Assunzione di supplementi di ferro

Gli integratori di ferro sono sempre prescritti per il trattamento dell'anemia da carenza di ferro. È necessario conoscere tutte le caratteristiche degli integratori di ferro. Ciò massimizzerà l'efficacia degli integratori di ferro e ridurrà il rischio di reazioni avverse.

Regole per prendere il ferro

Quando l'anemia da carenza di ferro è solitamente preferita per integratori di ferro, destinati all'ingestione. Allo stesso tempo, è meglio non masticare le compresse, ma inghiottirle intere. Ciò eviterà l'oscuramento dello smalto.

Con l'anemia, l'assorbimento del ferro aumenta e arriva fino al 25%, quindi l'efficacia della supplementazione di ferro diventa ancora più elevata.

Di solito, una dose di ferro ferroso superiore a 100-200 mg non è prescritta come preparazione del ferro, poiché, a causa delle peculiarità del funzionamento del corpo umano, l'organismo non può più utilizzarlo. E inoltre, non solo il ferro dalle preparazioni di ferro, ma anche dagli alimenti entra nel corpo. In effetti, non ha senso prendere dosi più alte di preparati di ferro - non ci sarà più un trattamento rapido dell'anemia e aumenterà la probabilità di effetti collaterali dei preparati di ferro.

Periodicamente (1 volta in 3-4 settimane durante il trattamento e 2-3 mesi dopo il suo completamento) durante il trattamento con preparati di ferro è necessario eseguire un esame emocromocitometrico completo. Non interrompere il trattamento con preparati di ferro immediatamente dopo la normalizzazione dei livelli ematici di emoglobina e altri parametri del sangue che indicano il contenuto di ferro.

Dopo la normalizzazione dei parametri del sangue, è necessario continuare a prendere integratori di ferro per altri 1-2 mesi per una costante saturazione del deposito di ferro con questo importante microelemento per il corpo.

Per il miglior assorbimento del ferro nell'intestino, la nutrizione di una persona che soffre di anemia deve essere arricchita con alimenti contenenti vitamina C (acido ascorbico), acido folico e proteine. È ancora meglio assumere integratori di ferro che, oltre al ferro, contengono vitamina C nella loro composizione.

Le donne in gravidanza e in allattamento devono assumere supplementi di ferro sotto il controllo di indicatori di analisi del sangue durante l'intero periodo di gravidanza e l'allattamento al seno del bambino. In questo caso, l'integrazione di ferro è necessaria sia per la prevenzione e il trattamento dell'anemia in una donna, sia per la prevenzione e il trattamento dell'anemia in un bambino.

Effetti collaterali quando si assumono supplementi di ferro

Il verificarsi di effetti collaterali durante l'assunzione di supplementi di ferro è possibile. Di norma, questo è associato all'assunzione di una dose eccessiva di integratori di ferro per il corpo. Il corpo affronta l'assunzione di 100-200 mg di ferro. Dal momento che fino a 20 mg di ferro possono venire dal cibo, quindi per ridurre al minimo la probabilità di effetti collaterali durante l'assunzione di integratori di ferro, da 80 a 160 mg di ferro al giorno è sufficiente. In effetti, questa è la dose ottimale di ferro da integratori di ferro, che, da un lato, sarà efficace nel trattamento dell'anemia e, d'altro canto, eviterà o ridurrà i possibili effetti collaterali. Infatti, il più delle volte quando si prendono preparazioni di ferro possono essere segni di irritazione del tratto gastrointestinale. E irrita la mucosa è il ferro dalla preparazione del ferro, che non viene assorbito.

Idealmente, se il supplemento di ferro contiene anche una sostanza che avvolge la mucosa intestinale, proteggendola dall'irritazione (ad esempio, la mucoproteosi).

Al momento di assumere integratori di ferro non dimenticare il possibile oscuramento delle masse fecali.

Quando si prendono preparazioni di ferro si può scurire lo smalto dei denti. Tuttavia, questo problema è completamente assente se viene presa la solita forma di compresse della preparazione del ferro, e non soluzioni o compresse masticabili.

Occasionalmente, quando si assumono supplementi di ferro, ci sono reazioni allergiche. In questo caso, è necessario interrompere l'assunzione di questo integratore di ferro.

Efficace integrazione di ferro

Al fine di rispettare tutte le regole per l'assunzione di integratori di ferro, è necessario essere in grado di prendere il più moderno integratore di ferro, il cui sviluppo ha preso in considerazione tutti i principali aspetti del trattamento dell'anemia. Tale preparazione del ferro è precisamente la preparazione francese Tardiferon, prodotta da Pierre Fabre Medicament. Tardiferon è disponibile in forma di pillola, quindi non provoca l'oscuramento dello smalto dei denti. I possibili effetti collaterali dell'assunzione di integratori di ferro sono ridotti al minimo e la dose ottimale di ferro (80 mg per compressa) è autorizzata a mantenere la massima efficacia nel trattamento dell'anemia durante l'assunzione di 1-2 compresse al giorno.

Il tardiferone contiene mucoproteasis, che protegge la mucosa del tratto gastrointestinale dall'irritazione con preparazioni di ferro e rallenta il rilascio di ferro. E questo migliora notevolmente l'assorbibilità del ferro. Inoltre è incluso nel farmaco acido ascorbico di Tardiferon per una maggiore biodisponibilità del ferro.

Preparati di ferro effetti collaterali

I.A. Zupanets, N.V. Bezdetko, Università Nazionale della Farmacia

Il sangue è l'ambiente vitale del corpo. Svolge numerose e diverse funzioni: respirazione, nutrizione, escrezione, termoregolazione, mantenimento del bilancio idrico ed elettrolitico. Le funzioni protettive e regolatrici del sangue sono ben note per la presenza di fagociti, anticorpi, sostanze biologicamente attive, ormoni.

La più comune patologia del sangue è l'anemia da carenza di ferro. Secondo l'OMS, più della metà della popolazione di diversi paesi soffre di anemia da carenza di ferro. Copre tutte le fasce di età della popolazione, ma si trova più spesso nei bambini, negli adolescenti e nelle donne in gravidanza. In molti paesi, la questione della prevenzione e della cura dell'anemia diventa un problema sociale. La presenza di carenza di ferro riduce la qualità della vita dei pazienti, viola la loro capacità di lavorare, causa disturbi funzionali di molti organi e sistemi. Per la prevenzione e l'eliminazione degli stati di carenza di ferro, viene utilizzato con successo un intero gruppo di preparati contenenti ferro, il cui intervallo viene continuamente ripristinato e aggiornato. Le raccomandazioni del farmacista sulla scelta del farmaco ottimale, le condizioni per il suo uso razionale contribuiranno a migliorare significativamente il benessere e la qualità della vita dei pazienti con stati di carenza di ferro, nonché contribuire alla prevenzione tempestiva della carenza di ferro nei "gruppi a rischio".

