Intossicazione alimentare: emergenza

L'intossicazione alimentare si verifica quando il veleno entra nel corpo con il cibo.

La natura dell'avvelenamento da cibo è molto varia, tuttavia, ci sono tre gruppi di ragioni:

  • infezioni - protozoi, batteri, virus;
  • tossine contenute in animali o piante - funghi velenosi, animali ovviamente non commestibili o preparati in modo improprio (pesce, molluschi), ecc.;
  • veleni con cui i prodotti vengono lavorati o che sono contenuti in prodotti - pesticidi, ecc.

I primi sintomi di intossicazione alimentare nella maggior parte dei casi si verificano entro 48 ore dopo aver mangiato prodotti non idonei.

I primi sintomi di intossicazione alimentare di solito sono segni di danni al tratto gastrointestinale: nausea, vomito, diarrea, dolore addominale.

L'intossicazione alimentare richiede la ricerca di cure mediche in caso di sintomi (nausea, vomito, diarrea, dolore addominale):

  • avere un bambino sotto i 3 anni;
  • combinato con la febbre;
  • dura più di 2 giorni;
  • disponibile per diversi membri della famiglia.

La ricerca di cure mediche dovrebbe essere urgente se:

  • la fonte di avvelenamento è (o presumibilmente lo sono) funghi;
  • il bambino non può bere a causa del vomito;
    • visione doppia;
    • discorso biascicato;
    • difficoltà a deglutire;
    • debolezza muscolare;
    • giallo della pelle o delle mucose;
    • gonfiore delle articolazioni;
    • eruzione cutanea;
    • la minzione è assente per più di 6 ore o l'urina ha un ricco colore scuro;
    • sangue nelle feci o vomito.

Aiuto di emergenza:

  • Se i sintomi compaiono entro 30 minuti dopo un pasto, ma non vomitano, indurre il vomito:
    • per indurre il vomito, date al bambino da bere 1-2 bicchieri d'acqua o latte, poi con una mano stringete forte il bambino e due dita della seconda mano, entrate il più profondamente possibile nell'orofaringe e spostateli;
    • le dita possono essere sostituite con un cucchiaio, che deve essere premuto sulla radice della lingua;
  • non dare da mangiare al bambino;
  • irrigare il bambino in modo abbondante e attivo in conformità con le seguenti regole:
    • la temperatura della bevanda dovrebbe essere approssimativamente uguale alla temperatura corporea;
    • il possibile vomito provoca distensione dello stomaco, quindi beviamo spesso, ma il volume del liquido bevuto in un tentativo dovrebbe essere piccolo (pochi sorsi);
    • come liquido per bere l'uso ottimale di soluzioni per la reidratazione orale; possibile uso di acqua minerale, tè, composte;
    • non aggiungere zucchero alle soluzioni utilizzate per bere;
    • se un bambino rifiuta di bere ciò che offri, dai quello che beve è d'accordo, ma cerca di dare liquidi limpidi, succhi diluiti e bevande dolci il più possibile;
  • dare al bambino carbone attivo in una dose di 1 g / kg di peso;
  • Se la temperatura corporea aumenta, utilizzare antipiretici.

Prevenzione. Intossicazione alimentare

  • Insegna ai bambini le regole basilari dell'igiene personale: lavarsi le mani prima di mangiare, dopo aver usato il bagno, tornare da una passeggiata, ecc.
  • Mantenere puliti i piatti, le posate e le superfici di cottura. La soluzione di lavaggio ottimale e sicura è una soluzione di sapone caldo.
  • Lavati le mani prima, durante e dopo la cottura.
  • Se ci sono ferite alle mani (graffi, ecc.), Assicurarsi di incollarle con del nastro adesivo prima di cucinarle. Un'alternativa è l'uso di guanti di gomma.
  • Cambia le spugne che usi per lavare i piatti in modo tempestivo. Ricorda: il lavaggio delle spugne può essere fonte e riserva di batteri.
  • Usa asciugamani da cucina usa e getta.
  • Osservare il regime termico della lavorazione del cibo. Particolare attenzione far bollire (frattaglie) frattaglie, carne, pollame.
  • Controllare la temperatura nel vano frigorifero e nel vano congelatore del frigorifero.
  • Non congelare nuovamente carne e pesce (dopo lo scongelamento).
  • Conservare il cibo solo in contenitori appositamente progettati ed etichettati di conseguenza.
  • Monitorare attentamente la durata di conservazione dei prodotti prima dell'acquisto, della preparazione e dell'uso.
  • Non mangiare cibo, l'aspetto o l'odore dei quali ti fa il minimo dubbio sulla loro idoneità. Ascolta i tuoi istinti, specialmente ispeziona attentamente e annusa carne, pesce, uova.
  • Assicurati che il cibo in scatola sia ben stretto.
  • Tenere i rifiuti fuori dalla portata dei bambini e in contenitori chiusi.

(Questa pubblicazione è un frammento adattato del libro di E.O. Komarovsky "A Handbook of Sensible Parents. Part 2. Emergency Help".)

Intossicazione alimentare in un bambino sintomi e trattamento Komarovsky

L'intossicazione alimentare si verifica quando il veleno entra nel corpo con il cibo.

La natura dell'avvelenamento da cibo è molto varia, tuttavia, ci sono tre gruppi di ragioni:

  • infezioni - protozoi, batteri, virus;
  • tossine contenute in animali o piante - funghi velenosi, animali ovviamente non commestibili o preparati in modo improprio (pesce, molluschi), ecc.;
  • veleni con cui i prodotti vengono lavorati o che sono contenuti in prodotti - pesticidi, ecc.

I primi sintomi di intossicazione alimentare nella maggior parte dei casi si verificano entro 48 ore dopo aver mangiato prodotti non idonei.

I primi sintomi di intossicazione alimentare di solito sono segni di danni al tratto gastrointestinale: nausea, vomito, diarrea, dolore addominale.

L'intossicazione alimentare richiede la ricerca di cure mediche in caso di sintomi (nausea, vomito, diarrea, dolore addominale):

  • avere un bambino sotto i 3 anni;
  • combinato con la febbre;
  • dura più di 2 giorni;
  • disponibile per diversi membri della famiglia.

La ricerca di cure mediche dovrebbe essere urgente se:

  • la fonte di avvelenamento è (o presumibilmente lo sono) funghi;
  • il bambino non può bere a causa del vomito;
    • visione doppia;
    • discorso biascicato;
    • difficoltà a deglutire;
    • debolezza muscolare;
    • giallo della pelle o delle mucose;
    • gonfiore delle articolazioni;
    • eruzione cutanea;
    • la minzione è assente per più di 6 ore o l'urina ha un ricco colore scuro;
    • sangue nelle feci o vomito.

