzione frequente;
  • perdita di peso;
  • prurito;
  • drenaggio della mucosa orale;
  • glicemia elevata nei test del sangue e delle urine.

trattamento

Se confermata pancreatite acuta o cronica. Devi immediatamente prescrivere il trattamento appropriato.

Se noti sintomi in un corso acuto, potrebbe essere necessario chiamare il veterinario a casa. L'ulteriore trattamento della pancreatite nei cani viene eseguito principalmente a casa. Per una diagnosi accurata, oltre all'esame, saranno necessari anche esami di laboratorio di urina, feci e sangue.

Dopo aver confermato l'una o l'altra forma di pancreatite, prima di tutto è necessario iniziare ad alimentare correttamente il vostro animale domestico. Per questo, viene prescritta una dieta speciale a basso contenuto di carboidrati.

Prestare attenzione anche a quelle malattie che hanno provocato pancreatite. A volte è sufficiente concentrare le azioni sulla causa principale, e quindi la malattia secondaria si ritirerà con essa.

Per accelerare il recupero e aumentare le difese del corpo, ai cani vengono prescritti antibiotici per combattere i virus primari e le vitamine.

È necessario nutrire l'animale con speciali miscele terapeutiche e arricchire il corpo con enzimi per facilitare la digestione.

Se il cane sta soffrendo, il trattamento prevede l'introduzione di antispastici e analgesici per alleviare la sofferenza dell'animale. In alcuni casi, potrebbe essere necessario un trattamento più serio associato alla chirurgia. Questo è particolarmente vero quando l'oncologia diventa un fattore provocante.

In questo caso, la parte interessata del pancreas viene interrotta. Se il decorso della malattia è grave, questa misura sarà solo temporanea, poiché i processi di distruzione dell'organo non potranno essere interrotti, e senza di esso il cane non sopravviverà e dovrà essere addormentato per non soffrire di una morte dolorosa.

Poiché la dieta è una delle aree chiave del processo di trattamento, è importante sapere cosa può nutrire un cane con pancreatite e cosa dovrebbe essere completamente escluso dalla dieta.

Dal momento che nel periodo di esacerbazioni del pancreas c'è un carico enorme, per un certo periodo è necessario sostenere una pausa nella dieta. Questa è la cosiddetta dieta da fame.

Quando si disidrata, assicurarsi di avere abbastanza da bere.

A seconda del trattamento che il medico prescrive, ti avviserà quando puoi iniziare a introdurre il cibo.

Se il cane ha in precedenza acquistato cibo pronto acquistato, è necessario trovare per esso speciali miscele terapeutiche con integratori vitaminici. Per gli animali abituati al cibo normale, viene introdotta una dieta rigorosa.

Quindi, con la pancreatite nei cani è vietato sovraccaricare il tubo digerente. Durante questo periodo vale la pena di rifiutare i cereali integrali a base di carboidrati e i foraggi a base di mais.

E 'vietato dare prodotti che causano fermentazione, oltre a qualsiasi tipo di carne affumicata, prelibatezze salate e dolci. I prodotti di farina sono limitati, così come latte grasso, tuorli d'uovo, verdure fresche e frutta, in particolare cavoli.

Si consiglia di dare da mangiare al cane 4-6 volte al giorno, mentre si forniscono cibi bolliti a basso contenuto di grassi: carne, pesce, cereali macinati a liquido, cavolfiore bollito grattugiato in piccole quantità e altre verdure bollite, albume d'uovo.

Dopo una dieta rigorosa, vengono introdotti gradualmente nuovi prodotti ogni 1-3 giorni, che non causano stress al pancreas.

Osservare la reazione dell'organismo del cane durante questo periodo e al minimo segno di deterioramento della sua condizione, ritornare alla variante precedente della dieta.

Se tutto è fatto correttamente, anche la pancreatite cronica si ritirerà e non causerà dolore e disagio al tuo amato animale domestico.

Infiammazione del pancreas nei cani

La pancreatite nei cani è una malattia infiammatoria del pancreas, in cui l'attività dell'organo viene interrotta, accompagnata da una diminuzione della pervietà del condotto.

Se la malattia non è stata rilevata in modo tempestivo, possono svilupparsi numerose complicazioni che possono portare alla morte dell'animale.

Alcune forme di pancreatite nei cani possono svilupparsi senza la comparsa dei sintomi, rendendo difficile la diagnosi.

Un risultato positivo del trattamento dipende dalla diagnosi precoce della malattia, dalla prevenzione e dall'atteggiamento attento nei confronti dell'animale.

Il pericolo di pancreatite è che è accompagnato dalla morte del tessuto pancreatico, che complica il processo di digestione. Se non c'è alcun trattamento, il pancreas non può far fronte al carico sugli organi dell'apparato digerente.