Il ruolo del ferro e il suo metabolismo nel corpo umano

Il corpo di un adulto contiene 2-5 grammi di ferro in un neonato ?? 300-400 mg. Tuttavia, nonostante il suo basso contenuto, il ferro è un elemento traccia unico nel suo significato, che è rappresentato in vari sistemi molecolari: dai complessi in soluzione alle proteine ​​macromolecolari nelle membrane delle cellule e degli organelli. In particolare, il ferro è un componente importante dell'emoglobina, della mioglobina e degli enzimi contenenti ferro.

Prima di tutto, il ruolo del ferro è determinato dalla sua partecipazione attiva alla respirazione dei tessuti, che è una condizione indispensabile per l'esistenza di qualsiasi cellula vivente. Il ferro fa parte delle proteine ​​della cromoproteina che trasferiscono gli elettroni nella catena dell'ossidazione biologica. Queste proteine ​​cromoproteiche comprendono la citocromo ossidasi? un enzima della catena respiratoria che interagisce direttamente con l'ossigeno, così come i componenti del citocromo localizzati nelle membrane del reticolo mitocondriale ed endoplasmatico. Nella composizione dell'eme il ferro è uno dei componenti dell'emoglobina ?? molecola universale che fornisce il legame, il trasporto e il trasferimento di ossigeno alle cellule di vari organi e tessuti, così come la mioglobina ?? proteina muscolare contenente l'orlo. Inoltre, il ferro è coinvolto in una serie di altri processi biologicamente importanti che si verificano a livello cellulare e molecolare, in particolare nei processi di divisione cellulare, biosintesi del DNA, collagene, attività funzionale di varie parti del sistema immunitario.

Circa il 60-65% della riserva totale di ferro nel corpo è contenuta nell'emoglobina, 2,5-4% ?? nel midollo osseo, 4-10% ?? in mioglobina, 0,1-0,5% ?? in enzimi contenenti ferro e il 24-26% sotto forma di deposito di ferro sotto forma di ferritina ed emosiderina.

Assorbimento di ferro ?? processo complicato. L'assorbimento del ferro si verifica prevalentemente nella parte iniziale dell'intestino tenue. È importante notare che maggiore è la carenza di ferro nel corpo, maggiore è l'area del suo assorbimento nell'intestino, con anemia, tutte le parti dell'intestino tenue sono coinvolte nel processo di assorbimento. Dalla mucosa intestinale al sangue, il ferro viene trasportato attraverso meccanismi di trasporto cellulare attivo. Questo processo viene eseguito solo con la normale struttura delle cellule della mucosa, che è supportata dall'acido folico. Il trasporto attraverso le cellule della mucosa intestinale viene effettuato sia per semplice diffusione, sia con la partecipazione di una speciale proteina di trasporto. Questa proteina è sintetizzata più intensamente nell'anemia, che fornisce il miglior assorbimento di ferro. La proteina trasporta il ferro solo una volta, le seguenti molecole di ferro portano nuove molecole proteiche portatrici. Ci vogliono 4-6 ore per sintetizzarli, quindi gli integratori di ferro più frequenti non aumentano il loro assorbimento, ma aumentano la quantità di ferro non assorbito nell'intestino e il rischio di effetti collaterali.

Esistono due tipi di ferro: eme e non-eme. Il ferro eme è una parte dell'emoglobina. È contenuto solo in una piccola parte della dieta (prodotti a base di carne), è ben assorbito (del 20-30%), altri componenti del cibo non ne influenzano l'assorbimento. Il ferro non eme è in forma ionica libera ?? bivalente (Fe II) o ferro trivalente (Fe III). La maggior parte del ferro da cucina ?? non-eme (contenuto principalmente nelle verdure). Il grado di assorbimento è inferiore all'eme e dipende da una serie di fattori. Dal cibo digerito solo ferro bivalente non eme. Per "trasformare" il ferro trivalente in bivalente, è necessario un agente riducente, il cui ruolo nella maggior parte dei casi è giocato dall'acido ascorbico (vitamina C).

Il ferro viene assorbito sia sotto forma di eme che in forma non eme. Una dieta giornaliera equilibrata contiene circa 5-10 mg di ferro (eme e non-eme), ma non viene assorbito più di 1-2 mg.

Nel processo di assorbimento nelle cellule della mucosa intestinale, l'ossido di ferro Fe 2+ si trasforma in ossido Fe 3+ e si lega ad una speciale proteina di supporto ?? transferrinom, che trasporta il ferro in tessuti ematopoietici e luoghi di deposito di ferro. La transferrina è sintetizzata dal fegato. È responsabile del trasporto del ferro assorbito nel fegato e del ferro proveniente dai globuli rossi distrutti per il riutilizzo da parte dell'organismo. In condizioni fisiologiche, viene utilizzato solo il 30% circa della capacità legante il ferro della transferrina plasmatica.

Il ferro si deposita nel corpo sotto forma di proteine ​​di ferritina (la maggior parte) ed emosiderina. La ferritina è un ossido / idrossido di ferro, racchiuso in un guscio proteico, ?? apoferritin. Si trova in quasi tutte le cellule, fornendo una riserva facilmente disponibile per la sintesi di composti contenenti ferro e presentando ferro in una forma solubile, non ionica, non tossica. Sono i più ricchi di cellule di ferritina ?? precursori di eritrociti nel midollo osseo, macrofagi e cellule reticoloendoteliali del fegato. L'emosiderina si trova nei macrofagi del midollo e della milza, cellule epatiche. È considerato come una forma ridotta di ferritina, in cui le molecole hanno perso parte del guscio proteico e sono raggruppate insieme. Il tasso di mobilizzazione del ferro da emosiderina è più lento rispetto alla ferritina. Con un eccesso di ferro nel corpo aumenta la sua quota, depositata nel fegato sotto forma di emosiderina.

La capacità del corpo di eliminare il ferro è limitata. La maggior parte del ferro proveniente dagli eritrociti in decomposizione (più di 20 mg al giorno) rientra nell'emoglobina. La perdita totale di ferro durante la desquamazione della pelle e delle cellule intestinali raggiunge circa 1 mg al giorno, circa 0,4 mg è escreta con le feci, 0,25 mg ?? con la bile, meno di 0,1 mg ?? con l'urina. Queste perdite sono comuni a uomini e donne. Inoltre, ogni donna per una mestruazione perde 15-25 mg di ferro. Durante la gravidanza e l'allattamento al giorno, ha bisogno di un ulteriore circa 2,5 mg di ferro. Tenendo conto che l'assunzione giornaliera di ferro da cibo è solo 1-3 mg, durante questi periodi fisiologici le donne hanno un bilancio di ferro negativo. Di conseguenza, una donna con una forte carenza di ferro si avvicina 42-45 anni.