Aiuto di emergenza:

  • Se i sintomi compaiono entro 30 minuti dopo un pasto, ma non vomitano, indurre il vomito:
    • per indurre il vomito, date al bambino da bere 1-2 bicchieri d'acqua o latte, poi con una mano stringete forte il bambino e due dita della seconda mano, entrate il più profondamente possibile nell'orofaringe e spostateli;
    • le dita possono essere sostituite con un cucchiaio, che deve essere premuto sulla radice della lingua;
  • non dare da mangiare al bambino;
  • irrigare il bambino in modo abbondante e attivo in conformità con le seguenti regole:
    • la temperatura della bevanda dovrebbe essere approssimativamente uguale alla temperatura corporea;
    • il possibile vomito provoca distensione dello stomaco, quindi beviamo spesso, ma il volume del liquido bevuto in un tentativo dovrebbe essere piccolo (pochi sorsi);
    • come liquido per bere l'uso ottimale di soluzioni per la reidratazione orale; possibile uso di acqua minerale, tè, composte;
    • non aggiungere zucchero alle soluzioni utilizzate per bere;
    • se un bambino rifiuta di bere ciò che offri, dai quello che beve è d'accordo, ma cerca di dare liquidi limpidi, succhi diluiti e bevande dolci il più possibile;
  • dare al bambino carbone attivo in una dose di 1 g / kg di peso;
  • Se la temperatura corporea aumenta, utilizzare antipiretici.

Prevenzione. Intossicazione alimentare

  • Insegna ai bambini le regole basilari dell'igiene personale: lavarsi le mani prima di mangiare, dopo aver usato il bagno, tornare da una passeggiata, ecc.
  • Mantenere puliti i piatti, le posate e le superfici di cottura. La soluzione di lavaggio ottimale e sicura è una soluzione di sapone caldo.
  • Lavati le mani prima, durante e dopo la cottura.
  • Se ci sono ferite alle mani (graffi, ecc.), Assicurarsi di incollarle con del nastro adesivo prima di cucinarle. Un'alternativa è l'uso di guanti di gomma.
  • Cambia le spugne che usi per lavare i piatti in modo tempestivo. Ricorda: il lavaggio delle spugne può essere fonte e riserva di batteri.
  • Usa asciugamani da cucina usa e getta.
  • Osservare il regime termico della lavorazione del cibo. Particolare attenzione far bollire (frattaglie) frattaglie, carne, pollame.
  • Controllare la temperatura nel vano frigorifero e nel vano congelatore del frigorifero.
  • Non congelare nuovamente carne e pesce (dopo lo scongelamento).
  • Conservare il cibo solo in contenitori appositamente progettati ed etichettati di conseguenza.
  • Monitorare attentamente la durata di conservazione dei prodotti prima dell'acquisto, della preparazione e dell'uso.
  • Non mangiare cibo, l'aspetto o l'odore dei quali ti fa il minimo dubbio sulla loro idoneità. Ascolta i tuoi istinti, specialmente ispeziona attentamente e annusa carne, pesce, uova.
  • Assicurati che il cibo in scatola sia ben stretto.
  • Tenere i rifiuti fuori dalla portata dei bambini e in contenitori chiusi.

(Questa pubblicazione è un frammento adattato del libro di E.O. Komarovsky "A Handbook of Sensible Parents. Part 2. Emergency Help".)

Materiali sull'argomento:

autore Komarovsky E.O.
pubblicato il 24/06/2017 00:31
aggiornato il 23/02/2018
- Aiuto di emergenza

Le malattie dei bambini sono molto vissute dai loro genitori. Ma una particolare paura in mamme e papà provoca intossicazione alimentare. I sintomi, il trattamento nei bambini descrive Komarovsky in grande dettaglio. Il medico parla dei principali sintomi della malattia e della terapia necessaria. Inoltre, il dottore nel suo blog descrive situazioni in cui l'autotrattamento è inaccettabile.

Intossicazione alimentare: sintomi e trattamento nei bambini

L'avvelenamento in un bambino non è diverso dai sintomi della patologia in un adulto. Il pediatra Komarovsky dice che ci sono 4 caratteristiche principali. Sono sempre presenti. Il resto dei sintomi sono aggiuntivi e non tutti.

  • Nausea. I bambini piccoli non possono descrivere correttamente le loro condizioni. Pertanto, diventano semplicemente capricciosi e lamentosi.
  • Vomito. Questo sintomo è comprensibile per i genitori. Il vomito si verifica dopo aver bevuto o spontaneamente.
  • Dolore addominale I bambini piangono, i genitori sentono un distinto ribollire, si alza la formazione di gas. Tutto questo è accompagnato da gonfiore e fermentazione di cibi avariati.
  • La diarrea. La diarrea è chiamata massa liquida del movimento intestinale, che si verifica più di tre volte al giorno. In caso di avvelenamento, la diarrea è accompagnata da flatulenza attiva.

Oltre ai sintomi descritti, l'avvelenamento è talvolta accompagnato dai seguenti sintomi:

  • aumento della temperatura corporea causato da intossicazione;
  • mal di testa;
  • debolezza muscolare e abbassamento della pressione sanguigna;
  • sudorazione eccessiva, disidratazione.

Trattamento di avvelenamento

La correzione della patologia è spesso effettuata dai genitori a casa. Komarovsky ammette questo approccio. Ma allo stesso tempo, il medico indica i sintomi che dovrebbero far mostrare ai genitori il bambino dal medico. Il trattamento dell'avvelenamento comporta i seguenti passaggi.

  • Alcol. Dai un po 'al tuo bambino e spesso. È meglio usare una soluzione speciale per la reidratazione orale. Ma se la mollica si rifiuta da questo liquido, lasciagli bere quello che vuole.
  • Elimina il cibo È proibito nutrire un bambino avvelenato. Solo quando il bambino diventa più facile e l'appetito appare - è lecito somministrare zuppa gelatina, porridge di riso o brodo.
  • Usa un assorbente. Questi sono i seguenti farmaci: "Carbone attivato", "Enterosgel", "Polysorb" e così via. Aiuteranno a rimuovere i veleni e le tossine dal corpo. Prendere le medicine separatamente da altri mezzi.

Pronto soccorso per intossicazione alimentare in un bambino a casa

Se trovi che il bambino è avvelenato - ha bisogno di aiuto. Cosa si può fare a casa? Ecco alcuni suggerimenti semplici e corretti.