Nel corpo di un animale sano, gli enzimi prodotti nel pancreas entrano nel duodeno. A ristagno di enzimi il processo incendiario si sviluppa. Le tossine del corpo entrano nel flusso sanguigno generale, che influenza l'attività dei polmoni, dei reni, del cervello e del fegato.

L'infiammazione del pancreas può svilupparsi per i seguenti motivi:

  • Nutrizione impropria I cani sono predatori. Il loro sistema digestivo è volto a digerire i prodotti a base di proteine ​​crude, quindi il pancreas produce un gran numero di enzimi appropriati. L'errore principale di molti proprietari è quello di nutrire i loro animali con cibi bolliti, prodotti in scatola e dolci.
  • Microflora patogena che entra nel corpo. I proprietari di animali domestici devono controllare ciò che il cane mangia. I prodotti devono essere freschi Il cane non dovrebbe raccogliere il cibo da terra.
  • Il cibo per cani deve essere equilibrato, contenere quantità adeguate di vitamine e minerali.
  • Malattie disponibili del tratto gastrointestinale, fegato, vescica, diabete.
  • Predisposizione ereditaria Molto spesso, la pancreatite si sviluppa nei cani dello Yorkshire terrier, del Cocker Spaniel e del barboncino.

Progressione della malattia

La pancreatite negli animali si sviluppa senza manifestazione di alcun segno. Nel tempo possono verificarsi cambiamenti pericolosi nel corpo dell'animale.

Esistono due forme conosciute di pancreatite nei cani: acuta e cronica.

La pancreatite acuta nei cani si sviluppa rapidamente ed è accompagnata da un forte dolore. La pancreatite acuta è accompagnata dai seguenti sintomi:

  • il cane rifiuta il cibo in alcuni casi e dal bere. Quando si mangia un possibile episodio di vomito.
  • violazione della sedia;
  • disidratazione contro vomito e diarrea;
  • secchezza della superficie mucosa della bocca;
  • prurito;
  • aumento della temperatura corporea se la malattia si sviluppa a seguito dell'esposizione a microrganismi patogeni.

Incapacità di digerire il cibo

Il trattamento efficace di qualsiasi malattia dipende dal riconoscimento precoce dei sintomi, dalla diagnosi competente e dalla successiva prevenzione. Più attentamente il proprietario tratta il suo animale domestico a quattro zampe, minore è la possibilità che si verifichino complicazioni della malattia. Una delle malattie più gravi è la pancreatite in un cane. Se il tempo non si prende cura della salute del cane, ci possono essere conseguenze pericolose che minacciano la sua vita.

motivi

La pancreatite si presenta sempre per una ragione, è la stessa, sia per i cani che per le persone - questi sono problemi nel lavoro del pancreas causato dalla sua infiammazione.

L'organo infiammato non può svolgere le sue funzioni completamente, quindi, c'è un'insufficienza pancreatica caratterizzata da una bassa produzione di enzimi. Gli enzimi svolgono una funzione vitale nel corpo, digeriscono tutto il cibo che entra nel tratto gastrointestinale.

Il meccanismo di digestione del cibo nei cani ha il seguente schema: primo, il cibo viene masticato, nella bocca gli enzimi salivari lo aiutano a scomporre in particelle più piccole, dopo di che entra nello stomaco. L'ultimo stadio è l'ingestione di cibo nel duodeno, dove gli enzimi agiscono su di esso, solo dopo che avviene l'assorbimento delle sostanze benefiche.

L'infiammazione del pancreas è possibile a causa di diversi motivi:

  • Molto spesso il motivo principale è l'alimentazione impropria del cane. Il corpo del cane viene preparato per digerire la carne cruda, a questo scopo vengono prodotti speciali enzimi in grado di digerire esattamente la carne cruda. I principali errori alimentari - alimentazione salsicce, cibi troppo cotti, dolci, cibi piccanti e salati, cibo in scatola. In questo contesto, si verifica un malfunzionamento del pancreas. Gli enzimi volti a digerire i prodotti crudi non hanno semplicemente nulla da digerire, sebbene continueranno a essere prodotti.
  • La pancreatite si verifica a causa di microbi dannosi che entrano nel corpo. È necessario monitorare il cibo che il cane mangia. I prodotti devono essere freschi, senza muffa. È vietato alimentare il cane da superfici sporche, ad esempio da terra. È necessario assicurarsi che l'animale domestico a quattro zampe non mangi il fango. I microrganismi che entrano nel cane con il cibo possono causare l'infiammazione del pancreas e la successiva malattia infettiva.
  • Vitamine e minerali "accordano" il corretto funzionamento del corpo dell'animale, è importante che la dieta quotidiana del cane sia ricca ed equilibrata.
  • Un numero di malattie "colpite" sul pancreas di un cane, queste includono ulcere, malattie del fegato e dei reni, problemi alla cistifellea, diabete.
  • Gli scienziati hanno convenuto che la pancreatite ha un background genetico. Questa malattia è particolarmente suscettibile agli Yorkshire terrier, ai boxer, ai Cocker Spaniel, ai barboncini nani e ad altri.