Anemia da carenza di ferro

Una mancanza di ferro si verifica a causa di una discrepanza tra il bisogno di ferro del corpo e la sua consegna (o perdita). Nello sviluppo della carenza di ferro, si possono distinguere due fasi:

  1. carenza di ferro latente ?? i livelli di ferro ferritina e la saturazione della transferrina sono ridotti, i livelli di emoglobina sono ridotti, non ci sono segni clinici di carenza di ferro;
  2. anemia da carenza di ferro (carenza di ferro clinicamente pronunciata) ?? una malattia in cui il contenuto di ferro nel siero, nel midollo osseo e nel deposito diminuisce; di conseguenza, la formazione di emoglobina è compromessa, si verificano anemia ipocromica e disturbi trofici nei tessuti.

Le cause più comuni di anemia da carenza di ferro negli adulti

  • Perdita di sangue ?? sanguinamento uterino ripetuto e prolungato, gastrointestinale (ulcera peptica, emorroidi, colite ulcerosa), polmonare (cancro, bronchiectasie).
  • Aumento del consumo di ferro ?? gravidanza, allattamento, crescita intensiva, pubertà, malattie infettive croniche, processi infiammatori e neoplasie.
  • Assorbimento di ferro ?? resezione dello stomaco, enterite; prendendo farmaci che riducono l'assorbimento del ferro.
  • Ridurre la quantità di ferro proveniente dal cibo.

Le cause più comuni di anemia da carenza di ferro nei bambini

Nei bambini, il fabbisogno di ferro per 1 kg di peso corporeo è molto maggiore di quello degli adulti, poiché il ferro è necessario per l'organismo dei bambini non solo per i processi di formazione del sangue, ma anche per la crescita intensiva dei tessuti. Quindi, un bambino della prima metà della vita dovrebbe ricevere almeno 6 mg di ferro al giorno (il 60% del fabbisogno giornaliero dell'adulto), seconda metà dell'anno ?? 10 mg (da adulto) in adolescenza (11-18 anni) ?? 12 mg al giorno.

A causa della maggiore necessità, i bambini soffrono di carenza di ferro molto più degli adulti. Secondo i dati disponibili, in Ucraina circa il 60% dei bambini in età prescolare e un terzo degli scolari soffrono di anemia sideropenica. Le principali cause di carenza di ferro nei bambini di tutte le età sono:

  • assunzione insufficiente di ferro nel feto (gravidanza prematura, anemia materna, tossicosi tardiva della gravidanza);
  • alimentazione artificiale (in bambini sotto 1 anno);
  • malattie infettive acute e / o croniche;
  • dieta squilibrata ?? la prevalenza nella dieta di farina e piatti caseari, in cui il contenuto di ferro è relativamente piccolo;
  • consumo insufficiente di prodotti a base di carne;
  • crescita intensiva.

Sintomi di carenza di ferro latente

La carenza di ferro occulta si verifica più spesso durante l'infanzia, così come negli adolescenti e nelle giovani donne. Le donne perdono 12-79 mg di ferro per 1 sanguinamento mestruale (15 mg in media), perdita durante ogni gravidanza, alla nascita e durante l'allattamento ?? 700-800 mg (fino a 1 g). I primi segnali di carenza di ferro in via di sviluppo sono:

  • debolezza, stanchezza;
  • ansia, mancanza di concentrazione;
  • capacità di riduzione;
  • labilità psicologica;
  • mal di testa al mattino;
  • diminuzione dell'appetito;
  • aumento della suscettibilità alle infezioni.

Sintomi di anemia sideropenica

Se non vengono prese misure per prevenire lo sviluppo di carenza di ferro nei "gruppi a rischio", la carenza di ferro non viene compensata nelle fasi iniziali, si sviluppa anemia da carenza di ferro (IDA).

Nel quadro clinico dell'IDA si possono identificare diversi sintomi e sindromi specifici.

I sintomi caratteristici specifici (sideropenici) della carenza di ferro includono:

  • perversione del gusto (uso di gesso, argilla, guscio d'uovo, dentifricio, cereali crudi, carne cruda, ghiaccio);
  • perversione dell'odore (attrae odori di umidità, calce, cherosene, gas di scarico, acetone, lucido da scarpe, ecc.).

La sindrome ipossica si manifesta in seguito alla carenza di ossigeno nei tessuti con sufficiente gravità dell'anemia. Si manifesta con le seguenti caratteristiche:

  • pelle pallida e mucose;
  • l'azzurro delle labbra;
  • mancanza di respiro;
  • tachicardia;
  • dolori lancinanti nel cuore;
  • debolezza, costante sensazione di stanchezza;
  • diminuzione del tono emotivo;
  • ritardo dei bambini nello sviluppo mentale.

La sindrome del danno del tessuto epiteliale si sviluppa a causa della ridotta sintesi di enzimi contenenti ferro e del metabolismo tissutale compromesso. Manifestazioni caratteristiche:

  • pelle secca;
  • fragilità, perdita di capelli;
  • fragilità e striature delle unghie;
  • pelle screpolata di gambe e mani;
  • stomatiti;
  • diminuzione del tono muscolare, debolezza muscolare;
  • minzione imperativa per urinare, incontinenza quando ridono e starnuti, enuresi notturna;
  • sconfitta dello stomaco e dell'intestino ?? sgabello instabile, ridotta secrezione gastrica, nel 50% dei pazienti ?? gastrite atrofica.

Sindrome ematologica ?? cambiamenti caratteristici nelle analisi del sangue clinico.

I criteri diagnostici per l'anemia da carenza di ferro sono:

  • ridurre il numero di globuli rossi a 1,5-2,0 x 10 12 / l,
  • diminuzione dell'emoglobina nei bambini dei primi 5 anni di vita al di sotto di 110 g / l, nei bambini di età superiore ai 5 anni e negli adulti ?? inferiore a 120 g / l;
  • la riduzione del colore è inferiore a 0,85.

Frequenza dei sintomi più comuni di IDA in diverse fasce d'età

Preparati di ferro - forme, effetti collaterali e controindicazioni

I preparati di ferro sono integratori alimentari che contengono questo elemento, che può essere ottenuto su prescrizione medica da un medico o acquistato in farmacia, negozio, ecc. Sono principalmente usati per trattare l'anemia o altri tipi di carenza di ferro. Ci sono tre modi per somministrarli: per via orale, per via endovenosa o intramuscolare.