  • Indurre il vomito Se il cibo cattivo è stato consumato meno di un'ora fa, allora è necessario rimuoverlo con urgenza. Ciò richiede fluido. Dare al bambino un bicchiere di acqua limpida, quindi indurre il vomito. Puoi usare le tue dita o la parte posteriore di un cucchiaino.
  • Fornire le condizioni più confortevoli. In modo che il bambino non perda l'umidità - presta attenzione alla temperatura circostante. L'aria non dovrebbe essere più calda di 20 gradi. Anche l'umidità è importante - dal 50%.
  • Innaffia il tuo bambino. Beviamo un po '. Non offrire immediatamente un bicchiere. Lascia che il bambino prenda qualche sorso ogni 5 minuti. Si prega di notare che la temperatura dell'acqua dovrebbe essere uguale alla temperatura corporea. In questo caso, il liquido rapidamente assorbito.
  • Se il bambino ha la febbre, deve essere eliminato. Non dovresti aspettare che la temperatura salga a 38,5 gradi. Utilizzare farmaci antipiretici già a 37,5.

Dopo aver dato il primo soccorso al bambino, valuta le sue condizioni. È necessario consultare un medico nelle seguenti situazioni:

  • se non puoi bere a causa del vomito incessante;
  • con segni di disidratazione;
  • se c'è un'eruzione cutanea sul corpo;
  • con gli occhi sfocati, perdita di coscienza;
  • se c'è una mescolanza di sangue nel vomito o nelle feci;
  • in assenza di dinamiche positive entro due giorni.
Cause di avvelenamento e infezioni intestinali

Cosa causa l'avvelenamento? Più spesso è cibo stantio. Avvelenamento si verifica dopo aver mangiato cibo in scatola. Se i funghi mangiati diventano la causa di cattive condizioni di salute, dovresti chiamare immediatamente un'ambulanza. L'intossicazione alimentare è spesso confusa con le infezioni intestinali. Con questa patologia, il trattamento domiciliare e l'auto-uso di droghe sono inaccettabili.

Solo uno specialista in malattie infettive o un pediatra può distinguere un virus intestinale da un avvelenamento banale. Per fare questo, ha effettuato test di laboratorio di sangue e feci. Trattamento delle infezioni intestinali prescritte dai medici. È simile alla terapia dell'avvelenamento. La correzione delle infezioni da rotavirus comporta l'uso di antibiotici che agiscono direttamente nell'intestino. Questi sono farmaci come Enterofuril, Ersefuril e così via. È necessario assumere farmaci per almeno 5-7 giorni.

I medici raccomandano la vaccinazione contro le infezioni intestinali. Tale prevenzione può salvare non solo la salute, ma anche la vita dei bambini. Per evitare l'avvelenamento, al bambino deve essere dato solo cibo fresco e sicuro. Se i segni di avvelenamento sono presenti in diversi membri della famiglia, è urgente consultare un medico.

Le infezioni intestinali in estate, purtroppo, non sono rare. Tutti i genitori devono sapere come si manifesta l'avvelenamento, cosa fare e quando consultare immediatamente un medico.

Quanto prima saranno prese misure adeguate in caso di avvelenamento in un bambino, tanto meno la probabilità di problemi e più possibilità di far fronte rapidamente, ma attenzione, ci possono essere situazioni in cui è necessario il primo soccorso.

Segni di intossicazione alimentare

I sintomi di intossicazione alimentare potrebbero non apparire immediatamente dopo che il bambino ha mangiato qualcosa di sbagliato, ma nell'intervallo da 2 ore a 2 giorni. Quello che chiamavamo avvelenare è in realtà la sconfitta dell'intestino da parte di organismi patogeni - tutti i tipi di microbi (enterovirus, E. coli, S. aureus, Klebsiella, Proteus, bacillo della dissenteria e questa non è l'intera lista), che causano i sintomi caratteristici:

  • Nausea e vomito mentre i germi sono nel tratto GI superiore.
  • Diarrea (diarrea), non raramente con muco, quando c'è una riproduzione incontrollata di microbi e, in alcuni casi, intossicazione con prodotti di scarto di batteri (toxicoinfection)
  • febbre
  • Dolore addominale acuto, più spesso, nell'ombelico
  • Sudore freddo e mani e piedi freddi
  • Grande debolezza, sonnolenza, mancanza di appetito
  • Con una lesione batterica, la pelle del bambino diventa pallida, anche a temperature elevate.

Primo soccorso al bambino con intossicazione alimentare

Se il bambino è avvelenato sotto i 3 anni, è sempre necessario un medico. Come minimo, sarà in grado di determinare quanto sia pericolosa la condizione del bambino, se necessario, prescrivere test di laboratorio e raccomandare un trattamento adeguato.

  1. La cosa più importante in caso di avvelenamento è prevenire la disidratazione, perché il bambino perde molti liquidi con vomito e diarrea, oltre a ridurre al minimo la concentrazione di tossine e accelerarne l'eliminazione.
  2. Lascia che il tuo bambino beva il più possibile, e la prima e più importante bevanda dovrebbe essere una soluzione per la disidratazione orale (reidrona farmaceutica, per esempio), che contiene tutti gli elettroliti necessari. Inoltre, gli permetta di bere tutto ciò a cui è d'accordo - meglio della normale acqua in bottiglia senza gas, è possibile il succo, una composta di frutta secca. Non la migliore opzione bevande gassate e succhi di frutta, sia freschi che in negozio.
  3. Se un bambino ha vomito, bevi a piccoli sorsi, ma spesso - quindi il desiderio di vomitare sarà inferiore. Se il bambino è malato ma non c'è vomito, vale la pena chiamarla, e il prima possibile - idealmente, nella prima mezz'ora dell'inizio dei segni di avvelenamento. In questo caso, è necessario che abbia bevuto un bicchiere di acqua tiepida in un sorso, e se questo non aiuta, tocca la radice della lingua con le dita.
  4. Appena possibile, dai al bambino un assorbente che assorbe le tossine e le rimuove dal corpo. I bambini sono spesso raccomandati per dare carbone attivo, perché è assolutamente sicuro. Sciogliere le compresse di carbone in acqua al tasso di 1 g di sostanza per 1 kg. Pesa il bambino e da bere. Ora ci sono sorbenti più moderni, ma prima di usarli per i bambini vale la pena consultare un pediatra.
  5. Se la temperatura supera i 38 gradi, vale la pena di ridurla per consentire ai bambini ibuprofene o agenti antipiretici a base di paracetamolo. Questi stessi farmaci aiuteranno se il bambino si lamenta di dolori addominali.

doctor_komarovskiy ATTENZIONE!
.
I primi sintomi di intossicazione alimentare nella maggior parte dei casi si verificano entro 48 ore dopo aver mangiato prodotti non idonei.
.
I primi sintomi di intossicazione alimentare di solito sono segni di danni al tratto gastrointestinale: nausea, vomito, diarrea, dolore addominale.
.
L'intossicazione alimentare richiede la ricerca di cure mediche in caso di sintomi (nausea, vomito, diarrea, dolore addominale):
.
?avere un bambino sotto i 3 anni;
?combinato con la febbre;
?dura più di 2 giorni;
?disponibile per diversi membri della famiglia.