Segni di

La pancreatite si presenta in due forme. Il decorso acuto della malattia si verifica inaspettatamente, caratterizzato da sintomi pronunciati, dolore severo. In questo caso, è difficile non notare che il cane sta soffrendo. Senza cure d'emergenza in caso di esacerbazione della pancreatite non è sufficiente.

I sintomi includono:

  • Rifiuto dell'animale da mangiare, in alcuni casi il cane può rifiutarsi di bere.
  • Il cane è tormentato da forti attacchi di vomito, possono aumentare se l'animale cerca di mangiare qualcosa.
  • Caratterizzato da violazioni della sedia, vale a dire la diarrea.
  • Sullo sfondo di diarrea e vomito, il cane perde peso drammaticamente.
  • C'è una disidratazione del corpo, puoi verificarlo esaminando la mucosa della bocca, sarà asciutto.
  • Il cane è prurito.
  • Caratterizzato da un aumento della temperatura corporea, particolarmente spesso è registrato nel caso in cui la pancreatite acuta si verifica a causa dell'attività di microrganismi e batteri nocivi.

La pancreatite cronica dura a lungo, i sintomi della malattia sono piuttosto sfocati, in alcuni casi sono completamente assenti. A causa di ciò, possono verificarsi complicazioni della malattia, perché per tutto questo tempo c'è una lenta distruzione del pancreas.

I sintomi includono:

  • Perdita di peso graduale senza motivo apparente, perché l'appetito del cane è buono, non ci sono problemi con le feci, il vomito non dà fastidio.
  • Il pelo del cane non sembra sano, perde la sua lucentezza, può iniziare a cadere.
  • Le feci dell'animale possono cambiare leggermente la sua struttura - diventare troppo denso o, al contrario, cremoso.
  • Periodicamente, il cane è preoccupato per il gonfiore, in alcuni casi, il proprietario può notarlo da solo mentre sonda la cavità addominale. Anche la parete anteriore dell'addome può essere tesa, dura.
  • Di tanto in tanto, l'umore e le condizioni generali del cane cambiano drammaticamente senza una ragione apparente. Il cane può sembrare infelice per periodi, rifiutarsi di camminare, dormire più del solito.

Uno qualsiasi di questi sintomi è un motivo per visitare la clinica veterinaria, dove verrà effettuata una valutazione primaria della condizione del cane e una diagnosi completa.

Rilevazione e trattamento della pancreatite in un animale domestico

Se si sospetta la pancreatite, il compito principale dell'ospite è contattare un veterinario. Prima della diagnosi, il cane è autorizzato a nutrirsi solo con una dieta medica speciale, il cane viene dato acqua potabile e porridge digerito sull'acqua senza additivi. Nel caso in cui l'animale soffra di attacchi di vomito e diarrea, anche a una tale dieta, il cibo è completamente escluso, solo l'acqua rimane nella dieta.

Pancreatite nei cani trattati con acqua e cereali

È vietato provare a curare il cane da sé, le medicine e i metodi popolari possono aggravare la situazione.

Nel caso di un attacco acuto di pancreatite non è possibile ritardare il tempo, è necessario chiamare immediatamente il veterinario.

La posta in gioco può essere la vita di un animale domestico, perché il corpo non può far fronte al carico, nel sangue viene lanciata un'enorme quantità di tossine che avvelenano gli organi vitali - il cuore, il fegato, i reni e altri.

Il veterinario utilizzerà i seguenti metodi diagnostici:

  • Intervista con il proprietario del cane sulla presenza di alcuni sintomi.
  • Ispezione del cane, sondaggio della cavità addominale.
  • Stati Uniti.
  • X-ray.
  • Urine generali e analisi del sangue.
  • Gastroscopia.
  • Biopsia.

L'elenco di test e studi può variare a seconda del decorso della malattia.

L'ulteriore trattamento dell'animale dipende dalla forma di pancreatite e dalla sua causa.

Se il cane soffre di vomito e diarrea, il medico, in primo luogo, prescriverà farmaci mirati a normalizzare le feci e ripristinare l'equilibrio salino. Con sintomi simili, i cani hanno spesso disidratazione.

Se il cane soffre di dolore, vengono prescritti antispastici e analgesici. Il veterinario può prescrivere iniezioni intramuscolari con il farmaco Butorfanolo o inserire la soluzione di No-shpy, Euphyllinum.