I primi farmaci di questo tipo erano noti come compresse Blaud, che portavano il nome di P. Blaud di Bokre, un medico francese che li introdusse e cominciò a usarli per curare i pazienti con anemia.

Applicazioni mediche

Preparati di ferro sono usati per trattare la sua carenza e anemia da carenza di ferro. Il ferro parenterale può anche essere usato per trattare il danno funzionale quando la necessità di questo elemento è superiore alla capacità del corpo di fornirlo, per esempio, in condizioni infiammatorie. Il criterio principale è che sono state studiate altre cause di anemia, come la carenza di vitamina B12 / acido folico causata da droghe o altri veleni, come il piombo, poiché l'anemia spesso ha diverse cause.

L'anemia da carenza di ferro è un'anemia ipocromica classicamente microcitica. La somministrazione endovenosa di ferro può ridurre la necessità di una trasfusione di sangue, ma aumenta il rischio di infezione rispetto a quello orale. Una revisione della Cochrane Collaboration 2015 ha dimostrato che la somministrazione orale quotidiana di questi farmaci durante la gravidanza riduce il rischio di anemia nelle madri e che gli effetti sul bambino e su altri esiti materni non sono chiari.

Ci sono controversie sul fatto che gli atleti siano ad aumentato rischio di carenza di ferro, e se tali farmaci andranno a beneficio di quelli con bassi livelli di un elemento che non soffrono di anemia.

Nonostante queste ulteriori fonti di perdita di ferro, si nota che gli atleti di sesso maschile ricevono una quantità sufficiente di questo elemento dalla dieta al livello raccomandato per l'uomo medio. Nelle atlete, tuttavia, si ottiene ferro sufficiente, ma questo può essere causato da una maggiore perdita di sangue dalle mestruazioni che dall'attività atletica. Inoltre, negli atleti con un livello sufficiente di emoglobina, è possibile osservare pseudo-anemia a causa di un aumento del plasma sanguigno degli atleti, che diluisce la concentrazione di emoglobina. Questo dà l'impressione di avere un'anemia, quando in realtà hanno una discreta quantità di emoglobina totale.

La necessità di raccomandare atleti di ferro è messa in discussione e, di regola, la valutazione viene effettuata su base individuale. Anche se questo può essere un trattamento pragmatico per gli atleti che soffrono di anemia, i suoi effetti rimangono poco chiari per gli atleti senza anemia. Gli integratori di ferro non hanno dimostrato prestazioni atletiche migliorate in soggetti senza anemia. Tuttavia, negli atleti senza anemia, possono funzionare per prevenire l'anemia da carenza di ferro e prevenire un eccessivo assorbimento di ioni metallici tossici, piombo e cadmio. A causa dei rischi associati a tolleranze individuali diverse, interazioni farmacologiche e sovradosaggio, tali farmaci dovrebbero essere prescritti da un professionista medico sulla base di una valutazione clinica del ferro dell'atleta e non prescritti come automedicazione.

Video di ferro

Effetti collaterali degli integratori di ferro

Gli effetti avversi della terapia della ghiandola orale sono più spesso costipazione o diarrea e disagio nell'addome epigastrico. Questi fenomeni si riducono se assunti dopo i pasti, ma rimane un aumentato rischio di interazione con altre sostanze. Gli effetti collaterali sono dose-dipendenti e la dose può essere aggiustata.

Il paziente può notare che la sedia diventa nera. È completamente innocuo, ma i pazienti devono essere avvertiti per evitare l'ansia non necessaria. Con l'introduzione di questi farmaci in forma liquida possibile decolorazione reversibile dei denti (questo può essere evitato attraverso l'uso di cannucce). Le iniezioni intramuscolari possono essere dolorose e si può notare una decolorazione del marrone.

Il trattamento con solfato (II) ha un'incidenza più elevata di eventi avversi rispetto a un complesso polimerico di idrossido (III) o un chelato di bisglicinato di ferro.

Controindicazioni

Le controindicazioni dipendono spesso dalla sostanza. L'ipersensibilità documentata ai componenti e l'anemia senza uno studio adeguato (ad es. Documentazione sulla carenza di ferro) è valida per tutti i farmaci. Alcuni di essi possono essere utilizzati in caso di carenza, altri richiedono anemia da carenza di ferro. Alcuni di essi sono anche controindicati nell'artrite reumatoide.

Poiché una delle funzioni di elevata ferritina (proteina della reazione di fase acuta) nelle infezioni acute è quella di isolare il ferro dai batteri, si ritiene generalmente che questi farmaci (che bypassano questo meccanismo) dovrebbero essere evitati nei pazienti con un'infezione batterica attiva. Sostituire le riserve di ferro diventa raramente un'emergenza di questo genere quando non può attendere il trattamento di un'infezione così acuta.

Alcuni studi hanno dimostrato che gli integratori di ferro possono aumentare l'incidenza di malattie infettive nelle regioni in cui le infezioni batteriche sono comuni. Ad esempio, i bambini che ricevono cibi fortificati con ferro mostrano una maggiore diarrea in generale e il rilascio di enteropatogeno. La carenza di ferro previene l'infezione, creando condizioni sfavorevoli alla crescita batterica. Sebbene la carenza di ferro possa ridurre le infezioni attraverso alcune malattie patogene, riduce anche la resistenza ad altri ceppi di infezioni virali o batteriche, come Entamoeba histolytica o Salmonella Typhimurium. Accade così che sia difficile decidere se gli integratori di ferro saranno benefici o dannosi per l'uomo in un ambiente soggetto a numerose malattie infettive. Tuttavia, questa è un'altra domanda, diversa dalla domanda di integrazione in persone già colpite da un'infezione batterica.

Le persone possono avere una predisposizione genetica all'assorbimento eccessivo di ferro, come nel caso di quelli con emocromatosi ereditaria del gene HFE. Nella popolazione generale, 1 persona su 400 ha una forma omozigote di questo tratto genetico, e 1 persona su 10 ha la sua forma eterozigote. Le persone con una forma omozigote o eterozigote non dovrebbero assumere integratori di ferro.

interazione

Il ferro non eme forma un complesso insolubile con molti altri farmaci, il che porta ad una diminuzione dell'assorbimento di entrambe le ghiandole e di altri farmaci. Gli esempi includono tetraciclina, penicillamina, metildopa, levodopa, chinoloni e bifosfonati. Lo stesso può accadere con elementi in alimenti come il calcio. L'assorbimento del ferro migliora con il pH basso (ambiente acido) e il riassorbimento diminuisce con il consumo simultaneo di antiacidi.