La ricerca di cure mediche dovrebbe essere urgente se:

?la fonte di avvelenamento è (o presumibilmente lo sono) funghi;
?il bambino non può bere a causa del vomito;
?oltre ai segni di intossicazione alimentare, c'è uno dei seguenti sintomi:
.
▪ doppio negli occhi;
▪ discorso incomprensibile;
▪ difficoltà a deglutire;
▪ debolezza muscolare;
▪ pelle gialla o mucose;
▪ gonfiore delle articolazioni;
▪ pelli sulla pelle;
▪ L'urinazione è assente per più di 6 ore o l'urina ha un ricco colore scuro;
▪ sangue nelle feci o vomito.
.
Aiuto di emergenza:
.
?se i sintomi compaiono entro 30 minuti dopo un pasto, ma non c'è vomito, indurre il vomito;
?non dare da mangiare al bambino;
?irrigare il bambino in modo abbondante e attivo in conformità con le seguenti regole:
.
▪ la temperatura della bevanda dovrebbe essere approssimativamente uguale alla temperatura corporea;
▪ il possibile vomito provoca distensione dello stomaco, quindi beviamo spesso, ma il volume del liquido bevuto in un tentativo dovrebbe essere piccolo (pochi sorsi);
▪ Nella qualità di un liquido da bere è ottimale applicare # mezzi per la regolazione ormonale di EOK; possibile uso di acqua minerale, tè, composte;
▪ Non aggiungere zucchero alle soluzioni utilizzate per bere;
▪Se un bambino rifiuta di bere ciò che offri, dai quello che accetta di bere, ma cerca di dare liquidi più limpidi, succhi diluiti e bevande dolci il più possibile;
.
?dare al bambino carbone attivo in una dose di 1 g / kg di peso;
?con la febbre, usare farmaci antipiretici

Fonte: YouTube, autore Dr. Komarovsky

LEGGI ANCHE:

I sintomi della salmonellosi nei bambini Il botulismo è mortale. Come non perdere i sintomi

IMPORTANTE! Per salvare un articolo nei segnalibri, premere: CTRL + D

Chiedi al MEDICO una domanda e ricevi una RISPOSTA GRATUITA, puoi compilare un modulo speciale sul NOSTRO SITO, tramite questo link

Avvelenamento in un bambino: il dottor Komarovsky ha detto quando è necessario un medico

Le infezioni intestinali in estate, purtroppo, non sono rare. Tutti i genitori devono sapere come si manifesta l'avvelenamento, cosa fare e quando consultare immediatamente un medico.

Quanto prima saranno prese misure adeguate in caso di avvelenamento in un bambino, tanto meno la probabilità di problemi e più possibilità di far fronte rapidamente, ma attenzione, ci possono essere situazioni in cui è necessario il primo soccorso.

Segni di intossicazione alimentare

I sintomi di intossicazione alimentare potrebbero non apparire immediatamente dopo che il bambino ha mangiato qualcosa di sbagliato, ma nell'intervallo da 2 ore a 2 giorni. Quello che chiamavamo avvelenare è in realtà la sconfitta dell'intestino da parte di organismi patogeni - tutti i tipi di microbi (enterovirus, E. coli, S. aureus, Klebsiella, Proteus, bacillo della dissenteria e questa non è l'intera lista), che causano i sintomi caratteristici:

  • Nausea e vomito mentre i germi sono nel tratto GI superiore.
  • Diarrea (diarrea), non raramente con muco, quando c'è una riproduzione incontrollata di microbi e, in alcuni casi, intossicazione con prodotti di scarto di batteri (toxicoinfection)
  • febbre
  • Dolore addominale acuto, più spesso, nell'ombelico
  • Sudore freddo e mani e piedi freddi
  • Grande debolezza, sonnolenza, mancanza di appetito
  • Con una lesione batterica, la pelle del bambino diventa pallida, anche a temperature elevate.

Primo soccorso al bambino con intossicazione alimentare

Se il bambino è avvelenato sotto i 3 anni, è sempre necessario un medico. Come minimo, sarà in grado di determinare quanto sia pericolosa la condizione del bambino, se necessario, prescrivere test di laboratorio e raccomandare un trattamento adeguato.

  1. La cosa più importante in caso di avvelenamento è prevenire la disidratazione, perché il bambino perde molti liquidi con vomito e diarrea, oltre a ridurre al minimo la concentrazione di tossine e accelerarne l'eliminazione.
  2. Lascia che il tuo bambino beva il più possibile, e la prima e più importante bevanda dovrebbe essere una soluzione per la disidratazione orale (reidrona farmaceutica, per esempio), che contiene tutti gli elettroliti necessari. Inoltre, gli permetta di bere tutto ciò a cui è d'accordo - meglio della normale acqua in bottiglia senza gas, è possibile il succo, una composta di frutta secca. Non la migliore opzione bevande gassate e succhi di frutta, sia freschi che in negozio.
  3. Se un bambino ha vomito, bevi a piccoli sorsi, ma spesso - quindi il desiderio di vomitare sarà inferiore. Se il bambino è malato ma non c'è vomito, vale la pena chiamarla, e il prima possibile - idealmente, nella prima mezz'ora dell'inizio dei segni di avvelenamento. In questo caso, è necessario che abbia bevuto un bicchiere di acqua tiepida in un sorso, e se questo non aiuta, tocca la radice della lingua con le dita.
  4. Appena possibile, dai al bambino un assorbente che assorbe le tossine e le rimuove dal corpo. I bambini sono spesso raccomandati per dare carbone attivo, perché è assolutamente sicuro. Sciogliere le compresse di carbone in acqua al tasso di 1 g di sostanza per 1 kg. Pesa il bambino e da bere. Ora ci sono sorbenti più moderni, ma prima di usarli per i bambini vale la pena consultare un pediatra.
  5. Se la temperatura supera i 38 gradi, vale la pena di ridurla per consentire ai bambini ibuprofene o agenti antipiretici a base di paracetamolo. Questi stessi farmaci aiuteranno se il bambino si lamenta di dolori addominali.

I primi sintomi di intossicazione alimentare nella maggior parte dei casi si verificano entro 48 ore dopo aver mangiato prodotti non idonei.

I primi sintomi di intossicazione alimentare di solito sono segni di danni al tratto gastrointestinale: nausea, vomito, diarrea, dolore addominale.

L'intossicazione alimentare richiede la ricerca di cure mediche in caso di sintomi (nausea, vomito, diarrea, dolore addominale):

?avere un bambino sotto i 3 anni;

?combinato con la febbre;

?dura più di 2 giorni;

?disponibile per diversi membri della famiglia.