Un compito importante del medico è di ridurre la produzione di acido cloridrico nel pancreas in breve tempo: per questo è prescritto Famotidina o Omeprazolo.

Dopo che il medico avrà eseguito un trattamento di emergenza primario degli effetti della pancreatite, è necessario indirizzare tutte le forze per combattere le cause di infiammazione del pancreas. Ad esempio, se la causa risiede in un'infezione che è entrata nel corpo del cane, viene eseguita una terapia antibiotica. Nel caso in cui il diabete mellito è la causa, viene prescritto il trattamento con insulina.

In alcuni casi, è necessario un intervento chirurgico. Le operazioni sono di solito prescritte per la pancreatite cronica, quando sono già avvenuti cambiamenti irreversibili. Rimuovere chirurgicamente le cisti del pancreas, le ulcere, liberare i dotti.

Come prevenire lo sviluppo della malattia

Un'alimentazione corretta e corretta aiuterà a ridurre il rischio di pancreatite.

Se il cane consuma cibo naturale, allora è necessario che la carne cruda nella dieta sia sufficiente, quindi gli enzimi prodotti dal pancreas saranno "impegnati" con il loro lavoro.

In questo caso, al cane è vietato alimentare alimenti adatti alle persone. Tutti gli esperti veterinari dicono che il cibo salato, grasso, speziato, dolce non è adatto per l'alimentazione di amici a quattro zampe, perché il loro sistema digestivo è diverso, è diverso dall'uomo.

Nella dieta quotidiana del cane dovrebbero essere sufficienti sostanze nutritive, la quantità di proteine ​​dovrebbe essere almeno il 30% della dieta. Puoi comprare cibo secco, dove proteine, grassi e carboidrati sono in equilibrio, ci sono vitamine e minerali necessari.

È importante tenere traccia del proprio animale domestico, il cane non deve mangiare nessun altro cibo dalle mani degli altri, mangiare gli avanzi dai bidoni della spazzatura o dal pavimento. Un alimento del genere non ha garanzie di qualità, può essere stantio o contaminato.

Se il cane ha una predisposizione alla pancreatite, allora vale la pena consultare un veterinario che può prescrivere farmaci che prendono corsi come misura preventiva per la malattia. Il principio della loro azione si basa sul rafforzamento del lavoro del pancreas e sulla normalizzazione della produzione di enzimi.

Il proprietario deve trattare il cane con cura, dargli tempo sufficiente, visitare periodicamente il veterinario. In questo caso, sarà molto più facile vedere i primi sintomi della pancreatite, il che significa che la malattia causerà molto meno danno all'animale.

Pancreatite acuta e cronica

La pancreatite è forse la malattia più nota del tratto gastrointestinale nei cani.

Per un motivo o per l'altro, praticamente tutti gli animali sono a rischio.

Descriveremo di seguito come trattare la malattia, cosa fare per prevenire una ricaduta.

Cos'è questa malattia e quali sono le forme

Nel corpo di un animale sano, gli enzimi pancreatici prodotti per la digestione entrano nel duodeno, dove agiscono per promuovere la digestione del cibo. Se gli enzimi non vengono rimossi dalla ghiandola, si infiammano, mentre le tossine entrano nel sangue.

È importante! La causa più comune di pancreatite è quella di nutrire l'animale dal tavolo comune, che si chiama pancreatite. La malattia è di due tipi: primaria e secondaria.

cause di

La causa della pancreatite primaria è un'alimentazione scorretta. Alimenti grassi, cibi affumicati, dolci - tutto questo cibo non è destinato agli animali, ma spesso i proprietari si sbizzarriscono con i loro animali domestici con grande amore, rendendoli quindi un disservizio.

Il sistema digestivo è compromesso, causando lo sviluppo di pancreatite.

La pancreatite secondaria è una conseguenza di altre malattie:

  • malattie del tratto gastrointestinale;
  • la presenza di parassiti (elminti), malattie fungine;
  • diabete;
  • malattia del fegato;
  • malattie virali.

Obesità, ereditarietà, cambiamenti nel tipo di cibo, intervento posticipato - fattori che contribuiscono allo sviluppo della pancreatite.

Come si manifesta la pancreatite nei cani?

La malattia può manifestarsi in due forme: acuta e cronica. La forma cronica è estremamente pericolosa, con il minimo ritardo nel trattamento, la morte è possibile.

Segni di pancreatite acuta nei cani:

  • la pancia gonfia e dura, toccandola provoca un dolore acuto in un animale;
  • l'animale smette di mangiare o mangia molto poco, c'è letargia e fatica;
  • mancanza di respiro e palpitazioni e molto pesante, febbre alta, palpebre gialle;
  • vomito costante, soprattutto dopo aver mangiato, a volte diarrea;
  • il cane beve costantemente acqua, poiché la malattia disidrata il corpo.