Molti fattori riducono il livello di ferro non eme. Esempi sono i tannini dei prodotti alimentari, come il tè e il siero di palma, l'acido fitico e il foraggio grezzo. I vegetariani e specialmente i vegani sono ad aumentato rischio di carenza di ferro a causa di una combinazione di quantità limitate di questo elemento in una dieta che è scarsamente assorbita, insieme a composti che limitano ulteriormente l'assorbimento.

Le ferropreparazioni assunte dopo aver mangiato hanno un numero minore di effetti indesiderati, mentre l'assorbimento è ridotto a causa di interazioni e variazioni del pH. Di norma, è consigliabile intervalli di 2-3 ore tra l'assunzione di ferro e altri farmaci, ma è meno conveniente per i pazienti e può influire sulla compliance.

Precauzioni di sicurezza

Il sovradosaggio di ferro era una delle principali cause di morte causate da agenti tossicologici nei bambini di età inferiore ai 6 anni. I bambini che assumono pillole possono sviluppare tossicità, nel qual caso devono essere portati al pronto soccorso. Alcune formule (ad esempio il ferro carbonilico) potrebbero essere più sicure.

Il sovradosaggio acuto può essere fatale per adulti e bambini ed è possibile se assunto per via orale e parenterale. I metodi per prevenire la tossicità sono la lavanda gastrica e i chelati (per esempio, la desferrioxamina per via endovenosa), che aiuta a rimuovere la tossicità del ferro elementare libero, che può catalizzare reazioni redox che portano alla produzione di radicali idrossidi.

Agisce sui tessuti mucosi e si manifesta come vomito sanguinante e diarrea; l'ipovolemia può verificarsi a causa della perdita di liquidi e sangue.

L'assorbimento di quantità eccessive di ferro ingerito porta a tossicità sistemica. Il sovradosaggio grave causa una compromissione della fosforilazione ossidativa e una disfunzione mitocondriale, che può causare la morte cellulare. Il fegato è uno degli organi più colpiti dalla tossicità del ferro, ma anche altri organi, come i reni, cuore, polmoni e sistemi ematologici, possono essere colpiti. Gli individui mostrano segni di tossicità gastrointestinale quando assumono più di 20 mg / kg, ad una dose inferiore o uguale a 40 mg / kg.

L'avvelenamento da ferro può portare a mortalità oa morbilità a breve e lungo termine.

Follow-up

Il follow-up è necessario per garantire la conformità e per identificare una risposta adeguata alla terapia. L'intervallo di osservazione può essere altamente dipendente dalla via di somministrazione e dalla patologia sottostante. Per i tipi di ferro per uso parenterale, si raccomanda un periodo di 4 settimane prima di ripetere un esame del sangue per consentire al corpo di usare l'elemento. I preparati di ferro orale possono richiedere molto più tempo, quindi un periodo di 3 mesi può essere appropriato.

introduzione

Il ferro può essere integrato con varie forme farmacologiche orali, come il solfato (II) (questo è il sale più comune ed economico, ad esempio, feratab, Slow-FE, ecc.) E in combinazione con gluconato, ferro carbonilico, destrano e altri sali. A volte l'acido ascorbico (vitamina C) viene aggiunto per un migliore assorbimento.

Un polipeptide di ferro eme (ad esempio, proferrin forte e proverina ES) può essere utilizzato quando preparazioni convenzionali, come solfato di ferro o fumarato, non sono tollerate o assorbite. Uno studio clinico ha dimostrato che la PHL ha aumentato il livello di questo elemento nel siero di 23 volte rispetto al fumarato di ferro basato su milligrammo per milligrammo.

In alternativa, viene usato il solfato di ferroglicina, che si distingue per un minor numero di effetti collaterali dal tratto gastrointestinale rispetto ai farmaci standard come il fumarato di ferro. Si differenzia dagli altri preparati orali in quanto il ferro contenuto in questa preparazione ha una biodisponibilità orale molto elevata, specialmente nella versione liquida. È necessario valutare questa opzione prima di ricorrere alla terapia parenterale. È particolarmente utile per l'anemia da carenza di ferro associata a gastrite autoimmune e gastrite causata da Helicobacter pylori, dove solitamente ha un effetto soddisfacente.

Poiché le riserve di ferro nel corpo sono generalmente esaurite e c'è un limite su quanto il corpo può elaborare (circa 2-6 mg / g di peso corporeo al giorno, cioè, per una persona che pesa 100 kg, questo è un massimo di 200-600 mg / giorno ) senza avvelenamento, è una terapia cronica che può essere presa 3-6 mesi.

In relazione a frequenti intolleranze ai farmaci orali e al lento miglioramento, si raccomandano farmaci parenterali.

La terapia della ghiandola parenterale (per via endovenosa o intramuscolare) viene eseguita quando la terapia orale fallisce (non tollerata dal paziente), l'assunzione orale è seriamente compromessa (dalla malattia o quando il paziente non può deglutire), la terapia orale non può essere prevista o è necessario un rapido miglioramento (ad esempio, prima del previsto un intervento chirurgico). Il trattamento parenterale è più costoso della somministrazione orale e non è adatto durante il primo trimestre di gravidanza.

In alcune situazioni, il ferro per via parenterale è preferibile all'assunzione di droghe. Quando il ferro orale non è tollerato, dove l'emoglobina deve essere aumentata rapidamente (per esempio dopo il parto, dopo l'intervento chirurgico, dopo la trasfusione), dove c'è una condizione infiammatoria di base (come nella malattia infiammatoria intestinale), o in pazienti renali, i benefici del farmaco parenterale superano di gran lunga i rischi. In molti casi, l'uso di ferro per via endovenosa ha un rischio inferiore di eventi avversi rispetto alle trasfusioni di sangue e, mentre il paziente è stabile, rimane l'alternativa migliore. In definitiva, questa è una decisione clinica basata su linee guida locali.

I sali di ferro solubili hanno un rischio significativo di effetti collaterali e possono portare a tossicità a causa del danneggiamento delle macromolecole cellulari. La somministrazione parenterale di ferro ha utilizzato varie molecole per limitarlo. Questo include destrani, saccarosio, carbossimaltosio e, più recentemente, isomaltosio 1000.

Una formula per il ferro parenterale è destrano con un vecchio alto peso molecolare (nome commerciale dexferrum) e molto più sicuro dei destrano a basso peso molecolare (marchi cosmofer e infage).