La ricerca di cure mediche dovrebbe essere urgente se:

?la fonte di avvelenamento è (o presumibilmente lo sono) funghi;

?il bambino non può bere a causa del vomito;

?oltre ai segni di intossicazione alimentare, c'è uno dei seguenti sintomi:

▪ doppio negli occhi;

▪ difficoltà a deglutire;

▪ pelle gialla o mucose;

▪ L'urinazione è assente per più di 6 ore o l'urina ha un ricco colore scuro;

▪ sangue nelle feci o vomito.

?se i sintomi compaiono entro 30 minuti dopo un pasto, ma non c'è vomito, indurre il vomito;

?non dare da mangiare al bambino;

?irrigare il bambino in modo abbondante e attivo in conformità con le seguenti regole:

▪ la temperatura della bevanda dovrebbe essere approssimativamente uguale alla temperatura corporea;

▪ il possibile vomito provoca distensione dello stomaco, quindi beviamo spesso, ma il volume del liquido bevuto in un tentativo dovrebbe essere piccolo (pochi sorsi);

▪ Nella qualità di un liquido da bere è ottimale applicare # mezzi per la regolazione ormonale di EOK; possibile uso di acqua minerale, tè, composte;

▪ Non aggiungere zucchero alle soluzioni utilizzate per bere;

▪Se un bambino rifiuta di bere ciò che offri, dai quello che accetta di bere, ma cerca di dare liquidi più limpidi, succhi diluiti e bevande dolci il più possibile;

?dare al bambino carbone attivo in una dose di 1 g / kg di peso;

?con la febbre, usare farmaci antipiretici

L'opinione editoriale potrebbe non coincidere con l'opinione dell'autore dell'articolo.

Trattamento di sintomi di intossicazione alimentare in bambini Komarovsky

Le malattie dei bambini sono molto vissute dai loro genitori. Ma una particolare paura in mamme e papà provoca intossicazione alimentare. I sintomi, il trattamento nei bambini descrive Komarovsky in grande dettaglio. Il medico parla dei principali sintomi della malattia e della terapia necessaria. Inoltre, il dottore nel suo blog descrive situazioni in cui l'autotrattamento è inaccettabile.

Intossicazione alimentare: sintomi e trattamento nei bambini

L'avvelenamento in un bambino non è diverso dai sintomi della patologia in un adulto. Il pediatra Komarovsky dice che ci sono 4 caratteristiche principali. Sono sempre presenti. Il resto dei sintomi sono aggiuntivi e non tutti.

  • Nausea. I bambini piccoli non possono descrivere correttamente le loro condizioni. Pertanto, diventano semplicemente capricciosi e lamentosi.
  • Vomito. Questo sintomo è comprensibile per i genitori. Il vomito si verifica dopo aver bevuto o spontaneamente.
  • Dolore addominale I bambini piangono, i genitori sentono un distinto ribollire, si alza la formazione di gas. Tutto questo è accompagnato da gonfiore e fermentazione di cibi avariati.
  • La diarrea. La diarrea è chiamata massa liquida del movimento intestinale, che si verifica più di tre volte al giorno. In caso di avvelenamento, la diarrea è accompagnata da flatulenza attiva.

Oltre ai sintomi descritti, l'avvelenamento è talvolta accompagnato dai seguenti sintomi:

  • aumento della temperatura corporea causato da intossicazione;
  • mal di testa;
  • debolezza muscolare e abbassamento della pressione sanguigna;
  • sudorazione eccessiva, disidratazione.

Trattamento di avvelenamento

La correzione della patologia è spesso effettuata dai genitori a casa. Komarovsky ammette questo approccio. Ma allo stesso tempo, il medico indica i sintomi che dovrebbero far mostrare ai genitori il bambino dal medico. Il trattamento dell'avvelenamento comporta i seguenti passaggi.

  • Alcol. Dai un po 'al tuo bambino e spesso. È meglio usare una soluzione speciale per la reidratazione orale. Ma se la mollica si rifiuta da questo liquido, lasciagli bere quello che vuole.
  • Elimina il cibo È proibito nutrire un bambino avvelenato. Solo quando il bambino diventa più facile e l'appetito appare - è lecito somministrare zuppa gelatina, porridge di riso o brodo.
  • Usa un assorbente. Questi sono i seguenti farmaci: "Carbone attivato", "Enterosgel", "Polysorb" e così via. Aiuteranno a rimuovere i veleni e le tossine dal corpo. Prendere le medicine separatamente da altri mezzi.

Pronto soccorso per intossicazione alimentare in un bambino a casa

Se trovi che il bambino è avvelenato - ha bisogno di aiuto. Cosa si può fare a casa? Ecco alcuni suggerimenti semplici e corretti.

  • Indurre il vomito Se il cibo cattivo è stato consumato meno di un'ora fa, allora è necessario rimuoverlo con urgenza. Ciò richiede fluido. Dare al bambino un bicchiere di acqua limpida, quindi indurre il vomito. Puoi usare le tue dita o la parte posteriore di un cucchiaino.
  • Fornire le condizioni più confortevoli. In modo che il bambino non perda l'umidità - presta attenzione alla temperatura circostante. L'aria non dovrebbe essere più calda di 20 gradi. Anche l'umidità è importante - dal 50%.
  • Innaffia il tuo bambino. Beviamo un po '. Non offrire immediatamente un bicchiere. Lascia che il bambino prenda qualche sorso ogni 5 minuti. Si prega di notare che la temperatura dell'acqua dovrebbe essere uguale alla temperatura corporea. In questo caso, il liquido rapidamente assorbito.
  • Se il bambino ha la febbre, deve essere eliminato. Non dovresti aspettare che la temperatura salga a 38,5 gradi. Utilizzare farmaci antipiretici già a 37,5.

Dopo aver dato il primo soccorso al bambino, valuta le sue condizioni. È necessario consultare un medico nelle seguenti situazioni:

  • se non puoi bere a causa del vomito incessante;
  • con segni di disidratazione;
  • se c'è un'eruzione cutanea sul corpo;
  • con gli occhi sfocati, perdita di coscienza;
  • se c'è una mescolanza di sangue nel vomito o nelle feci;
  • in assenza di dinamiche positive entro due giorni.
Cause di avvelenamento e infezioni intestinali

Cosa causa l'avvelenamento? Più spesso è cibo stantio. Avvelenamento si verifica dopo aver mangiato cibo in scatola. Se i funghi mangiati diventano la causa di cattive condizioni di salute, dovresti chiamare immediatamente un'ambulanza. L'intossicazione alimentare è spesso confusa con le infezioni intestinali. Con questa patologia, il trattamento domiciliare e l'auto-uso di droghe sono inaccettabili.