Il pericolo della forma cronica della malattia è nella sua lentezza, in quanto lentamente distrugge il pancreas, è estremamente difficile individuare i segni della malattia al fine di iniziare il trattamento in modo tempestivo.

Sii attento al tuo animale domestico, e quindi questi sintomi non passeranno inosservati:

  • perdita di appetito;
  • pancia dura;
  • dopo aver mangiato il cane vomita;
  • perdita di peso drammatica dell'animale;
  • diminuzione dell'attività precedente, apatia;
  • pelle e capelli di animali sembrano peggio del solito.

Fare una diagnosi

La pancreatite è solo in grado di identificare un veterinario. Prima della diagnosi si consiglia di dare da mangiare al cane con cereali bolliti e abbondante acqua. Se l'animale domestico vomita, lasciare solo acqua. Con questa malattia, il cane è meglio morire di fame che aggravare la situazione con il cibo.

I principali tipi di diagnostica:

  • interrogatorio verbale del proprietario dell'animale circa la presenza di determinati segni;
  • ispezione visiva del cane, palpazione dell'addome;
  • Ultrasuoni, raggi x;
  • analisi;
  • gastroscopia;
  • biopsia.

Se la diagnosi è confermata e il tuo cane ha la pancreatite, puoi parlare di come trattarlo. Potresti aver bisogno di tutti i test e le misure di cui sopra, e forse uno specialista riuscirà a intervistarti e ispezionare il cane. Tutto dipende da ciascun caso.

Come trattare la pancreatite nei cani

Quando la malattia è in forma acuta, solitamente vengono prescritti analgesici, il più delle volte butorfanolo. Per fermare uno spasmo in un pancreas, nomini un drotaverin, antiemetico «Tsirukal». In caso di una minaccia di infiammazione in un cane, è impossibile fare a meno di antibiotici ampicillina.

Con la pancreatite, la dieta svolge un ruolo molto importante nel trattamento.

È importante! La causa della pancreatite può essere l'avvelenamento da vitamina D. Quando il tratto biliare viene bloccato e può essere eseguita la minaccia di ulcerazione nel pancreas, è possibile iniziare un intervento chirurgico. Indicazioni per un'operazione del genere che un veterinario può dare solo dopo un'ecografia.

Inoltre, la chirurgia è possibile se il trattamento conservativo è eseguito correttamente, ma non porta risultati.

Nozioni di base di una corretta alimentazione

Una corretta dieta pancreatica può fare di più per un cane rispetto a qualsiasi trattamento. Le regole di base per il cibo per cani sano sono:

  • intervalli tra i pasti non più di 2,5 ore;
  • piccole porzioni di cibo grattugiato;
  • più proteine, meno grassi e carboidrati;
  • il cibo dovrebbe essere moderatamente caldo
  • togliere dalla dieta grassa, acida, affumicata.

A deterioramento di una condizione della fame di due giorni dell'animale domestico è raccomandato. In questo momento, l'animale deve essere tenuto in acqua, dopo due giorni per riprendere l'alimentazione in piccole porzioni.

Inoltre, quando la pancreatite vale la pena prestare attenzione al cibo per cani medico.

La loro composizione è equilibrata e non ha nulla di superfluo e dannoso per l'animale in questa malattia.

Il vostro animale domestico probabilmente non sarà deliziato con la sostituzione della sua dieta abituale con cibo dietetico. Sii paziente e perseverante, lo fai per il suo bene.

Misure preventive

Ricorda che una dieta corretta è la base per prevenire le malattie. La funzione principale del pancreas è di produrre insulina, che è necessaria per la digestione del cibo. Dalle questa opportunità. Riducendo la quantità di grassi e carboidrati e aumentando la quantità di proteine ​​(almeno un terzo della massa totale di cibo), aiuterete enormemente il vostro cane.

Altre, ma misure di prevenzione altrettanto importanti:

  • il cane non dovrebbe mangiare dal tavolo;
  • l'animale è più esigente sulla qualità dei prodotti rispetto all'uomo, prova a scegliere il più fresco per lui;
  • utilizzare solo mangimi di prima scelta;
  • Non alimentare il cane allo stesso tempo cibo secco e cibo naturale;
  • consultare regolarmente i veterinari;
  • assicurati che il cane non prenda del cibo dagli altri;
  • quando cammini, usa un guinzaglio;
  • escludere il contatto del tuo animale domestico con cani randagi;
  • non dimenticare la vaccinazione;
  • condurre una terapia antielmintica;
  • dimentica l'automedicazione

Ricorda che la pancreatite è una malattia estremamente grave. Può essere curato, ma dopo inizia la vera lotta con la malattia. Sì, il cane è l'animale più intelligente, capisce tutto, ma non parla. Ma prova a spiegare al tuo animale domestico perché invece di un gustoso brodo, ha bisogno di mangiare il porridge sfilacciato.