Il complesso ferro-saccarosio (nomi commerciali includono venofer) è caratterizzato dal verificarsi di reazioni allergiche inferiori a 1 su 1000. Un effetto collaterale comune è un cambiamento nel gusto, in particolare un gusto metallico, in 1 su 10 e 1 su 100 pazienti. La dose massima di 200 mg in ciascun caso, ma i farmaci sono stati somministrati in dosi di 500 mg. Le dosi possono essere somministrate fino a 3 volte a settimana.

Carbomaltosio (nome commerciale Firinzhekt) è una nuova formula di farmaco parenterale con un guscio senza destrano, che è completamente metabolizzato nel corpo a zuccheri semplici. Gli effetti indesiderati più comuni sono mal di testa, che si verificano nel 3,3% dei casi. Può essere somministrato entro 15 minuti in dosi fino a 1000 mg ed è accettato in molti ospedali a causa dell'aumento del numero di pazienti che possono essere trattati, poiché non è richiesta una dose di prova.

Isomaltose 1000 (nome commerciale Monofer) è una nuova formula per il farmaco parenterale con una struttura a matrice, che porta a un livello molto basso di ferro libero e labile. Può essere somministrato in dosi elevate - 20 mg / kg in un'unica visita - senza un limite superiore di dose. Il vantaggio di questa composizione è che dà una correzione completa del ferro in una sola visita.

Nel carbossimanozato e nell'isomaltoside di ferro, i profili di sicurezza sono migliori rispetto ai vecchi farmaci per via endovenosa, differendo nella capacità di somministrarli a dosi elevate e raggiungendo la completa sostituzione dell'elemento in 15-60 minuti.

Effetti collaterali quando si assumono supplementi di ferro

Da questo articolo imparerai:

quali effetti collaterali possono assumere supplementi di ferro;

possibili controindicazioni all'assunzione di supplementi di ferro;

è possibile avvelenare con preparazioni di ferro;

quali sono i sintomi caratteristici del sovradosaggio;

quali preparazioni di ferro sono meglio tollerate.

Secondo le statistiche dell'OMS, ogni terzo abitante del pianeta era affetto da anemia sideropenica. Il metodo più comune di trattamento della malattia - assunzione di integratori di ferro per via orale in gocce e compresse. Spesso, il trattamento è accompagnato da effetti collaterali di diversa gravità. Alcuni di questi sono non pericolosi e normali, altri richiedono una sospensione urgente. La comparsa o meno degli effetti collaterali dipende in gran parte dalla composizione del farmaco contenente ferro.

Tipi di preparazioni di ferro

Le droghe contenenti ferro hanno un obiettivo - ripristinare il livello di ferro nel corpo - ma una composizione diversa. Il ferro è presente in loro in varie forme e ha un'origine naturale o artificiale. Questo fattore determina la tollerabilità del farmaco.

Ferro trivalente

Il ferro nella forma trivalente non viene assorbito dal corpo. Affinché diventi biodisponibile, è necessario ripristinarlo nella forma bivalente. Tale ferro è presente nel cibo. La transizione verso lo stato disponibile avviene sotto l'azione della vitamina C. Pertanto, l'assunzione di compresse e gocce di ferro ferrico deve essere completata con un'abbondante assunzione di acido ascorbico.

Il ferro trivalente interagisce attivamente con le sostanze del cibo e forma idrossidi che si sciolgono male - questo fatto riduce anche l'efficacia dello strumento.

Le preparazioni a base di sali di ferro non hanno un effetto terapeutico pronunciato, ma meno probabilità di causare effetti collaterali. Sono prescritti meno spesso, soprattutto quando si assumono due preparati è impossibile.

Lista preparazioni di ferro trivalente:

Ferro ferroso

Il ferro in forma bivalente è in grado di legarsi alla proteina apoferritina, quindi ha una migliore biodisponibilità. Il più delle volte il ferro è presente nei preparati sotto forma di sali di origine chimica. Il solfato ferroso è il più comune.

Quando si trattano con preparazioni di ferro a base di sale, si manifestano spesso effetti collaterali. Quando si assumono grandi quantità di avvelenamento possibile. Più spesso, i bambini sotto i 6 anni soffrono, il che limita in qualche modo la possibilità di usare farmaci in questa forma.

Preparazioni sulla base del ferro ferroso:

Fondi a base di ferro di origine naturale

I preparati di ferro naturale sono fatti sulla base del sangue degli animali agricoli e dei suoi componenti trattati in vari modi.

Hematogen. Viene prodotto con l'aggiunta di albumina alimentare nera - sangue intero essiccato. La biodisponibilità del ferro dai globuli rossi è bassa. A questo proposito, è impossibile ottenere una dose terapeutica di un oligoelemento dai preparati di questo gruppo. L'esatta composizione dei fondi non è controllata. Non ci sono studi clinici di efficacia e sicurezza. Assumere integratori di ferro a base di albumina alimentare nera è una misura preventiva.

Gemobin. È fatto sulla base dell'emoglobina purificata. Nel processo di fabbricazione, il sangue passa macro, micro e ultrafiltrazione, a seguito del quale vengono eliminate tutte le impurità. Il prodotto finito è ferro in forma bivalente e in relazione alle proteine. Questa sostanza è familiare al corpo umano, quindi, è facilmente digeribile e non causa una reazione di rigetto, a differenza dei sali sintetici di ferro bivalente. L'effetto antianemico dell'agente è confermato dai principali istituti di ricerca della Russia. Gli effetti collaterali nel trattamento di preparati di ferro a base di emoglobina pura non sono stati identificati.

Effetti collaterali degli integratori di ferro

I prodotti a base di sali di ferro sono i più pericolosi da usare, poiché spesso causano reazioni negative dal corpo. Possibili effetti collaterali dei preparati di ferro e dei fattori che li causano:

Violazioni del tratto gastrointestinale - vomito, nausea, bruciore di stomaco, mancanza di appetito, dolore, eruttazione, diarrea. Il ferro sotto forma di sali è parzialmente assorbito. Il ferro ferrico ridotto viene assorbito solo dello 0,5%. A questo proposito, aumentando le dosi di una singola dose. Il ferro non reclamato irrita la mucosa dello stomaco e dell'intestino.

Queste preparazioni di ferro cambiano il colore delle feci e portano alla stitichezza. L'idrogeno solforato, che è uno stimolatore della peristalsi, è legato da molecole di ferro inorganico per formare solfuro di ferro. Quest'ultimo è in grado di macchiare non solo le feci, ma anche lo smalto dei denti, se il farmaco viene preso in gocce o masticato.

Intossicazione del corpo. Un gran numero di ioni ferro liberi provocano la crescita della microflora patogena.