Solo uno specialista in malattie infettive o un pediatra può distinguere un virus intestinale da un avvelenamento banale. Per fare questo, ha effettuato test di laboratorio di sangue e feci. Trattamento delle infezioni intestinali prescritte dai medici. È simile alla terapia dell'avvelenamento. La correzione delle infezioni da rotavirus comporta l'uso di antibiotici che agiscono direttamente nell'intestino. Questi sono farmaci come Enterofuril, Ersefuril e così via. È necessario assumere farmaci per almeno 5-7 giorni.

I medici raccomandano la vaccinazione contro le infezioni intestinali. Tale prevenzione può salvare non solo la salute, ma anche la vita dei bambini. Per evitare l'avvelenamento, al bambino deve essere dato solo cibo fresco e sicuro. Se i segni di avvelenamento sono presenti in diversi membri della famiglia, è urgente consultare un medico.

Intossicazione alimentare: emergenza

L'intossicazione alimentare si verifica quando il veleno entra nel corpo con il cibo.

La natura dell'avvelenamento da cibo è molto varia, tuttavia, ci sono tre gruppi di ragioni:

  • infezioni - protozoi, batteri, virus;
  • tossine contenute in animali o piante - funghi velenosi, animali ovviamente non commestibili o preparati in modo improprio (pesce, molluschi), ecc.;
  • veleni con cui i prodotti vengono lavorati o che sono contenuti in prodotti - pesticidi, ecc.

I primi sintomi di intossicazione alimentare nella maggior parte dei casi si verificano entro 48 ore dopo aver mangiato prodotti non idonei.

I primi sintomi di intossicazione alimentare di solito sono segni di danni al tratto gastrointestinale: nausea, vomito, diarrea, dolore addominale.

L'intossicazione alimentare richiede la ricerca di cure mediche in caso di sintomi (nausea, vomito, diarrea, dolore addominale):

  • avere un bambino sotto i 3 anni;
  • combinato con la febbre;
  • dura più di 2 giorni;
  • disponibile per diversi membri della famiglia.

La ricerca di cure mediche dovrebbe essere urgente se:

  • la fonte di avvelenamento è (o presumibilmente lo sono) funghi;
  • il bambino non può bere a causa del vomito;
    • visione doppia;
    • discorso biascicato;
    • difficoltà a deglutire;
    • debolezza muscolare;
    • giallo della pelle o delle mucose;
    • gonfiore delle articolazioni;
    • eruzione cutanea;
    • la minzione è assente per più di 6 ore o l'urina ha un ricco colore scuro;
    • sangue nelle feci o vomito.
  • Se i sintomi compaiono entro 30 minuti dopo un pasto, ma non vomitano, indurre il vomito:
    • per indurre il vomito, date al bambino da bere 1-2 bicchieri d'acqua o latte, poi con una mano stringete forte il bambino e due dita della seconda mano, entrate il più profondamente possibile nell'orofaringe e spostateli;
    • le dita possono essere sostituite con un cucchiaio, che deve essere premuto sulla radice della lingua;
  • non dare da mangiare al bambino;
  • irrigare il bambino in modo abbondante e attivo in conformità con le seguenti regole:
    • la temperatura della bevanda dovrebbe essere approssimativamente uguale alla temperatura corporea;
    • il possibile vomito provoca distensione dello stomaco, quindi beviamo spesso, ma il volume del liquido bevuto in un tentativo dovrebbe essere piccolo (pochi sorsi);
    • come liquido per bere l'uso ottimale di soluzioni per la reidratazione orale; possibile uso di acqua minerale, tè, composte;
    • non aggiungere zucchero alle soluzioni utilizzate per bere;
    • se un bambino rifiuta di bere ciò che offri, dai quello che beve è d'accordo, ma cerca di dare liquidi limpidi, succhi diluiti e bevande dolci il più possibile;
  • dare al bambino carbone attivo in una dose di 1 g / kg di peso;
  • Se la temperatura corporea aumenta, utilizzare antipiretici.
  • Insegna ai bambini le regole basilari dell'igiene personale: lavarsi le mani prima di mangiare, dopo aver usato il bagno, tornare da una passeggiata, ecc.
  • Mantenere puliti i piatti, le posate e le superfici di cottura. La soluzione di lavaggio ottimale e sicura è una soluzione di sapone caldo.
  • Lavati le mani prima, durante e dopo la cottura.
  • Se ci sono ferite alle mani (graffi, ecc.), Assicurarsi di incollarle con del nastro adesivo prima di cucinarle. Un'alternativa è l'uso di guanti di gomma.
  • Cambia le spugne che usi per lavare i piatti in modo tempestivo. Ricorda: il lavaggio delle spugne può essere fonte e riserva di batteri.
  • Usa asciugamani da cucina usa e getta.
  • Osservare il regime termico della lavorazione del cibo. Particolare attenzione far bollire (frattaglie) frattaglie, carne, pollame.
  • Controllare la temperatura nel vano frigorifero e nel vano congelatore del frigorifero.
  • Non congelare nuovamente carne e pesce (dopo lo scongelamento).
  • Conservare il cibo solo in contenitori appositamente progettati ed etichettati di conseguenza.
  • Monitorare attentamente la durata di conservazione dei prodotti prima dell'acquisto, della preparazione e dell'uso.
  • Non mangiare cibo, l'aspetto o l'odore dei quali ti fa il minimo dubbio sulla loro idoneità. Ascolta i tuoi istinti, specialmente ispeziona attentamente e annusa carne, pesce, uova.
  • Assicurati che il cibo in scatola sia ben stretto.
  • Tenere i rifiuti fuori dalla portata dei bambini e in contenitori chiusi.

(Questa pubblicazione è un frammento adattato del libro di E.O. Komarovsky "A Handbook of Sensible Parents. Part 2. Emergency Help".)

Trattamento di sintomi di intossicazione alimentare in bambini Komarovsky

Le malattie dei bambini sono molto vissute dai loro genitori. Ma una particolare paura in mamme e papà provoca intossicazione alimentare. I sintomi, il trattamento nei bambini descrive Komarovsky in grande dettaglio. Il medico parla dei principali sintomi della malattia e della terapia necessaria. Inoltre, il dottore nel suo blog descrive situazioni in cui l'autotrattamento è inaccettabile.

Intossicazione alimentare: sintomi e trattamento nei bambini

L'avvelenamento in un bambino non è diverso dai sintomi della patologia in un adulto. Il pediatra Komarovsky dice che ci sono 4 caratteristiche principali. Sono sempre presenti. Il resto dei sintomi sono aggiuntivi e non tutti.