Non tutti possono sopportare l'aspetto accattivante di questi occhi, rendendo l'animale solo peggio. Abbi pazienza e resistenza, l'unico modo per superare la malattia, mantenere la salute e prolungare la vita del tuo cane.

Come e cosa trattare il pancreas?

La questione di come trattare l'infiammazione del pancreas nei cani è rilevante per molti proprietari. Cosa fare se l'animale soffre di una malattia come la pancreatite e quale trattamento sarà rilevante?

Prima di tutto, è urgente trasferire il cane a una dieta consistente nell'escludere prodotti facilmente digeribili e non creare un carico aggiuntivo sul tratto gastrointestinale. È ugualmente importante sostituire il fluido perso nel corpo dell'animale, poiché vomito e diarrea minacciano di possibile disidratazione, causando l'aggravamento grave dell'animale.

Medicamente o chirurgicamente?

Se la pancreatite è in forma lieve, è probabile che dopo alcuni giorni di digiuno, le condizioni del cane siano alleviate e la necessità di ulteriori trattamenti medici, oltre alla prescrizione di preparati enzimatici, scompaia.

Se, tuttavia, l'animale domestico non smette di vomitare, sarà necessario trattare l'animale per la pancreatite con l'uso di farmaci.

Prima di tutto, gli antibiotici sono prescritti ai cani, che aiutano a prevenire lo sviluppo di infezioni e, di conseguenza, prevengono il deterioramento della condizione e l'esacerbazione dell'infiammazione del pancreas.

Di norma, nel trattamento della pancreatite nei cani, è possibile fare a meno dell'ospedalizzazione, e ancora di più senza l'intervento chirurgico. Tuttavia, questo è solo se i proprietari adottano tutte le misure necessarie in modo tempestivo.

Se non inizi a trattare l'infiammazione del pancreas, allora la probabilità di peritonite è alta, con il risultato che non sarai in grado di fare a meno dell'intervento chirurgico, dal momento che dovrai rimuovere il tessuto morto dalla cavità addominale.

In alcuni casi, in caso di pancreatite acuta, può essere presa una decisione su un intervento chirurgico, se, nonostante un intenso trattamento farmacologico nelle condizioni del cane, non si osservano dinamiche positive. Tuttavia, la questione dell'opportunità di tali misure dovrebbe essere decisa da un veterinario.

Pertanto, la base per il trattamento della pancreatite nei cani è principalmente un rifiuto completo del cibo per almeno uno o due giorni, così come la scelta di una dieta adeguata che non crei stress aggiuntivo sul tratto gastrointestinale in generale e sul pancreas in particolare. Di norma, se la pancreatite è presentata in forma lieve, non è necessario un ulteriore trattamento. Tuttavia, nei casi in cui non si verifica il sollievo, ha senso prescrivere farmaci o interventi chirurgici.

Dopo aver subito un esame obiettivo e aver confermato la diagnosi, è necessario iniziare un esame medico completo dell'animale per identificare lo stadio della malattia e prescrivere un trattamento completo.

Nel laboratorio della clinica veterinaria dovrà essere un'analisi biochimica e un esame emocromocitometrico completo. E poiché questi marcatori non sono sempre fattori affidabili nei problemi e nelle malattie del pancreas, i veterinari raccomandano una radiografia obbligatoria della cavità addominale e un esame ecografico di tutti gli organi interni.

Il compito principale del medico nel trattamento della pancreatite acuta o cronica nei cani è l'eliminazione e l'eliminazione della patologia, prevenendo così l'intervento chirurgico. Una biopsia o laparoscopia può essere necessaria per raccogliere il materiale istologico per l'analisi, ma la prima procedura non è adatta per tutti i cani, che dovrebbero essere ricordati.

Per il completo recupero dell'animale, è necessaria una terapia di mantenimento a lungo termine e una fase di stabilizzazione, che è più spesso raccomandata in ospedale. Il primo stadio prevede la selezione dei farmaci necessari e l'inizio del trattamento. Prima di tutto, antibiotici, gastroprotettori e farmaci antiemetici. Questo monitora attentamente il livello di glucosio nel sangue.

Per la chirurgia richiede indicazioni sufficientemente forti - costrizione dei passaggi biliari, ascessi, cisti. Le forme non complicate e gli stadi della pancreatite nei cani sono trattati principalmente con mezzi terapeutici.