Dopo l'assunzione di preparati di ferro inorganici, a volte si verificano mal di testa, arrossamento della pelle, vertigini, sensazione di oppressione al petto, abbassamento della pressione sanguigna.

Un'altra reazione negativa agli integratori di ferro a base di sale è l'inibizione dell'assorbimento naturale di ferro dal cibo.

Fai attenzione! L'emobina ha un effetto cooperativo e stimola i processi naturali di assorbimento del ferro dal cibo.

Più di un terzo delle persone con IDA mostrano completa intolleranza alle preparazioni di ferro inorganico.

Sovradosaggio di ferro

L'avvelenamento è la peggiore complicazione degli integratori di ferro. Gli effetti tossici sono possibili se assume il ferro in una dose di 30 mg per 1 kg di peso corporeo. 250 mg è una dose letale per il corpo.

Il sovradosaggio può essere cronico quando il paziente assume una dose eccessivamente lunga del farmaco per un lungo periodo e acuto, con una singola dose di una grande quantità del farmaco.

Conseguenze di overdose cronica:

infiammazione nei reni, nella vescica e in altri organi del sistema escretore;

stimolare lo sviluppo del cancro;

cardiopatia ischemica, aneurisma, malattia vascolare.

L'overdose più pericoloso per un bambino. Il ricevimento di 30 mg può condurre a un coma.

Nel sovradosaggio acuto, la reazione del corpo si sviluppa in 7 ore e attraversa diverse fasi. A volte il corpo è in grado di eliminare il farmaco in eccesso da solo, in questo caso solo vomito e diarrea si manifestano dai sintomi senza ulteriore sviluppo.

Fasi di avvelenamento acuto con preparazioni di ferro:

Dolore addominale, sonnolenza, perdita di coscienza a breve termine, ipertensione, vomito, diarrea. Lo stadio dura 6 ore dal momento in cui assume il farmaco.

I sintomi si abbassano temporaneamente. Dopo 10 ore dal momento della ricezione arriva un falso sollievo.

Sanguinamento interno, insufficienza d'organo, ipoglicemia, febbre, convulsioni. La durata della fase è di 2 giorni.

La crescita del tessuto cicatriziale sul piloro dello stomaco. In grado di durare per un mese dopo l'avvelenamento.

Quando compaiono i primi sintomi, è necessario indurre il vomito, fare il lavaggio gastrico e prendere un antidoto.

NOTA! Memoin Gemobin non può causare avvelenamento, perché il suo ferro costituente con un componente proteico è quasi identico all'emoglobina umana. L'eccedenza è neutralizzata dal sistema naturale di riciclaggio del ferro endogeno.

Controindicazioni al ferro

Bere compresse con ferro è controindicato nei seguenti casi:

Con un'infezione batterica, poiché gli ioni di ferro liberi possono aggravare la situazione.

Quando hemochromatosis - predisposizione genetica ad assorbimento aumentato e assorbimento di ferro.

Per disturbi del tratto gastrointestinale, associato ad assorbimento e processi infiammatori (sindrome da insufficienza di assorbimento, enterite, resezione dell'intestino tenue, gastrite, ulcera peptica dello stomaco);

Alcuni farmaci hanno restrizioni di età;

Quando l'ipersensibilità ai preparativi di ferro;

Se ci sono altre forme di anemia (emolitico, aplastico, carenza di vitamina B12).

Smettere di prendere integratori di ferro è necessario per gravi effetti collaterali, portando disagio o deterioramento della salute. In questi casi, sostituire il farmaco o ridurre il dosaggio.

Gli effetti collaterali sono causati dalla maggior parte delle preparazioni di ferro su base inorganica, in parte il problema degli additivi che avviluppano le membrane mucose risolve parzialmente il problema, ma l'assorbimento rimane ancora parziale. È più sicuro e più efficace assumere preparazioni di ferro organico a base di ingredienti naturali.

Effetti collaterali degli integratori di ferro

Dopo che al paziente viene diagnosticata una carenza di ferro, viene scelta una terapia terapeutica specifica. Uno degli aspetti delle misure terapeutiche è l'assunzione di farmaci contenenti ferro. È molto importante conoscere tutti i dettagli sull'uso di farmaci speciali e possibili effetti collaterali da loro. La familiarizzazione con le regole di ammissione e gli effetti collaterali degli integratori di ferro aiuterà una persona a evitare reazioni indesiderate.

Effetti collaterali

Quando si assumono farmaci che contengono ferro, effetti collaterali - questo è abbastanza comune. Gli effetti collaterali dell'assunzione di supplementi di ferro si verificano quando assunto per via orale. Spesso manifestazioni indesiderate si verificano a seguito della violazione delle regole di ammissione o del superamento della dose ammissibile. Sfortunatamente, i preparati di ferro senza effetti collaterali non sono ancora stati sviluppati, ma per ridurre il rischio di effetti collaterali dalla preparazione del ferro, si raccomanda di non assumere più di 140 mg al giorno.

L'effetto collaterale più comune degli integratori di ferro è l'irritazione della mucosa gastrica, che porta l'ansia a una persona malata. Pertanto è meglio acquistare un farmaco contenente ferro, che ha nella sua composizione una sostanza che avvolge e protegge la membrana intestinale. Inoltre, altri effetti collaterali del consumo di ferro sono abbastanza comuni - l'oscuramento delle feci e lo smalto dei denti. Una reazione allergica a questo farmaco è possibile, ma il rischio di intolleranza individuale è completamente insignificante.

Ci sono altre reazioni avverse meno gravi dall'assunzione di integratori di ferro: nausea, dolore allo stomaco, diarrea, diarrea. L'assorbimento di farmaci contenenti ferro, è migliorato se assunto in parallelo acido ascorbico. Tuttavia, questo aumenta il rischio di effetti collaterali dal tratto gastrointestinale.

Controindicazioni

Come con altri farmaci, per gli integratori di ferro ci sono anche controindicazioni stabilite da usare. È importante considerarli al fine di evitare manifestazioni indesiderate e conseguenze pericolose:

  1. Gli integratori di ferro sono controindicati nei pazienti con un alto contenuto di questo elemento nel corpo. Questo succede con l'anemia emolitica.
  2. È anche vietato l'uso di preparazioni di ferro in pazienti con anemia plastica, poiché in questo tipo di anemia c'è una violazione dell'assorbimento di ferro.
  3. I farmaci sono controindicati per l'anemia carente, che è causata da una mancanza di acido folico.
  4. La supplementazione di ferro è indesiderabile in assenza di prove di laboratorio di carenza di ferro nel corpo.
  5. La presenza di anemia sideroachrestic (livelli normali o elevati di ferro nel sangue).
  6. La presenza di malattie infettive in cui i microrganismi usano il ferro per la crescita e la riproduzione attiva.