  • Nausea. I bambini piccoli non possono descrivere correttamente le loro condizioni. Pertanto, diventano semplicemente capricciosi e lamentosi.
  • Vomito. Questo sintomo è comprensibile per i genitori. Il vomito si verifica dopo aver bevuto o spontaneamente.
  • Dolore addominale I bambini piangono, i genitori sentono un distinto ribollire, si alza la formazione di gas. Tutto questo è accompagnato da gonfiore e fermentazione di cibi avariati.
  • La diarrea. La diarrea è chiamata massa liquida del movimento intestinale, che si verifica più di tre volte al giorno. In caso di avvelenamento, la diarrea è accompagnata da flatulenza attiva.

Oltre ai sintomi descritti, l'avvelenamento è talvolta accompagnato dai seguenti sintomi:

  • aumento della temperatura corporea causato da intossicazione;
  • mal di testa;
  • debolezza muscolare e abbassamento della pressione sanguigna;
  • sudorazione eccessiva, disidratazione.

Trattamento di avvelenamento

La correzione della patologia è spesso effettuata dai genitori a casa. Komarovsky ammette questo approccio. Ma allo stesso tempo, il medico indica i sintomi che dovrebbero far mostrare ai genitori il bambino dal medico. Il trattamento dell'avvelenamento comporta i seguenti passaggi.

  • Alcol. Dai un po 'al tuo bambino e spesso. È meglio usare una soluzione speciale per la reidratazione orale. Ma se la mollica si rifiuta da questo liquido, lasciagli bere quello che vuole.
  • Elimina il cibo È proibito nutrire un bambino avvelenato. Solo quando il bambino diventa più facile e l'appetito appare - è lecito somministrare zuppa gelatina, porridge di riso o brodo.
  • Usa un assorbente. Questi sono i seguenti farmaci: "Carbone attivato", "Enterosgel", "Polysorb" e così via. Aiuteranno a rimuovere i veleni e le tossine dal corpo. Prendere le medicine separatamente da altri mezzi.

Pronto soccorso per intossicazione alimentare in un bambino a casa

Se trovi che il bambino è avvelenato - ha bisogno di aiuto. Cosa si può fare a casa? Ecco alcuni suggerimenti semplici e corretti.

  • Indurre il vomito Se il cibo cattivo è stato consumato meno di un'ora fa, allora è necessario rimuoverlo con urgenza. Ciò richiede fluido. Dare al bambino un bicchiere di acqua limpida, quindi indurre il vomito. Puoi usare le tue dita o la parte posteriore di un cucchiaino.
  • Fornire le condizioni più confortevoli. In modo che il bambino non perda l'umidità - presta attenzione alla temperatura circostante. L'aria non dovrebbe essere più calda di 20 gradi. Anche l'umidità è importante - dal 50%.
  • Innaffia il tuo bambino. Beviamo un po '. Non offrire immediatamente un bicchiere. Lascia che il bambino prenda qualche sorso ogni 5 minuti. Si prega di notare che la temperatura dell'acqua dovrebbe essere uguale alla temperatura corporea. In questo caso, il liquido rapidamente assorbito.
  • Se il bambino ha la febbre, deve essere eliminato. Non dovresti aspettare che la temperatura salga a 38,5 gradi. Utilizzare farmaci antipiretici già a 37,5.

Dopo aver dato il primo soccorso al bambino, valuta le sue condizioni. È necessario consultare un medico nelle seguenti situazioni:

  • se non puoi bere a causa del vomito incessante;
  • con segni di disidratazione;
  • se c'è un'eruzione cutanea sul corpo;
  • con gli occhi sfocati, perdita di coscienza;
  • se c'è una mescolanza di sangue nel vomito o nelle feci;
  • in assenza di dinamiche positive entro due giorni.
Cause di avvelenamento e infezioni intestinali

Cosa causa l'avvelenamento? Più spesso è cibo stantio. Avvelenamento si verifica dopo aver mangiato cibo in scatola. Se i funghi mangiati diventano la causa di cattive condizioni di salute, dovresti chiamare immediatamente un'ambulanza. L'intossicazione alimentare è spesso confusa con le infezioni intestinali. Con questa patologia, il trattamento domiciliare e l'auto-uso di droghe sono inaccettabili.

Solo uno specialista in malattie infettive o un pediatra può distinguere un virus intestinale da un avvelenamento banale. Per fare questo, ha effettuato test di laboratorio di sangue e feci. Trattamento delle infezioni intestinali prescritte dai medici. È simile alla terapia dell'avvelenamento. La correzione delle infezioni da rotavirus comporta l'uso di antibiotici che agiscono direttamente nell'intestino. Questi sono farmaci come Enterofuril, Ersefuril e così via. È necessario assumere farmaci per almeno 5-7 giorni.

I medici raccomandano la vaccinazione contro le infezioni intestinali. Tale prevenzione può salvare non solo la salute, ma anche la vita dei bambini. Per evitare l'avvelenamento, al bambino deve essere dato solo cibo fresco e sicuro. Se i segni di avvelenamento sono presenti in diversi membri della famiglia, è urgente consultare un medico.

Komarovsky, intossicazione alimentare infantile

La causa principale dell'avvelenamento da cibo è il veleno ingerito attraverso il cibo. Se consideriamo la natura dell'avvelenamento da cibo, possiamo distinguere diversi gruppi di ragioni:

  • • Infezioni (principalmente batteri);
  • • Tossine (si trovano in alcune piante, ad esempio, funghi velenosi e pesce, se non è cucinato correttamente);
  • • Veleni (sono inclusi nelle composizioni che elaborano i prodotti, così come possono includere pesticidi, sono direttamente contenuti nel cibo).
  • ARTICOLO
  • VIDEO

Contenuto dell'articolo:

Segni di intossicazione alimentare

L'intossicazione alimentare può essere giudicata dai primi sintomi (segni di lesioni gastrointestinali: dolore addominale, vomito, diarrea, nausea), che si verificano più spesso entro 2 giorni dopo che una persona ha mangiato un prodotto non idoneo.

Le cure mediche dovrebbero essere ricercate quando l'intossicazione alimentare è stata confermata e i sintomi primari si sono verificati nel bambino (se ha meno di 3 anni), sono combinati con febbre alta, o persistono per 2 giorni, o si sono manifestati in più famiglie contemporaneamente.

Consultare immediatamente un medico.