Terapia per pancreatite nei cani

Il trattamento della pancreatite dovrebbe essere completo. La conduzione di un particolare ciclo di terapia dipende dalla gravità dei sintomi della malattia e dal grado di lesione del pancreas.

Il trattamento ha lo scopo di eliminare le cause della pancreatite. Il punto di terapia obbligatorio è un alimento dietetico a basso contenuto di carboidrati e grassi.

Trattamento farmacologico

La pancreatite non complicata viene solitamente trattata in modo conservativo. Attualmente non ci sono farmaci la cui azione è mirata esclusivamente a rimuovere l'infiammazione nel pancreas.

Tali farmaci come la dopamina (in piccole dosi), l'aprotinina e molti altri hanno dimostrato di essere efficaci solo in teoria. Quando questi agenti sono stati testati su animali infetti da pancreatite in modo "naturale", hanno mostrato la loro inefficienza.

Il compito principale della terapia farmacologica per la pancreatite è di prevenire le sue complicanze. Per mezzo di terapia farmacologica per pancreatite di cani includono:

  1. Terapia infusionale Condotto per eliminare i disturbi elettrolitici e la disidratazione. A tale scopo, utilizzare contagocce con soluzioni cristalloide e colloidali. Se la terapia infusionale viene eseguita in modo errato, può avere l'effetto opposto e portare alla progressione della pancreatite. L'uso di soluzioni colloidali (soluzioni di polisaccaridi, destrano 70, plasma) per ripristinare il volume del fluido è un passo importante nel trattamento della pancreatite.
  2. Analgesici. L'anestesia è necessaria per eliminare il dolore addominale. L'analgesico più efficace per i cani è il butorfanolo, che viene iniettato per via sottocutanea ogni 8 ore.
  3. Antispastici. I preparati di questo gruppo vengono utilizzati per eliminare lo spasmo dello sfintere del dotto pancreatico principale, che consente di ridurre la pressione nei dotti del pancreas. A questo scopo, tre volte al giorno, viene somministrata una soluzione al 2% di papaverina cloridrato, soluzione no-shpy, soluzione al 24% di aminofillina.
  4. Bloccanti di H2-istamina e inibitori della pompa protonica. I preparati di questi gruppi (famotidina, omeprazolo) sono usati per sopprimere la produzione di acido cloridrico nello stomaco.
  5. Farmaci antiemetici (sierenia, ondansetron, cerrucal). I farmaci in questo gruppo sono indicati per l'uso in pazienti con vomito incontrollabile.
  6. Farmaci corticosteroidi. Utilizzato in pazienti con shock.
  7. Antibiotici. Sono usati quando c'è il rischio di sviluppare un'infezione batterica. Se il cane ha evidenza clinica o clinica di sepsi, l'ampicillina sodica è indicata (ogni 8 ore), penicillina G (ogni 6 ore), aminoglicosidi.

Inoltre, quando la pancreatite è necessaria per controllare il livello di glucosio nel sangue.

Intervento chirurgico

Le indicazioni per il trattamento chirurgico della pancreatite canina possono essere:

  1. Formazione di ascessi e pseudocisti nel pancreas.
  2. Ostruzione del dotto biliare

Per diagnosticare queste patologie, l'ecografia addominale viene eseguita più spesso.

Inoltre, l'operazione è possibile nel caso in cui vi sia una terapia intensiva della pancreatite, e le condizioni del cane continuano a deteriorarsi.

La pancreatite acuta è di solito completamente reversibile e non richiede ulteriori trattamenti.

I componenti principali del trattamento della pancreatite cronica sono una dieta rigorosamente dosata con basso contenuto di grassi e l'uso di preparati enzimatici ("CREON" e suoi analoghi). Inoltre, il trattamento di malattie concomitanti del tratto gastrointestinale (enterocolite infiltrante, malattie delle vie biliari e del fegato). La dieta per la pancreatite cronica durerà per tutta la vita.

Nota per i proprietari

Il pancreas è un organo molto importante responsabile del successo del lavoro di molte parti del corpo. Questa è una ghiandola endocrina che produce ormoni responsabili dei processi di assorbimento del glucosio. Produce anche succo contenente enzimi necessari per la scomposizione di proteine, grassi, zuccheri. Sono necessari per il corpo per la normale digestione.

La pancreatite è un'infiammazione del pancreas. È sempre accompagnato dalla morte di cellule e tessuti della ghiandola, che contribuiscono al verificarsi di ostruzione dei suoi dotti. La malattia può manifestarsi in quattro forme: acuta e cronica, acquisita ed ereditaria.

La forma più pericolosa è la pancreatite acuta. Lui è mortale. Ciò è dovuto alla ritardata attivazione degli enzimi della ghiandola, che porta alla pancreatonecrosi.