Regole per prendere il ferro

Supplementi di ferro sono supplementi nutrizionali speciali che contengono un elemento vitale. È possibile acquistare questi farmaci da soli in qualsiasi farmacia o con una prescrizione del medico. La ragione principale per il loro uso è la correzione medica dell'anemia o di un altro tipo di carenza di ferro. Esistono diversi modi per assumere integratori di ferro: per via orale, per via endovenosa e per via intramuscolare.

Nel trattamento dell'anemia causata da carenza di ferro, vengono spesso utilizzati preparati contenenti ferro sotto forma di compresse, destinati alla somministrazione orale. Inoltre, i preparati sotto forma di compresse sono raccomandati di non masticare, ma immediatamente deglutire. L'importanza di questa azione è di evitare l'oscuramento dello smalto. Con l'anemia, l'assimilazione di questo elemento aumenta fino a quasi il 25%, e quindi l'efficienza dell'uso di preparati contenenti ferro è notevolmente aumentata.

La preferenza è data a una ghiandola bivalente, la cui dose non è superiore a 100-200 mg, poiché le singole caratteristiche nel funzionamento del corpo semplicemente non gli permetteranno di usarne di più. Il trattamento con integratori di ferro non si ferma nemmeno dopo che tutti i conteggi ematici tornano alla normalità, poiché il corpo ha bisogno di una riserva di questo elemento. La ricezione si svolge per circa un mese.

Le donne incinte assumono farmaci contenenti ferro solo sotto stretto controllo dei parametri del sangue durante l'intero periodo della terapia medica. Per supplementi di ferro più efficaci, si consiglia di regolare la dieta arricchita con vitamina C, proteine ​​e acido folico. Per il trattamento della grave anemia sideropenica, al bambino vengono prescritti farmaci che possono avere rapidamente un effetto ematologico.

Panoramica dei preparati contenenti ferro nell'anemia

L'anemia da carenza di ferro è considerata una malattia molto comune che compromette la qualità della vita umana. Molto spesso, questa patologia viene diagnosticata nelle donne, ma può superare gli uomini. In questo caso, i pazienti si lamentano di grave debolezza, vertigini e mal di testa.

Per quanto riguarda l'apparenza e la salute generale, sono state osservate le seguenti modifiche:

  1. Pelle secca
  2. Pallore eccessivo.
  3. Perdita di capelli
  4. Aumento delle unghie fragili.
  5. Tachicardia.
  6. Mancanza di respiro
  7. Abbassare la pressione sanguigna

Una persona perde energia vitale, diventa debole, pigra e inattiva. Per confermare la diagnosi, è necessario superare esami del sangue che mostrino una diminuzione del livello di emoglobina e un basso contenuto di ferro. Quando si conferma la diagnosi, è necessario assumere speciali farmaci contenenti ferro, che vengono selezionati da uno specialista.

Il ruolo del ferro nel corpo

Il ferro svolge un ruolo importante nel lavoro coordinato del corpo umano. Prende una parte attiva nel processo di formazione del sangue, quindi, con l'anemia, una persona sperimenta un così forte disagio. Normalmente, non ci sono più di 3,5 mg di ferro nel corpo, la maggior parte dei quali è in emoglobina.

La sostanza stessa non è sintetizzata, ma proviene dal cibo. L'eccesso si deposita nel fegato sotto forma di emosiderina, a causa della quale la carenza di questo elemento viene in seguito reintegrata. Se tutti gli stock sono finiti, la fame di ossigeno arriva con tutte le conseguenze che ne conseguono.

Cause di carenza di ferro

L'anemia da carenza di ferro può essere causata da diversi motivi, pertanto il trattamento deve essere selezionato da uno specialista. Solo lui rivelerà le origini della malattia, troverà mezzi che agiranno più velocemente e più al sicuro.

Cause comuni di anemia:

  1. Sanguinamento interno
  2. Gravidanza, parto e allattamento.
  3. Mestruazioni abbondanti.
  4. La presenza di processi infiammatori cronici.
  5. Patologia dell'intestino e del sistema digestivo.
  6. Dieta scorretta a basso contenuto di ferro.
  7. Esercizio più intenso senza correzione dietetica.

Con la gastrite, l'ulcera peptica e l'erosione, l'assorbimento del ferro è disturbato, sullo sfondo del quale si sviluppa l'anemia.

Se una donna ha una mestruazione dolorosa e pesante ogni mese, perde una quantità enorme di ferro.

Se in questi giorni non si adatta la dieta, c'è una debolezza, fino allo svenimento. Allo stesso modo, sono colpite emorragie interne che accompagnano molte malattie intestinali, fibromi ed emorroidi.

Durante la gravidanza, il corpo richiede più ferro, in quanto va allo sviluppo dell'embrione. Con la mancanza di questo elemento, lo sviluppo degli organi interni del bambino viene disturbato e il benessere della madre si deteriora.

Cambiamenti simili si verificano in Guts, quando molti nutrienti vengono somministrati al latte del bambino. Per la profilassi, i medici prescrivono farmaci per il ferro per le ragazze in età fertile. Il farmaco anemia prescritto viene utilizzato diversi giorni al mese per stabilizzare lo stato di salute.

I vegetariani spesso soffrono di anemia, in quanto c'è una mancanza di proteine ​​nella loro dieta. Per evitare problemi, dovresti prendere degli integratori speciali. Inoltre, un'attenzione particolare dovrebbe essere rivolta all'alimentazione per gli atleti, poiché l'aumento dell'attività fisica richiede un'enorme quantità di ossigeno.

Se una persona non prende in considerazione questa caratteristica, sono possibili svenimento, vertigini e problemi con il lavoro del sistema cardiovascolare. Per qualsiasi disagio, si dovrebbe visitare un medico e passare attraverso un esame completo per evitare cambiamenti più gravi.

Farmaci moderni per il trattamento dell'anemia

Con bassi livelli di emoglobina, gli esperti prescrivono un esame e quindi selezionano farmaci speciali per il trattamento. Il medico prende in considerazione le condizioni generali del paziente, la presenza di comorbidità e la situazione finanziaria. Alcuni farmaci sono troppo costosi, quindi il medico deve consultare il paziente. Solo lavorando insieme, è possibile scegliere uno schema di impatto che darà il massimo risultato e soddisferà entrambe le parti.

Tradizionalmente, due tipi di preparati di ferro sono prescritti per l'anemia:

Droga tra cui ferro ferroso