Dovresti cercare immediatamente un aiuto medico se:

  1. • Avvelenamento dovuto all'uso di funghi non commestibili;
  2. • Esiste il rischio di disidratazione, ad esempio, se il bambino non beve a causa di un forte vomito;
  3. • Oltre ai principali sintomi di avvelenamento da cibo, ci sono altri segni di deterioramento del benessere (almeno uno di questi elenchi):
    • • Eruzione cutanea sulla pelle;
    • • debolezza muscolare;
    • • Problemi con la deglutizione;
    • • Mancanza di urinazione per 6 ore;
    • • Urina scura;
    • • Presenza di sangue nel vomito e nelle feci;
    • • Ingiallimento della pelle o delle mucose;
    • • Discorso illeggibile;
    • • Doppi occhi.

Avvelenamento in un bambino: il dottor Komarovsky ha detto quando è necessario un medico

Le infezioni intestinali in estate, purtroppo, non sono rare. Tutti i genitori devono sapere come si manifesta l'avvelenamento, cosa fare e quando consultare immediatamente un medico.

Quanto prima saranno prese misure adeguate in caso di avvelenamento in un bambino, tanto meno la probabilità di problemi e più possibilità di far fronte rapidamente, ma attenzione, ci possono essere situazioni in cui è necessario il primo soccorso.

Segni di intossicazione alimentare

I sintomi di intossicazione alimentare potrebbero non apparire immediatamente dopo che il bambino ha mangiato qualcosa di sbagliato, ma nell'intervallo da 2 ore a 2 giorni. Quello che chiamavamo avvelenare è in realtà la sconfitta dell'intestino da parte di organismi patogeni - tutti i tipi di microbi (enterovirus, E. coli, S. aureus, Klebsiella, Proteus, bacillo della dissenteria e questa non è l'intera lista), che causano i sintomi caratteristici:

  • Nausea e vomito mentre i germi sono nel tratto GI superiore.
  • Diarrea (diarrea), non raramente con muco, quando c'è una riproduzione incontrollata di microbi e, in alcuni casi, intossicazione con prodotti di scarto di batteri (toxicoinfection)
  • febbre
  • Dolore addominale acuto, più spesso, nell'ombelico
  • Sudore freddo e mani e piedi freddi
  • Grande debolezza, sonnolenza, mancanza di appetito
  • Con una lesione batterica, la pelle del bambino diventa pallida, anche a temperature elevate.

Primo soccorso al bambino con intossicazione alimentare

Se il bambino è avvelenato sotto i 3 anni, è sempre necessario un medico. Come minimo, sarà in grado di determinare quanto sia pericolosa la condizione del bambino, se necessario, prescrivere test di laboratorio e raccomandare un trattamento adeguato.

  1. La cosa più importante in caso di avvelenamento è prevenire la disidratazione, perché il bambino perde molti liquidi con vomito e diarrea, oltre a ridurre al minimo la concentrazione di tossine e accelerarne l'eliminazione.
  2. Lascia che il tuo bambino beva il più possibile, e la prima e più importante bevanda dovrebbe essere una soluzione per la disidratazione orale (reidrona farmaceutica, per esempio), che contiene tutti gli elettroliti necessari. Inoltre, gli permetta di bere tutto ciò a cui è d'accordo - meglio della normale acqua in bottiglia senza gas, è possibile il succo, una composta di frutta secca. Non la migliore opzione bevande gassate e succhi di frutta, sia freschi che in negozio.
  3. Se un bambino ha vomito, bevi a piccoli sorsi, ma spesso - quindi il desiderio di vomitare sarà inferiore. Se il bambino è malato ma non c'è vomito, vale la pena chiamarla, e il prima possibile - idealmente, nella prima mezz'ora dell'inizio dei segni di avvelenamento. In questo caso, è necessario che abbia bevuto un bicchiere di acqua tiepida in un sorso, e se questo non aiuta, tocca la radice della lingua con le dita.
  4. Appena possibile, dai al bambino un assorbente che assorbe le tossine e le rimuove dal corpo. I bambini sono spesso raccomandati per dare carbone attivo, perché è assolutamente sicuro. Sciogliere le compresse di carbone in acqua al tasso di 1 g di sostanza per 1 kg. Pesa il bambino e da bere. Ora ci sono sorbenti più moderni, ma prima di usarli per i bambini vale la pena consultare un pediatra.
  5. Se la temperatura supera i 38 gradi, vale la pena di ridurla per consentire ai bambini ibuprofene o agenti antipiretici a base di paracetamolo. Questi stessi farmaci aiuteranno se il bambino si lamenta di dolori addominali.

doctor_komarovskiy ATTENZIONE!
.
I primi sintomi di intossicazione alimentare nella maggior parte dei casi si verificano entro 48 ore dopo aver mangiato prodotti non idonei.
.
I primi sintomi di intossicazione alimentare di solito sono segni di danni al tratto gastrointestinale: nausea, vomito, diarrea, dolore addominale.
.
L'intossicazione alimentare richiede la ricerca di cure mediche in caso di sintomi (nausea, vomito, diarrea, dolore addominale):
.
?avere un bambino sotto i 3 anni;
?combinato con la febbre;
?dura più di 2 giorni;
?disponibile per diversi membri della famiglia.

La ricerca di cure mediche dovrebbe essere urgente se:

?la fonte di avvelenamento è (o presumibilmente lo sono) funghi;
?il bambino non può bere a causa del vomito;
?oltre ai segni di intossicazione alimentare, c'è uno dei seguenti sintomi:
.
▪ doppio negli occhi;
▪ discorso incomprensibile;
▪ difficoltà a deglutire;
▪ debolezza muscolare;
▪ pelle gialla o mucose;
▪ gonfiore delle articolazioni;
▪ pelli sulla pelle;
▪ L'urinazione è assente per più di 6 ore o l'urina ha un ricco colore scuro;
▪ sangue nelle feci o vomito.
.
Aiuto di emergenza:
.
?se i sintomi compaiono entro 30 minuti dopo un pasto, ma non c'è vomito, indurre il vomito;
?non dare da mangiare al bambino;
?irrigare il bambino in modo abbondante e attivo in conformità con le seguenti regole:
.
▪ la temperatura della bevanda dovrebbe essere approssimativamente uguale alla temperatura corporea;
▪ il possibile vomito provoca distensione dello stomaco, quindi beviamo spesso, ma il volume del liquido bevuto in un tentativo dovrebbe essere piccolo (pochi sorsi);
▪ Nella qualità di un liquido da bere è ottimale applicare # mezzi per la regolazione ormonale di EOK; possibile uso di acqua minerale, tè, composte;
▪ Non aggiungere zucchero alle soluzioni utilizzate per bere;
▪Se un bambino rifiuta di bere ciò che offri, dai quello che accetta di bere, ma cerca di dare liquidi più limpidi, succhi diluiti e bevande dolci il più possibile;
.
?dare al bambino carbone attivo in una dose di 1 g / kg di peso;
?con la febbre, usare farmaci antipiretici

Fonte: YouTube, autore Dr. Komarovsky