In altre parole, il processo digestivo inizia prima del bisogno e il corpo inizia a rompere l'unico tessuto disponibile, la fibra - la stessa ghiandola.

Successivamente, parleremo di più sui sintomi e le cause di questa malattia.

Fonti di malattia

La pancreatite in tutti gli animali domestici è abbastanza comune. Di solito occupa un posto di primo piano tra tutte le malattie non infettive dei piccoli animali domestici. Può procedere in diverse forme. Dimostra un diverso quadro clinico. Ci sono diverse cause di pancreatite.

  • Predisposizione genetica. La pratica medica mostra che questa malattia è più comune nei pugili, negli Yorkshire terrier, nei border collie, negli american cocker spaniel, nei barboncini in miniatura e negli schnauzer in miniatura.
  • Scarsa alimentazione L'eccesso di cibi grassi nella dieta del cane può causare pancreatite. Se l'animale è in sovrappeso, la sua attività fisica è ridotta, il vomito, la diarrea o la stitichezza sono osservati, questo porta anche ad un aumentato rischio di pancreatite. L'avvelenamento può anche causare lo sviluppo di questa malattia.
  • Farmaci. Il trattamento di alcune malattie croniche richiede l'uso di pesanti farmaci veterinari che possono portare al verificarsi di questa malattia.
  • La pancreatite può svilupparsi sullo sfondo di altre malattie. Come l'enterite, il diabete, l'epatite, la leptospirosi, la piroplasmosi, l'infestazione da vermi e persino alcune malattie infettive.

Scopriamo come determinare la presenza di pancreatite in un cane.

Manifestazione della malattia

È noto che la pancreatite nei cani è difficile da diagnosticare. Ma ci sono una serie di sintomi che indicano abbastanza accuratamente la presenza di questa malattia. Quindi, alla palpazione della cavità addominale, il cane mostra ansia, parlando di sensazioni dolorose.

La presenza di feci acquose liquide ha un odore acido sgradevole. Qualche volta la diarrea affilata è sostituita da costipazione lunga. Questo sintomo suggerisce che l'animale ha una forma cronica di pancreatite.

In alcuni casi, è possibile rilevare un aumento della temperatura corporea, il rifiuto del cibo e una forte diminuzione del peso. I sintomi tipici di questa malattia sono anche perdita di appetito, letargia, vomito, dolore addominale, diarrea, febbre e letargia generale.

La posa di preghiera di un cane è un segno caratteristico di pancreatite, si verifica a causa di dolori acuti nell'addome.

Se inizi a notare un cambiamento simile nel tuo stato di salute e comportamento nel tuo animale domestico, dovresti contattare immediatamente il tuo veterinario per un aiuto. Per chiarire la diagnosi e per esaminare i sintomi, lo specialista assegnerà una serie di test al tuo animale domestico:

  • esame iniziale dell'addome del cane;
  • analisi del sangue biochimica;
  • esame a raggi X;
  • Esame ecografico della cavità addominale.

Corso della malattia

Nella pancreatite acuta, i sintomi della malattia sono generalmente più pronunciati. Questa malattia si verifica, di regola, improvvisamente. Inoltre, tutti i cambiamenti di questa natura saranno reversibili. Ma la pancreatite cronica si sviluppa gradualmente, ma i cambiamenti nel tessuto pancreatico diventano così forti che è estremamente difficile da invertire.

I sintomi della pancreatite sono solitamente accompagnati dall'attivazione degli enzimi digestivi del pancreas. Nel processo di auto-digestione, gli enzimi attivi entrano nel sangue. Questa forma può avere molte complicazioni (dalla formazione di cisti allo shock e alla sepsi).

Trattamento per animali domestici

Il trattamento della pancreatite nei cani è un processo complesso. La cosa principale che devi ricordare è il proprietario del cane - non puoi provare a curare un animale da solo. Il trattamento della pancreatite è sempre molto individuale. Dipende dall'età, dalle condizioni del cane, dallo stadio di sviluppo e dalla presenza di malattie associate.

A seconda della forma e della complessità del decorso della malattia, il medico può iniziare a curare il cane in modo terapeutico o chirurgico. Ne parleremo più in dettaglio più avanti.

dieta

La dieta dei cani con pancreatite, in primo luogo, dovrebbe mirare a ridurre la produzione di enzimi. La dieta dovrebbe essere mirata a ridurre il lavoro dei muscoli dello stomaco e dell'intestino. Richiede diete da fame.

Prima di tutto, devi lavorare sul corretto assorbimento dell'acqua da parte del corpo. I liquidi devono essere somministrati in modo frazionario, in porzioni molto piccole. La tabella seguente presenta le misure di approvvigionamento idrico per l'animale nella fase di esacerbazione della malattia.